Occupata la Fortezza Nuova, le FOTO dei maxi striscioni appesi alla parete

"Con il nostro gesto vorremmo cercare di dare un segnale forte e determinato a tutti i giovani e meno giovani che hanno perso il lavoro o sono precari"

Mediagallery

“Odeon, Gran Guardia, Fortezze, Goldoni, Ippodromo. L’istituzione chiede, i partiti non si muovono, l’autonomia risponde”. E’ questo uno dei tre maxi striscioni appesi alla parete (lato piazza della Repubblica) della Fortezza Nuova nel corso della occupazione rivendicata dal comitato precari e disoccupati. I protagonisti della protesta, pacifica, armati di bende per proteggersi dalle polveri e sacchi della spazzatura sono entrati in Fortezza, seguiti dalla Digos, per togliere i rifiuti. “Abbiamo deciso di occupare simbolicamente la Fortezza Nuova per una giornata – si legge nel comunicato inviato alle redazioni – Da troppo tempo l’immobilismo delle istituzioni fa si che la nostra città sprofondi sempre più verso una crisi non solo economica ma anche culturale e politica. Si iniziano a pagare le conseguenze di una gestione del potere basata su clientelismo e favoritismi. I dirigenti che si alternano nei posti di potere sono sempre gli stessi da anni. Come gli stessi sono gli amministratori, i politici e i tecnici. Questo immobilismo insieme alla crisi economica sta distruggendo la nostra città. I redditi sono sempre più bassi , la disoccupazione aumenta e decine di luoghi pubblici che potrebbero essere valorizzati chiudono o rischiano di chiudere dopo che milioni d’euro sono stati spesi per ristrutturazioni inutili, lauti stipendi ai dirigenti e investimenti sbagliati. D’altro canto neanche i partiti riescono andare oltre ai proclami di indignazione o a qualche protesta fine a se stessa. Il prossimo anno ci saranno le elezioni. Saranno molti a promettere un vero cambiamento per la nostra città. Ci diranno di votarli per poter cambiare tutto. Qualcuno ancora ci crede? La verità è probabilmente un’altra. Per scardinare una volta per tutte un sistema di potere così forte e capillare con la sua corruzione, la sua mediocrità e il suo egoismo c’è bisogno anche di altro. C’è bisogno che la partecipazione e l’interesse dei cittadini aumenti.  Con il nostro gesto vorremmo cercare di dare un segnale forte e determinato a tutti i giovani e meno giovani che hanno perso il lavoro o sono precari, a tutti i cittadini e le cittadine non rassegnati. Organizziamoci una volta per tutte e riprendiamoci ciò che è nostro”.

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # cavalierigrande

    Rivotateli !

  2. # bruno tamburini

    e’ un film gia’ visto, tutti colpevoli, nessun colpevole ed io non ci sto’ . Da anni solleviamo queste criticita’ inaccettabili attraverso conferenze stampa , interpellanze , denunce in Consiglio Comunale e nelle Commissioni. Ma non siamo noi a governare la macchina comunale, non abbiamo assessori , non siamo ai vertici delle partecipate tutte in grave dissesto. I responsabili sono Sindaco, Giunta , Dirigenti e PD che nome piu’, nome meno governano Livorno ininterrottamente da settanta anni. Cerchiamo di non sbagliare indirizzo

  3. # sergio

    NON CONDIVIDO SPESSO QUELLO CHE QUESTI COMITATI DICONO O ESPRIMONO, MA QUESTA VOLTA SONO CON TUTTO IL CUORE DALLA LORO PARTE ,MESSAGGIO CHIARO CHE SPERO LA CITTA’ CONDIVIDA E SI DIA UNA MOSSA PER QUESTA NOSTRA POVERA CITTA’RIDOTTA AD UN RUOLO MARGINALE NEL CONTESTO ECONOMICO REGIONALE E NAZIONALE.
    FORZA RAGAZZI SONO CON VOI!!!

  4. # Petronio

    Mi raccomando… alle prossime amministrative non dimenticatevi il paraocchi e continuate a votare come “tradizione” comanda.

  5. # billy

    hanno fatto piu che bene

  6. # anto

    cioè ! che proposte ci sono
    al di fuori: non votiamoli

  7. # weggehen

    Andate a lavorare!

  8. # mirko

    io non voto più, non ci credo più

  9. # Gerone

    Bah. Se mi giro intorno vedo egoismo e approfitto a tutti i livelli. Questi politici ben rappresentano il popolo Italiano, pronto a tutto ma con i soldi degli altri, dello stato, del comune e via dicendo. Se questa crisi mostrerà il morso – come lo sta mostrando – forse le nuove generazioni cresceranno più consapevoli. Certo per cambiare ci vogliono non solo atti di grande coraggio ma anche consenso perché non può che essere un bagno di sangue e molti privilegi e privilegiati dovranno tornare a guadagnarselo il pane e al momento, con 19 milioni di pensioni e 3.4 milioni di dipendenti statali senza voler fare di ogni erba un fascio è chiaro che lo status quo piace a molti. La maggioranza onesta e silenziosa che al momento non va a votare – tale è lo schifo – sarà pronta a farlo per chi dirà la verità che non può essere che lacrime e sangue. Curioso che la Camusso abbia recentemente proposto il consolidamento dei Titoli di Stato, stessa operazione che fece Mussolini nel 26.L’uscita dall’euro e conseguente inflazione argentina è improponibile quindi resta la ripresa economica a botte di produzione industriale tale da far concorrenza ai paesi BRIC, quindi taglio radicale del costo del lavoro come hanno fatto gli USA per non parlare di pensioni e stato sociale che deve rientrare nei ranghi pre ’70 annullando tutte le concessioni fatte essendo viziate all’origine da una copertura del tutto illusoria. E’ inevitabile e i politici europei nicchiano pensando ai riflessi elettorali scordandosi che così rischiano di alimentare pericolosi fermenti autoritari. In effetti è nella capacità di decidere rapidamente e di fare marcia indietro sui cosiddetti diritti acquisiti anche se del tutto inventati che la democrazia mostra il lato debole. Speriamo in bene perché la tentazione di una svolta autoritaria è grande, vedi Alba Dorata.

  10. # Canterini Denise

    Boiaaaaa, allora siamo stati veramente fortunati, se avessero fatto male dove eravamo…..

  11. # Gianfranco.m

    Ancora una volta,una protesta contro questo immobilismo dei nostri amministratori nei confronti delle problematiche che conivolgono il nostro territorio;cerchiamo un’alternativa seria a questa condizione insopportabile!!

  12. # Orso

    genteeeeee…ci scommetto che chi attacca quei striscioni poi va a votare chi fino ad ora ha governato questa cittá ormai sempre più scadente e degradata…Volete per una volta uscire dai colori della politica?oggi non funziona più rimanere attaccati al rosso a tutti i costi…è un dato di fatto che fino ad ora livorno sia peggiorata e allora usate il cervello quando si mette la croce sulla scheda…basta col fare i comunisti a tutti i costi….quelle ere sono finite…ora si deve valutare la singola persona, al di lá del suo partito! a livorno si vota senza cervello solo per tradizione, provate a dire che non è vero….e questi sono i risultati!

  13. # Giovanni

    no no hanno fatto davvero bene: rigasificatore, olio di palma ecc. rischio e inquinamento ambientale a 10000000 occupati livornesi quanti ???? 10 100 1000 Vogliamo diventa la nuova TARANTO !!!! RIVOTATELI VAI !!!!!!

  14. # franco

    mi guardo intorno e vedo solo, o quasi solo, gente che ha avuto grandi o piccoli benefici da questo sistema….per questo motivo temo che i livornesi in massa lo rivoteranno: quale pollo festeggia il natale?

  15. # Maurizio

    La poderosa fortificazione, vestigia di un lontano passato, umiliata da striscioni, scritte più o meno sbiadite e ponteggi posticci è il simbolo di Livorno oggi: una città inesorabilmente decaduta, in decomposizione irreversibile, in attesa di un nuovo centro commerciale, coop ovviamente.

  16. # un lettore

    Mi piacerebbe sapere chi, tra i manifestanti & occupanti e simpatizzanti, frequentava l’Odeon, la Gran Guardia, il Goldoni, l’Ippodromo. Che gli enti, le cooperative e l’amministrazione comunali abbiano colpe non c’è dubbio, ma un’istituzione culturale, oppure un servizio pubblico, ha bisogno di utenti per andare avanti. Frignare e appendere striscioni serve a poco: fate le file ai botteghini dei teatri anziché guardare la tv, andate al cinema anziché noleggiare i dvd, andate alle corse ai cavalli anziché impallinarvi il cervello nelle sale slot. Poi ne riparliamo.

  17. # Dario di Livorno

    perchè il PD è rosso? Ma che film hai visto?

  18. # STE

    Hanno fatto bene, tanto a Livorno usa, già che ci siete ragazzi fateci anche lo skatepark visto che qui all’ ex caserma del fante vi ci sa in casa con le tavole tutti i giorni, rimbomba tutto, emergenza abitativa ok, ma no a spese delle persone che abitano a fianco, ma tanto cosa ve ne frega, a una cert’ ora si prende e si va a casina, magari alla Leccia o a Salviano e sulle rampe avanti un altro. Cmq andiamo avanti così, tanto l’ amministrazione sta a guardare, finche però non si disturba la quite di qualche assessore!!! Bene bene grazie Livorno!

  19. # Gerone

    Ogni popolo ha i governanti che si merita, livornesi inclusi, figli dell’assistenzialismo statale dai tempi di Ciano, vero virus sociale sopravvissuto indenne al repentino cambio di maglia.
    Tutto il tessuto industriale è stato distrutto, la piccola industria mai nata, l’artigianato tenuto a livello di folkore.
    Guardatevi in giro e osservate i nostri livornesi di successo da un punto di vista imprenditoriale: dove sono gli imprenditori? Che spazio hanno avuto da noi i desiderosi di aprire attività, di investire tempo, denaro e – soprattutto – la loro vita?
    Comunque gli striscioni e l’occupazione l’avrei fatta allo stadio proprio ora con i lavori in corso in tutta urgenza prostrati al Dio Pallone

  20. # lisa

    “non abbiamo assessori , non siamo ai vertici delle partecipate”

    per fortuna, aggiungo io!!

  21. # Piratatirreno

    Caro “un lettore”, ma sei di fori?!! o quanto guadagni al mese ??? Beato te che puoi fare tutte queste cose.

  22. # Canterini Denise

    È rosa quasi bianco, però ai livornesi piace tanto

  23. # fachiro

    LIVORNO AI PISANI FORSE SI SALVA

  24. # francesco

    BASTA CON QUESTE OCCUPAZIONI, VANNO BUTTATI FUORI

  25. # BUDIULIKKE

    M5S M5S M5S M5S M5S M5S M5S M5S M5S ……………………

  26. # Albert op.

    Ma se protestaste facendo qualcosa di utile no eh?

  27. # un lettore

    Sono disoccupato ma non faccio drammi per salvare quello che non è salvabile, proprio perchè non ci sono soldi da spendere in giro. Cosa vorresti, che i teatri e i cinema rimanessero aperti per bellezza?

  28. # anto

    sto continuando a leggere proteste, nemmeno una proposta di cosa e come dobbiamo fare per migliorare la situazione, io non voto più, non votiamoli, etc….etc..
    nemmeno uno che dica “anche sbagliando” bisogna fare questo! le risorse le prendiamo e/o le ricuperiamo facendo così….
    il resto è niente.

  29. # Petronio

    Beh, non mi pare che tu, a differenza, abbia fatto grandi proposte… il fatto di non votare più gli stessi di 70 anni di sfacelo sarebbe già di per se un grande passo, poi le proposte sono sempre bene accette, comincia te, pendiamo dalle tue labbra (tastiera).

  30. # Ephraim

    A me piace andare a vedere con i miei occhi. Ero nei paraggi quando hanno messo gli striscioni, finito i miei impegni sono andato a parlare con i ragazzi, che gentilmente mi hanno accolto. Prima di parlare senza cognizione di causa, in molti avrebbero fatto bene ad alzarsi e andare sul luogo.
    Io porto la mia testimonianza, quasi totalmente decontestualizzata dalla protesta, con queste foto:
    https://www.facebook.com/Munkeph/posts/10201577989442713

  31. # ero bimbo

    e vero mancano le proposte…. io sono disperato, non ho più idee e dignita…..mi hanno annientato

  32. # vale

    Mah non penso proprio che i comitati che hanno organizzato questa protesta sia genteeeeee che vota pd.

  33. # 4luglio68

    E’ il commento più sensato finora.

  34. # Jack

    Proposta:
    Uscire dall’Europa
    Ritorno alla lire
    Riaprire le fabbriche in Italia adesso trasferite all estero
    Incentivi per acquisto di merci italiane
    Monarchia
    Rimpatriare chi non lavora regolarmente
    Ecc ecc

  35. # Jack

    Tanto per dire
    Ma i carissimi livornesi “comunisti” che tanto c’è l’hanno con Berlusconi appena aprirono il medusa andavano a vede i film li
    Facendo chiudere naturalmente a ruota tutti i cinema del centro. Cosa volete spera??

I commenti sono chiusi.