Il punto sui lavori a strade e marciapiedi

Mediagallery

Parte col mese di marzo una serie interventi di manutenzione stradale straordinaria, finanziati dalla Giunta Comunale a fine 2013. Le gare per l’aggiudicazione degli appalti si sono concluse e adesso i cantieri possono aprire, dando priorità al rifacimento dei marciapiedi con abbattimento delle barriere architettoniche. Lunedì 3 marzo partono gli interventi sugli Scali delle Cantine e sugli Scali delle Barchette, con relative modifiche alla viabilità.
Per gli Scali delle Cantine, è previsto il completo rifacimento della carreggiata e dei marciapiedi (con abbattimento delle barriere architettoniche) del tratto che va dall’incrocio con via Pellettier fino all’incrocio con via Solferino (il tratto che va fino a piazza Garibaldi era stato già sistemato nel 2011). L’intervento è finalizzato all’impermeabilizzazione delle volte che reggono la sede stradale, per proteggere le cantine sottostanti dalle infiltrazioni di acqua piovana. Per consentire il rifacimento dei marciapiedi in condizioni di sicurezza, da lunedì 3 marzo a venerdì 11 aprile sarà in vigore il restringimento di carreggiata e il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati degli Scali delle Cantine dal numero civico 50 fino all’intersezione con gli Scali del Pontino, nei tratti di volta in volta interessati dai lavori. Successivamente partirà il rifacimento del manto stradale, per il quale è prevista una specifica ordinanza di traffico che istituirà il divieto d’accesso agli Scali. I lavori si concluderanno entro giugno 2014.

L’intervento sugli Scali delle Barchette è finalizzato a riqualificare un’area di circa 700 mq posta all’intersezione con viale Caprera, precedentemente occupata dalle cantine dei vogatori. E’ prevista la pulizia dell’area e il rifacimento del manto stradale e dei marciapiedi. A riqualificazione avvenuta, la superficie sarà destinata ad area pedonale. Fino al 28 marzo è previsto il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati del tratto degli Scali delle Barchette che va dal numero civico 9 all’intersezione con viale Caprera.

Altri interventi

 Isola pedonale in via dell’Ardenza
Nell’ambito dei lavori concordati con la Circoscrizione 5, mercoledì 5 marzo partirà un intervento per il miglioramento della sicurezza del passaggio pedonale all’altezza dei numeri civici 93/95 di via dell’Ardenza, in prossimità dell’edicola (zona La Rosa – via de Sanctis). Vista la lunghezza dell’attraversamento, sarà realizzata un’isola salvagente al centro della carreggiata, in modo da suddividere il passaggio dei pedoni in due fasi, a vantaggio soprattutto della sicurezza delle persone con mobilità ridotta. E’ inoltre prevista l’estensione dei marciapiedi verso la carreggiata per restringere la sede stradale, accorciando ulteriormente il tragitto da compiere per l’attraversamento. Durante i lavori del cantiere, in quel tratto di via dell’Ardenza sarà in vigore il divieto di sosta con restringimento di carreggiata a lati alterni.

 Via Toti
Sempre nel territorio della Circoscrizione 5, per il 10 marzo è prevista l’apertura del cantiere per il rifacimento di entrambi i marciapiedi di via Enrico Toti.

 Viale Italia
Entro la seconda settimana di marzo partirà il rifacimento dei marciapiedi (lato monte) di Viale Italia con abbattimento delle barriere architettoniche e sostituzione della pavimentazione in asfalto con lastre di pietra artificiale, con caratteristiche simili a quelle dei marciapiedi lato mare. L’intervento riguarda i tratti di viale Italia che vanno da via della Bassata a via dei Funaioli e da via S. Jacopo in Acquaviva a via Benedetto Brin, per una lunghezza complessiva di oltre 600 metri.

 Via Pannocchia
Dal 10 marzo al 16 maggio si lavorerà al rifacimento totale dei marciapiedi di via Pannocchia, che presentano sia il piano di calpestio sia i cordoni stradali in pessime condizioni. Sarà aumentato il numero degli attraversamenti pedonali (quelli attuali sono privi di rampe). Terminato l’intervento in via Pannocchia, la stessa ditta esecutrice dei lavori passerà al rifacimento dei marciapiedi di via Ademollo (i lavori si concluderanno entro l’estate).

Riproduzione riservata ©

22 commenti

 
  1. # Ma.....

    E tutte le altre strade che avevano REALMENTE BISOGNO di essere rifatte ????

  2. # Residente

    Vorrei chiedere alla redazione di quilivorno.it se può venire in via delle sorgenti all’altezza dell’incrocio di via della livornina e giudicare la recente rotatoria realizzata, dove stamattina c’è già stato il primo incidente nel quale una macchina, per scarsa illuminazione e cartellonistica più il fatto che provenendo dalle sorgenti il ponte della cigna tappa la visuale, è andata a diritto sormontando la rotatoria e danneggiando i cartelli di svolta, e contare tutte le volte che le auto e gli autobus tagliano la rotatoria invadendo l’atra corsia, volevo chiedervi se è a norma quel rondò o se è l’ennesimo spreco di denaro, grazie e buon lavoro

  3. # Nedo1

    Mamma mia quanta premura nel cercare di far vedere che il comune e’ presente! Tutto fumo negli occhi…le elezioni si avvicinano…i Livornesi non sono stupidi…e’ un film già’ visto.

  4. # solitastoria

    E si vede che tra poo ci sono le elezioni comunali…
    Meditare prego!!!

  5. # bimbone

    IL PROBLEMA SONO LE DITTE CHE FANNO I LAVORI…..NON NE VA BENE UNO…..MA IL COMUNE NON VIGILA SUI LAVORI FATTI….??? UN CONTROLLINO ANDREBBE FATTO PER VERIFICARE IL LAVORO SVOLTO….
    PERCHE’ LA DOVE VIENE FATTO UN INTEVENTO O CI VIENE UNA BUCA O UN DOSSO….E SIAMO PUNTO E A CAPO…!

  6. # Ada Morelli

    Tutte le strade limitrofe a Via Baciocchi, sono state asfaltate , eccetto via Baciocchi, appunto, dove è ubicato un Centro per Anziani:
    Non sarebbe opportuno controllare meglio il contesto e lo stato dei marciapiedi?
    Alfine di rendere un servizio utile, obiettivo ai cittadini, visto che anche i residenti di questa via pagano le tasse!?
    (Non abito in questa zona, ma una mia zia di 91 anni, se inciampa in una buca………..

  7. # gmagri

    A quando la fine di Piazza Attias? Il Comune può gentilmente renderne conto? grazie

  8. # mirko

    Che i Livornesi non sono stupidi lo si vedrà solo dopo i risultati delle elezioni…………..

  9. # bimbone

    QUELLA ROTATORIA ASSURDA….E’ STATA FATTA PERCHE’ A BREVE, ENTRO I PRIMI DI MARZO, IL TRATTO TRA VIA DELLA LIVORNINA E VIA DELLE SORGENTI DIVENTERA’ A SENSO UNICO…..ALTRA DECISIONE ASSURDA………….COMPLIMENTI ALL’ASSESSORE AL TRAFFICO….

  10. # Mario

    STENDIAMO VELO PIETOSO………

  11. # patrizia

    In via Mentana per camminare sui marciapiedi ci vogliono le scarpe da trekking. Le strisce per l’attraversamento nel tratto centrale non esistono.

  12. # VALORI

    MA A VIALE MAMELI NUMERO 31 NON CI PENSA NESSUNO, VISTO CHE I CORDOLI DEI MARCIAPIEDI SONO SPROFONDATI DA ANNI!!!!

  13. # Anonimo

    ma il comune si rende conto che il senso unico porterà al sovraffollamento del cavalcaferrovia della stazione, e in piu tutti gli altri problemi tra il quale mandare i figlioli a scuola alle sorgenti contromano in bicicletta ? che fanno, li fanno fare il ponte ? ma dai, invitiamo la redazione di qui livorno a fare un sopralluogo della zona e di sondare il malumore dei residenti e di tutte le problematiche che porta questo senso unico!!!

  14. # totò

    Ricordiamoci anche tutta la via Marradi dall’Attias al V.le della Libertà!!!!!! sembra di essere su di una “mulattiera” Provateci ad andare con scooter o bici. E’una goduria assoluta. Doveva essere rifatta nel luglio 2013……..mah!!!!!!

  15. # LIbero 1°

    Ma come siete bravi!! Dobbiamo dirvi grazie?

  16. # fox65

    Spot pubblicitario, tanto non mi fregateeeeeeee

  17. # Ceccobeppe

    Concordo al 100%. Esempio: l’altro anno con la pioggia si formo’ una buca a colline zona rotatoria etruschi, fu tappata zeppandoci dentro sassi e bitume. Alla prima pioggia tutto il riempimento si sfece e torno’ la buca. Fu ritappata nel solito modo e dopo qualche giorno si risfece. Così andò avanti per vario tempo finché un bel giorno (secondo me fu cambiata ditta o controllato il lavoro) la buca fu tappata in modo migliore cioè espandendo oltre i bordi il rattoppo e così sta durando tutt’ora. Eccoci però al nuovo inverno, si è formata una nuova buca che è stata tappata alla vai e vieni e infatti si è già sfatta. La storia si sta ripetendo. Si vede che le cose per farle bene vanno fatte 5 o 6 volte. Mi auguro però che siano pagate dalle casse del comune 1 volta sola.

  18. # Senza parole

    Secondo me il malumore non deve essere riportato dalla redazione ma va dimostrato direttamente sotto il comune (miniscolo). CI SI DEVE DA’ NA MOSSA !!!!!

  19. # Marcov

    Piazza 2 Giugno, Piazza San Marco, Via Adriana, Via del Leone, Via Santo Stefano etc etc etc.
    Mi raccomando continuate a dividere i cittadini in abitanti di serie A e abitanti di serie B… Ce la faremo a cacciarvi via?

  20. # Francesco R.

    Ma delle VORAGINI sparse qua e là che si sono aperte in tutta la città dopo l’acquazzone degli scorsi giorni ne vogliamo parlare?…

  21. # Beppone

    Lo sapevate che la fiat verrà in città, a far le prove alle sue nuove auto..per testarne la resistenza sullo sconnesso..la via prescelta è quella di Via Gobetti in Corea…scherzi a parte..va bene il risanamento del quartiere, ma quella strada far venire il pallettio anche ad un giovane come me!

  22. # stef

    ci sono delle buche in giro veramente VERAMENTE PERICOLOSE!! COSA ASPETTATE CHE QUALCUNO SI FACCIA MALE!!??? SE QUALCUNO CI SPACCA LA MACCHINA CHI GLIELA RIPAGA IL COMUNE???

I commenti sono chiusi.