I “Nemici di Maria” premiati per il contro-evento

Gli organizzatori saranno insigniti al meeting delle etichette e dei festival indipendenti

Mediagallery

Vi ricordate l’ormai famoso contro-evento proposto a Livorno in occasione dell’arrivo dei quattro finalisti di Amici di Maria sul palco di Effetto Venezia? La serata venne chiamata appunto “Nemici di Maria” e fra circa un mese gli organizzatori verranno premiati al  Mei 2.0, il Meeting delle Etichette Indipendenti il 28 settembre in occasione dei riconoscimenti che saranno assegnati a festival e eventi indipendenti che si sono particolarmente distinti durante l’anno. Il premio andrà a Inconsapevole Records di Livorno dunque per “avere realizzato in un sereno clima di confronto culturale l’iniziativa “Nemici di Maria” in occasione dell’arrivo a Livorno sul palco centrale del grande evento della città sostenuto: il tour degli Amici di Maria De Filippi”. Il 28 luglio scorso piazza del Luogo Pio si riempì letteralmente (circa 6mila persone presenti) per applaudire Moreno and Co. che infiammarono la notte di Effetto Venezia dedicata alla “Bella Italia”.
Sempre la stessa sera infatti si dettero appuntamento alla Terrazza Mascagni, dopo un tam tam partito da facebook e rimbalzato dai media locali, molti livornesi che per “protesta” si concentrarono sul lungomare per dar vita a una serata di musica in libertà.

“Per tale attività di intelligente e divertente “resistenza culturale” – si legge nelle motivazioni del premio-  il Mei 2.0 premia l’etichetta disco grafica indipendente Inconsapevole Records capace di sottolineare l’importanza, senza per questo cancellare i talent che hanno già tutto il loro ampio spazio televisivo, del valore culturale del progetto musicale degli artisti indipendenti ed emergenti in un territorio come Livorno, patria di uno straordinario Piero Ciampi e in bellissimo Premio in sua memoria, tra l’altro, oltre che di altri artisti non commerciali d grande rilievo”. Il Premio sarà consegnato sabato 29 settembre al Mei 2.0 di Faenza nella Sala del Consiglio Comunale

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # salvalivorno

    Ma smettiamola, a Livorno non c’è mai niente quando viene qualcosa di buono o qualche nome subito si rema contro è l’ora di finirla con questi eventi , lasciate venire i nome che viene anche il pubblico

  2. # Marta

    …gli “Amici di Maria” me lo chiami un evento? Ma chi sono! Chi li conosce! Facciamo suonare i gruppi della nostra città!

  3. # baby

    Siccome a livorno ci sono anche gli adolescenti e a loro piacciano gli Amici di Maria e sinceramente qualcuno anche a me che ben vengano. La città non è solo degli adulti e comunque sono stati bravi

  4. # kamui

    e loro chi sono? Chi li conosce? Anche a me fa schifo Gigi D’Alessio, ma mica faccio il sit-in fuori da dove suona: semplicemente, non ci vado. Non avete apertura mentale, ma dove volete andare, con questo atteggiamento distruttivo e falso cultural-chic? Per non dire che questi che hanno suonato, se non era per la De Filippi, nessuno li considerava di striscio

  5. # Orso

    Cara Marta, una piazza da 6000 persone è una piazza che consuma….ma te si vede che stai bene nel tu mondo! Ai gruppi di Livorno è giusto dare spazio, ma tanto c’e sempre due persone a guardarli (te lo dice uno che suona e che guarda gli altri concerti), quindi basta con queste visioni ristrette! Benvengano tutti e tutti quelli che portano gente che consuma!

  6. # Antonio

    Ben vengano gli amici di Maria,di Cristina,di Carla;ma se per farli venire qui dobbiamo pagare tutti quei soldi…

  7. # Den

    Hanno trasformato l’evento culturale principale dell’ estate livornese in una buffonata che riempirà pure le piazze ma che di culturale non ha nulla. Che nesso hanno gli amici di maria con Effetto Venezia? Una manifestazione dove gli artisti di strada dovrebbero farla da padrone, dove come lo scorso anno si era dato spazio ai nostri artisti emergenti, che tra l altro suonarono tutti gratuitamente. Che nesso hanno gli Amici di Maria con la Bella Italia, il tema della manifestazione? È stata solo un azione commerciale, ma non confondiamolo con la cultura. Vengano pure gli amici di Maria ma in un altro contesto.

  8. # trippa

    se li hanno premiati, i nemici, probabilmente avranno avuto ragione.
    basta tv, scendiamo in piazza.

  9. # jonny

    Se gli amici di maria fossero venuti gratis allora avevi ragione. Ma se devo dare i soldi per un evento preferisco darli a giovani che per suonare fanno altri lavori, e non a quei ragazzi che poi di talento hanno solo doti naturali, e zero creatività

  10. # Malizioso Troll

    A Livorno ci sono migliaia di giovani artisti che realizzano produzioni di altissimo livello, NONOSTANTE gli amministratori locali e i cosiddetti imprenditori, che fanno a gara tra loro a chi è più incapace. “Effetto Venezia” dovrebbe essere la loro vetrina, non quella dei quattro “talentuosi” creati dal nulla televisivo. Smettiamola di presentarci al mondo esclusivamente come la città del “Vernacoliere”, dei doppiaggi in livornesaccio del “Nido del Cuculo” (pur con la massima stima di Mario Cardinali e di Paolo Ruffini) e dei ponci. Esiste tantissimo altro, nel nostro passato e nel nostro presente. Se ce lo riprenderemo e ne faremo buon uso, forse potremo parlare anche di un futuro.

  11. # Marco Sisi

    Gli “Amici di Maria” hanno tutto il diritto di fare spettacoli, nessuno lo mette in dubbio. Ma li facciano al PalaModigliani, allo Stadio, non a “Effetto Venezia”. Gli “Amici di Maria” c’entrano con “Effetto Venezia” come il ketchup col “cinque e cinque”.

  12. # salvalivorno

    cara marta ma i gruppi che sono andati a fare i NEMICI di Maria me li chiami gruppi muiscali ma via smettiala e usciamo dal provincilismo a Livorno BEN VENGANO I GRANDI NOMI basta concerti da 3 gatti

  13. # Marta

    Grandi nomi?! Mah!

  14. # Den

    GRANDI NOMIII??? MA FAMMI IL PIACERE!!!!

  15. # Andrea

    Malizioso troll ha perfettamente ragione! Livorno ha decine e decine di artisti e creativi, giovani e non, che non riescono ad entrare nella vita culturale della città. Mi domando, ma perché il comune non li aiuta e pubblicizza? Recentemente ho visto su internet, su consiglio di amici, un bel film breve di un regista livornese che parla di cultura, Caproni e Livorno in chiave positiva, delucata e molto attraente. Ma il comune sa dell’esistenza di queste persone e di questi lavori? Perché non le inserisce in eventi o serate come Effetto Venezia, tanto più quest’anno che era dedicato al Bel Paese? Io lo trovo scandaloso.

  16. # Anna

    Bravi ragazzi, così si fa. Ci sono tanti musicisti locali under 30 bravissimi che meritano più di quei ragazzotti di Maria che dopo i reality si perdono nel buio totale.

  17. # kamui

    “evento culturale livornese”????? Ah, ah, ah!! Cioè, spiegami: Effetto venezia, culturale?? A parte la parola culturale, con Livorno, ‘un c’entra mai, e poi mi definisci culturali i 20.000 banchettini che vendono chincaglierie o la gente in coda per mangiare ai tavolini lungo la strada? Ma via, smettiamola: un attaggiamento da “moschina sotto il naso” falso e ipocrita

  18. # OsservatorioSuiGenereis

    Gente, ma mica hanno tentato di compromettere la discutibile, o meno, comparsata degli “Amici”. Avevano solo voglia di suonare, e far sentire la propria voce. A me non crea nessun problema sian venuti gli “Amici” e ne la simpatica presa di posizione dei nostri ragazzi. Non c’è nessuna ragione di far polemica. Un plauso alle nostrane ironia e creatività. Bravi bimbi.

  19. # trippa

    te sei uno dei pochi cha ha capito veramente lo spirito del contro evento.

  20. # ramon 56

    Nemici di Maria …roba da compagni…andatevene a suonare per Fidel …là si che vi ascolteranno …!

  21. # Den

    Se forse leggevi meglio il mio commento avresti capito, ora come ora non è un evento culturale degno di nota. Ho detto che Effetto Venezia nasce come una vetrina per gli artisti di strada, poi potremo dare spazio ai giovani artisti emergenti che popolano la nostra città.

  22. # dario

    tanto hai detto Bruce Springsteen

  23. # El guero

    Bravo…..ora che hai detto per l’ennesima volta la stessa cosa, vai a fa’ una girata

I commenti sono chiusi.