Don Bosco e Cassa di Risparmio di San Miniato: l'unione fa la forza

Mediagallery

E’ con enorme soddisfazione che la Pallacanestro Don Bosco Livorno annuncia di aver raggiunto un accordo con la Cassa di Risparmio di San Miniato per la sponsorizzazione del settore giovanile nella stagione 2013-2014. Il settore giovanile livornese, che vanta al suo interno otto squadre, sette delle quali partecipanti a campionati nazionali, è uno dei più produttivi e titolati dell’intero panorama nazionale. Solo nella stagione passata sono state ben due le formazioni che hanno raggiunto l’ambizioso obiettivo delle Finali Nazionali e quest’anno la società di via Allende spera non solo di ripetersi, ma, se possibile, di superarsi.

Traguardi importanti raggiunti anche a livello individuale con ben 14 ragazzi che hanno partecipato a in azzurro a competizioni internazionali, solo contando le ultime tre stagioni sportive. Oggi la storia delle giovanili Don Bosco si arricchisce di un nuovo capitolo, quello della partnership con un istituto, la Carismi che da sempre crede nei progetti dei e per i giovani.

Questa condivisione di valori è confermata da Silvano Piacentini, Direttore Generale della Cassa di Risparmio di San Miniato, che afferma: “una Banca locale come la nostra, autonoma e vicina al territorio, non ha solo il ruolo importantissimo di soggetto economico, punto di riferimento per le persone che in esso vivono e lavorano. Lo sport di squadra rappresenta un’esperienza formativa che può aiutare i giovani nel loro percorso di crescita, ed essergli utile non solo in ambito sportivo, ma anche e soprattutto in quello lavorativo. Siamo stati ben lieti – continua Piacentini – di accogliere la proposta di sponsorizzazione delle squadre giovanili della Pallacanestro Don Bosco, che si aggiunge alle molte altre realtà sportive sponsorizzate da Carismi. La Cassa è stata fondata 183 anni fa e la Pallacanestro Don Bosco ha una storicità importante: sono fiducioso – conclude il Direttore Piacentini – che questo binomio darà risultati proficui per entrambe le Società e per i tutti soggetti coinvolti.

 

Riproduzione riservata ©