Illuminazione pubblica, partono gli interventi alla Terrazza e viale Carducci

Il costo complessivo dell’intervento è di 36mila euro e anche per questi lavori la conclusione è prevista entro la fine dell’anno

Mediagallery

La prossima settimana saranno consegnati alcuni importanti lavori riguardanti l’illuminazione pubblica cittadina. Si tratta dell’adeguamento dei candelabri dalla Terrazza Mascagni fino a Piazza San Jacopo e del potenziamento dell’illuminazione degli attraversamenti pedonali lungo il viale Carducci.

Candelabri del lungomare
L’intervento, che partirà lunedì 4 novembre, prevede l’adeguamento e la messa in sicurezza degli impianti di illuminazione pubblica del lungomare dalla Terrazza Mascagni fino a piazza San Jacopo in Acquaviva. In tutto si tratta di 56 candelabri posati sui colonnini delle scale della Terrazza o sulla balaustra delle spallette del lungomare, soggetti ad usura per la forte aggressività dell’ambiente salino circostante. E’ prevista la sostituzione dei corpi illuminanti con nuovi globi in policarbonato opalino del diametro di 40 cm, l’installazione di nuove lampade ad alta efficienza energetica e di nuovi gruppi di alimentazione. Inoltre, per fissare meglio il gruppo ottico al sostegno metallico del candelabro, saranno montati nuovi piattelli di ancoraggio, più resistenti al vento e alle intemperie. I lavori, per un costo complessivo di 15mila euro, dureranno due mesi e si concluderanno entro la fine del 2013.

Potenziamento dell’illuminazione sul Viale Carducci
Per la prossima settimana è prevista la consegna dei lavori per il miglioramento della sicurezza dei passaggi pedonali lungo tutto il viale Carducci (compresi i controviali), grazie al potenziamento dell’illuminazione in corrispondenza di ciascun attraversamento. Il progetto riguarda anche i tre passaggi pedonali intorno alla rotatoria di piazza Dante. Sono ovviamente esclusi dall’intervento gli attraversamenti in corrispondenza dei semafori, in quanto la sicurezza del pedone è già garantita dalla presenza dell’impianto semaforico. In tutto saranno installati 20 pali (2 per ciascuno dei 10 attraversamenti) alti 6 metri che illumineranno dall’alto le strisce, in modo che il pedone risulti maggiormente visibile da lontano. Il costo complessivo dell’intervento è di 36mila euro, e anche per questi lavori la conclusione è prevista entro la fine dell’anno.

 

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Sorgentiiiii

    Esistono anche le Periferie, la quale, molte di esse, non hanno i servizi minimi indispensabili.

  2. # ioannis

    Sig. Sindaco prima di rimodernare l’illuminazione di cui all’articolo, perché non fa ripristinare l’illuminazione nei luoghi ove restano al buio per mancanza di manutenzione? la passeggiata che parte dallo scoglio della Regina, vi sono delle luci sotto la pavimentazione che sono anni che non funzionano perché non viene ripristinata? a cosa è servito farla se non utilizzabile? solo a spendere soldi per l’interesse di qualcuno?. Ultimamente è stato ripristinato un lampione inclinato, ma il faretto è stato posto in modo che illumina un’albero(piazzetta scoglio della Regina) per Lei é regolare? e non viene sistemato pur segnalato all’Elettrofer.

  3. # asciugati

    quelle installate sulla paviumentazione sono 130 e dato il posizionamento necessiterebbero di una manutenzione continua. Andrebbero fatte pagare a quel genio comunale che l’ha decise e all’assessore che l’ha approvate insieme alle “baracche” che hanno stravolto un viale ottocentesco e i cui piani superiori sono inutilizzati perchè fuori norma !

  4. # salvalivorno

    Sono anni ed anni che dicono di risistemare i lampioni alla Terrazza la sera è completamente al buio ora voglio vedere se questa volta lo fanno sul serio

  5. # Robe

    Sul Viale Carducci (dove son stati già buttati via soldi per inutili lampeggianti sugli attraversamenti pedonali) più che illuminazione servono dissuasori, tipo quello davanti al municipio, se quello è a norma, perchè non farne anche sugli attaversamenti di Viale Carducci dove per le auto e le moto che corrono, ci son stati già due morti di cui uno pochi giorni fa?

  6. # ollobocnarf

    nelle suddette baracchine l’igiene non passa mai perché altrimenti si renderebbe conto come sono sudice: bolle d’umidità ai muri, mosche dappertutto. piccioni che mangiano le briciole sui tavolini ecc. ecc.,c’è qualcuna che si salva

I commenti sono chiusi.