Ikea, di un livornese il primo scontrino battuto. Folla per il taglio del tronco

Mediagallery

ACI: VIABILITA’ IN AFFANNO? – LEGGI QUI

come di consueto potete trovare la fotogallery, gentilmente concesse da LaNazione.it, in fondo all’articolo

PISA – Una vera e propria folla. E’ questo quanto si è visto all’Ikea per l’inaugurazione in programma oggi 5 marzo. File chilometriche ai cancelli per i curiosi e i clienti che intorno alle 8-8,30 hanno assiepato l’ingresso del magazzino svedese per il taglio del tronco e la successiva colazione svedese con salmone e vodka. Intorno alle 9,15 il taglio del tronco, la versione svedese del taglio del nastro. E alle 9,30 porte aperte per tutti con in sottofondo la musica degli Abba. Presenti anche il presidente della Regione, Rossi, e il sindaco di Pisa, Filippeschi. Nel pomeriggio si è appresa la notizia che è stato di un livornese, Simone Santi, il primo scontrino  battuto dal mega store pisano. Il primo scontrino in generale è stato battuto alle 9:34 e a fare l’acquisto è stato l’ambasciatrice svedese Ruth Jacoby.
Non si sono registrati particolari problemi nella gestione della viabilità.

 

Riproduzione riservata ©

91 commenti

 
  1. # amaranto67

    di derby un ne vincano uno ma queste cose i pisani un ne sbagliano una… complimenti alla nostra classe dirigente che oltre all’ipercoop non sa attrarre una sola azienda desiderosa di trovare accoglienza, ah si una l’hanno trovata, la De Tomaso…

  2. # libecciata

    eureka l’ikea!! si e per cosa? per i contratti che hanno fatto? tutti part time a tempo determinato. Cambierà la vita di quelli assunti: potranno comprare una casa, fare dei figli….. si come no….

  3. # #pupo

    Probabilmente non vincono un derby proprio perché pensano ad altro…..

  4. # arpuli

    Sono livornese D.O.C. ma mi levo tanto di cappello all’amministrzione pisana…purtroppo….

  5. # m

    io faccio prima ad arrivare ai navicelli che all’ardenza…siate meno provincialotti siamo tutti una grande famiglia

  6. # Ninja

    Oh Libecciata…..a casa ci si sta meglio vero? Meglio sul romito che part-time a lavoro, no? Andiamo avanti così. Non c’è male….

  7. # maestrale

    libecciata meglio di nulla!
    è la gente come te che poi si lamenta perche un c’ha una lira e aspetta di diventa milionario..
    se c’è da lavorare anche poco è meglio di nulla non credi???

  8. # Puppino

    Io credo che tra lavorare, anche se part-time ed a tempo determinato, e non lavorare ci sia una differenza abissale. Oltretutto, se non sbaglio, non mi pare che in altre aziende ci siano occasioni di lavoro più interessanti.

  9. # Sorgentiiiii

    Veramente lungimiranti questi pisani. A calcio sono scarsi, ma negli affari, Livorno purtroppo ha tanto da imparare da loro.

  10. # Marco

    Non è questione di fare i “provincialotti”, averla avuto a Livorno avrebbe portato un indotto di lavoro, seppur a tempo determinato, ma ci sono tante alternative a giro da permetterci di rinunciarci? Poi il flusso di migliaia di clienti che avrebbe fatto giovare anche ad attività attigue, per non parlare delle tasse provinciali che paga un negozio del genere…ma tanto noi abbiamo il mare e il calcio e c’importa una…

  11. # Capitan Nemo

    Bèh se l’alternativa è stare sul moletto d’ardenza a farsi le canne……..

  12. # wilem

    libecciataa…. i pisani un ci vedono nemmeno sotto l’aspetto del “progredire” … IKEA docet !
    vedrai alle tre del pomeriggio non affollano i moletti e le sale gioi !

  13. # Marco

    Se conosci qualcuno che fa contratti a tempo indeterminato ti ringraziamo tutti se metti i nomi delle aziende. Grazie dell’informazione utilissima che ci hai fornito qui sopra.

  14. # clay morrow

    Il cappello fossi in voi me lo rimetterei. Andatelo a domandare ai mobilieri che operano nel pisano se sono contenti…
    Senza contare più che la roba dell’ikea fa onco

  15. # Paco

    A me piacerebbe molto si candidasse a livorno un buon sindaco come Filippeschi!!!

  16. # MarMe839

    Tutti a lamentarsi..un cè lavoro..un c’è lavoro come lo vorrei io..è che a dimorti gli garba stare alle slot e sopratutto alle scommesse invece di accontentarsi intanto anche di un lavoro part-time….boia ma prima o poi le chiuderanno eh, con quelle masse di decerebrati li a fa casino e a buttà di tutto in terra nel raggio di 20 metri…poi appena c’è il sole via..al moletto…mi piacerebbe sapere quanti di questi elementi qui hanno provato a entra all’Ikea..

  17. # Il Drastico

    Avete sbagliato: quella in Piazza Attias un è una camera dell’IKEA, ma una corsia dell’Ipercoppe!!!

  18. # MarMe839

    avranno anche fatto chiudere qualche mobiliere..anche se dubito che ci cha davvero i soldi vada all’ikea..in compenso calcola a quanta gente hanno dato lavoro..(a tempo determinato, precisiamolo..sennò qualcuno si sa già che lo precisa..) e quanti ragazzi come me hanno potuto, intanto..mettere un letto e un armadio in casa..senza doversi svenare

  19. # Ninja

    “clay morrow” se uno ha 10.000 € per permettersi una buona cucina artigianale continuerà ad andare nei mobilifici di livello. In caso contrario sarebbe andato o all’Ikea a Firenze o a Navacchio anche se a Pisa non ci fosse stata. La qualità è palesemente diversa, è fuori discussione. Il problema è il Budget. Il resto sono chiacchiere

  20. # Saltamerenda

    Doveva essere qua da noi e non dai Pisani. Quel salotto in piazza Cavour lo terrei a lungo in bella mostra come monito a chi governa questa citta’ ormai senza speranza…

  21. # Saltamerenda

    A Pisa l’IKEA a Livorno il salotto bella gara vai……………

  22. # amaranto67

    nono quello un ni riesce proprio, è assodato.. è piu forte di loro, come di vestissi come la gente normale ma 10 anni dopo… per il resto pero bisogna guarda imparà e sta zitti.

  23. # via bassata

    se una persona vuol comprare un mobile di pregio va ugualmente dal mobiliere
    se invece si vuol comprare qualcosa di economico e forse più pratico si va all’ikea
    poi devo dire che è così anche oggi perche dalle nostre zone andare all’ikea di sesto fiorentino ci vai in 50 minuti di auto

  24. # PdP

    Caro “clay morrow” ma secondo te uno che decide di comprare i mobili all’IKEA sarebbe andato a comprarli da un mobiliere “tradizionale” ?!?… E’ un tipo di cliente completamente diverso… Non per nulla i magazzini IKEA attirano clienti anche da molto lontano rispetto alla loro sede naturale… Basta fare 1+1 e ti rendi conto che sono realtà complementari tra loro…

  25. # libecciata

    Il lavaggio del cervello è servito. Bravi elimosinate un lavoro da fame e anche siate grati.

  26. # mirko

    L’ikea non è concorrenza ai mobilieri pisani. Sono due categorie di prodotti differenti. Io se c’ho 10000 euro da spendere per una cucina, e voglio che mi duri 20 anni non vado all’ikea, ma vado da un’altra parte. Ma se non c’ho una lira oppure non ho stabilità di dimora vado all’ikea, che sia a pisa o da qualche altra parte. L’importante è avere opportunità di scelta. Non è concorrenza sleale, sono cose diverse.
    e’ come le automobili: ad una concessionaria di rolls royce non gliene frega niente se apre una fiat con le panda. Sono target differenti.

  27. # Franco

    Non per difendere l’Amministrazione livornese (l’ho sempre criticata) ma so che la giunta a suo tempo si era fatta avanti per accogliere l’Ikea presso il Nuovo Centro di via di Levante e pare che la dirigenza del colosso svedese abbia preferito aprire a Pisa perché è in una posizione migliore riguardo il bacino di utenza (in quel punto è praticamente equidistante da Livorno, dalla Versilia e dal Valdarno, zone molto popolose). Loro stessi spiegarono che Livorno è situata troppo a sud e poi è da molti anni che volevano aprire nei pressi di Pisa (ricordate Vecchiano?). Con questo non voglio negare che a Livorno c’è il monopolio della Coop tuttavia penso che non sia giusto criticare senza alcun motivo valido.

  28. # mirko

    Prima di tutto: conosci lo stipendio, il tipo di contratto e il livello che fanno? O ragioni tanto per ragionà!!!! La gente con problemi non cerca lavora da fame, cerca lavoro e dignitoso, magari anche precario o a stipendio basso, ma dignitoso.
    Le cose sono due: ho sei un mantenuto e quindi non puoi capire a prescindere le situazioni della gente , oppure sei uno disoccupato che stà rinunciando ad un sacco di offerte di lavoro perchè troppo umili e sei uno di quelli convinti che tutto sia dovuto e che il comune ti debba riservare come minimo un posto negli uffici.

  29. # Franco

    Ikea ha sempre voluto aprire a Pisa (vi ricordate di Vecchiano?) perché là è situata in una posizione strategica, a circa 20 km da Livorno, dalla Versilia, e da Lucca e vicinissima a tutta l’area del Valdarno (Cascina, Pontedera, ecc), tutte zone molto popolose. I dirigenti Ikea hanno sempre sostenuto questa teoria e la nostra amministrazione si era fatta avanti per accogliere il colosso svedese presso il Nuovo Centro. Non avrebbe certo dato fastidio alla Coop perché vendono merci completamente diverse quindi non diamo sempre la colpa alla Coop ed all’amministrazione!

  30. # mirko

    Io so che all’ikea fu proposto l’interporto, cioè una posizione perfetta, ma poi gli hanno cambiato le carte in tavola e gli hanno proposto il nuovo centro, che è molto più piccolo e per le merci più scomodo. Quindi se ne sono andati. E con ragione

  31. # ultimo

    A dire il vero Pisa e’ stato un ripiego perche’ volevano Migliarino cosi’ avevano la copertura logistica della A11 , sono ad Osmannoro e volevano andare a migliarino cosi’ erano alle due estremita’ . Livorno si e’ offerta ma hanno preferito Pisa perche’ piu’ vicini alla Versilia che ha circa 120.000 abitanti.
    Comunque purtroppo le occasioni di lavoro che ha creato Ikea a Pisa andranno a discapito di quanti perderanno il posto per le chiusure a Cascina,Perignano e Ponsacco .

  32. # gianluca

    Per la mia attività sono a contatto ogni giorno con persone che sarebbero più che felici di avere un posto a tempo determinato e part time! Ci sono famiglie che non riescono neanche a mettere in tavola il mangiare! Prima di parlare parla con la gente, vai ai centri di ascolto e senti cosa ti dicono… Io vorrei per la mia città qualunque azienda che investa e dia un po di lavoro e di dignità a persone che ti assicuro sono meno schizzinose di te per il lavoro.

  33. # Carlo the one

    Ah, Pisa? Pensavo fosse a Livorno! Grazie Ikea che porti posti di lavoro in questo paese.

  34. # ugo 2

    le cose non stanno esattamente così ed il sindaco Bacci di Collesalvetti ne sa qualcosa. Bastava unire le forse e proporre l’area di Guasticce che era già bella e pronta ed a quel punto Rossi non avrebbe avuto altra scelta. Ma a Livorno siamo troppo ganzi e gli accordi non si fanno con nessuno .. Coop esclusa chiaramente.

  35. # Ercole Labrone

    ma perchè ragionate per da aria alla bocca??? dopo il no dell’amministrazione pisana a migliarino, ikea aveva accettato la proposta del nuovo centro a Livorno, ma la regione ha concesso agli svedesi l’autorizzazione ad aprire un altro store solo sui navicelli…guarda caso il presidente della regione è pisano…

  36. # maurizio

    Non ci vado nemmeno se mi pagano

  37. # max1912

    Si anche io sapevo che dopo il no di migliarino Ikea voleva Livorno…ma il signor Rossi pisano avrebbe spinto per non rilasciare alcuni permessi sulla viabilità…e avrebbe spinto su Pisa….

  38. # enzo

    Attese 15.000 persone ( ma il 5 marzo non lavora nessuno ) ma ci rendiamo conto che sono tutte uguali soliti prezzi solite cose

  39. # Alfio

    oh Libecciata, e dio come vivi male. Dev’esse proprio brutto un esse contenti mai di nulla. De, ma lèvati e piglia quer che viene. Un te le tirerai mia le cose visto come ragioni. Meglio di nulla eh?

  40. # mata

    15000 persone all’inaugurazione? Boia de’ un ci sara’ mia quarche bella ……ragazza che ti fa sta bene? Fatemi sape’ che vengo! che società di…

  41. # Alfio

    credo che sopravviveranno comunque anche con la tua assenza

  42. # Alfio

    mai pseudonimo fu più azzeccato: sei proprio distruttivo/a. Ma una calmatina e vedere più positivo no? Lo dico per te

  43. # vinicio

    voglio vedè con quali quani si comprano i mobili,e c è una fame si scianguina,fra poco ci litigheremo le cassette della frutta per mettersi a sedè

  44. # Beppone

    L’ikea a Pisa, è stata una scelta di opportunità…autostrada vicina, FIPILI, stazione e aereoporto…non ti credere che sia stato merito dei politicanti pisani, è stata una scelta ponderata del colosso svedese, a Livorno, una cosi grande struttura dove la mettevi?…tutto il caos che ne deriva..parlo di traffico…come veniva gestito e smaltito…poi sappiamo che a Livorno, vogliamo tutto, ma non a casa nostra..t’immagini, quelli di Salviano o Collinaia o Coteto, come si sarebbero incazzati…meglio a Pisa, almeno lì nn rompe i corbelli a nessuno…poi se ci vai o non ci vai..quello è un altro problema.

  45. # enzo

    in 15.000 il 5 marzo non lavorano. mah e poi sono tutte uguali stessi prezzi stessa merce, ri mah…

  46. # Franco

    Livornesiii lasciamoci andare Rossi alla sua ikea!!! Livorno aveva delle aree gia pronte e messe meglio… ora ve ne accorgerete che problemi per raggiungere Pisa in macchina! Si fa prima ad andare a Grosseto!!! Senza strade e con un tessuto urbano del 1000 fanno tutto li… fate voi…

  47. # dav

    A Livorno Ikea non è voluta venire e non entro nel merito delle questioni che hanno deciso di farla aprire laggiù.. Ma hanno scelto immediatamente la popolosa e popolare Livorno venendoci subito per pubblicizzare i prodotti e spargere le riviste… A Lucca, Massa e cittadine vicine non sono state organizzate analoghe iniziative monito che la popolazione Livornese doppia rispetto a Pisa e tripla rispetto alle altre attrae di più di tutti.. Purtroppo invece per noi che non attrae negli investimenti industriali della grande distribuzione e dobbiamo farci 60 Km A/R per avere alternative a pisa dove c’è scelta e risparmio.. Oltre Ikea vedi Esselunga, Mondo Convenienza ecc ecc…

  48. # commerciante

    Ora vi aspetto tutte e tutti alle prossime elezioni, se volete che tutto il resto della toscana sia avanti a Livorno anni luce non votate più PD.
    Qui l’importante sono rotatorie, coop, palme cordoli, far chiudere i locali in venezia, permettere in via Di Franco stese e stese di roba falsa, via Grande sudicia e buia.
    Devo continuare con le baracchine del viale italia?? o la Rotonda con la festa dell’Unità… io non li voterò mai più!!!

  49. # Riccardo

    Tanti commenti messi su da chi per giustificare la differenza fra una città e l’altra sostiene che tutto sia dovuto dagli aiuti dall’alto. Basta farsi un giretto a Pisa per vedere la differenza. Non che sia la svizzera eh ma per ottenere 100 milioni di euro fra comunità europea e finanziamenti privati in periodo di crisi economica SOLO PER RESTAURARE IL CENTRO STORICO (in una città che solo una decina di anni fa poteva essere paragonata a Tirana) significa avere una AMMINISTRAZIONE COMPETENTE. cosa che evidentemente Livorno non ha visto che non si riesce ad organizzare decentemente neanche Effetto Venezia. Il resto lascia il tempo che trova.

  50. # Alex

    e non dimentichiamoci il discorso ESSELUNGA, quella poi… provate ad andare all’Esselunga a Pisa (perchéovviamente a Pisa c’è) e rendetevi conto del risparmio che c’è rispetto all’Ipercoop di porta a terra…
    Ma noi siamo avanti, creiamo concorrenza per abbassare i prezzi … si tra due Ipercoop… grazie Amministrazione

  51. # ultimo

    il problema e’ che nel pisano concessionarie di rolls royce come dici te forse si contano sulle dita di una mano mentre ci sono tante concessionarie di fiat panda e se apre la dacia il mercato glielo porta via…….

  52. # traf

    Alex,

    è inutile che glielo spieghi. tanto li rivoteranno perchè è a livorno è piu’ importante il partito ammimistrativo che la competenza amministrativa

    i livornesi? poeri brodi…

  53. # LIbero 1°

    Mettici pure un sindaco (qualunque esso sia) dipendente del partito, i premi ai dirigenti (però si sono scordati di dirci per cosa se li sono meritati),il porto, il presidente di circoscrizione che si accorge che apre un’altra coop a porta a mare e protesta, ma che strano, a un mese dall’apertura, e che a Livorno se ne è andata anche la coca cola e il disegno è fatto! E ora che non c’è più berlusconi voglio proprio leggere e sentire la colpa a chi la daranno,d’ora in poi.

  54. # Beppone

    a giorni apre l’ikea a Pisa, e mi sà che a Perignano e Ponsacco, ma anche in altre realtà del mobilio, sia della provincia di Pisa e Livorno, si spegneranno definitivamente le luci, e con esse migliaia di posti di lavoro, già ma meno male che c’è l’IKea…con i suoi 400? posti nuovo di lavori

  55. # livornesepuro

    Mia figlia è stata assunta, per adesso fino a giugno, poi si vedrà. L’alternativa che proponeva la nostra amministrazione era quella di fare delle vasche in via Ricasoli oppure di prendere il sole dietro l’accademia. Essendo una sporca reazionaria ha deciso di andare a lavorare.

  56. # livornesepuro

    Sognatelo !!!!!
    Pensa un po’ agli ultimi 20 anni.

  57. # FACCE DA

    basta impedire ai livornesi di raggiungere IKEA tanto per loro va piu’ che bene la ipercooppe.

  58. # FACCE DA

    certo, 400 posti suddivisi tra pisani e meridionali e quindi niente per livorno, ma giustamente l’ikea e’ nel PISANO e i livornesi non ci azzeccano per niente.

  59. # monoreddito2

    “La voglia di partecipare all’evento è tanta per i molti residenti della zona in un giorno in cui lo stesso colosso svedese ha promesso sconti per i primissimi clienti” —> non è vero. non ci saranno sconti “speciali” nè per i primissimi clienti nè per l’inaugurazione. L’Ikea non ha detto niente di ciò.

  60. # Dario

    Certo, meglio accontentarsi. Sono d’accordo sul fatto che non c’è lavoro e quello che si trova bisogna farlo ma se ci accontentiamo non cambierà mai niente. Ti offro lavoro io, 15 euro al mese per tenermi pulita casa tutti i giorni, ci stai? Ti devi accontentare, come dici tu! Fortunatamente nel mondo ci sono persone che hanno protestato e protestano a testa alta invece di chinare la testa e lasciarsi trattare da viziati che preferiscono lavorare per pochi spiccioli invece di pretendere ciò che spetta. Ripeto, se non fosse chiaro, sono d’accordo sul lavorare comunque, io in prima persona, ma non dite che bisogna accontentarsi! Altrimenti non mi stupisco più se ogni anno è sempre peggio del precedente. Buonaserata

  61. # Giancarlo

    AMARANTO 67, PAROLE SANTE E VERITIERE MERITERESTI 5000 POLLICI VERDI NON 162 (CON IL MIO)!!!!

  62. # LEO2

    prima persona ad entrare LIVORNESE
    primo scontrino toscano LIVORNESE

    ale un si fa proprio una xxxx

  63. # emme

    Al di la di tutto, quello che conta è sempre il ricavo, non dell’ikea ma dei posti di lavoro. Non penso, con i tempi che corrono che ci sara’ un grande incremento di posti di lavoro. Molti altri ne andranno persi in altre attività analoghe. I soldi sono sempre gli stessi,piu’ o meno….

  64. # serena

    quante polemiche fate deeeee….

  65. # grandi

    Grandi in 15000 per l’inaugurazione dell IKEA….. o fatevi la foto e metteta su facebook così poteti dare dimostrazione della vostra presenza e dire io c’ero de no non sono mica come te!!!!!!!!! IDOLI !!!!!!!Poi il “governo” ti aumenta tutto e nessuno è disposto a scendere in piazza e dire la loro………ma essere presente all’inaugurazione dell IKEA è molto più importante…….

  66. # mi dispiace

    da tifoso del LIVORNO mi dispiace deluderti dopo tutti i derby vinti l’ultimo disputato il 14/2/2009 abbiamo perso 2 a 1………..

  67. # amaranto67

    libecciata, il lavoro deve andare di pari passo con i diritti econ il giusto riconoscimento del merito e della fatica, il lavoro soprattutto deve poter permettere una vita dignitosa… su questo tutti siamo daccordo. è altrettanto vero purtroppo che non si pranza a forza di idee e principi e che un piatto di pastasciutta un padre deve pur metterlo davanti alle bocchine spalancate dei figli… quindi alla fine, tra starsene a casa per una questione di principio e andare a guadagnare quei 6/700 euro al mese che ti permettono di guardare in faccia la tua famiglia è sempre preferibile la seconda ipotesi… poi te pensala come ti pare.

  68. # amaranto67

    vogliamo parlare dei soldi che han preso dall europa per il PEOPLE MOVER? a pisa (città di 80000 abitanti) stanno realizzando una metropolitana leggera di superficie (tipo quella realizzata a firenze) che dalle periferie (e dall aereoporto) porterà in centro in tempo 0 eludendo cosi traffico, parcheggi a pagamento, o multe per parcheggi impropri.. qui a livorno si pensa invece alle palme, alla riqualificazione culturale senza che ci si renda conto che su questo terreno troveremmo competitors del calibro di Firenze, Siena, Lucca, Pisa, Arezzo… livorno in un territorio ricco di storia come la toscana dovrebbe orientarsi ad altro… mare ed entertainment… ad esempio..

  69. # Sergio P.

    hanno fatto di tutto per non avere concorrenza, hanno preferito pagare un terreno molto di più del suo valore (via del levante) pur di togliere ogni possibilità alla concorrente Esselunga. a Livorno le novità non ci piacciono, siamo diventati vecchi conservatori che tendono solo a preservare quel poco che hanno, pronti a litigare su tutto senza mai proporre niente di nuovo o investire sul futuro.

  70. # Francesco

    E Livorno come sempre, grazie al Cosimi & Company s’attacca al tram… il Comune di Livorno invece di incentivare l’occupazione si preoccupa di costruire rotatorie… il Cosimi adotta simbologie tipo le rotatorie per dire ai suoi concittadini che tra un po’ faranno il giro del tavolino perché a tavola non ci sarà più niente da mangiare…

  71. # Lorenzo65

    Tutti all’ Ikea a mangiare a sbafo i famosi crostini al salmone norvegese e a camminare fieri e orgogliosi sul ” red carpet” dell’evento dell’anno !

  72. # POLPETTINA SVEDESE

    Ottimo, così non devo necessariamente andare a Firenze per mangiare le fantastiche polpettine

  73. # alessandra

    NON HO LETTO I COMMENTI PERCHE’ SONO A BE’ UN GELATO SUL MARE E UN HO VOGLIA …..MA CHE IL PRIMO SCONTRINO E’ STATO FATTO A UN LIVORNESE NE VOGLIAMO PARLA’???

  74. # mau

    Bene bravi ottimi ma ora levate quella boiata da pazza cavour grazie mille

  75. # pablito

    de no, a me invece tocca di lavorare a tempo pieno, ci starei gobbo al moletto a farmi le canne, tutte le fortune a quell’altri

  76. # maurizio

    Boia beato lui

  77. # mark

    amaranto nemmen l’ipercoop perché se confronti i prezzi sono il dopppio piu cari di qelli di Navacchio

  78. # Pinello

    Leggo: …. di un livornese il primo scontrino battuto…. Ecco, Livorno andrà bene quando il primo scontrino battuto, di una grande azienda qui a Livorno, sarà di un pisano

  79. # anarchico

    Come minimo è stato in fila due ore per compra due mestoli.
    Boia che soddisfazione……….!!!!

  80. # mene

    Ecchissenefrega!

  81. # Off

    Ma tanto ora ci pensa il 5 stelle per i posti di lavoro

  82. # mata

    Deh!di chi vuoi che sia stato il primo scontrino?Di un comunista a stelle e strisce livornese!!! ah ah ah ah

  83. # Beppone

    Guarda caso il primo a fare lo scontrino è un livornese…ma va là! Signori miei questi è una bella presa per in giro ehm..didietro ai nostri governanti. mi sembra un piccolo accontentino, degli svedesi, come dire scusateci se abbiamo scelto Pisa a Livorno…Poi a sentire il tam tam della giornata, sembra che i livornesi non ci andava nessuno, i pisani non avevano tempo perché tutti a lavorare, i lucchesi tirchi come sono, non si son fatti vedere, è gli altri sono fedeli cliente di Prato, ma allora, chi ci sono andati in 15000?.

  84. # FACCE DA

    nessuno ti deve garantire niente , figuriamoci una azienda privata…

  85. # commentatore compulsivo

    ma la smettette con questa cosa del lavoro eh, l’hanno messa a 8 km da Livorno non in francia, ci sono già dei livornesi a lavorà… e comunque se apriva a Livorno faceva chiudere parecchi negozietti e giù a brontolare anche di questo.
    menomale è laggiù ai navicelli così il traffico se lo puppan loro, pensate se la facevan al nuovo centro come avevan detto? migliaia di livornesi residenti fra salviano/leccia ecc a invadere questo sito e protestare protestare protestare protestare… un sapete fa altro.
    prosciutti? ci avete ma le ciabatte all’occhi. viaggiate di più e scrivete di meno, scoprite un altro mondo.

  86. # bruno

    Oltre al taglio del tronco, avrebbero dovuto assistere al taglio delle vene di tutto l’indotto del mobile, tra cascina e Perignano

  87. # G

    Fai anche 50 vai!!!

  88. # silvia

    Per quello non serviva l’ ikea.

  89. # Mah,,,,,

    Libecciata…….io ho 50 anni ed ho un lavoro part time determinato…….però mangio e pago le bollette !!!!

  90. # Mah,,,,,

    Forse Cannito ?

  91. # Giovannielle

    ti lamenti pure che ci sono posti di lavoro,
    Cosa vorresti un bel posto fisso da 1700 euri cosi fai famiglia.
    Bisogna lavorare ! .

I commenti sono chiusi.