Via Stenone, previste 60 nuove case popolari al posto del parco

Mediagallery

come di consueto potete trovare il link al progetto in fondo all’articolo

Nuovi alloggi popolari a Shangai. Saranno realizzati al posto del parco di via Stenone che sarà quindi abbattuto. Si tratterà di una struttura semicircolare con 60 case che sarà costruita al posto dell’edificio denominato Isolato 419 e, come detto, del parco pubblico ad esso adiacente. Spariranno quindi 9 pini, una palma e un filare di altri 5 alberi. In molti ci hanno scritto, contrariati, per chiedere informazioni vedendo recintare il parco.
Va detto che Casalp, rispondendo alle domande dei nostri lettori, assicura che “c
ontestualmente alla realizzazione dell’edificio è prevista anche la messa a dimora di specie arboree ed arbustive in quantità equivalente a quelle abbattute. E’ inoltre prevista la realizzazione, a cura del Comune, di una nuova area a verde pubblico che sarà localizzata in posizione centrale rispetto all’edificio”. Staremo a vedere.

La segnalazione – Desidero segnalare che ho saputo direttamente dagli operai che stanno installando il cantiere, che la zona verde di via Stenone-Via Bixio, quartiere Shangai, verrà abbattuta per far posto a nuove costruzioni in sostituzione del Blocco delle Signorine. A detta degli operai una nuova zona verde verrà reimpiantata al confine con via Poerio. L’attuale zona verde è costituita da ben 9 pini, 1 palma ed altre alberi che godono di ottima salute. Quanti anni dovranno passare per averne una analoga a distanza di 40 metri. La nuova zona verde sarà pubblica o di pertinenza del nuovo edificio. Se sarà pubblica perche sperdere soldi per farne una nuova? Perché nessuno sa niente di questi lavori? Chi ha deciso tutto questo? Cosa motiva questo scempio? Siamo di fronte ad una scelta assurda. Viene abbattuta una zona verde, mentre proprio di fronte è in fase di costruzione la nuova scuola materna in via Stenone. Confido nel vostro aiuto per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Annalisa Tarchi

Riproduzione riservata ©

Allegati

46 commenti

 
  1. # noncistò

    Se godono di ottima salute non ci guadagna nessuno ! Vedrai che presto saranno abbattuti e sostituiti con alberelli bonsai come è avvenuto per la maggior parte del verde cittadino.

  2. # remy

    Piu case agli italiani e meno parchi se devono essere abbandonati

  3. # enzo

    Si aprono discariche nei parchi, si abbattono alberi ma I verdi dove sono????

  4. # Davide

    La mi’nonna diceva “fare e disfare è tutto un lavorare”, alla luce di come viene mantenuto (malissimo…) il verde pubblico in città è chiaro che qualcuno ci guadagna con questi lavori assurdi, altrettanto chiaro che non è la cittadinanza che ne beneficia.
    Quanto poi alle affermazioni “contestualmente alla realizzazione…” “E’ inoltre prevista la realizzazione…” Sì, a babbo morto! Lo volete capire che non ci si può più fidare di queste promesse???

  5. # Il Moralizzatore

    si continua a cementificare quando basterebbe riqualificare il vecchio

  6. # elena meniconi

    vergogna, non si elimina i pochi spazi verdi per costruire case: perché il casalp non fa un censimento su tutte le case vuote o male usate a Livorno.

  7. # valter

    non dico quello che penso altrimenti la redazione mi censurerebbe

  8. # liburnico

    di sicuro e’ che si perde un parco e si cementifica costruendo case, come se le oltre 5000 sfitte non bastassero, un parco verde al posto di uno gia’ esistente, sicche’ risultato = uno a zero per le case!!!

  9. # Livio

    “Perché continuano a costruire le case e non lasciano, l’erba……”
    Una canzone diceva così e non si capisce come ancora si faccia disfatture del nostro verde….Povera Livorno com’eri bella

  10. # compAgno

    Non dovete costruire nuove case, ma espropriare le case a chi ne ha ,3,10,100 e sono tanti! Ogni famiglia deve avere la casa , ma solo una. In un contesto globale di esigenze abitative è inammissibile che ci sia gente con parecchie case sfitte! Cosa pensate dell’imprenditrice Angiola Armellini che aveva 1243 case non dichiarate al fisco di cui moltissime sfitte…e come lei tanti altri ancora da scoprire. Secondo voi è giusto in un contesto di emergenza abitativa? adesso giu’ con i pollici rossi vai!

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/1243-case-non-dichiarate-fisco-denunciata-limprenditrice-984269.html

  11. # Sacro Quore

    Diminuisce la popolazione cittadina, ma aumenta l’esigenza della casa, non sarà che a Livorno ci sono moltissime case sfitte? e non solo di privati? Forse sarebbe meglio intervenire sull’esistente, non favorendo speculazioni che vanno a beneficio dei soliti noti…

  12. # Francesco

    Il progetto non mi piace per niente. Perché invece di farlo a semicerchio non hanno seguito il corso delle strade, lasciando la parte a verde con gli alberi di alto fusto esistenti? Troppo facile..??!!

  13. # Ale

    Quella del parco è un area degradata e lasciata a se stessa da anni e così obbiettivamente non va bene. Quindi ben vengano le nuove abitazioni, visto che a meno di 100 metri ci sono altri due parchi (via dell’antimonio e quello enorme che da sull’aurelia dietro via giolitti) son vedo tutto questo allarmismo sulla mancanza di verde. Inoltre l’area nel riquadro rosso non è il parco, la parte sterrata era occupata da uno stabile buttato giu due anni fa e da allora chiusa e recintata, senza vie di accesso e come da tradizione lasciata al deterioramento. Il parco invece è solo l’area ricoperta da alberi.

  14. # Nedo

    Follia pura…

  15. # Tony

    Livorno è una delle città italiane con maggior numero percentuale di case sfitte ed inutilizzate. Sarebbe il caso di smetterla di costruire e piuttosto sarebbe opportuno riqualificare l’esistente. Questo fra l’altro garantirebbe una migliore pianificazione territoriale. La conseguenza di togliere terreno drenante alla città porterà al minore assorbimento del terreno della pioggia, talvolta molto intensa, con allagamenti della città sempre più frequenti.

  16. # Valentina

    Sono d’accordo con la maggior parte dei commenti sopra. Ma quanti di voi conoscono personalmente questo parco a Shangai? Quanto spesso vi ci recate? Io ci passo davanti ogni giorno, e vedo come viene martoriato, sporcato, non rispettato dagli stessi che ora magari si lamentano perchè verrà sostituito da alloggi popolari. Ma quanto siete ridicoli? Smettetela di dare fiato alla bocca solo per fare inutile polemica, quando non avete rispetto di niente.

  17. # Francesca

    e se un ci sono case popolari brontolate e occupate le case, e se fanno le case popolari non va bene perchè volete l’area verde…
    Si può sapere come si fa a contentarvi??

  18. # Liiliputz

    Concordo con la Sig.ra Meniconi

  19. # Malizioso Troll

    Ma chi è che ha i soldi per comprare le case, con questa miseria che c’è?

  20. # Andre

    Semplice…costruendo ci guadagna 100 volte di più.
    Soltanto a Livorno ci sono migliaia di case vuote,che necessiterebbero di poco lavoro per poter tornare agibili.Ma la soddisfazione di distruggere un parco e cementare non ha prezzo!!! Maleddetti soldi…

  21. # antoniop

    SI più case che poi non compra nessuno agli italiani!!!!! Poi si respirerà con la bombola di ossigeno….

  22. # amaranto67

    mi pare una scelta oculata, finalmente decisioni lungimiranti che daranno a Livorno quell’ampio “respiro” che consentirà ad i nostri figli di guardare al futuro con cuore ricolmo di speranza. BASTA VERDE! BASTA CON L’ETEROTONALITA’… finalmente un bel ROSSO mattone omogeneo che ricorda a DISSIDENTI qual è il colore che COMANDA .. s

  23. # antoniop

    Scusa non avevo letto che i lavori erano di Casalp, in ogni caso ci sono un sacco di zone in cui ci sono fabbricati abbandonati e nei quali non si abbatterebbe nemmeno un cespuglio, si tratta solo di aver la volontà e in alcuni casi gli attributi per prendere in mano la cosa.

  24. # amaranto67

    ovviamente scherzo… il verde non è mai abbastanza, cosi come le piazze che sempre più spesso vengono sacrificate (addirittura prima di nascere manipolando il piano regolatore) alle esigenze della municipalità di incassare gli oneri.
    Piuttosto perché non realizzare questi alloggi (di cui comunque c è bisogno) demolendo l’ex deposito Atam presso la piazzetta retrostante la stazione centrale? (quello dove tempo fa avvenne il ritrovamento del corpo del magrebino ucciso dal connazionale) si darebbe cosi risposta all’esigenza delle famiglie e allo stesso tempo una bella lucidata alla zona sgombrando definitivamente quel ricettacolo di droga e punkabbestia.

  25. # Serena

    ci scusi tanto, non avevamo capito che lei è l’ingegnere civile plurilaureato alla Sapienza, e che quindi parla con estrema cognizione di causa.
    Ci illustri, esimio, gli edifici presso i quali ha svolto il sopralluogo, e quali secondo il Suo genio sono da considerarsi restaurabili.

  26. # Pecos

    Ma allora perchè non è possibile costruire solo sull’area precedentemente occupata dall’edificio abbattuto? Se il verde è degradato, come sostiene lei, perchè non riqualificarlo visto che proprio di fronte è in costruzione la nuova scuola materna?

  27. # Giusto

    La lista degli stranieri sta aumentando giorno dopo giorno….. Hanno bisogno di case nuove….Ormai in piazza della repubblica e dintorni e’ troppo pieno!

  28. # MIRCO

    e il nostro verde diventerà una cloaca a cielo aperto

  29. # Serena

    Ci perdoni anche lei, Esimio ingegnere civile.
    Ci illustri prego, dall’alto delle sue lauree, il suo progetto di riqualificazione che avrà senz’altro ideato con i migliori architetti.
    Ci illustri la prego dall’alto del suo immenso sapere, come poter fare questa opera di riqualificazione, perchè si vede da come parla che Lei è l’unico che qua ci capisce qualcosa.
    Ci illumini, pendiamo dalle sue labbra plurilaureate.

  30. # Michy

    Non ci sono case, brontolate che non ci sono case. Fanno le case, brontolate che non c’è il verde. Mettono il verde, brontolate che non fanno le case.

  31. # Sacro Quore

    Basterebbe riqualificare l’esistente… E riaprire gli appartamenti sfitti, solo a Shangay ce ne sono decine…

  32. # thomas

    Se sono restaurabili non lo so, sicuramente prima di costruire dal nulla, sarebbe il caso che recuperassero TUTTE le aree attualmente diroccate e recintate di Livorno. Facciamo un elenco? Locali ex peroni in torno al parterre. Capannoni in via Masi accanto al parcheggio della stazione (dove hanno trovato il morto lo scorso anno). Gli ex macelli…. A voi proseguire la lista.

  33. # Ale

    Certo potrebbe essere una soluzione, comunque non stiamo parlando di piu di 30 mq. Secondo me avrebbe più senso usare i soldi per riqualificarlo valorizzando i parchi gia presenti, che come già detto sono veramente vicini, magari con strutture di gioco per i bambini del quartiere(che non esistono in nessun parco della zona).
    Oppure allestire un area giochi in Pazza san Marco davanti alla scuola elementare dove i bambini giocano tra cacche di cane e piccioni con quello che trovano come pneumatici lasciati la e transenne per delimitare zone pericolanti.

  34. # Giovanni

    Non sarà certo l’abbattimento di quelle piante a compromettere l’equilibrio di ossigenazione della città (scientificamente non accadrebbe neppure se venisse abbattuto tutto il verde cittadino) e credo sia più utile la costruzione di nuove abitazioni che l’accanimento a tutela di quel parchino.

  35. # il critico

    Il nuovo PD avanza e come avanza

  36. # Ale

    Esattamente quel che pensavo anch’io

  37. # Lillo

    Perchè non vi domandate come farà l’impresa a realizzare l’intervento con uno sconto sul prezzo di gara del 47%?! Lo finiranno il lavoro? Se lo dovessero terminare costerà la cifra offerta? Vigiliamo su queste cose cari amici, il verde è importante lo so bene, ma le domande che mi faccio sono molto più gravi!

  38. # antoniop

    Guardi dal profondo della mia ignoranza in materia, così a caldo le rispondo con due luoghi,:
    I capannoni abbandonati in via Maddalena
    Il piazzale abbandonato in via sorgenti (lato ferrovia)

    poi sono sicuro me ne verranno altri in mente.

    Saluti

  39. # emme

    Come altri che hanno criticato questa operazione, ritengo che sia assurdo continuare a far finta di fare politiche verso i piu’ deboli: primo perchè sono operazioni a rimessa (miliardi spesi, mentre esistono centinaia di case sfitte…), esistono anche gli aiuti per gli affitti! Gli affitti, bassi non ripagheranno mai le spese sostenute. Secondo, perche’ a beneficiarne saranno tanti che non hanno bisogno. Terzo, E’ solo per giustificare l’esistenza di enti inutili. Poi, non commentabili, sono i soggetti preoccupati per l’abbattimento dei soliti alberi, si possono ripiantare piu’ in la’…. Le elezioni sono prossime, svegliatevi!

  40. # amaranto67 (ironico)

    ossigenazione? ma cosa voi interessi a livorno l ossigenazione e le piante! è per i canini e per i canoni… dove vanno poi a sgambettare e a lasciare quei bei souvenir che voi vandali distruggete sempre pestandoli? scherzi a parte non è per la CO2 che penso sia sbagliato ma proprio per gli spazi di fruizione dei quartieri con punti di aggregazione che ormai non esistono più, per di più aumentando la densità di popolazione cresce anche il numero di macchine da parcheggiare in parcheggi che non aumentano di numero… auguri.

  41. # antoniop

    Si si continuiamo a ragionare in questa maniera, che prima o poi la natura ci presenta il conto…ah no forse lo stiamo anche già pagando.

  42. # Karl

    Poverini e ora come fanno quelli che portavano i loro canini in quel piccolo parco
    senza guinzaglio senza museruola..e chiaramente senza raccogliere le loro deiazioni provate ad andare in estate e sentite che profumo.. cè..poverini stà gente che abita li e che diciamola tutto la maggior parte paga 12,60 euro.. di affitto..e si lamentano pure…

  43. # frenio

    c’era il blocco delle signorine

  44. # Giovanni

    Ma il verde urbano ha ben poco a che fare con la natura,anche se tolgono quei 4 pini che con le radici rovinano le strade ed i pioppi che fanno quella lana altamente allergogena non succede niente.

  45. # amaranto67

    scusami ma per quale motivo la gente dovrebbe avere solo una casa? e chi lo decide cosa è giusto avere e cosa no il partito? io se me le sono sudate e ho pagato ogni singolo centesimo delle mie tasse ho il SACROSANTO diritto ad avere tutte le case che reputo necessarie … questo per quanto riguarda l’aspetto della proprietà individuale, è bene che capiate che la proprietà è un DIRITTO e non un delitto… detto questo è anche giusto che la collettività si faccia carico del problema casa attraverso una serie di accorgimenti, BASTA CASE POPOLARI AGLI AMICI DEL PARTITO, guadagnano abbastanza da potersi permettere di comprarla o di pagare un affitto a prezzi di mercato, NO AL FURTO DELLA CASA DA PARTE DELLO STATO, niente espropri basta tassare in maniera adeguata la casa sfitta fino a rendere controproducente lasciarla vuota, ASSEGNARE LE CASE A CHI SE LE E’ PAGATE CON GENERAZIONE DI TASSE ad oggi piu del 30% degli alloggi popolari è extracomunitari spesso di dubbia reputazione, non si possono far dormire per la strada ma prima sistemiamo i nostri. ecco guardando alla realtà con un po meno di demagogia le soluzioni si trovano.

  46. # francesco

    in sé non sarebbe un brutto progetto… però non oso immaginare che rifiniture orribili daranno alle facciate… e soprattutto le potevano fare un po’ meno buie visto che tutte le zone giorno guardano a nord e i locali a sud sono sotto loggia e con quelle finestricchie… bagni tutti ciechi… e te lo immagini quanto può esse pubblico uno spazio verde così accerchiato dai condomini?!?!

I commenti sono chiusi.