Ufficiale, partono i lavori allo stadio. Il Livorno anticipa i fondi. I dettagli

Data l’urgenza (la prima partita di Coppa Italia è il 17 agosto) l’Amministrazione ha chiesto al Livorno Calcio di anticipare i fondi per i lavori e di occuparsi della progettazione esecutiva e della realizzazione delle opere

di msarti

Mediagallery

Accordo fra Comune di Livorno e Livorno Calcio per realizzare gli interventi “indifferibili” ai fini dell’omologazione dello stadio “A. Picchi” alle normative vigenti per la serie A prima dell’inizio del campionato. Data l’urgenza (la prima partita di Coppa Italia è infatti vicinissima, in programma per il 17 agosto) l’Amministrazione Comunale ha chiesto in sostanza al Livorno Calcio di anticipare i fondi per i lavori e di occuparsi della progettazione esecutiva e della realizzazione delle opere. Il Livorno Calcio si è reso disponibile ed effettuerà gli interventi incaricando ditte del settore; il Comune reintegrerà questi anticipi, che ammontano a 500 mila euro, compensandoli con il canone di affitto della struttura entro la fine del 2013.

L’accordo, contestuale al rinnovo della convenzione tra l’Ente (proprietario dell’impianto) e la società calcistica, si è reso necessario per far fronte alla difficoltà oggettiva che il Comune (vincolato come tutti gli enti locali alla data di approvazione del Bilancio di previsione 2013) ha nello svolgere in tempi brevi le procedure burocratiche e tecniche necessarie per la realizzazione dei lavori. Gli organi deputati al controllo della “rispondenza” dell’impianto sportivo alle normative vigenti per la massima serie del campionato e alla sua conseguente omologazione (Commissione Tecnica di Vigilanza, Lega Calcio, FIGC, ecc) hanno prescritto l’esecuzione dei seguenti lavori: 1° lotto di lavori di adeguamento antincendio (200 mila euro), 1° fase di interventi sull’impianto di illuminazione (228 mila euro), risanamento conservativo spogliatoi arbitri (40 mila euro) e altri interventi per arrivare a un totale, come detto, di 500 mila euro.
L’accordo è contenuto nella delibera con la quale la Giunta Comunale ha approvato nei giorni scorsi lo schema di convenzione per l’utilizzo dello stadio da parte del Livorno Calcio dal 1° luglio 2012 al 30 giugno 2016. Contestualmente la Giunta ha approvato il progetto definitivo relativo alla prima fase degli interventi di manutenzione dell’impianto di illuminazione.

 

 

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # La Formica (@SergbarsSergio)

    Già da anni sappiamo che Livorno necessita di un nuovo stadio e non più dove è adesso;ed anche Pisa ha lo stesso problema e quindi anni fa mi permisi di proporre la costruzione di un nuovo stadio, tra Livorno e Pisa,in zona baricentrica,vicino Aeroporto e servito dalla ferrovia.Giustificai la proposta,supportandola e mi rendo disponibile a rifarla di nuovo.

  2. # Rick

    Secondo me le società calcistiche dovrebbero contribuire MOLTO di piu nella realizzazione delle infrastrutture, anche perche già per garantire l’ordine pubblico per lo svolgimento sereno di ogni partita soltanto di costo puro del servizio d’ordine (tra polizia municipale, polizia di stato, carabinieri e molti altri) ci costano già tantissimo, senza alcun beneficio di ritorno per la collettività, anzi.

  3. # omar

    arrivi uno! nemmeno anconetani c’è riuscito

  4. # ale68

    come al solito Spinelli anticipa i soldi..ma lo stadio di chi e’? E’ come se a me affittuario mi dicessero che c’e’ da fa lavori al tetto e..anticipali te , va..
    No per difende’ Spinelli, ma s’e’ dovuto anda’ a prende lo sponsor anche a Genova perché noi no siamo boni neanche a trovagli quello..
    Come siamo messi male…

  5. # Gino

    Anche in Brasile hanno capito che è l’ora di finirla di buttare i soldi pubblici nel calcio, negli stadi.

    A Livorno, al contrario, si perseguita a sprecare denaro pubblico nel calcio, invece di investirlo per il rilancio dell’economia locale, o i miglioramento dei servizi pubblici, o la sistemazione delle strade.

    Certo è che ai Livornesi puoi toglierli il lavoro, il pane, basta che lasci loro il livorno calcio.

    Perciò abbiamo una città devastata, di livello culturale molto basso, che i politici riescono a gestire molto bene, proprio accontentando “il popolo” con un po’ di calcio.

    Avveniva così ai tempi dei romani…….duemila anni fa!

    Per questo anche i Brasiliani ci stanno superando culturalmente.

  6. # anto

    c’è una miseria si scianguina, ci continuano a riempire di tasse, ci tolgono i pochi servizi rimasti, la disoccupazione è allucinante, nonostante tutto si parla di compravendita di calciatori RIPETO: CALCIATORI ! 70, 80 milioni di euro a testa
    in paesi civili farebbero la rivoluzione, qui si urla di gioia e si fanno abbonamenti
    bo! abbiamo stadi pieni di disoccupati bel record.

  7. # omar

    gino, premesso che evidentemente odi il calcio voglio farti riflettere: con 3-400’000€ rimetti a norma uno stadio e ci fai la serie a, che comunque porta soldi a livorno e notorietà. i soliti soldi investiti nel creare lavoro cosa creerebbero? niente, ce ne vorrebbero 300 milioni. piuttosto cerchiamo di far fruttare questa vetrina con i turisti invece di mandarli tutti a Pisa e dintorni

  8. # La Formica (@SergbarsSergio)

    La concisione ovviamente impedisce a rendere chiare le cose,cerco di integrare al meglio:quando parlo di un nuovo stadio,assolutamente non voglio farne carico, ai comuni di Livorno e Pisa,ma ad un progetto finanziato da privati(società calcistiche e imprenditori privati; un business insomma ) sul tipo,per intendersi dei supermercati,dove oltre allo sport che sarà primario,orbitino anche attività private; unendo,come si dice,l’utile al dilettevole.Quindi e per ora concludo,gli Enti locali non “sborserebbero un’euro” Va bene ?

  9. # Cavallini

    Ma ti pare che le società calcistiche tirano fuori i soldi? Li prendono e basta, non dimentichiamo che oltre a questi 500 mila presi dalle tasche dei cittadini ci sono altri 2,5 milioni di euro che l’olt darà a Spinelli e invece li aveva dati per la città.

  10. # Rick

    Lo so bene che non contribuiscono affatto é per questo che ho commentato in tal modo, infatti a me non sembra assolutamente giusto che la collettività si faccia carico di una spesa per “pochi”. Per la cronaca quando i commercianti vogliono stare aperti la sera, il comune chiede loro un “contributo” non indifferente per assicurare la chiusura delle strade ed assicurare il servizio d’ordine, e perche mai loro devono pagare e le società invece un bel niente con tutti i soldi che girano dietro ad un po’ di ragazzi che rincorrono un pallone?

  11. # stefania

    MENOMALE SISTEMANO LO STADIO CHE FORTUNA DEH!!!!!!! INTANTO I TEATRI VANNO IN ROVINA LE STRADE SONO CAMPI DI BATTAGLIA CI SONO DELLE BUCHE CHE SONO CRATERI! ANDARE IN MOTORINO O IN BICI E’ UN RISCHIO PER LA VITA! LA CITTA’ E’ NEL TOTALE DEGRADO E QUESTI PENSANO ALLO STADIO, AL LIVORNO IN SERIE A, NON NE HANNO ALTRI DI PENSIERI ! BRAVI COMPLIMENTI!

I commenti sono chiusi.