Il punteruolo rosso in città. La scoperta in una scuola, viale Italia a rischio

Mediagallery

Il Punteruolo rosso della palma (Rhynchophorus ferrugineus), un piccolo insetto che ha già causato la distruzione di migliaia di palme in tutto il territorio nazionale, tanto da meritarsi la fama di “killer delle palme”, è stato purtroppo riscontrato per la prima volta a Livorno.
La segnalazione proviene dal Corpo Forestale dello Stato di Livorno che negli scorsi giorni ha rilevato una palma totalmente secca, ubicata nel giardino del liceo Cecioni in via Emilio Zola, che mostrava una sintomatologia tipica di attacco da Punteruolo rosso.
Il Servizio Fitosanitario Regionale, allertato dalla Forestale nell’immediato, assieme alla Di­re­zione Didattica dell’Istituto, ha effettuato un sopralluogo ed inevitabilmente confermato la pre­senza dell’insetto, che presenta una colorazione rossastra ed un tipico rostro ricurvo.
Per cercare di arginare la propagazione del Punteruolo rosso, che se indisturbato potrebbe distruggere in un breve arco temporale importanti alberature, come i filari di palme di viale Italia, dovranno essere attuate tempestive misure di risanamento, secondo le competenze del caso.
La normativa vigente prevede la lotta obbligatoria (Decisione 2007/365/CE; Decreto Mini­ste­­riale 07/02/2011); sulla scia della normativa nazionale, la Regione Toscana ha adottato un “Piano regionale di azione per contrastare la diffusione del Punteruolo rosso”, consultabile sul sito web della Regione Toscana, con specifiche disposizioni del Servizio Fitosanitario Regionale.
Le piante colpite dovrebbero essere abbattute, il materiale vegetale triturato e poi trasportato ed incenerito in appositi centri di smaltimento autorizzati (due in Toscana, a San Giuliano Terme e Stazzema). Il Corpo Forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare eventuali disseccamenti di palme al Servizio Fitosanitario Regionale ed ai Comuni interessati, anche se casi di dubbia attribuzione.

Riproduzione riservata ©

22 commenti

 
  1. # Enzo Solari

    Rivolgetevi ad Arturo Cerulli sindaco dell’Argentario. Là avevano lo stesso problema, ma l’hanno risolto.

  2. # paolo

    il punteruolo rosso fa dei danni inredibili, ammazza e succhia le palme e per ora è inarrestabile!!! in sicilia campania e nelle marche ha fatto strage di piante….
    se questo insetto fa fuori le palme sul lungomare dobbiamo rassegnarci a vedere gli oleandri su viale italia!!!!

  3. # Robe

    Mi vien da ridere (ma si dovrebbe piangere!) a pensare che la nostra attenta e capace amministrazione comunale con tutti gli allarmi che ci son stati ultimamente relativi alla diffusione del “killer delle Palme”, (vedi anche Viareggio!) ha previsto di installare altre palme anche nella centrale piazza Grande… Così potranno ulteriormente distribuire a tecnici forestali risorse per consulenze per la salvaguardia delle palme sul territorio.

  4. # Putin

    e se ne sono accorti prestino! guarda lì in che stato… mah!

  5. # marcovaldo

    Ormai anche le malattie delle piante si diffondono velocemente, ed il punteruolo rosso. Che dire che il consigliere Tamburini, che interviene sempre su tutto e su tutti, ci dia una speranza per la lotta al punteruolo rosso, se era il punteruolo nero, di sicuro avrebbe lasciato correre…..

  6. # Giovannielle

    Nel periodo fascista nel tentativo di colonizzare alcuni paesi africani eritrea somalia libia,sono state importate palme come trofei per abbelire i giardini delle persone benestanti e non solo.
    il territorio italiano come in livorno , sono piene di palme ma e’ evidente che non sono nel loro habitat naturale.
    Non e’ cambiato nulla d allora continuiamo cosi’.

  7. # liburnico

    infatti gli alberi a rischio in questo momento sono le palme e i pini marittmi… appena il punteruolo rosso avra’ ammazzato tutte le palme, pianteranno i pini…

  8. # Samarcanda

    altro che palme a Livorno ci vogliono i salici piangenti….

  9. # enoisipaga

    …tanto, quelle palme, costarono “solo” 15 milioni (di vecchie lire) l’una! E se non ricordo male sul lungomare ne vennero piantate almeno una ventina…

  10. # mario

    belle mi’ tamerici !

  11. # Fox65

    Boia e ora come si fa….. Le devono mette anche nella nuova piazza Grande….. Le palme lasciatele all’Africa da noi meglio qualche pino….

  12. # nedo

    Non importa fare nulla… con la miseria che gira a Livorno se ne andranno da soli!

  13. # dave

    io metteri delle palme finte … cosi’ un s ammalano . ma per davvero eh ..come finte ? de finte .

  14. # dave

    sono avanti c’è poco da dire

  15. # dave

    se poi si va ad indagare perché tra tanti alberi son state messe proprio le palme.. posso andare avanti eh … ma lasciamo stare! ‘Un ci mette l’abeti… no

  16. # asciugati

    boia deh e io credevo che fosse già arrivato da un pezzo ! a vedè tutte le potature a zero che ci sono in giro al punterolo rosso di danni n’è rimasti poi da fà .

  17. # jackfolla

    Ecco perché l’ufficio giardini ha fatto tagliare la bellissima e sana palma che era nella scuola Fagni di via Caduti del Lavoro…Per impedire al punteruolo rosso di aggredirla. E’ stato fregato !

  18. # fenroccas

    Evviva al punteruolo rosso speriamo che le distrugga tutte, rimettete quella vegetazione che fa parte del litorale Livornese no quella schifezza di palme che non appartengono al nostro territorio, poi sono state potate e lasciate andare in altezza sminuzze che recano solo danno, ad un lungomare che altri se lo sognano, prima o poi decollano e saranno guai.

  19. # yuri

    Non conosco bene questo punteruolo, ma, se è veramente così rosso, a Livorno ha certamente trovato il suo habitat naturale

  20. # lorenzo

    Addio le palme!

  21. # VALE56

    il punteruolo rosso lo metterei dentro il Comune…

  22. # Vento di Libeccio!

    Con questo importante e grave problema, difficilmente risolvibile,non sarebbe ovvio rivedere il programma di piantumazione delle palme a favore di qualche essenza arborea autoctona, tipica del clima mediterraneo ?

I commenti sono chiusi.