“Ultimi troiai”. Cartello del mercatino in tv a Striscia

Mediagallery

Commerciante da oltre 30 anni con un inizio lavorativo da ragioniere (“dopo alcuni anni però mi resi conto che tutti quei numeri studiati alle superiori non mi appagavano e decisi di cambiare strada”), barzellettiere e attore per passione, Mauro Chetoni, livornese di 59 anni, ha incrementato di colpo la sua popolarità in città. Come? Finendo a Striscia la notizia. O meglio, non lui direttamente, ma uno dei suoi cartelli (“Ultimi troiai di stagione”) che Cristiano Militello ha mostrato giovedì scorso nella sua rubrica Striscia il cartello e che il 59enne aveva esposto al suo bancone di abbigliamento, sempre presente al mercatino del venerdì a Livorno e Pisa, con il chiaro intento di invitare la clientela a dare una occhiata alla propria merce.
Non è nuovo Mauro a questo genere di “messaggi”. “Mi piace ricordare, per esempio, quando mi inventai “rimanenze di butic”. Sì lo scrissi per come si pronuncia e devo dire che fece parlare”. Ma che addirittura quel “troiai” – così “normale” da leggere per un livornese quanto “assurdo” per l’altro 99 per cento degli italiani – potesse riscuotere così tanto successo non se lo sarebbe mai immaginato. “Non l’ho saputo fino a quando non mi sono arrivate le prime telefonate da parte degli amici che mi spiegavano di aver visto il mio cartello in tv. Vi giuro che a me era sfuggito. Forse qualcuno notandolo lo ha fotografato e inviato a Striscia”.

 

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # Tarusio

    Quel 99% degli italiani che non capisce questo cartello è lo stesso che preferisce non fare turismo a Livorno o investirci i propri soldi in attività economiche. Voi ci fate una risata e pensate: “Boia come siamo ganzi”, ma il resto del mondo, quello che conta, continua a pensare le stesse cose. Degrado, ignoranza, marginalità. Evitate di farvi pubblicità.

  2. # Luca

    Quoto il Sig. Tarusio. Infatti a forza di troiai vari Livorno è finita nella ….e
    i suoi cittadini ci si beano pure.

  3. # figuraseisecappuccinopaghi

    Snaturarci per il vil denaro? Giammai!!! I veri “troiai” siete voi che volete Livorno come non è!!! Chi ci vuole ci deve prendere come siamo, figli delle “Livornine”!!!

  4. # maurod

    Chi non conosce Mauro non può capire.
    Parola di nuggest.

  5. # Lucy

    Che tristezza…

  6. # Marco

    Che discorsi…. Ora il turismo a Livorno non c’è anche per via di un commerciante che appende un buffo cartello in prossimità del suo banco? Ma via su riprenditi e dopo ritenta un discorso intelligente.

  7. # adriano

    livorno nel fango è finita con la gestione politica degli ultimi 40 anni non certo per un cartello se non capite il contesto in cui era il cartello non aprite bocca a vuoto, e poi noi livornesi siamo cosi chi non gli piace si levi di…..

  8. # Fabiano

    Noi livornesi siamo così ?!?!? …….parla per te ………mi vergogno e sono stufo di essere sempre etichettato come cittadino di una città di ignoranti e maleducati quando vado fuori per lavoro
    Se per te è un vanto capisco perché abbiamo fatto questa fine

  9. # daniele

    mettiamo che tu abbia ragione….. mi spieghi cosa ci fai sempre qui? ad oggi c’ è la libertà di poter andare anche da un altra parte, approfittane.Nel caso che tu mi risponda che sei qui per lavoro, potresti tornare a lavorare nello splendido ed illuminato luogo che ti ha dato i natali, ma forse è peggio?
    Comunque, così per curiosità da dove vieni? magari si può fare 2 risate, vediamo se ti vergogni a scriverlo!!

  10. # daniele

    * vedi risposta per Sig.Taurisio

  11. # ugo

    nel fango Livorno c’è finita per colpa dei livornesi…..tutti…..amministratori e chi li ha votati!. Ha ragione Lucy…che tristezza

  12. # ivo lami

    te ti contenterai anche di questa Livorno io preferisco pensare che le leggi livornine abbiano fatto di questa città quella dove primi in Italia si stampò dell’Encyclopédie, e dei delitti e delle pene; evidentemente abbiamo priorità diverse ma probabilmente lo snaturato sei te

  13. # freefree

    la razza livornese non esiste è un’invenzione , il livornese è una mescolanza di gente proveniente da gente di mare e di altri che nel loro paese non erano ben visti . piano piano la popolazione è cresciuta ,ed ecco qui il risultato .

  14. # frangiac

    noi livornesi ! specifica meglio , ma cosa dici ?

  15. # Tarusio

    Cerco di aiutarvi ad uscire dalla palude di ***** in cui nuotate. Ovviamente vivo in posti ben migliori di Livorno, anche se ci sono stato un po’. Stai tranquillo che non ci torno, ma stuzzicare i vostri nervi scoperti non mi dispiace, anche perchè spero vi sia di stimolo a reagire. Comunque stai tranquillo Daniele, in Africa c’è chi sta peggio di voi. In Italia non credo.

  16. # adriano

    per quelli duri il cartello è una battuta goliardica messa al mercato per richiamare gente e portare una risata, state facendo una tragedia , se pensate che i problemi di livorno sian questi non dico più nulla perché non ho interlocutori validi

  17. # daniele

    praticamente con la tua risposta confermi che ti vergogni del posto in cui sei nato ahahhahah
    devi aver trovato un labronico nascosto nell armadio

  18. # Baccio

    Io invece dico che nel padule di m…a ci staresti bene te e vattene in Affria così ti poi mette anche le ampanelle ar naso e faresti più figura

  19. # Luca

    A Livorno non c’è nemmeno più la gallina Livornese

  20. # Stefano

    Tarusio ti do’ in parte ragione , però per quanto riguarda l’ironia del cartello è troppo forte dai !!!!! Sulla mediocrità mentale che affligge la mia amata città ti do’ ragione in pieno anche io vorrei andarmene perché purtroppo Livorno non offre niente e la colpa è solo nostra troppo ottusi politicamente ci emargineranno sempre di più !!!!!

  21. # Tarusio

    Nato e cresciuto a Trento, inviato a Livorno da un noto istituto bancario a risanare un po’ di disastri di gestione locale. In 7 anni ne ho visti di tutti i colori. 60% dei conti costantemente in rosso, pignoramenti multipli, prelievi del quinto anche sulle pensioni dei nonni. Ammetto che vivere questi anni in un eclave di terzo mondo non è stato in massimo ma ha pagato e parecchio. In merito alla presenza negli armadi (mi riferisco al commento di un altro poveraccio) posso dire che di comodini labronici ne ho visti tanti. Da questo punto di vista le signore locali non le batte nessuno.

  22. # Pio

    ha ragione il signor Tarusio, a forza di un becero vernacolo che non e’ quello vero livornese , si e’ ridotta Livorno a condizioni di degrado , marginalita’ ed i mass media nazionali ed esteri ci prendono per il …….. facendo passare Livorno appunto come la citta’ dei Troiai. Non lamentiamoci se poi i turisti che sbarcano dalle navi da crociera, scappano subito a Bolgheri o in Maremma….

  23. # Marco

    Tarusio non ero d’accordo sulla tua considerazione al cartello del commerciante che è stata a mio avviso una battuta pesante che poteva essere tranquillamente evitata ma hai ragione su tutto il resto.

  24. # ugo

    ma quanta voglia di ragionà: a noi livornesi un ci frega niente di nulla….a noi ci basta avè l’infradito, e zuppa di fagioli a Pancaldi o ai Fiume….a livorno è sempre estate…..

  25. # Andrea

    Daniele abbozzala che t’ha fatto pelo e contropelo.

  26. # lev

    In effetti la “livornese” si chiama cosi’ perche’ un carico di produttive pollastre parti’ per l’america da livorno ma la provenienza era toscana.

  27. # Fulvia

    Tarusio hai ragione su tutto. Ora però torna a Trento.

  28. # monica

    Quanto vi piace letià …. per nulla

  29. # Max

    Scusa una domanda: perché leggi. QuiLivorno? E lo commenti pure.

  30. # Morchia

    Bellissimo commento 🙂

  31. # brigante labronico

    Sei di Trento e voi ragionare……devi stare dimorto ma dimorto zitto ora capisco perché sei così triste povera creatura…..per tutti i finti livornesi che ti danno ragione Prego loro di emigrare a Trento….vedrai come ci ritornate di rincorsa a livorno……mi facevi rabbia tarusio ora mi fai solo pena

  32. # brigante labronico

    È ne andiamo anche fieri…..questo è il bello di livorno a chi non piace Prego accomodarsi il mondo per fortuna è grande… livorno città unica da amare o odiare

  33. # brigante labronico

    Visto il tuo grande accanimento verso di noi il dubbio sorge spontaneo ma non sarà mica che è stata la tua di moglie ad essere stata pigiata diverse volte dai livornesi e che ti sognavi di entrare nelle nostre case facendo le scale di rincorsa ma poi ti svegliavi tutto sudato? Datti una patta vai è meglio

  34. # Basòla

    Tarusio sei un Povero, e non parlo di soldi. In tutte le cose, quando c’è astio vuol dire che ci s’ha il didietro sudicio e si perde di credibilità. Te che vivi in un posto da favola e stai benone, dai torna sulla tastiera e sputa ancora veleno. Dai Tarusio

  35. # Zizzola

    Il cartello di Mauro è semplicemente un tocco di classe labronico. Purtroppo la città burlona, creativa, laboriosa, poetica e che ha dato i natali a grandi artisti, se ne sta andando. Viva la Livorno di ieri, abbasso quella degli ultimi decenni.

I commenti sono chiusi.