Ghilarducci (Sel): “Ad inizio anno scioglieremo il nodo su candidato sindaco e alleanze”

di letizia

Mediagallery

A pochi mesi dalle elezioni amministrative, che probabilmente si terranno insieme alle consultazioni europee domenica 25 maggio, Sel ha provato ad aprire, con l’incontro che si è svolto alla circoscrizione 1, un tavolo di confronto con tutte le forze che fanno parte del centro- sinistra. Ieri infatti erano presenti dal segretario del Partito Democratico Yari De Filicaia, il segretario di Rifondazione comunista Lorenzo Cosimi, l’ex vicesindaco, Cristiano Toncelli, attualmente alla guida di Progetto per Livorno, il presidente di Uniti per cambiare Alberto Lenzi, l’ex sindaco Gianfranco Lamberti, l’ex assessore allo sport Attilio D’Alesio.

“Entro la metà di gennaio – ha affermato Andrea Ghilarducci, coordinatore provinciale di Sel- saranno sciolti i nodi che riguardano il tipo di alleanza e il nome del candidato sindaco. Le trattative con le altre forze politiche, dopo aver aperto oggi questo tavolo di confronto, andranno avanti”. Sel parteciperà con un suo candidato alle primarie del 23 febbraio? “A oggi – ha continuato Ghilarducci- sono primarie che riguardano solo il Partito Democratico, ma se verranno trasformate in primarie di coalizione, saremo disponibili a partecipare”. E ai suoi possibili alleati rivolge un avvertimento su alcuni capisaldi che dovranno essere contenuti nel programma da presentare alle prossime amministrative: fare in modo che siano sfoltite le lunghe liste di attesa, ospedale in viale Alfieri e non a Montenero, riqualificazione dei quartieri nord, piano strutturale a volumi zero.

“Sono d’accordo con l’idea che serva una discontinuità rispetto al passato- ha detto Yari De Filicaia- tuttavia non credo che si possa ottenere cambiando il sindaco o la giunta. I problemi della città sono più profondi, il Pd è disposto a cambiare insieme i meccanismi radicati”. Il segretario di Rifondazione, Lorenzo Cosimi suggerisce di “parlare di lavoro e di contenuti e non fare chiacchiericci sui nomi dei possibili candidati”. D’accordo con Lorenzo Cosimi è l’ex sindaco Gianfranco Lamberti che auspica: “il candidato del cento-sinistra alle prossime elezioni sia soltanto uno”. Tuttavia all’assemblea di ieri, erano presenti anche rappresentanti di associazioni e di sindacati, come Luca Filippi della Silp Cgil “non dobbiamo lasciare alla destra le politiche che riguardano la sicurezza, non vorrei perdere le elezioni sul razzismo che tanti hanno verso gli stranieri che abitano nella nostra città”. Quella che si prospetta all’orizzonte, non sarà una campagna elettorale tradizionale, infatti come hanno sottolineato i responsabili della comunicazione di Sel, sarà in stretto collegamento con Facebook e Twitter, con l’intento, soprattutto, di fare avvicinare i giovani alla politica.

Riproduzione riservata ©

23 commenti

 
  1. # Aldo

    È piu facile credere a babbo natale che alle promesse della politica livornese. Auguri.

  2. # robe

    SEL vorrebbe la discontinuità e poi invita Lamberti e D’Alesio??

    mancavano solo i dinosauri di jurassic park e poi erano a posto, vediamo se il PD accetta di rinunciare al nuovo ospedale come chiesto da Ghelarducci o se sarà lui ad accettare il nuovo ospedale in cambio dell’alleanza col PD.

  3. # asciugati

    boia deh c’ha avuto in giunta l’assessore al traffico più criticato d’italia e ora ricominciano con le promesse ? abbiamo già dato !

  4. # FABRIZIONE

    Siamo messi malino in questa città, basta guardare come funziona l’ospedale, in che stato è il porto ecc. eccc. e nessuno dice niente neanche l’opposizione! il PD livornese ha presentato in nuovi nomi: sono sempre gli stessi…….

  5. # La Formica (@SergbarsSergio)

    fare in modo che siano sfoltite le lunghe liste di attesa, ospedale in viale Alfieri e non a Montenero, riqualificazione dei quartieri nord, piano strutturale a volumi zero. QUESTA è DISCONTINUITA’ IL RESTO è NOIA Ci sono o no queste aperture; da quì valutare se sarà forfora o no !

  6. # Lucia

    Sel ha un solo dovere costruire un nuovo centrosinistra con la parte sana del pd !

  7. # perlamordidio

    Guardate a BUONGIORNOLIVORNO. Trovate una soluzione insieme.

  8. # Marco

    Spero che in Sel prevalga il buon senso di una forza politica che vuol governare e non urlare alla luna in maniera estremista. Conosco Ghilarducci come lavoratore precario e non posso certo pensare che rappresenti i vecchi metodi della politica, certo ora sta al Pd dare un segnale di cambiamento. Marco, imprenditore trasporti

  9. # mi par mill'anni

    Io il nodo e’ gia’ tanto che l’ho sciolto ..

  10. # Emiliano

    Congresso di chi si rifà alla sinistra ,così parla la base che si è stancata delle divisioni !

  11. # ale

    Prima metti mano…. Poi fai politica…. No alla rovescia….

  12. # Ercole Labrone

    meno male via stasera dormo meglio

  13. # La Formica (@SergbarsSergio)

    Unione si, MA PATTI CHIARI,AMICIZIA LUNGA !

  14. # stefano

    candidate diop il senegalese,i livornesi capiranno,voi siete sempre bravi,solidali,a volte dimenticate gli indigeni ma che importa…

  15. # Bruno

    Mano ghilarducci e de filicaia la mettono spesso a differenza di altri di destra o sinistra che hanno sempre avuto posti privilegiati, loro almeno sono due semplici operai, bruno operaio

  16. # Bruno

    Da semplice operaio di 40 anni mi sento solo di dare fiducia a chi come me sbarca il lunario, vedi il segretario di sel che vive solo del suo lavoro e non chi come i vari avvocati, medici ed altri che fanno i rivoluzionari o conservatori con stipendi da 5 mila euro al mese e poi non si rendono conto che il mondo gira in un altro mondo, spero che sel ed il pd riesca a fare un accordo rottamando tutta la giunta attuale e ripartendo dalla gente semplice che vive di stenti e non dai ricchi dei vari campi da tennis molto frequentati da Cosimi e Tamburini

  17. # ZENEROS parte insana

    E chi sarebbe la parte sana del piddì? Bersaniani? Dalemiani? Bindiani? Dinosauroidi insomma! O cos’è il ritorno dei Soviet? No Grazie! “La notte dei morti viventi” no!

  18. # ZENEROS delsuolavorovivens

    Vivrà anche del suo lavoro, ma chi si richiama al un vago semioccultato cattocomunismo alla Vendola per me può continuare a vivere/fare il suo lavoro…

  19. # Marcov

    Ri-eccoci:

    SEL, RIFONDAZIONE e PD conditi di tanti buoni propositi si incontrano per un”brainstorming” per cambiare tutti assieme le sorti della città (come da quasi 70 anni..).

    Poi Lamberti (2 volte già sindaco) e “Uniti per cambiare” (gruppetto di ex-PD).

    Quest’anno abbiamo anche Buongiorno Livorno, partecipato dagli stessi che sponsorizzavano Cosimi la volta precedente in “Livorno Città Aperta”.

    Magari, se ci aveste pensato, io suggerisco di non votarli. Magari stavolta cerchiamo di farne a meno di questo minestrone di sinistra e guardiamo altrove.

  20. # La Formica (@SergbarsSergio)

    Forse credi di essere un’analista,oppure un cuoco,visto che parli di minestrone e vuoi guardare altrove; ma cosa vuoi inventare ? Per la destra non c’è posto a Livorno,allora dove ?

  21. # Kevin

    Una cosa è certa ma a Livorno vincerà il grillismo che va a braccetto con casapound e alle urne sel e rifondazione costruiranno un alternativa alla deriva di questi anni dove ha regnato l’immobilismo del Cosimi !

  22. # La Formica (@SergbarsSergio)

    dato che parli di certezza,ti informo che è ALTRETTANTO CERTO che a Livorno NON HANNO GRILLI PER LA TESTA

  23. # Mirko

    Livorno necessità di una nuova sinistra e sel può essere interprete di questo progetto, tanto per DNA mai berlusconini ne grillini governeranno la città, nel frattempo sel lavori perché il pd di livorno stacchi il cordone ombellicale a Cosimi e la sua giunta. Sel lo fece due anni fa ora spetta al PD !

I commenti sono chiusi.