Giornata di sciopero. Catena umana alla Lucchini, protesta alla Trelleborg

Mediagallery

PROTESTA ALLA TRELLEBORG – LEGGI QUI

Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato per mercoledì 13 novembre uno sciopero generale regionale di quattro ore, dalle 8 alle 12. Per i lavoratori dei servizi scolastici, lo sciopero sarà di una sola ora a inizio turno.  Le famiglie che usufruiscono dei nidi e delle scuole d’infanzia comunali saranno informate dello sciopero mediante locandine affisse presso ciascuna struttura scolastica. In concomitanza con lo sciopero non sarà garantito il regolare funzionamento degli uffici comunali, salvo i servizi minimi essenziali:

– Stato civile: denunce nascita e morte;

– Servizi cimiteriali: ricevimento salme;

– Polizia Municipale: centrale operativa e pronto impiego.

L’Asl si scusa anticipatamente con i propri utenti per eventuali disagi nell’erogazione dei servizi sanitari (esami, ambulatori ecc) e amministrativi (prenotazione esami, Libera Professione ecc) che si dovessero manifestare. Come previsto dalla normativa vigente, saranno comunque garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della Sanità e, per quanto riguarda le attività connesse all’assistenza diretta ai degenti, sarà data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi e non dimissibili. A tal proposito si ricorda che i “servizi minimi essenziali” comprendono:

– il Pronto Soccorso, il suo “indotto” e tutti quei servizi legati alle problematiche non differibili della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non. Di conseguenza anche il personale tecnico per la preparazione dei pasti e degli altri servizi di base;

– servizi di assistenza domiciliare;

– attività di prevenzione urgente (alimenti, bevande, etc.);

– vigilanza veterinaria;

– attività di protezione civile;

– attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici;

– vari.

AAMPS informa che per mercoledì 13 novembre sono previsti alcuni rallentamenti nell’erogazione dei servizi per lo sciopero nazionale unitario 4 ore, dalle 8.00 alle 12.00, indetto dalle organizzazioni sindacali FP Cgil, FIT Cisl, Uil Trasporti. Saranno certamente assicurati i servizi pubblici essenziali (raccolta dei rifiuti presso i mercati, gli ospedali, le caserme, ecc.). Gli sportelli a disposizione del pubblico (compresi gli uffici Tia e il call center del numero verde aziendale 800-031.226) potrebbero invece risultare chiusi, così come le stazioni ecologiche “Picchianti” e “Attività Produttive” in Via degli Arrotini e “Livorno Sud” in Via Cattaneo. A tal proposito l’azienda fa appello alla sensibilità dei cittadini invitandoli a ridurre, per quanto possibile, il conferimento dei rifiuti.

ASA comunica che il giorno mercoledì 13 novembre 2013, per uno sciopero del settore Gas-Acqua indetto dalle organizzazioni sindacali FILCTEM Cgil – FEMCA Cisl – UILTEC Uil Nazionali, i servizi di sportello e call center potrebbero non essere garantiti nell’intero territorio in cui ASA gestisce il Servizio Idrico Integrato (Zona Livornese, Bassa Val di Cecina, Alta Val di Cecina, Val di Cornia e Isola d’Elba). Si ricorda che durante lo sciopero saranno garantite tutte le attività di pronto intervento.

LUCCHINI, CATENA UMANA
Una catena umana perché “Piombino non deve chiudere”: stamani alle 9 Piombino è scesa di nuovo in piazza con i sindacati a fianco dei lavoratori della Lucchini, in adesione allo sciopero generale proclamato da Cgil, Cisl e Uil contro la legge di Stabilità, formando una catena umana che ha tagliato in due il centro della città. In centinaia tra lavoratori, studenti, commercianti, (circa 1000 persone) fianco a fianco con indosso la t-shirt ‘Piombino non deve chiudere’, si sono stretti le mani a formare un lunghissimo serpente su due file parallele che, partendo dal cavalcavia delle acciaierie è arrivato fino a piazza Verdi.
Poi il corteo studentesco, che ha sfilato tra le due ‘maglie’ della catena e che si è concluso verso le 11 in piazza con l’intervento del segretario della Uilm Vito Marchiani e di un rappresentante degli studenti. Alle 17 invece, in attesa dell’incontro fissato domani al Mise tra ministri e istituzioni, i segretari livornesi dei tre sindacati Fim, Fiom e Uilm saranno ricevuti a Roma dal segretario del Pd Guglielmo Epifani, grazie all’interessamento dell’onorevole Pd Silvia Velo.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Topazio Frittelli

    bah…

  2. # virgilio

    Gli unici manifestanti del settore commercio in sciopero sono i dipendenti della Conad di Via Grande…dell’Iper e delle Coop no…i Portuali no…i metalmeccanici si…delle banche no…possibile che gli scioperi per i problemi del paese gli facciamo quasi esclusivamente noi metalmeccanici…ma se bisogna muoversi per le pensioni dobbiamo rivoltarci solo noi? Vergogna !

I commenti sono chiusi.