Treni regionali, il presidente Rossi: “”No a rinnovo automatico del contratto con Trenitalia”

Mediagallery

“Abbiamo deciso di esercitare il diritto a non rinnovare per altri sei anni il contratto con Trenitalia per i servizi ferroviari regionali, e quindi di procedere a una nuova gara, analogamente a quanto stiamo facendo per il trasporto pubblico su gomma”. Si è aperta con questa notizia data dal presidente Enrico Rossi la giunta regionale convocata questa mattina per l’ultima seduta del 2013. Una decisione che il presidente definisce importante: “Saremo la prima regione a farlo. La Toscana, che molti definiscono una regione “conservatrice”, al contrario si spinge molto sulla frontiera dell’innovazione”.
Il contratto con Trenitalia sarà valido ancora per tutto il 2014: “Continueremo ad esercitare il nostro diritto di controllo – ha proseguito Rossi – e a chiedere in base al contratto attuale quello che abbiamo diritto di chiedere. Continueremo a viaggiare sui treni regionali per verificare lo stato del servizio. Intanto chiederemo al governo, al parlamento e all’autority dei trasporti di mettere in condizioni le Regioni di fare gare appetibili, competitive e partecipate”.
“Governo e parlamento – ha aggiunto l’assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – dovrebbero fare una legge per obbligare il gestore a mettere a disposizione materiale rotabile, officine, depositi per rendere veramente agibile la gara. Valuteremo un capitolato che preveda miglioramenti del servizio, investimenti, tempi di affidamento. C’è bisogno di treni nuovi, di puntualità, di intermodalità. Anche RFI deve migliorare la propria infrastruttura”.Infine una puntata polemica del presidente su quanto accaduto nei giorni scorsi sulla linea Pisa-Firenze, bloccata per ore per motivi ancora non chiari: “Saremmo interessati a sapere prima di Mnatale – ha detto Rossi – perchè i treni della più importante linea della Toscana si sono fermati. I due enti interessati ci danno versioni diverse delle cause dell’interruzione della corrente elettrica. E’ stato fatto senza preavvertire oppure mancava il gasolio per far funzionare il generatore? Se fosse così io e l’assessore Ceccarelli siamo disponibili, la prossima volta, a comprare e portare noi le taniche necessarie”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # asciugati

    boia deh cià messo qualche annetto il presidente Rossi a verificare quello che dicevano i pendolari. meglio tardi che mai ma Lui non può sempre “cascare dal pero” per tutte le situazioni incivili che si verificano in Tocana !

  2. # PdP

    o come mai il buon presidente Rossi (fedelissimo della vecchia guardia del PD) che non si è mai accorto di nulla fino ad ora adesso diventa uno strenuo difensore delle istanze dei cittadini ?!?… Sarà mica che ha vinto le primarie Renzi e ora deve salvarsi la poltrona (presente e futura) ?!?…

I commenti sono chiusi.