Ikea a Pisa: sono 28 mila le domande inviate, ora i colloqui

L'apertura è prevista a primavera 2014 a fronte di un investimento totale di 70 milioni

Mediagallery

Un fiume di candidature, oltre 28 mila (28.616 per l’esattezza). E’ il numero dei curricula arrivato a Ikea per ambire a uno dei 200 posti previsti nel nuovo punto vendita di Pisa, la cui apertura è prevista a primavera 2014 a fronte di un investimento totale di 70 milioni di euro. Il termine ultimo per inviare la propria candidatura è scaduto ieri 5 agosto. Facendo un rapido conto si scopre che verrà assunta una persona ogni 150 cv.

Vendita, clientela, logistica e ristorazione sono i settori che verranno ricoperti dai 200 addetti. I colloqui di gruppo e quelli individuali cominceranno in settembre dopo una prima selezione dei curricula ricevuti e una intervista telefonica.

 

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Crociato

    Davanti a numeri di questo genere, come non dare ragione al PD quando chiede che l’Italia si faccia carico dei 500 immigrati al giorno che da inizio estate sbarcano a Lampedusa…

    Solo un razzista potrebbe pensare che non possiamo permettercelo!

  2. # ste

    Bene, anche se in questa situazione ci vedo qualcosa di drammatico, persino grottesco. 28.000 domande per 200 posti. Ci rendiamo conto che miseria c’è da queste parti?! E chi ci governa cosa fa? Pensa alla FI-PI-LI a pagamento e ti fa la supercazzola con parole tipo rindustrializzazione, logistica, area vasta… Area vasta, si, ma di miseria. Già immagino i loro patetici discorsi all’inaugurazione. Ma la selezione dei curriculum, le interviste telefoniche, i colloqui di gruppo e individuali perché non li facciamo anche ai nostri governanti?

  3. # Il fustigatore

    Chiamatelo discorso a cavolo il tuo

  4. # Gino

    Quell’Ikea che non sono stati capaci di portare nella nostra Città?

  5. # un lettore

    un grazie di cuore sindaco!!!!!

  6. # zanzo

    Ma sei fuori? 28mila domande per 200 posti di lavoro questo vuol dire che c’è miseria…… In momenti come questi come possiamo mantenere 500 nuove persone ogni giorno con rapidi conti sono 15mila al mese …

  7. # Sabrina

    Invece di pensare agli immigrati che sono anni che vengono a svolgere lavori che noi non abbiamo voglia di fare, pensiamo alle buffonate che stasera hanno detto i telegiornali “la crisi sta finendo”. Voi ci credete o ce lo dicono per tenerci calmi e tranquilli alla fame per un altro po’?

  8. # anto

    a noi ha fatto schifo che fosse a livorno vero?

  9. # Stefano

    Io gli immigrati li farei venire a casa tua!
    Ma come è possibile fare ancora discorsi del genere?
    Nella nostra Livorno ci sono molte persone che pagano le tasse,hanno la fedina penale pulita,sono persone oneste e magari con mille euro al mese devono mantenere una famiglia!
    Di questi tempi non c’è posto per gli immigrati che spesso vengono qui per delinquere,sicuri di non andare neanche in galera.
    E adesso lo stato dovrebbe preoccuparsi di 500 immigrati al giorno?
    Fammi il piacere…prima di parlare conta sino a 30!!!!
    Le istituzioni dovrebbero garantire i servizi essenziali a noi cittadini onesti e non all’immigrato clandestino o allo zingaro che entra esce dai nostri appartamenti…
    Caro mio rifletti….

  10. # amaranto67

    purtroppo per quanto amara, la verità sta nel discorso di crociato… l’italia di oggi non è capace di aiutare nessuno, nemmeno se stessa….

  11. # susi

    Forse vi e’ sfuggita la vena ironica del commento…..

  12. # france

    Spero sia un discorso pieno di ironia

  13. # ste

    Dato che il mio commento non ha superato la “moderazione”, lo riformulo, sperando che vada per esteso, premessa inclusa. 28.000 domande per 200 posti: dato drammatico. Poi telefonate, selezioni curriculum, colloqui di gruppo, individuali… Ti verrebbe quasi voglia di mandare tutto al diavolo -sono uno dei 28.000-, soprattutto quando vedi persone che ricoprono responsabilità molto più alte di quelle di un commesso IKEA, che ci amministrano, che ci governano, quasi certamente non hanno superato prove del genere.

  14. # Marco e basta

    Sono un po’ lento…..ma non capisco, se sei ironico ho sbagliato a mettere la manina rossa…

  15. # Roby

    LAVORO, LAVORO, LAVORO, LAVORO ONESTO

  16. # Crociato

    Il commento iniziale era ovviamente ironico… sveglia!

    Comunque, vi do un segreto per passare le selezioni: fatevi una lampada per sembrare belli scuri. Inventatevi la balla che avete cognome italiano perché siete stati adottati da una famiglia italiana, ma venite dal Marocco o dalla Tunisia. Dite che non potete lavorare venerdì perché siete islamici. Chiamate razzista il selezionatore appena vi sedete e dite che siete iscritti alla CGIL.

    Assunzione assicurata.

  17. # dav

    Livorno con Ikea avrebbe recuperato molto terreno perso in questi ultimi anni sia dal punto di vista occupazionale del nostro territorio per noi giovani Livornesi e della nostra magnifica provincia e dal punto di vista di attrattiva e di immagine visto che con Ikea oramai tutte le maggiori catene si sono stabilite a pisa ove sulla costa continua ed aumenterà ad attrarre da tutta la toscana e non. Da noi invece si arranca e sia per far spesa (Esselunga Carrefour, Eleclerk, Continente ecc) un livornese deve fare 60 Km per risparmiare ed avere maggiore scelta andando a Pisa. Ora anche per comprare mobili ecc ecc con Ikea e Mondo Convenienza stabilite a pisa naturalmente, si fa stessa cosa! A Livorno queste multinazionali oramai non si insedieranno più difatti ove sono ubicati prenderanno entrambi le città ma intanto pisa ci ringrazia e sorride e noi invece…!? Bene avanti così!!!

  18. # Veronica De Rubeis

    Grazie IKEA! Nel tuo (grande) piccolo finalmente un pò di speranza! 🙂

  19. # Ruby ruba cuori

    Anche il Nocchi ha inviato il suo CV all’Ikea

I commenti sono chiusi.