Santa Trinita, Aamps risponde alla segnalazione: “La pulizia è iniziata, ma serve una soluzione definitiva”

Chioini: "Il problema sta nella facile accessibilità di quel luogo. Chiederemo al Comune di intervenire per impedirvi l’accesso"

 

Lunedì Aamps ripulirà tutta l’area sotto al ponte Santa Trinita. Lo ha annunciato Enzo Chioini, amministratore unico Aamps, rispondendo alla segnalazione di un nostro lettore Paolo Mura. Tuttavia, spiega Chioini è necessario aprire di concerto con il Comune un ragionamento per impedire il ripetersi di queste situazioni dovute alla facilità di accesso di quel luogo tagliando la rete di recinzione. “Il sig. Mura ha tutte le ragioni di lamentarsi della situazione di degrado e abbandono segnalata. Non appena letta abbiamo effettuato un sopralluogo e organizzato per lunedi mattina la pulizia dello spazio in questione. Il problema sta nella facile accessibilità di quel luogo, trasformato in riparo per persone senza fissa dimora e clochard. Chiederemo al Comune di intervenire per impedirvi l’accesso; dopo la pulizia li effettuata qualche settimana fa, infatti, la rete messa è stata bucata e divelta. Le chiedo sig. Mura di non generalizzare le sue critiche, legittime, alle azioni, come il porta a porta o altre, che stiamo portando avanti con risultati positivi grazie alla collaborazione di tanti cittadini. Pur in tempi difficili non facciamoci sopraffare dal pessimismo cosmico”.

LA SEGNALAZIONE DEL LETTORE
“Un blitz congiunto di Aamps e polizia municipale ha permesso di ripulire tutta l’area sotto al ponte Santa Trinità cosparsa di rifiuti (ingombranti e non solo)”. Cosi l’articolo di poco tempo fa su Quilivorno.it. Ma per favore non prendiamoci in giro. Ma quale pulizia? Hanno levato di torno alcuni giacigli di fortuna di alcuni senzatetto, il degrado e i rifiuti di ogni cosa sono sempre li compresi materassi, si è provveduto al taglio dell’erba nelle aiuole sul belvedere davanti alla fortezza, il resto del degrado, rifiuti di ogni genere e li sotto, sa dell’incredibile, ma nessuno che riesca veramente a mettere a posto questa situazione indecorosa? Ora il porta a porta dovrebbe ridare ordine, ma qui sotto al S. Trinita, il Palazzo dovrebbe arruolare una pattuglia di operatori ecologici speleologi. Poi un ….”Puliamo la città”? Mah”.

“Un blitz congiunto di Aamps e polizia municipale ha permesso di ripulire tutta l’area sotto al ponte Santa Trinità cosparsa di rifiuti (ingombranti e non solo)”. Cosi l’articolo di poco tempo fa su Quilivorno.it. Ma per favore non prendiamoci in giro. Ma quale pulizia? Hanno levato di torno alcuni giacigli di fortuna di alcuni senzatetto, il degrado e i rifiuti di ogni cosa sono sempre li compresi materassi, si è provveduto al taglio dell’erba nelle aiuole sul belvedere davanti alla fortezza, il resto del degrado, rifiuti di ogni genere e li sotto, sa dell’incredibile, ma nessuno che riesca veramente a mettere a posto questa situazione indecorosa? Ora il porta a porta dovrebbe ridare ordine, ma qui sotto al S. Trinita, il Palazzo dovrebbe arruolare una pattuglia di operatori ecologici speleologi. Poi un ….”Puliamo la città”? Mah”.

 

 

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # Francesco R.

    Sembrerebbe quasi uguale a quello che, spazzando per terra in casa con la propria scopa, poi alzò il famoso tappeto e fece “sparire” tutto là sotto. VERGOGNA!!!

  2. # sgores

    le macerie e i cumuli di terra non sono sati mai tolti da quando fu inaugurato il ponte e già facevano rabbia, ora sono un invito per un ulteriore degrado

  3. # Babbuino

    e piu avanti davanti all’abbandonato cantiere dell’edilporto su scali delle ancore sversamenti quotidiani di liquami dalla fognatura nera e nel fosso sotto la voltina da una fognatura “Bianca” altri liquami da anni

  4. # paolo

    E IO PAGO!!!!!!…

  5. # giulio

    Perchè, vogliamo parlare dei ponticelli pedonali di viale Caprera? Hanno finito la spalletta, ma il “ponte” (due travi di ferro) per ora è utilizzato solo dai “tarponi”

  6. # PIO

    E’ quel ponte stesso un autentico insulto alla Livorno Medicea, un orrore simile al Cavalcavia del Corallo….. Scempi urbanistici che hanno provocato anche degrado ambientale e sociale…… Alla frutta….

  7. # the end

    diciamo che quel ponte è totalmente inutile, forse una volta “aveva” senso, ora non più, buttatelo giù!

  8. # Enzo Chioini

    Il sig. Mura ha tutte le ragioni di lamentarsi della situazione di degrado e abbandono segnalata. Non appena letta abbiamo effettuato un sopralluogo e organizzato per lunedi mattina la pulizia dello spazio in questione. Il problema sta nella facile accessibilità di quel luogo, trasformato in riparo per persone senza fissa dimora e clochard. Chiederemo al Comune di intervenire per impedirvi l’accesso; dopo la pulizia li effettuata qualche settimana fa, infatti, la rete messa è stata bucata e divelta. Le chiedo sig. Mura di non generalizzare le sue critiche, legittime, alle azioni, come il porta a porta o altre, che stiamo portando avanti con risultati positivi grazie alla collaborazione di tanti cittadini. Pur in tempi difficili non facciamoci sopraffare dal pessimismo cosmico.
    Enzo Chioini, Amministratore Unico Aamps.

  9. # Provo Catorio

    Bravo sig. Mura Senza la sua documentazione “provocatoria ” non si sarebbe attivato nessuno !

  10. # Malizioso Troll

    Pessimismo cosmico? A guardare com’è ridotta la città dobbiamo essere ottimisti, secondo lei? Sono perfettamente cosciente del fatto che molta della sporcizia è dovuta a maleducazione e inciviltà dei livornesi, ma ci sono zone che non vedono un operatore ecologico da mesi, se non da anni. Ben vengano gli interventi tipo “tirare a lucido”, ma mi pare che in tanti si stiano già lamentando del fatto che, a pochissimo tempo dall’arrivo della task force, via Grande e dintorni siano di nuovo malconci. Giusto stamattina mi sono fatto due passi sul viale d’Antignano e nei pratini era pieno di “monumenti alla liberazione intestinale del cane”. Il decoro urbano è uno dei primi fattori da tenere in considerazione se vogliamo che la città risulti gradita ai visitatori, nella speranza che abbiano voglia di ritornarci. Io cerco di fare la mia parte evitando di sporcare, ed ho insegnato a fare così ai miei figli. Qualcuno, da questo punto di vista, ha “mancato”. Vogliamo continuare così? Mi dia qualche ragione per evitare di essere pessimista, grazie.

  11. # Carlo

    sotto il ponte di Malacca c’è Pierin . . . . .

  12. # carla

    sig.Mura bene questo è il metodo : tornare sul luogo fotografato dopo un pò e segnalare di nuovo.
    scelga una via a caso ogni settimana e vada a fotografare i cassonetti e dintorni.
    se ne trova 4 su 5 in ordine ce lo faccia sapere.

  13. # Francesco R.

    E’ un bene sapere che anche la categoria AAMPS segue QuiLivorno e le segnalazioni dei cittadini livornesi. Ottima prontezza di riflessi, un plauso comunque, anche se qualcuno potrebbe dire “ci potevate pensar prima però, eh!” 😉 Avanti così, bene!!!

  14. # Marigiò51

    Ho letto che il sig. Rossano Ercolini, maestro di scuola e padre della strategia ”Rifiuti zero “di Capannori, è stato premiato con una specie di Nobel per l’ambiente. Quest’uomo ha avuto parole di elogio per il Comitato disoccupati e precari che gestisce il “centro riuso e riciclo della città di Livorno” in via Ernesto Rossi. Notizie buttate lì, come la spazzatura, di cui nessuno si preoccupa. Però il Tv megapollici a raggi X andiamo a comprarlo con la nostra auto salvo poi abbandonarlo sotto casa. Bisogna anche dire che sono anni che sto attenta alla raccolta differenziata e vado alla stazione ecologica, con la mia tesserina, a portare gli “ingombranti” e mi avessero che so, regalato un accendino, non dico un panettone a Natale, sarebbe troppo. Aspetto sempre il famoso sconto sulla bolletta dei rifiuti !! Però potrei pretendere che mi facciano un monumento, ovviamente quando sarò passata a miglior vita.

  15. # mi par mill'anni

    Mura sindaco

  16. # salvalivorno

    Paolo Mura è una persona ATTENTA ai problemi della nostra città, ce ne vorrebbe tanta come lui, casomai è l’azienda e il comune che se ne fregano completamente facendo tanta propaganda politica per non pulire niente vedi Via Grande o altri luoghi dopo tanta pubblicità sono peggio di prima svegliamoci cittadini il voto è vicino

  17. # commentatore compulsivo

    la città va pulita maddé c’è da dire che siamo belli sudici eh, non è che quel troiaio lì l’ha mandato dio, o budda, o allah…
    eh! in germania, svizzera, svezia ecc le strade son pulite anche perché i cittadini hanno un elevato senso civico, che a livorno (e in italia) non abbiamo.

  18. # mario3

    di deiezioni canine è piena la città, darò il mio voto a chi si impegna a risolvere il problema.
    altrimenti non andrò mio malgrado a votare.

  19. # Memo9

    Ci sono certe categorie a Livorno che possono fare tutto: una di queste è quella dei venditori del mercato del pesce: possono lasciare tutto lo sporco che gli pare, lasciare furgoni in mezzo di strada e fare tutto il casino che li pare alle 4 e mezzo di mattina: ma va bene cosi..loro non li controlla nessuno..cosi come alle bancarelle davanti ai pescherecci..li tutti possono parcheggiare in doppia/tripla fila..si vede c’è chi regala il pesce ai vigili! MAI un vigile li, mai uno a fare le multe a quelli che parcheggiano in via san giovanni in mezzo di strada per andare dai pescivendoli!!

  20. # asciugati

    boia deh ma un te ne sei ancora accorto che è un anno che non danno più i punti sulla tesserina e che un ti fanno più lo sconto sulla tassa dei rifiuti. Alle stazioni ecologiche ci vanno “abusivamente” solo le ditte e ci scaricano come “privati” senza pendere una lira per il riciclaggio dei prodotti che vendono e per i quali riscuotono un prezzo che il consumatore paga al momento dell’acquisto !

I commenti sono chiusi.