Evade dai domiciliari e va a rubare, arrestato livornese dai carabinieri

Alla vista dei militari, il malvivente ha tentato di nascondersi dietro ad alcune auto. Recuperata la refurtiva per un valore di 3 mila euro

Mediagallery

I carabinieri del Radiomobile di Livorno, nel corso della nottata, hanno arrestato un pregiudicato, attualmente agli arresti domiciliari, peri reati di evasione e furto aggravato, nonché per possesso ingiustificato di grimaldelli.
Andrea Favilli,  livornese di 44 anni, nonostante fosse sottoposto al regime degli arresti domiciliari, si è allontanato dalla propria abitazione perpetrando un furto ai danni di un laboratorio d’arte, lo “Studio 54”, in via Borgo Cappuccini. Il Favilli, servendosi di alcuni grimaldelli, è riuscito ad introdursi all’interno del locale impossessandosi di un trapano a colonna e di altri numerosi attrezzi e fuggendo poi a piedi.
Poco dopo, giunto nei pressi di via Verdi, l’uomo è incappato in una pattuglia del Radiomobile. Alla vista dei militari, il malvivente ha tentato di nascondersi dietro ad alcune auto parcheggiate, ma i carabinieri lo hanno immediatamente rintracciato e bloccato. L’intera refurtiva, del valore di oltre 3 mila euro è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari, mentre il Favilli è stato condotto alle Sughere.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # FABRIZIO

    ci vogliono leggi piu’ punitive.

  2. # Nedo

    La solita buffonata dei domiciliari…..

I commenti sono chiusi.