Rotatoria in piazza del Municipio, scatta la nuova viabilità. Scali delle Cantine, novità per la sosta dei residenti

Scali delle Cantine, i residenti con la lettera “S” potranno parcheggiare nella ZSC lettera “A”

Mediagallery

Da giovedì 6 marzo scatta la nuova disciplina di traffico intorno alla rotatoria, in fase di ultimazione, in piazza del Municipio, nell’ambito del progetto “Modì” (Pensiamo in Grande). L’ordinanza prevede appunto “l’istituzione di una rotatoria con direzione del senso di marcia antioraria all’altezza dell’intersezione tra piazza del Municipio, via Claudio Cogorano, via San Giovanni e via del Porticciolo”. E’ istituito l’obbligo del “dare precedenza” per i veicoli che si immettono nella rotatoria rispetto ai veicoli che la percorrono. Nella zona sono previsti degli spazi riservati ai veicoli della Polizia Municipale.
L’ufficio Mobilità specifica che restano per ora le recinzioni di cantiere intorno alla rotatoria, per permettere l’ultimazione del manufatto (che sarà anche arredato con essenze arboree), ma la modifica al traffico parte subito per consentire il proseguimento dei lavori del progetto Modì. Prossime tappe saranno la realizzazione di uno spartitraffico in via Cogorano (al momento ne è stato creato uno di fronte alla Camera di Commercio), e di un marciapiede di fronte alla Camera di Commercio. L’intervento di riqualificazione prevede anche la parziale sagomatura dei marciapiedi esistenti e la fresatura dell’asfalto. In considerazione di questi lavori in corso di realizzazione, parte della segnaletica sarà provvisoria. L’ufficio Mobilità ricorda che la rotatoria è stata concepita per regolare, una volta a regime, i flussi di traffico da e per via S. Giovanni, dove sarà ripristinato il doppio senso di circolazione: questa modifica non scatta però in questa fase e sarà annunciata successivamente. La rotatoria consentirà inoltre ai mezzi pubblici di poter invertire la marcia in piazza del Municipio.

Lavori scali delle Cantine – Novità per la sosta dei residenti della zona degli Scali delle Cantine, dove dall’inizio di questa settimana sono iniziati i lavori di impermeabilizzazione delle volte del sottosuolo, con rifacimento dei marciapiedi e della carreggiata. Un’ordinanza comunale dispone infatti che da domani, mercoledì 5 marzo, fino a venerdì 11 aprile, i cittadini muniti di contrassegno della zona a sosta controllata “S” saranno autorizzati a parcheggiare nelle strade facenti parte della zona a sosta controllata “A”. In questo modo si offrono ai residenti zone alternative per la sosta, visto che, per consentire il rifacimento dei marciapiedi, una precedente ordinanza ha stabilito che fino a venerdì 11 aprile sarà in vigore il restringimento di carreggiata e il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati degli Scali delle Cantine dal numero civico 50 fino all’intersezione con gli Scali del Pontino, nei tratti di volta in volta interessati dai lavori.
I lavori riguardano la parte degli Scali che non era stata interessata dell’intervento conclusosi nel luglio 2011 per il tratto che va da piazza Garibaldi a via Pellettier. E’ infatti previsto il completo rifacimento della carreggiata e dei marciapiedi (con abbattimento delle barriere architettoniche) del rimanente tratto degli Scali delle Cantine fino all’incrocio con via Solferino. E’ in programma anche l’impermeabilizzazione delle volte che reggono la sede stradale, allo scopo di eliminare le infiltrazioni di acqua piovana all’interno delle cantine sottostanti. Sarà inoltre revisionato il sistema di smaltimento delle acque meteoriche, ripristinando la perfetta funzionalità di caditoie e chiusini. I lavori, finanziati dalla Giunta Comunale alla fine dello scorso anno per 160mila euro, si concluderanno entro giugno 2014.

 

 

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # ir mario

    È scandaloso che dopo alcuni anni ricomincino i lavori sugli scali delle cantine. Mi domando per quale motivo non sono stati completati prima.

  2. # PITTARO

    Bè…. si avvicinano le elezioni……

  3. # Mark

    Il comune paga ulteriori 160000 euro per colpa di lavori fatti male,andiamo avanti cosi’ con lo spreco di soldi dei cittadini,MANDIAMOLI TUTTI A CASA

I commenti sono chiusi.