Fortezza Vecchia: il ponte mobile verrà realizzato da una ditta di Milano. Il progetto

Mediagallery

Si è conclusa la gara per la realizzazione di un pontile mobile tra la Fortezza Vecchia e Piazza della Fortezza Vecchia. L’aggiudicazione provvisoria (in attesa delle verifiche d’ufficio dei requisiti richiesti dal bando) è andata all’impresa Ingemar  Srl con sede in Piazza IV Novembre, 4 a Milano. La ditta, che è stata l’unica concorrente alla gara indetta dal Comune, ha praticato un ribasso dell’8% (€. 184.503,50 più IVA). L’offerta è stata giudicata valida dalla commissione in quanto ha correttamente recepito le richieste del capitolato speciale di appalto e del bando di gara.

Il pontile che sarà realizzato, in legno, acciaio e alluminio, si distingue per il meccanismo di apertura, consistente nello scorrimento coassiale della parte mobile su quella fissa anziché nella rotazione della porzione apribile attorno a una cerniera verticale, come previsto dal progetto di massima. Questo accorgimento incrementerà il livello di sicurezza per le imbarcazioni in quanto evita di ingombrare, durante l’apertura e la chiusura, spazi d’acqua navigabili. I materiali impiegati avranno caratteristiche di alta resistenza alla salinità dell’ambiente marino. La ditta ha anche proposto un apprezzabile incremento della luce libera navigabile a ponte aperto, che da 7 metri passa a 7,5 metri rendendo più agevole il passaggio delle imbarcazioni.
La geometria è stata leggermente rivista per quanto riguarda le quote del piano calpestabile, in modo da diminuire i dislivelli a vantaggio dei pedoni. È stato proposto un sistema di luci a LED collocato nella parte inferiore del corrimano, che illuminerà direttamente il percorso valorizzando al contempo la percezione visiva dell’opera.
Con questo intervento si realizza un percorso pedonale di collegamento del porto e della Fortezza Vecchia con la città, contribuendo altresì alla messa in sicurezza della Fortezza. I lavori si dovranno concludere, come da crono programma, entro il mese di aprile 2014. L’operazione rientra nelle attività previste dal progetto PORTI (Ports et identité), di cui il Comune di Livorno è partner. Si tratta di un progetto coordinato dalla Regione Corsica e finanziato dal Programma Europeo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia “Marittimo” 2007/2013.

Riproduzione riservata ©

31 commenti

 
  1. # Federico

    184 mila euro per un ponte che non servirà a nessuno , ma con quei soldi tapparci le buche delle strade no? Vedi viale Marconi che doveva essere rifatto a luglio

  2. # Ercole Labrone

    184mila euro per una passerella???
    Ma siamo impazziti???
    Ma chi gestisce questi appalti, quando fa i lavori in casa sua, butta i soldi in questo modo???

  3. # Eto

    Colpa di Berlusconi..

  4. # il critico

    Altri soldi inutili buttati via per far lavorare una ditta non della zona e lasciarlo abbandonato come i 2 ponti della Fortezza Nuova e vai…

  5. # gerda.taro

    non-Progetto Orrendo.

  6. # adolfo

    che dire… vogliamo sempre dare lavoro a basso costo e per di più a ditte che di Livorno non hanno niente a che fare. Poi servirà questo ponte? prima del 2000 la fortezza era sempre aperta, dava spazi per giocare per ritrovarsi tra amici, e anche alcune iniziative, ora per la sicurezza resta chiusa e poi vogliono fare il ponte. Lasciate tutto come era in origine andate tutti a letto e riaprite il parco. DURI e furbi, sparite.

  7. # ao!

    la colpa è del tuo sindaco e tutta la Giunta!

  8. # ao!

    ma per la Barontini…. come ci passano i Gozzi….ops…avete fatto i conti senza l’oste (tanto per cambiare)
    QUANTI VAINI BUTTATI VIA!!!

  9. # Gino

    Bravi continuate a dare lavoro fuori a Livorno non ci s’ha mani per fà i resti tanto!!!

  10. # baldo

    si apre, leggere l’articolo prima

  11. # baldo

    hanno presentato solo un progetto..
    dove sono i progetti delle imprese locali?

  12. # Sorgentii

    Evviva Livorno!

  13. # #livornese#

    per non parlare di via Marradi… il pezzo che va da piazza Attias fino all’ex Blockbuster è un incubo…

  14. # Sorgentii

    Con la fame e la miseria che c’è a Livorno, si dà il lavoro ai milanesi…

  15. # zampa

    ma il sindaco e la giunta lo fanno apposta????? oltre ad aver fatto morire Livorno a livello lavorativo….quando ce’ da far lavorare una ditta la si va a prendere a Milano?

  16. # alla frutta

    si chiude la Venezia con la ZTL danneggiando il turismo e la movida locale nel menefreghismo di tutta la giunta comunale e poi si spende 184 mila euro per fare un ponte turistico nel rione. Ma non vi suona strano tutto questo? a me si e anche tantissimo. se quei 184 mila euro si investissero sulle strade pubbliche a pezzi oppure su come aiutare gli operai delle varie aziende Livornesi che stanno cessando l’attività ( ceramiche Livornesi, dipendenti cimitero, dipendenti caprilli e chi più ne ha più ne metta) non saprebbero spesi meglio? Poi mi chiedo, 30 metri di ponte 184 mila euro. Ma ha le rifiniture in oro massiccio? che vergona ci prendono in giro sotto gli occhi e non facciamo niente. Ma arriveranno le elezioni vero?

  17. # alla frutta

    BRAVO. SONO D’ACCORDO E GUARDA CASO UNA DITTA DI MILANO. MA SE SI FACESSE LAVORARE I LIVORNESI NO? GIA’ POTREBBERO ESSERE SCOMODI. BOCCA MIA FAMME STA ZITTO…

  18. # marco2000

    Se l’apertura è coassiale allora la foto si riferisce al progetto di massima che prevede l’apertura con cerniera verticale.
    Non esiste un’immagine del progetto approvato?

  19. # PIRATA

    Come fa ad essere ormeggiata li una barca a vela come nella foto? Magia……

  20. # Mario

    MA QUELLA NUOVA ???

  21. # leone

    C’è stata una gara di appalto vinta da una ditta concorrenziale

  22. # alè livorno

    dall’altra parte (o in livornese “dall’artro buo”) è già aperto….solo che non trovano le chiavi per farla visitare quando arrivano i croceristi. La aprano solo per farci gli show dell’asse PD-PDL con porth autority, Porto200, Asa, ecc. BEI MI VAINI!

  23. # alè livorno

    ma l’hai visto com’è stretto!!!

  24. # Silvio B.

    Ora cosi barboni e drogati avranno un nuovo posto dove andare. Bravi….!!!

  25. # M91

    io boh! ma li leggete l’articoli o parlate a caso? la gara d’appalto l’ha vinta una ditta milanese, perchè è l’unica ditta che s’è presentata…evidentemente a nessuna ditta del territorio interessava questo progetto!

  26. # max

    A proposito di via Marradi, ma gli amministratori locali lo vedono? e’ in uno stato pietoso!

  27. # titti

    L’articolo dice che la ditta milanese è stata l’unica concorrente, evidentemente non hanno partecipato alla gara ditte locali quindi di che ci si lamenta?

  28. # midiverto

    Perché c’è questo bisogno impellente di dover costruire un ponte per entrare in Fortezza Vecchia .L’ingresso esistente fa forse schifo a qualcuno . Ma quando giungerà il momento di prendere in considerazione di fare delle scelte in modo serio e ponderato. I livornesi hanno le p…e piene

  29. # alessandro

    Ma serviva per forza? Poi a una ditta di Milano?
    Ma poi tutti quei vaini?
    Ma spenderli per creare lavoro in città o aiutare la povera gente no?

  30. # Giulia

    Appunto, se era una gara d’appalto e quindi penso che sia stato scelto il miglior offerente, mi chiedo quanto ammontavano gli altri preventivi, ma poi DA MILANO ??
    ma dai…ci sono tante ditte livornesi, e fate lavorare loro…

  31. # BOB

    ma questi soldi il comune dove li prende? SAREBBERO COSI GENTILI I NOSTRI AMMINISTRATORI DI FARCELO VEDERE NEL SITO DELLE SPESE DEL COMUNE GRAZIE .

I commenti sono chiusi.