Nel bosco smontavano e smistavano moto rubate, scoperto (grazie al gps) nascondiglio segreto

Mediagallery

BLOCCATO TRAFFICO DI MOTO, 7 BOLIDI IN UN FURGONE CAMUFFATO DA LAVANDERIA – LEGGI L’ARTICOLO NELL’ARCHIVIO

LIVORNO – Era un vero e proprio punto di raccolta e smistamento di moto rubate e pezzi di motori già impacchettati e pronti per essere immessi sul mercato clandestino.
E’ stato scoperto nel bosco del Gabbro al confine con Rosignano, in località  La Malavolta, dagli agenti della polizia e della squadra Mobile. Il tutto è scaturito da una segnalazione di un proprietario di una moto che mercoledì mattina aveva chiamato il commissariato di Rosignano Marittimo per denunciare la scomparsa del suo motociclo dotato di antifurto-gps da Castiglioncello.
E’ proprio grazie al sistema satellitare che gli agenti della polizia si sono potuti mettere sulle tracce del mezzo a due ruote scomparso. Le indicazioni portavano direttamente in zona Gabbro sopra il ristorante La Piccionaia in località Fonte al Leccio.
Qui gli agenti hanno dovuto proseguire a piedi a causa della boscaglia che si innalzava fitta. Percorrendo lo sterrato e arrivando appunto in zona La Malavolta i poliziotti notavano un ampio spiazzo diradato e libero da ogni tipo di cespuglio o sterpaglia. Qui nascosto tra alcune frasche tagliate e utilizzate a mo’ di cumulo comparivano due motocicli ben occultati: una Yamaha Enduro, il cui furto era stato denunciato lo scorso 6 luglio ai carabinieri di Stagno, e una Bmw 12000 senza targa sparita il 5 luglio a Bologna.

A terra inoltre gli agenti hanno rinvenuto, occultati dalla vegetazione, alcuni sacchi neri di cellophane che contenevano parti di motore parti di motoveicoli imbustati e già pronti al trasporto per essere rivenduti sul mercato nero. In più è spuntata anche una targa di una Bmw e denunciata ad aprile del 2013 . La targa  era proprio quella di una delle 7 moto ritrovate  nel furgone ucraino a fine aprile scorso. Con tutta probabilità dunque questo era a tutti gli effetti il luogo occultato di  smantellamento e  smistamento dei pezzi dei motocicli.
Continuando il sopralluogo, non senza difficoltà proprio perché la vegetazione impediva il passaggio,  e avvicinandosi  alle coordinate del gps del motociclo rubato la mattina da Castiglioncello, sotto un altro cumulo di frasche si nascondevano ancora 3 motocicli, tra cui lo stesso Ducati da cui è partito l’allarme, un altra moto Yamaha denunciata il 15 luglio a Calci e un’altra moto Yamaha R6 di colore rosso anche quella rubata alcune settimane fa nella provincia di Pisa. Sul posto sono intervenuti gli agenti della scientifica e della squadra mobile. I veicoli sono stati  tutti restituiti ai legittimi proprietari.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # susi

    Ma fare un appostamento per beccare in flagranza di reato ‘sta gentaglia no? Come fai a bloccarli se non vengono presi? Ora gli basta solo cambiare posto e continuare a fare i loro comodi sulle spalle di chi si e’ fatto un mezzo con tanti sacrifici..alla faccia nostra…

  2. # Sara F.

    Lascia fare…sta gentaglia adesso sara’ presa con i documenti da fare per richiedere la cittadinanza italiana……Cosi’ quando saranno tutti italiani potremo dire che solo gli italiani commettono reati, giusto per non offendere la sensibilita’ dei buonisti!

  3. # alessandro

    ma come mai non hanno trovato mai niente eppure paghiamo la pulitura e il mantenimento delle colline livornesi che cavolo puliscono.

  4. # COLLE

    ah perchè sono extracomunitari???? dove l’hai letto scusa???

  5. # naicuL

    Che articoli, che investigazioni…ma noi siamo senza lavoro e siamo sempre peggio se fossero questi i veri problemi di Europa!!!

  6. # princi53

    ancora stranieri che delinquono e poi dite che siamo razzisti: Via tutti a casa loro non se ne può più

  7. # alberto

    sono pure questi signori i problemi che hanno invaso l’Europa …vedrai che se la moto da 9000 euro era tua non scrivevi a vanvera !!!!!

  8. # Lukas

    Cito testualmente: “La targa era proprio quella di una delle 7 moto ritrovate sul furgone UCRAINO a fine aprile scorso”…
    Basta leggere. Se leggi anche l’articolo sul ritrovamento vi è riportato che la merce era diretta nell’ est europeo.

  9. # susi

    Appunto già siamo senza lavoro con tutti possibili problemi e ci rubano anche quel poco che abbiamo…ma tanto c’abbiamo Sherlock Holmes che vigila su di noi…

  10. # viviana

    se ne devono andare tutti a casa loro non se ne può più di questa gentaglia ma il governo è sordo…

  11. # billy

    per princi e viviana, non se ne andra nessuno a casa e non li manderanno mai via perche cosi’ vogliono, anzi a dirla tutta hanno piu privilegi di noi…. quindi il problema è da risolvere diversamente

  12. # ema

    meno male che sono anche stupidi e rubano moto con l’antifurto!!!

  13. # nicola

    Stai bono, non vorrai mica che ti dicono che sei razzista

  14. # Giovanni L

    Bene beccati!, ogni casa madre dovrebbero montarli di serie per ogni mezzo!

I commenti sono chiusi.