Chiesa di Salviano 2, via libera ai lavori. Arriva l’ok della giunta comunale

Mediagallery

Il progetto è a firma di un architetto importante: monsignor Simone Giusti vescovo di Livorno, e la delibera per il via ai lavori di costruzione è arrivato nell’ultima seduta della Giunta comunale. La nuova chiesa di Salviano 2, che sorgerà all’interno di Borgo di Magrignano (ingresso da via della Padula), sorgerà duqnue a breve e sarà intitolata alla “Beata Madre Teresa di Calcutta”. La costruzione verrà a costare 3 milioni di euro. ”Sarà realizzata – come ha spiegato monsignor Giusti lo scorso novembre in Vescovado – al 75% con i fondi dell’otto per mille, avrà una capienza di 250/300 posti a sedere e circa cinquecento in piedi, comprenderà anche una nuova sede della Caritas, sei aule per il catechismo, uno spazio giochi e per la prima volta una cappella per l’adorazione perpetua, sempre aperta per chiunque voglia andarci a qualsiasi ora del giorno o della notte, con la garanzia di massima sicurezza“. Sarà orientata in direzione est/ovest per cogliere al meglio i raggi del sole e verrà costruita in mattoni rossi. Il campanile, staccato dal complesso per motivi di sicurezza sismica, sarà totalmente in cemento”.
L’ok definitivo al progetto dunque è arrivato lo scorso 26 febbraio quando la Giunta ha firmato per il via libera ai lavori che inizieranno, stando ai piani, entro il marzo del prossimo anno.

Riproduzione riservata ©

30 commenti

 
  1. # Roberta

    La faranno bella come quella della Scopaia? Una chiesa “nuova” incompleta e in degrado ….se hanno i soldi prima ne finissero una e poi ne incominciassero un’altra!

  2. # mario tellini

    Ma il restante 25% chi lo paga?

  3. # ovosodo

    Io proprio non capisco perché le chiese moderne debbano avere l’aspetto di luoghi di culto in cui è detonata una grossa bomba al C4. Il campanile buttato là, la croce buttata in qua, tetto irregolare e senza senso né forma geometrica minimamente tradizionale, ridicole finestre romboidali che sembrano accidentali più che posizionate di proposito. Era più bella la cattedrale di Livorno dopo i bombardamenti di questa chiesa appena concepita.

  4. # emme

    TRE milioni di euro farebbero comodo per opere veramente necessarie per la comunità.

  5. # thomas

    Il 25 % lo mette il comune, quindi noi. Il restante 75 % lo mette lo stato, quindi sempre noi. L’8×1000 sono tasse che lo stato non può disporre come vuole, ma le deve devolvere obbligatoriamente a chi dice il contribuente. Quindi l’ammanco conseguente per finanziare che so, le pensioni per gli esodati, vanno trovati altrove magari con una bella imu, che tanto la chiesa non paga. In oltre, tutti coloro che non indicano a chi devolvere l’8×1000, implicitamente lo danno alla chiesa cattolica, perché la normativa prevede che in caso di mancata indicazione, i soldi invece di rimanere allo stato, vanno all’ente che ha preso più preferenze. Una nuova chiesa è una bella cosa, ma non è giusto che a finanziarla siano tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro fede. Con quei soldi sai quanti scuole materne e asili nido si finanziava in modo che tutti i bambini, di qualsiasi credo, avessero l’istruzione di base garantita invece di costringere i genitori ad andare al carissimo privato o dalle suore?

  6. # ci onci

    AI POVERI NO EH…. 3 MILIONI DI EURO CON LA FAME CHE C’E’ IN GIRO MI SEMBRA PER LO MENO “INOPPORTUNO”.

  7. # livornesepuro

    Ma soprattutto che bisogno c’era di iniziarne una nuova senza prima aver terminato quella “cattedrale nel deserto” che è la chiesa della Scopaia?

  8. # MAURIZIO

    Caro Monsignor Giusti, spero che legga la presente o qualcuno della curia per lei. Mi spiega come moralmente può giustificare questa costruzione quando esiste una emergenza abitativa per famiglie indigenti e con 3mil. di euro potrebbe o ristrutturare parte del patrimonio edilizio in vostro possesso o realizzare circa 40 nuove abitazioni minime per queste persone ed inoltre la vicina chiesa dei greci alla scopaia è semi abbandonata nuova ma già con mille problemi, ed inoltre lei crede veramente che chi ha devoluto l’8/000 voleva che fosse dedicato a nuova cementificazione, grazie.

  9. # valter

    se pagassero le tasse come tutti ne farebbero di meno e ne butterebbero giù di più

  10. # mako

    A che serve una chiesa quando quelle che già ci sono son vuote e decrepite?

  11. # mi par mill'anni

    La chiesa non conosce crisi . Si va a costruire un’altra cattedrale nel deserto inutile al quartiere in quanto già sufficienti quelle di salviano e scopiaia (tra l’altro incompleta) . Si spende 3 milioni di euro in un quartiere dove centinaia di famiglie sono state abbandonate da tutto e da tutti seppur hanno pagato quanto dovuto .
    Prima sarebbe meglio completare le opere iniziate . Assolutamente contrario come già ribadito in passato .

  12. # Luca

    A Livorno siamo pieni di chiese e sono sempre più’ vuote…….il bisogno di farne un altra proprio non lo vedo. Aiutare chi più’ ha bisogno con quei soldi visto che si parla tanto di carità….?…. E sistemare quelle che ci sono che non godono di ottima salute mi sembra…….o è forse il modo di farsi un po’ di pubblicità visto che di questi tempi la chiesa non ha molto brillato in esempi poi così positivi?….

  13. # konami77

    Ci mancava un’altra chiesa , bravo Comune….

  14. # Alberto

    Credo che questo sia un incredibile atto vergognoso nei confronti di chi vive in macchina e percepisce € 400 al mese. Tre milioni di euro,dell’ottoxmille per una ulteriore chiesa? non vi rendete conto che siete come la COOP che prolifera dovunque quando la gente non ha più nemmeno i soldi per fare la spesa? Scriverò a papà Francesco,per conoscere le sue idee circa questo,nuovo scempio di denaro ed inoltre, state certi che il mio 8×1000 non lo avrete più. E non venitemi a parlare della fame nel mondo visto che voi non ci avete mai pensato, detto da un sacerdote missionario, dovete solo vergognarvi, ci sono più chiese che abitazioni per i meno abbienti, VERGOGNA!

  15. # francesco

    Il soldi non li hanno. Perché Giusti non dice che a coprire il restante 25% dei tre milioni saranno i fedeli che parteciperanno a questa nuova fantomatica parrocchia? Succederà come alla Scopaia: che la gente ha i suoi di mutui da pagare e non ha certo le possilità di pagare quelli accesi dal vescovo. Ed in più: chi frequenterà questa nuova parrocchia?!? è storia di ora che il prete che c’è non ha i soldi neanche per pagare le bollette, visto che non ci va nessuno….

  16. # francesco

    Non è vero che lo mette il Comune il restante 25%.

  17. # yuri

    Giusti. Sei l’unico a volere questa chiesa!

  18. # Francesca

    “Sarà orientata in direzione est/ovest per cogliere al meglio i raggi del sole” redazione…i motivi sono ben altri, e pensare che non vengono neanche presi in considerazione è veramente triste

  19. # Lapi Dario

    Più case meno chiese…slogan anni ’70 ma ancora valido !

  20. # livorno74

    e la gente è fuori di casa

  21. # Simone

    É assurdo, Salviano 2 non verrà mai completato e l’Architetto Giusti, vuole costruire una nuova chiesa! Ma della vecchia chiesa di via di Salviano che ne fanno? Senza parlare del 25 % che manca per completare il costo della costruzione, la domanda sarebbe: è veramente necessaria una nuova chiesa? Con i soldi dell8 per mille non sarebbe meglio occuparsi di questioni di primaria importanza? Secondo me é solo un capriccio che vuole togliersi il Vescovo, essendo architetto DEVE costruire qualcosa! Vogliamo ricordare che a Salviano 2 ci sono ancora 60/70 famiglie che rischiano di perdere la casa se fallisce l’Eilporto. É assurdo che il comune abbia dato il permesso!

  22. # Lillo

    …magari potesse aggiudicarselo un’impresa livornese…un po di lavoro che rimane in città! non come al centro Caritas di via Donnini…

  23. # fabio

    Progetto privo di composizione unitaria, frammentario, che prende pezzi di michelucciana memoria a elementi evidentemente avanzati nel cantiere della chiesa di Cecina. Moralmente criticabile anche la scelta di spendere quei soldi mentre le chiese storiche di Livorno cadono a pezzi e altre devono essere ultimate…

  24. # max

    Auguriamoci noi del Borgo di Magrignano che il termine ultimo del fine lavori per la nuova chiesa coincida con il fine lavori delle opere di urbenizzazione del quartiere.

  25. # gabriella carocci

    ma se alla leccia non viene neanche il prete a benedire le case,se non su richiesta specifica vuol dire che tanti preti non ci sono…non vorrei che con la scusa della chiesa a borgo magrignano dove ci sono case pagate un sacco di soldi venisse un rione invece che moderno e funzionale come avevano detto, un posto dove si rovescia tutti i problemi di livorno, caritas,extracomunitari…o no?! vedrete che mi sbaglio poco, o punto.

  26. # bullo

    Basta Chiese! ci son famiglie senza casa! Più case popolari!

  27. # thomas

    Menomale, felice di essermi sbagliato, quindi chi li mette?

  28. # yuri

    leggi commento sopra… è uno schifo uguale!

  29. # stefano

    Premeso che le chiese moderne, compresa quella costruita a Cecina sempre dall'”architetto” Giusti mi danno un senso di degrado più che di spiritualità , compresa questa di cui si parla nell’articolo, tuttavia invece di lamentarvi che la Chiesa costruisce troppe chiese……..perchè non protestate in comune contro il fatto che ci sono tanti immigrati che sorpassano gli Italiani nostri concittadini nell’assegnazione delle abitazioni ? invece di prendervela sempre con la Chiesa, perchè non vi opponete all’immigarzione permissiva della sinsitra ed alla corruzione dei politici, perchè non fate come a Kiev invece di blaterare?

  30. # chico

    è proprio il caso di dire… un’altra cattedrale nel deserto

I commenti sono chiusi.