Scoperta evasione fiscale (2,7 milioni) di 31 “colletti bianchi” e falso cieco

Presentata l'attività condotta nel 2013 dalla finanza

Mediagallery

NELLE CASA POPOLARE CON STIPENDIO DI 3500 EURO, COPPIA LIVORNESE NEI GUAI – LEGGI QUI

Come di consueto sarà possibile visionare il video del falso cieco nel link in fondo all’articolo

Presentata l’attività condotta nel 2013 dalla  guardia di finanza coordinata dal comandante regionale Giuseppe Vicanolo e dal comandante provinciale Fabio Massimo Mendella. Attività che si sono sviluppate su due principali versanti. Da un lato, si sono concentrati gli sforzi operativi verso quelle forme di evasione più gravi e insidiose e, dall’altro, si è cercato di contrastare quei fenomeni di criminalità economico-finanziaria che destano maggiore allarme ed insofferenza tra i cittadini, anche a causa della perdurante crisi economica.
Tra i vari controlli nel corso del 2013, sono state eseguite 31 verifiche fiscali nei confronti di professionisti, contribuenti che spaziano dagli avvocati, ai medici (veterinari, odontoiatri e radiologi), agli studi tecnici di ingegneria ed architettura, selezionati previa esecuzione di apposite “analisi di rischio”, conclusesi con l’accertamento di compensi non dichiarati all’erario per oltre 2,7 milioni di euro e violazioni all’iva per circa 165 mila euro, a fattor comune, per tutte le verifiche fiscali e maggiormente per quelle nel settore dei redditi di lavoro autonomo (nel quale rientrano i professionisti), è risultato particolarmente efficace l’utilizzo delle indagini finanziarie.
Smascherata inoltre una coppia livornese che abitava nella casa popolare senza avere i requisiti (leggi qui).
La guardia di Finanza ha inoltre smascherato un falso cieco. Un uomo di 63 anni piombinese che dichiarava di essere un “ventesimista”, ovvero una persona che possiede solo un ventesimo di vista per occhio con la capacità soltanto di percepire qualche movimento o qualche ombra. Il 63enne è stato smascherato a seguito di pedinamenti e di indagini effettuate dalla finanza. In fondo all’articolo si può anche vedere il video dello stesso truffatore che guida la macchina (anche di notte), legge, parcheggia e firma degli atti della Procura.

Tutti gli altri dati – Il bilancio consuntivo delle attività ispettive svolte sia nel settore tributario che in quello extra-tributario – connotate da una sempre maggiore qualità e concretezza in termini di risultati conseguiti, – è il seguente:

 lotta all’evasione fiscale: ricavi non dichiarati e recuperi di costi non deducibili ai fini delle imposte sui redditi per circa 116 milioni di euro. oltre 15 milioni di euro sono state le violazioni constatate relativamente all’imposta sul valore aggiunto.

lotta al contrabbando e tutela del “made in italy”: sequestrati oltre 800.000 prodotti contraffatti o pericolosi, in quanto privi dei minimi requisiti di sicurezza.

contrasto al traffico di stupefacenti: sequestrati complessivamente circa 9 chilogrammi di droga e denunziate 100 persone di cui 13 tratte in arresto.

Più nel dettaglio, durante i 12 mesi dello scorso anno, sono stati portati a termine oltre 8.500 interventi ispettivi di natura economico-finanziaria che hanno consentito di:

identificare, sul fronte dell’economia sommersa, 286 lavoratori irregolari, di cui 88 completamente in nero.

sanzionare nr. 1.090 titolari di esercizi commerciali per violazioni connesse alla mancata emissione di scontrini e/o ricevute fiscali, su un totale circa 5.900 controlli eseguiti, con una percentuale di irregolarità pari quasi al 19%.

scoprire 62 evasori totali (contribuenti che pur lavorando e guadagnando, non presentano alcuna dichiarazione ai fini reddituali e dell’i.v.a.) e 18 evasori paratotali (coloro che, pur presentando le prescritte dichiarazioni annuali, vi indicano un reddito o un fatturato inferiore alla meta’ di quelli effettivamente conseguiti) con conseguente constatazione di ricavi non dichiarati e di costi non deducibili ai fini delle imposte sui redditi per circa 86 milioni di euro. oltre 11 milioni di euro sono state le violazioni constatate relativamente all’imposta sul valore aggiunto.

accertare 444 reati tributari con la conseguente denunzia all’autorità giudiziaria di livorno di nr. 88 persone, molte delle quali ritenute responsabili di aver presentato dichiarazioni fiscali fraudolente attraverso l’utilizzazione di fatture o altri documenti fiscali relativi ad operazioni inesistenti per un importo complessivo di 5.630.000 euro ovvero di aver emesso fatture per operazioni inesistenti per un ammontare complessivo di oltre 10 milioni di euro. Nei confronti dei contribuenti denunziati alla magistratura sono stati posti sotto sequestro beni immobili, mobili e disponibilità finanziarie, a garanzia dei debiti verso l’erario, per oltre 4 milioni di euro.
Sul versante delle attività a tutela della spesa pubblica, sono stati eseguiti 44 controlli in materia di prestazioni sociali agevolate, con l’individuazione di 19 persone che, al fine di ottenere agevolazioni (circa 50.000 euro) per prestazioni assistenziali, integrazioni al canone di locazione, assegni di maternità e borse di studio, hanno prodotto dichiarazioni mendaci.

70 interventi di polizia economica effettuati nel comparto sanità che hanno consentito di segnalare alle competenti autorità giudiziaria ed asl 46 persone per aver prodotto false attestazioni/documentazioni, finalizzate ad ottenere l’esenzione dal pagamento del ticket in danno del servizio sanitario nazionale.

La lotta alla contraffazione è stata particolarmente intensificata ponendo in essere capillari azioni di controllo, sia sul territorio che nell’ambito portuale, per tutelare i diritti d’autore, dei marchi di fabbrica e della proprietà industriale, con particolare attenzione alla falsificazione dei prodotti made in italy ed alla tutela della sicurezza dei consumatori. la guardia di finanza livornese, nello specifico settore d’intervento, ha eseguito 159 interventi pervenendo al sequestro di circa 800.000 prodotti contraffatti o pericolosi (materiale tessile,calzature, giocattoli, abbigliamento, pelletteria, informatica).

Una menzione particolare merita inoltre l’attività di contrasto al traffico e allo spaccio di stupefacenti. Nel 2013 l’azione svolta si è rilevata particolarmente efficace ed incisiva, pervenendo alla denunzia all’a.g. di 100 persone di cui 13 in stato di arresto, e segnalando all’autorità prefettizia altri 317 soggetti. i sequestri di sostanza stupefacente ammontano complessivamente ad circa kg 9.

Nel settore della tutela ambientale, infine, sono state sequestrate oltre 60 tonnellate di rifiuti industriali tossico-nocivi e circa 140 autoveicoli o parti di essi con la contestuale denunzia alla competente a.g. di nr. 7 persone responsabili di violazioni penalmente rilevanti.

Riproduzione riservata ©

33 commenti

 
  1. # il polemico

    nomi!!!!!

  2. # santovito

    occorre mettere i nomi e possibilmente la foto di queste persone.

  3. # il mare

    Nomi + foto !!!
    Come fanno per i poveracci sorpresi a rubare merendine ai supermercati…

  4. # ultimo

    E’ l’ora di iniziare a fare nomi e cognomi!!!!!!!!!

  5. # Lele

    Giu’ i nomi e pene esemplari!

  6. # fabrizio

    sono molto contento che i vari professionisti siano nel mirino della finanza e che i controlli continuino anche in futuro. come professionista dipendente il sottoscritto paga sempre le tasse sia sullo stipendio( trattenute) sia sulla quota in più in base alle aliquote ,sulla dichiarazione dei redditi, per cui e’ propri l’ira di smascherare i liberi professionisti(veterinari, specialisti . ecc… che evadono il fisco: cosi’ facendo , parlo a titolo personale ,noi professionisti dipendenti , dobbiamo pagare anche al posto degli evasori! le multe siano salate, spero.

  7. # SOLOHELLAS

    A che servano i nomi se non cambiano le leggi.

  8. # fabrizio

    sono inoltre d’accordo con un altro lettore di pubblicare i nomi di quersti evasori, tutti devono sapere..

  9. # voglio piu pulito

    nomi altrimenti notizie non credibili …. solo pubblicità …

  10. # Paolo

    Musica per le mie orecchie. Nomi e foto, sottoscrivo.
    Nessuna violenza o aggressione. Ripristino della Colonna Infame e confisca dei beni.

  11. # libertassino

    COSI’ COME C’è PIENO DI SEPARAZIONI DI CONIUGI FALSE, FATTE AD ARTE SOLO PER SALVARE CASE E BENESTARE…NE CONOSCO PIU’ DI UNA PERSONALMENTE DI QUESTE SITUAZIONI, CON SEPARATI CHE ABITANO IN CASA INSIEME E VANNO ASSIEME A LAVORO ED IN VACANZA. BISOGNA APRIRE GLI OCCHI E PUNIRE CHI IMBROGLIA ANCHE SE HA NOMI ALTISONANTI.

  12. # Federico

    Di solito cerco di fare commenti tesi a placare gli animi e ad incitare al buon senso e al garantismo. Qui invece sono d’accordo coi giustizialisti.

  13. # Topolina

    Chiedo io a qualcuno di alto borgo se legge qui, è giusto che mia mamma paghi 550 di affitto e ne prende 659 di pensione? Con una malattia grave agli occhi e un occhio già cieco ? E non le viene riconosciuto niente? E noi figli senza lavoro che le facciamo la spesa… Con marito malato ! Vergogna date le case e prima indagate bene . Gente malata anziana aiutate chi ha veramente bisogno .

  14. # Topolina

    Chi ha veramente bisognoooooo

  15. # nino

    ma si sapeva quando rendono noto la dichiarazione dei redditi dei professionistici. si nota che prendono meno dei loro dipendenti pero loro fanno la bella vite e l’operaio tira la cinghia.

  16. # aletta

    Basterebbe che tu facessi i nomi alla finanza!!!

  17. # Max1912

    Galera, confisca dei beni, ritiro della licenza e annullamento dei titoli di studio….. Così poi come pagherebbero…. e l’Italia andrebbe meglio, invece che la Ferrari vi comprerete il Mercedes, invece che in vacanza alle Maldive andrete nel Mar Rosso….. Tanto più soldi hanno e più son ingordi…..

  18. # Irene

    La privacy non serve ora…. Dovete scrivere i nomi, si devono vergognare di andare a giro tra chi li riconosce…anche se sono sicura che chi arriva a questo può fare di tutto e mai si vergognerà di niente…ma sarebbe già qualcosa sapere chi sono.

  19. # azzizze

    E noi che si paga le tasse siamo tutti scemi…!!??

  20. # Archimede

    E COGNOMI

  21. # polemico (quello vero)

    primo: non copiare il nickname

    secondo: che te ne fai dei nomi? la verità è questi cosiddetti evasori sono semplicemente persone che se non evadono non sopravvivono! gli sprechi da combattere non sono questi ma quelli della casta e di chi evade portando capitali in svizzera.
    combattendo questi poveracci lo sapete qual’è il risultato? che tutti noi pagheremo il doppio le visite, le perizie e tutti i servizi da pagare a questi “evasori”.

    meditate

  22. # mau

    Invece di chiaccherà tanto chiacchierate con la finanza che c’ė un numero apposta il 117…se avete le prove non solo dicerie inutili…poi tra i professionisti c’è tanta gente giovane che si sta creando un lavoro invece di campare a casa sulle spalle del prossimo…no ė?

  23. # Giovannielle

    I falsi ciechi , chi occupa un casa popolare con reddito da 3500€ il mese insomma chi ruba e ci calpesta moralmente ma in particolare calpeste i bisognosi devono essere esclusi.

  24. # Fox65

    Nomi cognomi professioni e cosi ci tuteliamo poi i vari albi cancellino questi farabutti che rovinano livorno ed i livornesi

  25. # Il Moralizzatore

    tutti indignati… ma poi sono i primi a chidere lo sconticino sulla prestazione.

  26. # bruno

    In aggiunta, pubblicate anche i nomi di chi non paga, da anni: affitti di alloggi comunali, baracchine, posti-barca ecc., per milioni di euro l’anno.

  27. # fanbrizio

    fuori i nomi! E’ inutile generalizzare e mettere tutti nel mucchio degli evasori. Fuori nomi e cognomi, tutti devono sapere e prendere provvedimenti. l’anonimato non paga.

  28. # marco

    Hai ragione, come quei finti separati con stipendio da 3500€ al mese che pagano 12€ di affitto! o tutti liberi professionisti da 20000€ annui che viaggiano con macchine da 50000€

  29. # ugo

    questa è la versione della GGFF… poi fateci sapere come finisce…….veramente.

  30. # ugo

    TI VORREI FARE UNA DOMANDA… QUANDO VAI DAL DENTISTA, AVVOCATO, MEDICO SPECIALISTA LA CHIEDI LA FATTURA???? SICURAMENTE NON PERCHE’ DOVRESTI PAGARE IL 22% DI IVA, QUINDI INIZIA TU AD ESSERE CORRETTO E POI CRITICA

  31. # mah!!!

    avvocati, odontoiatri, meccanici, dentisti, carrozieri,veterinari…. non campano se non evadono????… ma mi faccia il piacere!!!!….
    vorrai forse dire che magari non possono andare a dubai oppurea cortina o magari a londra per il week end..
    pensa che c’è gente che non ha i soldi nemmeno per andare a fare la spesa….. I NOMI !!!!! E SUBITO!!!! non voglio ingrassare chi mi deruba…

  32. # libeccio

    La casta c’è perché ci sono persone come te che giustificano chi evade.
    Ma per favore. Se non avessimo la mentalità di fregare il prossimo non avremo questa classe politica.
    Tutti indistintamente devono pagare le tasse, proporzionalmente a quanto possono. Sono le persone che giustificano questi “poveracci”(come li definisci) che poi magari hanno mega suv pagati grazie al fatto che noi paghiamo le tasse anche per chi non le paga

  33. # Ciacco

    @Ugo
    L’IVA sulle prestazioni mediche…?
    Ah ah ah …. ma mi faccia il piacere!!

I commenti sono chiusi.