Multe: 6 milioni e mezzo di euro riscossi nel 2013. Livorno si piazza 24esima in Italia

La nostra Livorno si è classificata 24esima con 63,2 euro di multe (in media) pagate da ogni livornese dotato di patente di guida

Mediagallery

Sei milioni e mezzo di euro circa (6.477.779 euro per l’esattezza). E’ questo l’ammontare delle multe riscosse dal Comune di Livorno nel 2013 secondo l’indagine uscita ieri, lunedì 21 luglio, sul giornale Il Sole 24 Ore che ha stilato una speciale classifica delle sanzioni elevate in tutta Italia e pagate per ogni patentato. La nostra Livorno si è classificata 24esima (subito dietro a Lucca) con una media di 63,2 euro di multe pagate da ogni cittadino dotato di patente di guida.  Media in calo rispetto al 2012 quando pagavamo 4 euro in meno di media (67) e del 2011 quando addirittura gli euro erano 91.  A guidare questa speciale graduatori è Milano (170,5 euro di multa a testa per un totale di oltre 132 milioni di euro), seguita dal capoluogo gigliato Firenze (145,5 euro per patentato per un totale di 34 milioni circa).
Nell’ipotetico e del tutto atipico derby campanilistico degli indisciplinati i nostri cugini pisani  la spuntano per “sregolatezze alla guida” piazzandosi all’ottavo posto in tutto lo Stivale con 112,7 euro a testa con un totale di multe elevate pari a 6 milioni e mezzo circa. Tra le altre città toscane Pistoia è dodicesima, Lucca come anticipato è al 23esimo posto, poi  Arezzo (40), Siena (42), Prato (47), Grosseto (51) per concludere con Massa (94) che registra una media a patentato di 18,4 euro e un incasso per il Comune di 826.237 euro. Per curiosità, chiude questa speciale classifica al 107esimo posto, la provincia di Caserta che fa incassare al suo Comune soltanto 0,6 euro (si avete letto bene, 60 centesimi) per ogni patentato per un totale di 24.176 euro. L’indagine evidenzia comunque, a livello nazionale, una forte diminuzione dei pagamenti per le multe nei primi sei mesi del 2014, rispetto allo stesso periodo del 2013.

 

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Renato

    Comprateci il porto….e s’è pagato noi …

  2. # fox65

    Come sono stati spesi dall’amministrazione Cosimo questi soldi? Credo che dovevano essere reinvestiti per la viabilità ma a Livorno non si è visto nulla se non rotonde…

  3. # sergio

    Credo che dovremmo avere il numero di multe elevate per capire quale comune è più virtuoso nei confronti dei cittadini ma sopratutto quali sono le infrazioni a cui i cittadini a volte sono vessati, tipo le multe per divieto di sosta, come nella nostra città che è diventata un enorme parcheggio a pagamento.

  4. # semplice

    Per forza… non le pagano!

  5. # Franco

    Se a Livorno i vigili iniziassero a multare seriamente gli automobilisti indisciplinati schizzeremmo in vetta alla classifica, vedi la sosta selvaggia in doppia fila in via Grande, in via Marradi, sui marciapiedi delle corsie preferenziali, sugli angoli delle piazze per andare dal tabaccaio o a mangiare il gelato (vedi P.zza Repubblica). Ho visto personalmente i vigili girare intorno alle auto in divieto di sosta col blocco dei verbali in mano ad attendere il ritorno degli autisti furbetti. Tutto questo in molti stati esteri è assurdo, negli USA ad esempio la multa te la becchi non appena fermi l’auto in divieto di sosta. Poi ci sono i furbi dei semafori, dei sensi unici, ci sono quelli che in barba ai cartelli di zona pedonale transitano in via Ricasoli e tra poco ci saranno anche quelli che attraverseranno Largo Duomo e via Pieroni, recentemente pedonalizzate.

  6. # Luca

    Ancora troppo poche se si considera la maleducazione e l’inciviltà dei Livornesi, qua da noi si guida male, non rispettando il CDS. Consideriamo che queste contravvenzioni sono quasi tutti divieti di sosta…pensa se incominciassero a dare le meritate multe a chi parla al cellulare mentre guida, a chi non si ferma quando attraversano i pedoni sulle strisce, o a chi parcheggia contromano, a chi passa col rosse ecc. ecc. senza considerare chi commette altre infrazioni non legate alla guida di auto tipo chi non raccoglie le deiezioni dei cani…..altro che 24 esimo posto in Italia, saremmo i primi! Siamo una città di persone maleducate, questa è la verità!

  7. # Andrea

    O parcheggiate dove vi pare, in doppia fila, sui passi carrabili, sugli spazi riservati agli invalidi! Il livornese non imparera’ mai ad essere rispettoso verso gli altri, ben ci sta, chi sbaglia deve pagare.Che si continui così a furia di batte la zucca poi impariamo a rispettare il codice della strada, c’e’poco da fare, siamo egoisti, un bravo ai vigili urbani che fanno del tutto per redimere i soliti menefreghisti del parcheggio e sosta selvaggia…personalmente credo che non ci leveranno “mai le gambe” per la cocciutaggine dei soliti noti strafottenti.

  8. # Marcello

    Non per provocazione, ma ce ne sono di soldi in ITALIA….MENOMALE siamo in MISERIA…MAH…..

  9. # Marco Sisi

    Anche se sono stati multati, in tanti non hanno cambiato idea (questo perché, in certi casi tipo le strade coi parcheggi a pagamento, per i furbetti vale la pena pagare qualche decina di euro al mese piuttosto che al giorno, visti i prezzi esorbitanti delle strisce blu in via Grande e dintorni). Occorrerebbe una mano ancora più pesante. Io, quando vado in centro e ho bisogno di andarci in macchina, la lascio ai margini delle zone a fasce orarie, oppure accanto al Mercatino Americano, e poi cammino. L’ultima multa, nel comune di Livorno, se ricordo bene, me l’hanno fatta nel 2002, quando un sabato mattina lasciai la Tipo in via Aristide Nardini Despotti Mospignotti, appena arrivato da Roma, e non mi ero accorto che avevano messo la “lettera” anche lì. Adesso ho una Lancia K, abbastanza ingombrante, eppure vivo sereno rispettando il codice. Se ci riesco io, dovrebbero farcela tutti quanti.

  10. # Fede

    Non dimentichiamoci anche di tutti quelli che fumano le sigarette e le buttano a terra, gesto ritenuto normale dai più, li stessi che magari si lamentano per le deiezioni degli animali lasciate incivilmente per terra. Hai voglia di far multe!!!

  11. # chetristezza

    Siamo fra i PEGGIORI del mondo, per le cose che hai elencato te. Triste verità, ma verità. Le cose belle della livornesità sono ormai naufragate in mezzo alla marea di escrementi canini e di berciume di gente sempre al cellulare, o a vociare per strada anche a notte fonda, o che sfreccia a duemila come fittipaldi de noaltri, incurante di semafori e strisce pedonali… Che tristezza!

  12. # lallo

    Non è che i soldi in Italia non ci sono bensì sono distribuiti male. C’ è chi ne ha tanti e non gliene frega niente di pagare una multa (se poi la paga) e c’ è chi ci sta attento perchè se paga la multa poi non ha da mangiare.

  13. # Diego

    Faccio un’appello ai vigili urbani ed al comune di Livorno affinche’ vengano presi provvedimenti riguardo quelle persone che guidano con il telefono cellulare fisso all’orecchio e qui a Livorno c’e’ pieno, lo sappiamo tutti oltretutto che la maggior parte dei sinistri a volte con epiloghi anche drammatici e letali dovuti proprio all’uso di questi in quanto si e’ concentrati su quello che si dice al telefono dimenticantosi che si e’ al volante, praticamente si e’ distratti! . Non e’ una questione personale ma penso sia giusto che si rispettino obbligatoriamente gli emendamenti gia’ esistenti riguardo il divieto dell’uso durante la guida, e’ vero si che siamo italiani, la multa va bene…ma qui si tratta di ammazzare la gente!!

  14. # Menopeggio

    Ci sono anche scelte di viabilità che meriterebbero un controllo maggiore per evitare situazioni veramente pericolose. Un esempio su tutti: Via San Giovanni. Da quando è stato ripristinato il doppio senso, ci sono due corsie in direzione terra ed una in direzione porto. La corsia lato palazzo dei Portuali è riservata all’ingresso nel parcheggio a pagamento. Bene, se uno correttamente occupa l’altra corsia, quella interna per intendersi, per dirigersi in direzione comune, rischia di fare un frontale con le auto e soprattutto con i mezzi a due ruote, che per evitare la fila e soprattutto le auto parcheggiate in doppia fila in zona pescheria, invadono la corsia centrale. Secondo me è un punto ad alta pericolosità e basterebbe far rispettare il divieto di sosta in doppia fila nel tratto di strada che va dal garage SVS al semaforo per evitare rischi inutili.

  15. # Stephan

    Pienamente d’accordo! Le multe elevate sono neanche la metà di quelle che andrebbero fatte!

  16. # AGO67

    La conosci la differenza tra divieto di sosta e divieto di fermata?

  17. # bonistateboni

    Speriamo che questo cambiamento comunale ci porti parcheggi e mezzi alternativi per vivere meglio il centro citta e il nostro meraviglioso mare…..siamo tutti d’accordo che su 10 livornesi 8 vogliono fare come gli pare, però anche per i piu disciplinati non è facile sfruttare la citta….spesso ripieghi su centri commerciali o spiaggie di provincia per non diventare matto con la macchina

  18. # Libero 1

    Saputo che una buona percentuale delle multe dovrebbero servire anche per investimento nei parcheggi, per legge, sarebbe interessante sapere che fine hanno fatto quei nostri soldi

  19. # chetristezza

    Mi associo all’appello, sacrosanto, di Diego.

  20. # "scorpione "

    Complimenti ai vigili , continuate così nel vostro lavoro , se’ potessi vi darei una mano volentieri , a me garberebbe levare la patente a quelli che con la loro moto in centro città danno accelerate che ti devi tappare gli orecchi in specialmodo in via Solferino di sera , arrivano a fare anche 150 km orari in pochi secondi .

  21. # Franco

    Caro AGO67, la differenza tra divieto di sosta e divieto di fermata la conosco. Il primo è indicato con una circonferenza rossa con sfondo blu ed una sola barra obliqua, il secondo invece è indicato con DUE barre oblique, a formare una croce. Molti automobilisti SOSTANO dove non potrebbero nemmeno fermarsi poiché è presente il divieto di fermata ma di multe se ne vedono davvero poche. Riguardo le corsie preferenziali il codice della strada vieta sempre e tassativamente la sosta per cui non occorre che siano presenti appositi cartelli. Il caso limite è quello di via Garibaldi nel tratto compreso tra piazza Garibaldi e via Palestro. Qui la sera dopo le 20 e durante i giorni festivi le auto sostano una dietro l’altra sulla corsia preferenziale, con due ruote sul marciapiede, per cui i mezzi pubblici in transito sono costretti ad invadere la corsia opposta per mancanza di spazio. Qui i vigili non solo dovrebbero fare multe salate, ma provvedere alla rimozione coatta. Purtoppo però in molti anni non ho mai visto un vigile che dopo le 20 effettua multe a raffica a questi veicoli.

  22. # Fides

    Spero vivamente in un aumento di queste cifre perché la città ha bisogno di maggiore disciplina in strada (e non solo). Ognuno pensa di poter fare quello che gli pare a partire dal mancato rallentamento nei pressi delle strisce (indipendentemente se qualcuno è fermo per attraversare o meno) per finire con il “bucare” il rosso che è diventata una moda. Guidare in città è diventato un vero e proprio stress e tanta gente inizia a farlo soltanto quando ha un effettiva necessità, privilegiando mezzi alternativi nelle altre occasioni.

  23. # ugo

    CHE VOR DI? LIVORNESI INDISCIPLINATI O VIGILI CATTIVI?

  24. # ugo

    O S’ABBAIA DALLA MISERIA?

  25. # stefano

    il problema non sono le multe, giuste per altro. è che c’é la maggior parte della gente che non le paga, ne le pagherà. si chiama miseria, e Livorno ne é piena.

  26. # asciugati

    Boia deh scommetto che siamo primi per le multe di divieto di sosta. Sono le più semplici da fare !

  27. # Roberto

    …e soprattutto col cellulare all’orecchio c’è la categoria AUTISTI DI AUTOBUS, fateci caso, sono sempre col cellulare o in mano o all’orecchio, e anche i conducenti dei furgoni sono uguali, tutti al telefono senza auricolare. E’ vergognoso e oltretutto pericoloso.

  28. # Marcovaldo

    Grazie ai nostri zelanti vigili! Prima giravano in due ora sono sempre in tre, una spending review sui vigili no?

  29. # io

    ancora parcheggi?
    me se quelli che ci sono sono sempre mezzi vuoti.
    ammenochè non si voglia il parcheggio gratuito a non più di 10 metri dal luogo di destinazione e magari al ritorno trovare l ‘auto lavata

  30. # io

    a volte per risparmiare basta fare 2 passi, è salutare, si risparmiano i soldi del carburante e di una ipotetica multa. se uno pretende di parcheggiare per comodità dove gli fa più comodo, non è questione di miseria ma di inciviltà………….lo stesso dicasi per quelli che in via Grande usano la corsia preferenziale dei mezzi pubblici per evitare la coda …. le multe sono sempre troppo poche e troppo economiche

  31. # autistipericolopubblico

    Col cellulare in mano o all’orecchio, e aggiungo: quando (mentre guidano) non sono impegnati direttamente a leggere e scrivere messaggi, scorrere facebook e cose simili, tenendo il cell “nascosto” (loro credono, ma noi SI VEDE!) sulle ginocchia o al lato finestrino…

  32. # teseo

    13 miliardi di vecchie lire… vi rendete conto? CI POTEVANO FAR NOVA LIVORNO, ALTRO CHE TAPPARE LE BUCHE ! Nogarin, indaga un po’…

  33. # Luca

    Hai ragione, buttare qualsiasicosa per terra è incivile come non raccogliere le deiezioni del cane, infatti per entrambe le cose è prevista una contravvenzione, il problema è che a Livorno i vigili fanno solo i divieti di sosta, facili veloci e non devi affrontare la contestazione del classico prepotente livornese!

  34. # rispondoastefano

    ….Livorno è “piena” di miseria ECCETTO che per comprare: cani di razza, ultimi modelli di cellulari, tablet e tecnologia varia, megaschermi TV, vestiti firmati, scooteroni e Suv… Le prime 4 cose in elenco anche da chi “piange” sempre miseria, anzi, direi, soprattutto da chi “piange” sempre miseria. In verità la Miseria (e parlo di quella culturale, ovviamente) a Livorno è più che altro nella testa di tanta gente!

  35. # Monica

    Senza contare i ciclisti, che, ultimamente, fanno proprio quello che vogliono

  36. # stefano

    certo, perfettamente d’accordo. Anche io sono per lo spostarsi il meno possibile in auto anche se va detto che da alcuni quartieri o zone più lontane dal centro è difficile raggiungere la città senza la macchina (complice un servizio di trasporti pubblico che fa abbastanza ride). Riguardo l’inciviltà idem, Livorno primeggia. E’ un lavoro lungo, di tipo culturale. Finchè è folklore ok, ma qui è proprio ignoranza nell’accezione più infima del termine.

  37. # stefano

    Esatto. Ed è li che vai fori di testa. Personalmente è la cosa che odio di più. Per le multe non c’è “quaini”, ma per la jeep hai voglia… Per questo parlavo di mentalità. Che poi ci siano pochi soldi è solo ed esclusivamente un aggravante

  38. # Ale

    Allora intendiamoci…le multe sono sempre le stesse: si fa sempre divieti di sosta in luoghi in cui l’auto non compromette la viabilità, oppure si inizia la passeggiata sul viale italia e ogni tanto fa le sue multarelle, mentre le zone veramente a rischio sono controllate? e i pirati della strada se ne vanno tranquilli in giro.