Il rigassificatore è davanti alla nostra costa. Le FOTO

Mediagallery

Trainato da due rimorchiatori, “FRSU Toscana” è arrivato in Italia, nelle acque della Regione Toscana di fronte la costa tra Livorno e Pisa. È partito venerdì 26 luglio da Malta, dove ha effettuato una sosta programmata necessaria per finalizzare alcune attività meccaniche propedeutiche all’installazione e al collaudo. A regime, il Terminale avrà una capacità di rigassificazione di 3.75 miliardi di metri cubi all’anno, pari a circa il 4% del fabbisogno nazionale.

I prossimi passi
Le procedure operative saranno ora le seguenti: il Terminale sarà anzitutto ancorato al fondale marino attraverso le 6 ancore già installate. Verrà, poi, collegato alla condotta sottomarina per il trasporto del gas rigassificato, completata da Snam Rete Gas. Seguirà una fase di collaudi con GNL a bordo del Terminale. È stimato che le attività di test e collaudo saranno completate in circa tre mesi. Conclusa la fase di installazione, è previsto l’arrivo della prima nave metaniera per fine agosto. L’inizio dell’attività commerciale a regime è, quindi, in programma entro l’ultimo trimestre del 2013. Info sull’avvio della procedura pubblica di offerta di capacità di rigassificazione.
Dal 1° aprile nella sezione dedicata del sito internet “Area Commerciale” sono disponibili informazioni sul Terminale di rigassificazione necessarie per permettere di avviare, nei prossimi mesi, procedure pubbliche di offerta di capacità di rigassificazione ai soggetti interessati su base trasparente e non discriminatoria e tali da garantire la libertà di accesso a parità di condizioni ai sensi della delibera 272/2013. Tali procedure consentiranno di effettuare la prenotazione di capacità di rigassificazione su base mensile per il prossimo anno termico (o parte di esso) e su base annuale o pluriennale per i successivi anni termici.

Hanno dichiarato
“Siamo indubbiamente emozionati per l’arrivo di FSRU a Livorno” – ha dichiarato l’AD OLT Peter Carolan (E.ON) – “e fermamente convinti che questa iniziativa rappresenterà un’opportunità importante di sviluppo socio-economico per il territorio. Massima sarà la nostra attenzione sui due fronti sicurezza e ambiente, sui quali sarà portato avanti un monitoraggio in continuo con le Istituzioni di riferimento”. Anche Valter Pallano, AD OLT (Iren), non ha mancato di sottolineare la propria soddisfazione dopo anni di lavoro: “Questo progetto ha un rilievo particolare nell’ambito della evoluzione della strategia nazionale sulle importazioni del gas sia dal punto di vista di incremento e diversificazione della dotazione infrastrutturale esistente sia per lo sviluppo di opportunità di accesso a nuovi mercati emergenti del Gas Naturale Liquefatto”.
OLT Offshore LNG Toscana è una società partecipata da Gruppo E.ON (46.79%), Gruppo Iren (46.79%), Golar Offshore Toscana Limited (3.73%) e OLT Energy Toscana SpA (2.69%) e nasce con lo scopo di realizzare un Terminale galleggiante di rigassificazione ormeggiato a 22 chilometri al largo delle coste tra Livorno e Pisa. Il Terminale sarà connesso alla rete nazionale attraverso un gasdotto di 36.5 km realizzato e gestito da Snam Rete Gas, per 29.5 km circa a mare e per i restanti 7 km a terra.

 

Riproduzione riservata ©

115 commenti

 
  1. # carla

    arriva insieme alla statua della Madonna.

  2. # Robylivo

    Oramai quello che è fatto…è fatto! Bisognava pensarci prima quando ancora questa storia era solo sulla carta.
    Purtroppo in Italia si piange sempre quando la frittata è fatta!
    Buona salute a tutti.

  3. # dario

    comunque ricordo a tutti, se alla fine l’hanno portato la responsabilità è collettiva, chi ci governa fa solo il suo sporco lavoro, bisogna esserci, domenica non manchiamo alle 21 e 30 in piazza mazzini

  4. # morticia

    …l’inizio della nostra fine.

  5. # salvalivorno

    E il nostro grande Cosimi ha rivinto ancora……livornesi ora basta svegliatevi

  6. # Fammi capire

    ” È stimato che le attività di test e collaudo saranno completate in circa tre mesi” ma anche ” è previsto l’arrivo della prima nave metaniera per fine agosto.” Qui di le navi attraccano senza i test conclusi?

  7. # Frank

    E’ arrivato anche lui …e ora si che s’inizierà a contare i danni per l’ecosistema marino e l’allontanamento di fauna marina dal nostro litorale già ormai danneggiato notevolmente dagli abusi della pesca professionale…ma tanto gli interessi vanno avanti a tutto…anche alla vita delle persone…figurati se pensano al mare Livornese…!

  8. # Samarcanda

    Scusate ma il gas non esce dal muro di casa ? Che bisogno c’era di un rigassificatore?

  9. # JohnJohnson

    Oltre all’inquinamento e la morte non troppo lenta del nostro mare, non potete immaginare cosa succederebbe in caso di esplosione alimentata ulteriormente dai depositi della raffineria dello Stanic verrebbero cancellati dalla faccia della terra la costa per circa 70 km, l’entro terra per una profondità di 20 km abitanti (oltre 750.000) compresi. Poi si andrebbero a cercare le cause o i mancati controlli o le mancate protezioni come il guard rail non idoneo o il bus vecchio senza revisione degli ultimi morti ammazzati di Avellino.

    http://www.livorno5stelle.it/ultima-invenzione-dellhomo-sapiens-il-rigassificatore-galleggiante/

  10. # il polemico

    o bravi andate a fare la manifestazione oggi….sicuramente dopo aver investito diversi milioni di euro la toglieranno perchè oggi urlate in 100-200 (perchè non penserete di essere di più, vero?)
    Avevate altre occasioni:
    – quando manifestavamo 5-6- anni fa, eravamo solo noi studenti. Mai visto nessun’altro. Risultato, ci accusavano di voler far “brucia” a scuola. Ci dicevano che perdevamo tempo, ci ridevano in faccia.
    – Avevate il voto: e avete confermato il sindaco.

    Ora zitti che di tempo ne avete perso abbastanza a dare aria alla bocca.

  11. # Marcov

    E’ stato indetto un referendum che, ha visto una bassa partecipazione della cittadinanza.

    Quindi cari livornesi fra qualche mese quando ci saranno le elezioni la soluzione è partecipare votando altri.

    Lamentarsi a cose fatte è penoso.

    Ciao.

  12. # yury

    Chi se ne frega, l’importate è che il Livorno è in serie “A”.

  13. # GRAN VISIR

    E’ un’altro duro colpo per i cittadini Livornesi dopo la sconfitta dell’IKEA, vivissimi complimenti ed un “grazie di cuore” a chi non ha fatto niente per fermare quest’ennesimo sfacelo ambientale.

  14. # Davide72

    Guardiamo i lati positivi di questa vicenda, che ce ne sono molti, noi livornesi bisogna smetterla di essere disfattisti, cerchiamo di illuminarci di più. Il rigassificatore porta lavoro soldi attrazione industriale e investimenti, sembra poco per il nostro territorio?

  15. # non capisco

    scusate una cosa ma come mai non si brontola per far chiudere lo Stanic, la Solvay, il Lonzi, l’inceneritore sono tutte cose dannose all’uomo all’ecosistema o no?
    Quindi a Piombino devono esultare che a fine settembre l’alto forno della Lucchini chiude cosi saranno tutti disoccupati ma con l’aria da respirare più pulita……
    inoltre il rigassificatore se Livorno non lo accettava c’era pisa disposta a prenderlo e la struttura si spostava solo 1 miglio verso Pisa per lo meno cosi sono stati stanziati soldi al comune che erroneamente con quella cifra ci ha saldato i buchi dell’Asa.

  16. # simone salviato

    che dire.. i primi commenti sono sacrosanti. La prima scritta murale che vidi contro il rigassificatore ero minorenne… ce n’è stato tempo per opporsi, effettivamente, prima che il rpogetto diventasse operativo. ma come molte altre cose, immigrazione massiccia, crisi aritificiosa, guerre preventive, basi allargate, il problema non lo percepisci mai. lo intuisci. Ma lo stato catatonico nel quale versi, rende impossibile qualsiasi froma di lucida consapevolezza. Io credo e ritengo che, come prima cosa, un impianto del genere ci esponga a pericoli di vario tipo, dovuti a negligenze, doli, convenienze, e in utlima analisi, anche terrorismo. la Madonna, come giustamente fa notare il primo commentatore, dovrebbe essere di buon auspicio?! Grazie. Ma come cantava l’ “ormai” bacucco Vasco Rossi, ormai è tardi

  17. # Vinicio

    poi ti fanno le multe se fai il bagno alla Meloria…Aho’ !!

  18. # Frank

    Per mette sto troiaio….hanno dato ai Verdi il contentino del parco della Meloria…e poi nel parco che è vietato ai pescatori amatoriali ci fanno strascia’ i proff…..che grosse prese per in giro ci fanno tutti i giorni !

  19. # DICOLAMIA

    Inutile “dire la tua” ormai la frittata e’ fatta….e chi la toglie piu’ di li quella nave!! A niente sono valse tante campagne anti-gasificatore e tante, tantissime firme, ormai il popolo ha perso tutti i poteri costituzionali, il potere’ e’ assoluto.

  20. # Ci onci

    L’unica cosa ormai e’ sperare che l’abbiano costruita bene.

  21. # memedesima

    speriamo ci salvi la madonna (commento ironico)

  22. # fabio

    @Marcov informati prima di scrivere. Non è stato fatto nessun referendum. Il sindaco lo vietò. Ma purtoppo la maggioranza dei livornesi continuerà a votare quelli che oggi sono al governo di questa citta e che stanno distruggendola. E te sei uno di quelli

  23. # bluno

    il rigassificatore porta pochissimo lavoro e per gente già scelta e non livornese, informati prima di scrivere!

  24. # mau

    Scusami ma una grattatina me la son fatta…boiaaaa dee o cos’é l’Apocalisse?

  25. # mau

    Certo fate I preziosi con la pupû e pipí dei canini e poi su questo nuovo skyline atomico regalatoci tutti a cuccia bha!

  26. # GianKa

    Porta soldi, si ma nelle tasche dei soliti affaristi. A noi resta solo il disastro economico, ambientale e sociale.

  27. # roberto

    salve il rigassificatore è in posizione…ricordo che tre anni fa circa le secche della meloria sono state fatte parco..io sono un pescatore subacqueo da anni e come saprete la nostra disciplina è stata totalmente bandita dalla meloria mentre i pescatori professionisti con reti e palamiti e pescasportivi con canna e lenza sono ammessi..
    la riflessione che oggi più che mai mi sorge spontanea e questa…è possibile che a poche miglia di distanza dal parco della meloria si posizioni un rigassificatore di tale portata e con i rischi annessi ma il pescatore subacqueo ..ricordo in apnea non può usufruire del parco? non è che in questo contesto si sia dato un contentino agli ambientalisti cioè fare parco la meloria e posizionare un rigassificatore?
    c’è un ricorso in atto da parte dell’aampia ma ormai sono tre anni che non si hanno più notizie… basta lo stadio nuovo ma certo

  28. # ramon 56

    …ma levati di torno te e tutti coloro che vogliono andare solo …con il calesse e il cavallo …

  29. # lupin

    Prima che facessero l’Ikea a Pisa speravo che se doveva succedere quel giorno ero a Firenze ora rischio grosso.
    C’è poco da scherzare a Viareggio era un vagone…. fate voi le proporzioni!

  30. # GianKa

    Qui abbiamo una immensa struttura di rigassificazione. Pensa che un singolo vagone cisterna a Viareggio il 29 giugno del 2009 ha creato un disastro che non è esagerato definire “apocalisse” dato che ha fatto più di trenta vittime e ha raso al suolo una strada. Nonostante questo Moretti è ancora premiato ai vertici delle ferrovie. Una vicenda che la dice lunga su cosa ci si debba aspettare nel caso di un incidente anche minimo.

  31. # dat

    Se hai manifestato davvero 5-6 anni fa a maggior ragione dovresti venire domenica. E’ chiaro che l’ecomostro è ormai arrivato. Ma la cosa non può passare sotto silenzio come se fossimo stati sempre tutti d’accordo, felici dell’arrivo della gasiera.

  32. # dat

    guarda che non c’è mai stato nessun referendum, cosa stai dicendo? Il referendum venne fatto sull’ospedale, non sul rigassificatore! informati prima di scrivere…

  33. # Frank

    Per metterlo hanno dato ai verdi il contentino del parco della meloria…

  34. # yury

    il vero problema di Livorno, come dice il grande Spinelli, è che dopo tre sindaci lo stadio è sempre quello vecchio. Riflettete gente, riflettete.

  35. # Arty

    Ragazzi, attendo la valanga di “manine giù”, però vi dico lo stesso che: A) Se guardate la mappa, scoprite che la nave dista da Livorno tanto quanto la città di Lucca! B) Se due serbatoi a 22 Km dalla città sono pericolosi, quanto lo sono le decine e decine piene di “ogni ben di Dio” che si trovano al Costiero Gas e in Raffineria, cioè a due passi dalla città? C) Se una nave ancorata crea un problema ai cetacei, quanto ne creano le decine che ogni giorno solcano quel tratto di mare che ospita almeno tre grandi porti commerciali? D) Se il rigassificatore a 22 Km da Livorno è pericoloso, quanto lo è quello (di identica capacità) che dagli anni ’70 si trova nel golfo di La Spezia, a 6 Km dalla città, a 3 Km da Portovenere e a 600 metri in linea d’aria (!) dal paese di Fezzano?

    Conclusione: non è che state esagerando un tantinello?

  36. # ti vedo

    Ormai non serve a niente lamentarsi. Spero che serva a tutti come insegnamento. Bisogna imparare che quando i signori del palazzo ignorano l’opinione dei livornesi. Ci hanno rotto…

  37. # orabasta

    c’ero anch’io alle manifestazioni non in orario di lavoro, e non sono più studente da 30 anni. Eravamo pochi, vero, ma non c’erano solo studenti!

  38. # Aeklivorno

    Poveri animali marini che non possono difendersi, l’unica mia delusione è questa…per noi livornesi inutile piangersi addosso ora ci si doveva sveglia prima no come usa fare in questa città lasciare agli altri il compito di protestare! Affari nostri ora

  39. # orabasta

    E’ uguale! Anche quello, giustamente, i livornesi non lo vogliono ma quando c’è da farsi sentire preferiscono andare allo stadio, fare le vasche alla Terrazza, stare in casa a rincretinirsi con la televisione!

  40. # Marco e basta

    io non chiedo di “levarti di torno te e tutti quelli come te”…io penso ad energie rinnovabili, a inquinamento zero a impatto ambientale ridotto e rischio sicurezza per la comunità inesistente….

    sei te un retrogrado che pensa che il gas sia il futuro…..informati prima di parlare, ne va del futuro dei tuoi figli!

  41. # Marco e basta

    MAU… non è l’Apocalisse….è solo l’ignoranza di conoscere bene lo stato delle cose…grazie Cosimi i posteri ti giudicheranno e probabilmente intitoleranno una via nei peggiori quartieri di una città che hai distrutto!

  42. # Marco e basta

    Ripigliati….non siamo in democrazia, queste le decidano i vertici come usa fare nelle migliori dittature….pensa la prossima volta chi devi votare!

  43. # Marco e basta

    Rispondendoti alla “VOCE A” rispondo a tutte…mentire è sempre stata una prerogativa politica, la BOMBA OLT è posizionata a 22 km da Livorno e 53 chilometri da Lucca…. pertanto non meriti altre risposte….

    Ti consiglio di informarti bene su questa nostra BOMBA e verificare gli effetti in caso di incidente ed a lungo termine all’ambiente…

    NON STIAMO ESAGERANDO UN TANTINO, SIAMO PREOCCUPATI PER I CITTADINI CHE CONTINUANO A SUBIRE ABUSI DALLA CALSSE POLITICA E PROBABILMENTE CORROTTA

  44. # il polemico

    Caro/a dat…
    dovete continuare a farvi (farci) prendere in giro? Ormai la gasiera è li e ce la teniamo…
    Ormai questa deve essere presa come esperienza per il futuro: la prossima volta meglio muoversi PRIMA e non dopo che le cose sono state fatte

  45. # Ricca

    Tutti criticano. Ma tutti cucinano con il gas, tutti accendono la luce in casa, tutti utilizzano macchina o motorino, tutti vogliono un lavoro, tutti secondo me parlano perché danno aria alla bocca

  46. # SVEGLIAMOCI

    FSRU Toscana, il Terminale di rigassificazione di OLT è arrivato davanti alla costa livornese. Il rigassificatore è il primo impianto al mondo di questo genere e i livornesi faranno, loro malgrado, da cavie.
    In questa sede, vogliamo ricordare, i pericoli, i danni ed il prezzo che dovremo pagare noi ed i nostri concittadini, per l’interesse dei privati (OLT e multinazionali).
    Quali pericoli? In caso di incidente, l’energia sprigionata da una gasiera si avvicinerebbe a quella creata da un’esplosione atomica (circa un megaton: un milione di tonnellate di tritolo).
    In caso di perdite di GNL, si formerebbero delle nubi di gas che, a contatto con l’ossigeno, diventerebbero altamente infiammabili con notevoli pericoli di esplosioni ed incendi.
    Quali danni? Il danno ambientale sicuro è quello al mare e all’ecosistema marino a causa dell’ingente utilizzo di acqua clorata che si riverserà quotidianamente, ed in enorme quantità, nel nostro mare. Uno studio commissionato dal WWF nel 2011 ha analizzando a fondo gli effetti devastanti per l’ecosistema causati dall’utilizzo del cloro per il funzionamento dei rigassificatori.
    Quale prezzo? Il prezzo delle bollette, contrariamente a quanto ripetuto dai sostenitori del rigassificatore, è destinato a salire perché, in caso di mancati guadagni, i gestori verranno rimborsati dal governo italiano fino al 71% . Questa ipotesi è molto probabile perché, a causa della crisi economica e/o del boom delle rinnovabili, si stima che il consumo di gas risulti dimezzato rispetto al 2003.
    C’è qualche vantaggio per i cittadini? Si è parlato di buone ricadute occupazionali e invece saranno pochi i nuovi posti di lavoro che interesseranno realmente il territorio e, comunque, il Movimento 5 Stelle non accetta di barattare il lavoro con la salute e la sicurezza della popolazione. Sono altri, a nostro avviso, i settori in cui si dovrebbe investire per rilanciare l’economia…
    Si è poi parlato molto di “compensazioni ambientali”, cioè di risarcimenti economici per i danni ambientali che il nostro territorio subirà. Noi crediamo che sia immorale e senza senso quantificare una cifra economica “compensativa” per i danni ed i pericoli che abbiamo elencato.
    La costruzione dell’ecomostro è durata otto anni ed è costata più di 800 milioni, come si può leggere in un’inchiesta de “Il Secolo XIX”. Inoltre, ad oggi, non si sa ancora quali contratti abbia siglato l’OLT per la fornitura di gas naturale liquefatto (GNL) e con quali produttori. Sul sito dell’OLT leggiamo solo che “il mercato del Gas sta cambiando” e che si preferiscono dei contratti “SPOT” ai contratti pluriennali, anche perché considerati più redditizi. Inoltre leggiamo la notizia poco rassicurante che in molti paesi stanno nascendo le “Borse del GAS”.
    Ad aumentare ulteriormente la nostra indignazione c’è il paragone fra le dichiarazioni del Presidente della Regione Toscana, Rossi, che leggiamo su “La Nazione” del 17 Luglio scorso, in cui si parla di ricadute positive per l’arrivo del rigassificatore, di grandi opportunità per la cantieristica e per il turismo nautico dovute alle mitiche compensazioni di cui sopra, mentre la Presidente del Friuli Venezia Giulia Serracchiani (del PD, come Rossi) il 23 luglio (5 giorni dopo Rossi) dichiara la sua netta contrarietà al rigassificatore nel golfo di Trieste con il plauso del governo sloveno, il quale aveva già detto no agli impianti di rigassificazione.
    In Toscana abbiamo, evidentemente, il peggiore dei PD possibili. Queste contraddizioni sono l’ennesimo sintomo della schizofrenia politica di questo partito.
    Come liberi cittadini parteciperemo al “Funerale del Mare” organizzato dal Comitato No Offshore per il 4 agosto. Il ritrovo è alle ore 21 in Piazza Mazzini (lato Corso Mazzini). Invitiamo tutti a partecipare.
    Condividi

  47. # SVEGLIAMOCI

    LEGGETE E…MEDITIAMO MOLTO PROFONDAMENTE, C’E’ POCO DA SCHERZARCI SOPRA.

  48. # Davide

    Salutiamo il nostro amato Mar Ligure,siamo all’inizio della fine.

  49. # Argo

    Vorrei ribadire il concetto di Arty, Stanic e tutto quello che è d’intorno equivale, mi dicono, in caso di scoppio, alla potenza sprigionata di diverse bombe atomiche, con un raggio di distruzione di circa 50 km…e protestiamo per il rigassificatore? Ma dove eravamo quando venivano costruiti questi impianti, che hanno dato e continuano a dare lavoro a mezza città?

  50. # Davide

    A già è vero i livornicoli avranno uno stadio nuovo per la squadra di serie A.
    Intanto in mare abbiamo piazzato un bruscolo,che se salta in aria,Livorno diventa come le zone colpite dallo tsunami in Thailandia,Indonesia.
    Che ci vuoi fare continuerete a votare come avete fatto da sessant’anni per i soliti.
    Io no ho intrapreso una nuova forza che non è un partito,credo si chiami movimento.

  51. # Boh!

    .. a parte che non ho capito il discorso di ikea…Pisa…Firenze ma vabbè lasciamo stare. Per il resto giusta osservazione, a Viareggio era solo un vagone… io ho fatto le proporzioni… a Viareggio era a 10 metri dalle abitazioni, qui si parla di 22 Kilometri, la proporzione è impari.

  52. # Boh!

    vedo comunque un sacco di commenti con previsioni apocalittiche, un po’ come 50 anni fa si facevano a proposito dello Stanic…… ero appena nato, ora ho superato i 50…. la raffineria è ancora lì tranquilla in mezzo alle case. Ora ci spaventiamo per una nave a 22 km dalla costa… magari fra 50 anni la nave sarà ancora li tranquilla e i nostri figli/nipoti si preoccuperanno di qualcosa che magari al momento neanche immaginiamo….

  53. # Boh!

    a Viareggio era un solo vagone ma in mezzo alle abitazioni, non facciamo paragoni…..

  54. # luca

    Allora mi si citi un solo dato ufficiale (vanno bene ANCHE QUELLI DI OLT) che affermi che il rigassificatore porti “lavoro soldi attrazione industriale e investimenti”. I posti di lavoro sono al max 30 (dati ufficiali di parte OLT). Soldi in che senso? Ah si all’ASA che ha avuto l’ingresso della partecipata di Genova per evitare il fallimento. Per il resto il gas transita verso il nord europa e ci sarebbe forse se surplus di passaggio un 5% in favore di AZIENDE ITALIANE. Non si parla di energia per civili abitazioni. Attrazione industriale e perche’ mai? Se mai allontana per via della zona di rispetto, il cambio delle rotte aeree e nautiche e problemi seri di sicurezza (vedi i dati di Piero Angela). Investimenti??? Di chi? Non ne parla nemmeno OLT. Io credo che si debba parlare pro o contro a ragion veduta, i discorsi contano poco i dati molto. E i dati gentile signore, le danno non torto, di piu.

  55. # Augusto

    Dato che ce lo dobbiamo sorbire davanti alle nostre coste, gradirei sapere quale sconto sul gas abbiamo in cambio.

  56. # Piero49

    Se porta lavoro e benessere per tutti ben arrivato e finiamola coi falsi moralismi che stiamo morendo di fame

  57. # compagno

    la cosa che mi dispiace di più è come al solito la strumentalizzazione che viene fatta per riscuotere consensi. sarò il primo a scendere in piazza contro il rigassificatore se e dico solo se scendiamo in piazza contro le centrale enel , l’eni o ex stanic, la solvay, le antenne ripetitori dei telefonini, e l’inquinamento da polvere sottili… e tutto cio che mette a rischio la salute di noi cittadini. in questa città invece mi sembra che le proteste vengono fatte solo la dove c’è ritorno di consenso tra la gente…

  58. # monipenny

    Niente sconto Augusto; inoltre lo Stato garantisce le perdite dell’OLT fino al 71% e indovina chi paga?

  59. # mau

    Menomale che non é usanza fare l’inchino davanti tirrenia da parte dei comandanti…Si stava freschi

  60. # Nergal

    Soprattutto i Livornesi dovrebbero aprire gli occhi alle prossime elezioni. Dovranno combattere per introdurre il referendum deliberativo senza quorum, e allora si potranno levare dai coglioni quella specie di bomba atomica a gas.Livornesi e non…; SVEGLIATEVI………..

  61. # Antonio

    Tutti a criticare.. bravi bravi! peccato che poi andate a giro con la macchina a metano per risparmiare ed inquinare di meno! ‘o ignoranti se un volete TAV, rigassificatori e quant’altro, andate a giro con la bici e state in una capanna con le candele!

  62. # asciugati

    veramente 80 cittadini livornesi ci avevano pensato a suo tempo ed avevano fatto ricorso al Tar. peccato che il Tar li abbia anche condannati a pagare circa 8000 di spese perchè non hanno dimostrato l’interesse legittimo al ricorso perchè mancava la firma di almeno una associazione riconosciuta a livello nazionale! più interesse legittimo di cercare di bloccare un progetto così inutile e percioloso? ma su 160.000 abitanti solo 80 ! ora si svegliano tuuti!

  63. # Nergal

    Mr Davide72, a te mi sa che Viareggio non ti ha insegnato proprio niente……..!!!!

  64. # Pasqua

    Io abitavo a La Spezia in quel periodo. C’era una raffineria e Panigaglia. Hanno chiuso la raffineria (e via posti di lavoro!) e infatti ora sono a Livorno. Panigaglia dava noia (ma me ne rendo conto ora) solo per l’inquinamento luminoso. Ma lo dico ora perchè mi piacerebbe rivedere le stelle. Per il resto… le cose si possono fare bene o male. Meglio farle come si deve.

  65. # stefano mantellassi

    Da quando in qua , i disastri ambientali portano valore ad un territorio? Anche se non esploderà, ponendo così fine alle discussione per morte dei contendenti, il disastro ambientale del nostro mare sarà comunque assicurato. Vi sono già altri sistemi di minore impatto ambientale per trasportare il metano. Proprio di questa montagna piena di gas in mezzo al mare, avevamo bisogno?

  66. # Sitara

    Nulla, il prezzo delle bollette, contrariamente a quanto ripetuto dai sostenitori del rigassificatore, è destinato a salire perché, in caso di mancati guadagni, i gestori verranno rimborsati dal governo italiano fino al 71% .

  67. # Sitara

    Nessuno ha l’interesse di fare l’uccello del malagurio, ma se il rischio di esplosione è remoto ma possibile, è sicuro il danno ambientale al mare e all’ecosistema marino a causa dell’ingente utilizzo di acqua clorata che si riverserà quotidianamente, ed in enorme quantità, nel nostro mare. Uno studio commissionato dal WWF nel 2011 ha analizzando a fondo gli effetti devastanti per l’ecosistema causati dall’utilizzo del cloro per il funzionamento dei rigassificatori.
    …. Ma alla gente basta sapere che il Livorno sia in serie A!

  68. # Il Moralizzatore

    Bella cartolina di Livorno 🙁

  69. # Biscottino

    se nessuna parte del mondo l’ha voluto, ci sarà pure una ragione, o no????

  70. # Biscottino

    ma secondo te quanti posti di lavoro porta per i ragazzi livornesi????? io penso ZERO, L’IKEA ne avrebbe portai a centinaia,, ma quella l’abbiamo mandata via. Però se questa cosa è stata decisa dai nostri amministratori…. guai a criticare.

  71. # machecazzodinikmimetto

    portera un notevole sviluppo socio economio al territorio. Ma cosa vuol dire? sono convinto che prima o poi la natura si ribellerà si spera solamente ai danni dei disonesti

  72. # Davide72

    .. scusate ma è la sagra dei commenti ipocriti? Come noi Livornesi del resto, ci sguazziamo nell’ipocrisia!! Dai su forza con il comitato anti OLT, chiamiamo anche i notav e Boicottiamo Tutto, affondiamolo questo mostro di rigassificatore!! Saluti a tutti.

  73. # asciugati

    perchè non ti leggi i risultati dello studio Sentieri del servizio sanitario nazionale sulle statistiche di malattie che riguardano l’area di Stagno?

  74. # Marco e basta

    è l’energia alternativa la soluzione….sei solo un retrogrado che continua a pensare con energie esauribili…
    ti potrei parlare di smart city, smart grid, big data, blueconomy, ecc…
    è la gente come te che pensa che essere contrari alla TAV, Nucleare, Rigassificatori, ecc. significhi voler fare un passo indietro….no caro ANTONIO, sei te che ti affidi ancora a tecnologie passate…. vai a giro ancora con la tua auto ad alto inquinamento!!!!

  75. # Marco e basta

    non TUTTI…..
    solo quelli come te ….. (TANTI)

    TANTI hanno votato PD o PDL (che è uguale)
    TANTI manifestano per il calcio e non per il lavoro
    TANTI spengono il cervello davanti alla RAI e MEDIASET
    TANTI non sono andati a votare contro l’ospedale di montenero
    TANTI brontolano ma poi restano servi….

    A ME PIACE ESSERE UNO DEI POCHI CHE POTRA’ CAMBIARE IL MONDO….TE RESTA UNO DEI TANTI, SERVO DEL PADRONE!!!!!!!

  76. # Marco e basta

    A PARTE CHE LO STANIC DA DA LAVORARE A CIRCA 400 LIVORNESI (l’edilizia a Livorno da da mangiare a circa 1500 famiglie)!!!!
    in caso di esplosione a catena dello “stanic” il raggio di azione molto contenuto , in caso la reazione a catena non si inneschi si avrebbero incendi controllati (e negli anni scorsi qualcosa c’è stato compreso i morti!).
    In caso di fuga di gas…… il raggio di azione potrebbe essere di circa 70 KM, che accenderebbe la reazione a catena dell’ “stanic”, attiverebbe il nucleare del CISAM, senza pensare a cosa potrebbe accadere con Camp Darby…..

  77. # LEO

    il rigassificatore viene posizionato davanti alla costa pisana e tutto l’apparato di terra è posizionato nel comune di collesalvetti
    solamente che a pisa con i soldi avuti ci aprono il canale dei navicelli e a livorno?

  78. # GianKa

    Il principio è identico, sul mare una nube si propaga ancora più velocemente ed è ancora più esposta ai venti, la prima scintilla, che sia dello stesso impianto, della nave guardiana, di un peschereccio, di una qualsiasi nave o imbarcazione di passaggio o addirittura sulla costa, fa lo stesso identico effetto.

  79. # GianKa

    Pensa la prossima volta a non andare a votare piuttosto. Nelle istituzioni non c’è spazio per i buoni propositi. Solo i diretti interessati possono difendere i propri interessi. Affaristi e industriali fanno solo i propri interessi, i politici, di qualsiasi colore speculano e difendono solo i loro interessi.
    Chi dovresti votare, una “sinistra” che nelle sue varie sfumature ha sempre tradito le promesse? una destra che in città non è altro che un circolo di affari? un’opposizione alla cannito o alla grillo che addormenta la gente e non cambia niente? Vedi anche il mov5stelle che ha fatto a parma con l’inceneritore… Nelle istituzioni non c’è spazio per chi vuole davvero cambiare le cose. Bisogna rimboccarsi le maniche e ripartire dal basso.

  80. # Paolo

    Peccato, Livorno era un bel posto dove abitare.

  81. # Paolo

    Il tuo nick la dice tutta sul grado di informazione che hai in proposito.

  82. # Arty

    Ma lo sapete che la rete del gas… è in città? E’ quella che porta il gas alle nostre cucine. E sapete che oggi arriva da un gasdotto che viene da Firenze e che arriva praticamente in città? IN q in caso di fuga di gas da questa che succede? Tutto sicuro?

  83. # Marco e basta

    Commenti ipocriti? noi livornesi del resto ci sguazziamo nell’ipocrisia?…..
    Davide72 se questa è la tua immagine…non meriti altri commenti!

    No OLT, No TAV, ecc. non vuol dire che non vogliamo niente….energie rinnovabili, turismo, cultura, istruzione, sanità, innovazione, futuro…questo è quello che vogliano i NO::::::::,

    mentre (come te ti definisci) i livornesi ipocriti aspettano lo stadio nuovo… io sono NO ALLO STADIO, si aspettano l’ospedale a Montenero …io sono NO OSPEDALE, ecc..

    mi dici qual’è l’ultima scuola costruita a Livorno?
    mi fai sapere come abbiamo incrementato il turismo a Livorno?
    mi illumini per sapere qual’è il tasso di disoccupazione giovanile a Livorno?

    Resta nella tua ipocrisia livornese che ha portato questa città allo sfaccello, io resto delle mie certezze labroiniche pronto a modificare lo stato di cose attuali!!!!!

  84. # vale

    ..ti meravigli a Livorno facciamo sempre così..per tutto, dalla chiusura del Cinema Gran Guardia..a tirare in giù…un manipolo di persone a manifestare e a cose fatte tutta la città a lamentarsi quando è troppo tardi!!!

  85. # piopio

    Mi piacerebbe sapere quanti di quelli che commentano negativamente il rigassificatore sanno come realmente funziona….o parlano sole per …”m’ha detto lo zio der cugino del babbo dello zio di un mio amico …. ” . La raffineria ora come ora è 100mila volte piu pericolosa eppure sono state fatte le manifestazioni per non chiuderla. A me questa mi sembra dimorta ma dirmorta ipocrisia ed ignoranza….

  86. # pasquino

    Sì, ma infatti… “La mortalità femminile nei territorio di Livorno e Collesalvetti è più elevata rispetto alla media regionale. Quella maschile invece è in linea. Tra le cause di decesso con una frequenza superiore alla media regionale ci sono i tumori sia per gli uomini sia per le donne. Questo quadro è emerso ieri dai lavori delle commissioni VI del Comune di Livorno e I del Comune di Collesalvetti riunite in sedute congiunta in municipio a Livorno. L’istituto Tumori Toscano ha infatti finanziato il progetto di studio che sta conducendo l’unità di biostatistica di Firenze legato all’Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica ..etc. etc.” (da La Nazione 31.5.2011) E ancora: “La Commissione, convocata questa mattina dal presidente Baggiani, aveva per oggetto proprio l’interpellanza depositata dalla consigliera regionale, in merito al registrato aumento di alcune patologie tumorali nell’abitato di Stagno.” …..TI BASTA?

  87. # Dan

    Fatela finita ne dovrebbero fare altri! Secondo me chi protesta è sponzorizzato da poteri forti per sviare l’attenzione dai reali problemi del paese!

  88. # Teseo

    VORREI CHIEDERE AI CONTRARI: siete contrari anche ai motorini inquinanti (gas e rumore), ai SUV, e a tutto ciò che di eccessivo e quindi dannoso c’è nello stile di vita moderno?
    VORREI CHIEDERE AI FAVOREVOLI: vi rendete conto quale bomba abbiamo innescata a due passi da noi? Quanto alle parole rassicuranti vorrei che non fossero di parte.

  89. # Ricca

    Marco e basta, ma se te sei tutto no a mangiare poi si viene a casa tua. Con la tua energy economy!! O illuso siamo nel 2013 !! Svegliati!

  90. # enrico

    su decisioni del genere la giunta dovrebbe chiamare il popolo a esprimersi con un referendum, cosa che non è stata fatta, la giunta è espressione di partiti che alle ultime elezioni hanno avuto la stragrande maggioranza dei consensi. I Livornesi sono buoni a protestare per le buche nelle strade, per le eccessive multe, per un centro che stà morendo per mancanza di fruibilità (parcheggi) per servizi pubblici da terzo mondo, per tasse locali tra le più alte in Italia, ma quando vanno al voto lo ridanno ai soliti noti, e allora smettiamola di lamentarci.

  91. # Ricca

    Marco e basta, ma ci dici dove lavori ,te che chiuderesti tutto?

  92. # enrico

    se buttano 10 bombe atomiche fanno meno danno…. boia dè e sei ottimista!

  93. # pro fonti rinnovabili

    Ma te lo sai che oggi le navi gasiere arrivano direttamente in porto?

  94. # compagno

    Ma secondo te le gasiere, bombe viaggianti sul mare fino ad ora dove attraccavano? Ora per lo meno sono a 12 miglia e non a banchina.
    E dell’ Eni cosa mi dici??? Della centrale Enel che ne pensi? I migliaia di litri di carburante che attraversano la città e finiscono nei serbatoi dei distributori non sono pericolosi? La vostra è solo speculazione politica.

  95. # Marco e basta

    certo….che arrivano le gasiere, arrivano le petroliere, e quant’altro….. il rigassificatore aumenterà di 54 volte il rischio nel porto di Livorno….vuol dire che è come avere 1 bombola del gas in casa oppure 54 bombole….
    questo è il problema!

  96. # Marco e basta

    Ricca…SVEGLIATI te siamo nel 2013…l’ignoranza non è annessa… cos’è la energy economy? forse volevi dire blueconomy…ma lo sai di cosa si parla?
    e ti consiglio di rileggere tutto perchè hai tralascito alcuni punti ….per quanto riguarda il mio NO::::….provo a spiegartelo meglio:
    Il mio NO è relativo ai progetti che danneggeranno il futuro dei miei figli,pertanto il mio NO è un SI al futuro sano….i tuoi poitici pensano soltanto ad un presente “ricco”.
    SPERO TU ORA ABBIA CAPITO

  97. # Marco e basta

    Secondo me hai le idee confuse….informati bene!!!

  98. # Marco e basta

    Sei molto confuso….prendi i progetti e vedrai la distanza tra il RIGASSIFICATORE e Livorno e poi quella di Lucca…. Ma non ti preoccupare… Come ben descritto dai report un’eventuale esplosione comprenderebbe anche Lucca… Così sei contento…..
    Informati bene prima di parlare…..

  99. # confuso

    dopo aver letto l’articolo e tutti i commenti sono ancora più confuso. le poche cose che so, sono:
    – rapportando i predetti gas all’aria,hanno due pesi diversi, uno tende a salire (metano),l’altro a mantenersi sul terreno (GPL);
    -il metano non è il GPL (il gas che era nel vagone di Viareggio),quindi non paragonabile il disastro ferroviario con un eventuale perdità dall’olt;
    -a pressione ambiente i due gas non possono essere allo stato liquido,ma tornerebbero al loro stato gassoso;
    -Se ( e sottolineo SE)abbiamo bisogno veramente di un rigassificatore lo preferisco a 22 km in mezzo al mare che vicino alla città;
    -facendo un piccola ricerca su google e digitando “elenco rigassificatori nel mondo” ho scoperto che non saremo i precursori di questa tecnogia
    ma che ne esistono molti (la Spagna ne ha 6);
    capisco sia i contrari che i favorevoli, due cose vorrei dire:
    1)informazioni corrette e non catastrofistiche basate su fatti e ricerche;
    2) costringere chi ci guadagna (sicuramente non noi cittadini) ad investire parte dei ricavi nello sviluppo di teconologie per sfruttare le energie rinnovabili
    perchè il sole di notte non c’è e il frigo rimane avveso, ed il vento non è costante.
    accetto ogni tipo di replica (purchè non offensiva).

  100. # Luca

    Io domenica me ne vo di morto al mare……….

  101. # Arty

    Dici che sarei confuso e dovrei studiare. Ma, a parte che ho una laurea in ingegneria quindi almeno io so di cosa parlo, credo che l’unico confuso sia tu. Infatti non hai risposto a nessuna delle mie domande. Anche sulla mappa, ti sei semplicemente rifiutato di vedere la semplice verità. La distanza di 22 km è dalla costa, non da Livorno, e la nave è davanti a Tirrenia. Ecco perché dista da Livorno tanto quanto Lucca. Basta ragionare per rendersi conto di quanto certe prese di posizione siano intrise d preconcetti. Ecco perchè quello che dovrebbe studiare un po’ di più sei proprio tu…

  102. # Arty

    Ma che assurdità! A Viareggio era GPL, più pesante dell’aria (e quindi in caso di perdita si addensa in basso) ed esplosivo. Il metano gassoso invece è più leggero dell’aria, quindi va in alto. Inoltre, il metano liquido non esplode né brucia, brucia solo la parte che evapora. Inoltre, forse non ve ne siete accorti, ma il metano…ce l’avete in casa!! Una ultima cosa. Lo sapete che in porto a Livorno ci sono dei serbatoi di GPL (oltre a molte altre sostanze pericolose)?

  103. # Antonio

    il gas naturale o metano è un gas che deriva dalla fermentazione anaerobica dei batteri ed è INESAURIBILE! per farti un esempio, si trova anche nelle tue flatulenze… se non si sa è bene non parlare…

  104. # Davide72

    ..l’argomento è stato discusso,passiamo ad altro! Saluti.

  105. # fulvio

    Complimenti,rimango colpito da quanti intenditori ci sono, ma delle tante auto a gas parcheggiate sotto il parcheggio di piazza Attis cosa ne pensate ? Credete che siano meno pericolose? Un saluto

  106. # Marco e basta

    Il fatto che tu sia ingegnere ( A o B non mi interessa) non giustifica la tua ignoranza in materia… C’è uno studio fatto da docenti universitari che smentiscono ogni cosa che dici (http://www.offshorenograzie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5&Itemid=6) E se permetti, considerando che ho studiato bene tutti i loro report quindi non ignoro la materia, confido più nei loro esposti che non in un ingegnere che continui a sostenere che ….a 22 km dalla costa davanti a Tirrenia ci sia la stessa distanza focale con Livorno e Lucca…. 110 e lode!!!
    Ho la terza elementare ma prima di parlare mi informo e valuto per evitare figuracce….
    Ora che hai il link….studia!!!

  107. # Marco e basta

    Antonio…si parla di propano e non di altro gas….a Livorno abbiamo un di gestore Asa ma i gas non vengono utilizzati….
    Quindi vedi che chi è contro il RIGASSIFICATORE è a favore dello sviluppo!!! Ben vengano i gas rinnovabili….
    Se non si sa è bene non parlare…..

  108. # Antonio

    dal GNL si ottiene il METANO.. il propano si ottiene dal GPL.. GNL, che è quello in questione, guarda caso è l’acronimo di gas NATURALE liquefatto.. ma io dico dove cavolo le leggete queste cavolate? volete manifestare, fatelo! ma studiate l’argomento e parlate con cognizione di causa… io parlo da laureato (pochi mesi fa) che ha studiato gli impianti della nave e il processo di rigassifcazione sia dal punto di vista tecnico che commerciale.. e leggendo certe bufale non posso che rispondere a tono, a prescindere dall’essere contrari o meno!

  109. # Dan

    Ora mi auguro che facciano anche un mega inceneritore con recupero energetico! W il rigassificatore abbasso no olt e no tav che sono contro il progresso sono tre gatti e non possono nulla. Andassero a protestare per cose serie! Per il lavoro!

  110. # Ricca

    Caro Marco comunque non hai risposto alla mia domanda e questo fa capire.Proprio perché penso al futuro e so di cosa parlo lavorando in quel settore,dico quelle cose e non mi nascondo dietro un no a prescindere.La guerra va fatta no al progresso ma a chi deve controllare la sicurezza e il rispetto delle regole e non lo fa,vedi Ilva.

  111. # Marco e basta

    Ricca…ma sei per il fotovoltaico su tutte le case? Per realizzare un parco eolico al posto del RIGASSIFICATORE? Utilizzare una Smart grid per accumulatori di energia? Ecc……
    IO SI….TE OVVIAMENTE SEI PER IL NO……VERO.??.

I commenti sono chiusi.