Nuove strisce pedonali e sensi unici. Ecco le strade che cambiano pelle

Mediagallery

CAMBIA ANCHE VIALE N. SAURO – LEGGI L’ARTICOLO

 

Nuovi attraversamenti pedonali, nuovi sensi unici e nuovi rallentatori ottici.Cambia la viabilità in molte strade della città allo scopo di renderle più sicure. Lo ha deciso la giunta con una delibera del 30 settembre scorso (consultabile online sul sito del Comune alla sezione “atti della giunta”) intitolata “Attuazione provvedimenti di circolazione stradale in varie zone della città”. In soldoni (30 mila euro), si tratta di una serie di novità in materia di traffico che interesseranno 22 strade. La nuova viabilità sarà pronta entro il 31 dicembre 2013. I lavori prendono spunto,si legge nella delibera, da “alcune criticità sollevate dai cittadini e dalle Circoscrizioni e consistono in una serie di interventi che mirano al miglioramento della sicurezza stradale e pedonale”.
Tra i provvedimenti più importanti, si legge nella delibera, c’è quello in via Mameli, dove saranno realizzate delle nuove strisce pedonali. Su quello di via Montanari, invece, saranno installati dei dissuasori per impedire la sosta dei veicoli. Mentre in via Magri saranno installati dei rallentatori di velocità di tipo ottico.

LE STRADE INTERESSATE DALLE MODIFICHE (l’elenco viene riportato nella delibera della giunta)

Via delle Cave: senso unico di marcia;

via dell’Ulivo: senso unico di marcia;

via Galimberti: senso unico di marcia;

piazza Sforzini: sistemazione di aree di carico e scarico merci;

via Vivoli/via Calzabigi: dissuasori della sosta in prossimità dell’intersezione e parcheggio mezzi a due ruote;

via della Cappellina: senso unico di marcia;

via Montanari: dissuasori di sosta su attraversamento pedonale;

via di Salviano: razionalizzazione della sosta mezzia due ruote;

Scali San Lorenzo: razionalizzazione della sosta;

via degli Archi: collocazione di dissuasori della sosta;

via F. Bandiera: realizzazione di attraversamento pedonale;

via della Lecceta: installazione di divieto di sosta;

via Gamerra: nuovo attraversamento pedonale;

via P.E. Demi: posto riservato ambulanze;

Scali del Teatro: realizzazione di carico e scarico merci per la scuola materna;

Scali del Pesce: delimitazione di carreggiata; via della Scala: realizzazione di stalli di sosta per i mezzi a due ruote;

via Garzelli: realizzazione di stalli di sosta;

via N. Magri: rallentatori di velocità del tipo ottico;

via delle Pianacce: razionalizzazione della sosta;

viale Mameli: realizzazione di un nuovo attraversamento pedonale.

 

Riproduzione riservata ©

33 commenti

 
  1. # Biacco

    Ma vogliamo parlare del labirinto ardenzino? Cos’è una specie di punizione divina?

  2. # gianfranco

    e le buche quando?

  3. # Nonnagino

    Le dovete riasfaltare,sono da terzo mondo,tutta la città e’ piena di crateri,altro che sensi unici e dissuasori,non state giocando a playmobil……

  4. # PITTARO

    ANCORA UNA VOLTA dimenticata VIA GALILEI, dove ci sono ben TRE SCUOLE!!!
    manca la segnaletica che divide le due corsie, specie all’altezza della chiesa di s.andrea, dove c’è una bella strettotoia! causata anche dai parcheggi a lisca di pesce, all’ora dell’uscita della scuola le centinaia di scooter guidati da ragazzi spericolati si invadono la corsia opposta causando non pochi pericoli, per non parlare delle auto….cosa si aspetta il morto??
    logicamente anche le strisce pedonali sono mal segnalate, ripeto ci sono TRE SCUOLE! ho rivisto fare la segnaletica stradale in zone assurde con pochissimo traffico, o magari in zone inutili!

  5. # franco

    e via dei funaioli a senso unico……. la vogliamo fare o vogliamo continuare a “divertirci” per i bus che non riescono ad andare avanti perchè vengono – giustamente mezzi nell’altro senso?

  6. # Antani

    Rallentare invece la velocità delle auto sul viale Italia no vero? Pare desse a Monza…

  7. # bimbone

    ma il bello arriva quando fanno dei lavori……oppure devono “tappare” delle buche…!!
    Prima c’era la bua….dopo c’è un dosso…..col motorino rischi lo smoccolamento anche a 20 all’ ora…!! ma i lavori stradali a chi li fanno fare..??? mai che nessuno dopo si accerti della qualità del lavoro..??? e noi paghiamo…paghiamo…paghiamo…:!!!!

  8. # wilem

    dovete rifare il manto stradale di gran parte della città, questa è la vostra priorità !!

  9. # Sono stufa

    Sul viale Carducci niente ?? Sembra il circuito di Montecarlo da come le macchine vanno forte.

  10. # Bobo

    E VEDRAI SE 40 MIGLIONI D’ITALIANI ALL’URTIME ELEZIONI AVESSERO VOTATO PER IR MOVIMENTO UN SI SAREBBE IN QUESTA SITUAZIONE! PD-PDL DESTRA SINISTRA UN ESISTANO PIU’, SOLO IR MOVIMENTO PUOLE CAMBIARE QUESTA CITTA’ E QUESTO PAESE!!!

  11. # marco

    L’unico cambiamento di Livorno è rappresentato dai sensi unici……….

  12. # nanto

    no è un modo per evitare di incorrere in incidenti pericolosi in caso di mancate precedenze nell’attraversamento degli incroci.

  13. # liburnico

    all’Ardenza hanno messo il senso unico, cosi’… da un momento a un’altro, senza avvisi e senza indicazioni… ma volete per forza che ci venga fuori il morto???

  14. # Vutti

    È lo stesso ingegnere di viale n. Sauro? Sono davvero felice che continui a contribuire alla ns tutela a spots da 30000 euro. Economico ed efficiente

  15. # Cowsland

    Ma che Via dell’Ulivo è già senso unico da 10 anni al comune non glielo ha detto nessuno ?

  16. # Roberto

    Siete mai stati a Pompei? le antiche strisce pedonali erano rialzate rispetto alla carreggiata, erano in effetti dei pietroni che lasciavano spazio alle ruote dei carri, che dovevano rallentare e passare a misura. Erano fatte così perché nella strada scorrevano le fognature e chi attraversava evitava così di insozzarsi. Ecco: a Livorno le strisce pedonali le dovrebbero fare così. Forse qualche automobilista, in questo modo, si fermerebbe… forse.

  17. # Marco Sisi

    Si continua a non capire nulla sulla viabilità ardenzina. Per me servono: senso unico anche in via Giuliano Ricci, in direzione piazza del Fiore-piazza Sforzini, senso unico in via delle Cave e in via Galimberti in direzione piazza Sforzini-piazza del Fiore , capovolgimento dei sensi unici in via dell’Ulivo e in via San Martino e, soprattutto, eliminazione dell’assurda mini-rotatoria davanti all’Arena Ardenza.

  18. # asya

    vorrei chiedere per avere una modifica del traffico in via Pannocchia ,dove a maggio c’è stato anche un decesso, dove le persone rischiano di essere investite sul marciapiede ,da piloti di formula uno(credono loro!!!!) che non rispettano i cartelli, le 4 strisce pedonali messe recentemente,dopo aver fatto esposti a l comandante dei vigili urbani che se ne è ben guardato di intervenire, e varie querele ,Cosa dobbiamo fare??? Aspettare che muoia qulche altra persona ,o che ci venga stare qualche persona importante???Intanto non dormiamo la notte dalle botte di macchine e che spesso scappano…Fate voi

  19. # asciugati

    boia dè come siete brontoloni ! L’assessore Bettini ve l’ha già detto che cià i migliori geomentri, i migliori architetti, i migliori urbanisti e Voi continuate a lamentarvi ? fino alle prossime elezioni un è mia finita…….

  20. # il pragmatico

    strade dove pare sia finita la guerra: via Marradi viale Marconi via del Risorgimento e tante altre e poi parlando di viabilità se sei in fondo a via maggi lato piazza Cavour e devi andare o passare per via dell’Indipendenza…… auguri a tutti voi specie nelle ore di punta.

  21. # compattatore

    hai ragione, infatti grillo ha le idee molto chiare……………………….

  22. # compattatore

    sicuramente non ha i migliori architetti, geometri, urbanisti… ma a Livorno non ci sono i migliori automobilisti
    fino a quando una grande percentuale di automobilisti interpreta il codice della strada a proprio comodo , semafori, rotatorie, parcheggi, attraversamenti pedonali, divieti di sosta etc etc sono inutili e soluzioni non ce ne sono!!!
    bisogna toccare il portafoglio , e allora giu’ le solite lamentele…..

  23. # Francesco R.

    Manca la via più trafficata e stressata di Livorno, la via che si è pure piazzata al 4° posto tra le “vie più stressate d’Italia” (vedi vecchio articolo di giornale di qualche mese fa – ndr), la cosiddetta “Via Delle Morti”, dove due o tre volte a settimana muore qualcuno o si ferisce a causa di incidenti. E’ chiaro che sto parlando del Viale Carducci. E’ assurdo che neanche stavolta si prenda nessun provvedimento. Vergogna. Per le altre strade elencate nell’articolo, invece, per me sono OK.

  24. # Francesco R.

    ESATTO!!!! (vedi mio commento qui sotto…)

  25. # mi par mill'anni

    Vai .. altri danni!

  26. # brunolibero

    ma Bruno cosa dice?

  27. # tanto per far polemia

    e via ragnia un si poo allarga magari un metro!

  28. # mau

    E dovete aprî pzza cavurreeeeee che era anche una promessa fatta dall amministrazione sotto rlezioni…ma che ve lo dico a fa?

  29. # Pendenti

    Abbiamo detto che questi lavori costano 30.000 euro.Se mi date la metà provvederò personalmente ad invertire i cartelli,pitturare le strisce e ad avvitare i dissuasori per terra,non credo ci siano problemi dal momento che il comune ha autorizzato dei privati cittadini privi di ogni licenza per riparare lo stadio e per far tingere le aule delle scuole non vedo perchè anche un comune cittadino magari disoccupato non possa fare un lavoretto di questo tipo?

  30. # Polemico

    dè palle! se “ner” movimento sono tutti come te sarà meglio che prima torniate a scuola per imparare l’italiano!

  31. # Polemico

    ma come ‘un lo sai? serve per giocare a Pacman, un si pòle mia andare tutto a diritto sennò ti mangiano.

  32. # Saverio

    Ma della viabilità q.re Fabbricotti ne vogliamo parlare? Il viale e’ diventato il circuito di Monza tutti corrono per prendere il verde! Poi i semafori al distributore AGIP?…..
    Per andare e tornare semafori rossi quando l’incrocio e’ vuoto ecc……..
    Che disgusto e pensare che chi si inventa set cose viena anche pagato!!!
    No comment
    È poi la sosta con lettera di giorno?
    Mah……

  33. # Alpassa

    mah ho letto bene? 30mila euro, cioè l’equivalente del costo di una berlina media o di una modesta ristrutturazione di un piccolo appartamento per la disastrata viabilità livornese a fronte delle tasse più alte d’Italia!!! Boia e si sono strappati deh! ma un bastano nemmeno pe comprà la tinta che poi l’annacquano e dopo sei mesi un si vede più! Ma dove vanno a fini tutti i vaini che si becca questo comune deh. E intanto la gente si smoccola ovunque o smoccola a fa km e km per cento metri di collegamento (Cavour) interrotto da qualche avo di questo assessore. Ma via!!

I commenti sono chiusi.