Dado, in canile a 13 anni dopo la scomparsa del padrone-clochard e promessa olimpica

Mediagallery

Dado era il compagno di Pino, diventato clochard livornese dopo essere stato una promessa olimpica (due volte campione italiano di Ju Jitzu, categoria 45 chili, e a un passo dal partecipare alle olimpiadi di Seoul se… clicca qui), scomparso il 5 novembre scorso. Giuseppino, conosciuto come Pino, originario di Sorso, in provincia di Sassari, ma naturalizzato livornese, era noto in città perché stazionava sulle scale del Mercato, lato bancarelle. I commercianti lo hanno voluto ricordare deponendo un mazzo di fiori dove di solito stava seduto.
La sua morte ha lasciato solo il suo amico a quattro zampe, Dado, 13 anni. Abitavano in una casa diroccata, ad Antignano, vicino al cimitero e quando Pino è scomparso Dado è rimasto fra quelle mura qualche altro giorno fino a che l’Asl non lo ha portato nel canile per mancanza di soluzioni alternative.
L’appello è quello di adottare questo dolcissimo cane per consentirgli di trascorrere la sua esistenza in una casetta e non in un box. Essendo anziano ha una leggera displasia alle zampe posteriori. Ma è assolutamente buono, per niente aggressivo.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # team46

    speriamo in qualche anima volenterosa di questa città.. e che anche sotto a questo articolo non partano i soliti “pochi per fortuna” commenti fuori luogo…

  2. # Daniela

    Povero tesoro, ha già sofferto tanto … Spero trovi una persona dal cuore d’oro .

  3. # ivano

    Il ju Jitsu sport olimpico? ma quando mai!

  4. # stefania

    Auguro tanto a questo cagnolone di essere adottato da una famiglia che gli voglia bene e che lo accolga per la sua vecchiaia povero piccolo… fatelo ve ne prego! non ve ne pentirete! vi ricambiera’ con tanto amore, io ho una canina e se avessi spazio ne prenderei altri mille ! l’amore che ti danno e’ qualcosa che ti scalda il cuore!

  5. # giulano

    Poooverinooo…..

  6. # memedesima

    io vorrei vedere in faccia le persone che hanno messo i pollici rossi

  7. # La mora

    Sono quelli con un cuore grande . 😛 per loro.

  8. # elena meniconi

    Dado è in un buon canile dove viene amorevolmente curato

  9. # yoghi

    meglio di no, vai,… sono brutti abbestia, è questo il motivo di tanta invidia

  10. # Memo9

    Ciao, si può sapere dove è stato portato?

  11. # Daniela

    Non so, vorrei sapere anch’io … Perché nel canile poverino non mi sembra il caso … Magari in una struttura dove c’è gli anziani che possono amare tanto questo cane buono.

  12. # Caterina

    e tutti i titolari dei banchi al mercato che si professavano grandi amici di Pino, dove sono ora che c’è da dare una mano al suo compagno?
    Io per un amico farei questo ed altro, ma si sa, probabilmente piace a tutti farsi vedere caritatevoli a parole o con un caffè offerto ad un barbone, ma non chiedete un aiuto concreto perchè volteranno le spalle tutti..
    Ricordo anche a tutti quelli che hanno un bel cagnolino di razza e con pedigree, che il canile è pieno sempre ,anche quando non lo scrivono sul giornale, e prima di spendere tanti soldi in un allevamento magari fateci un salto al canile..

  13. # elena meniconi

    in uno dei canili di Livorno.

  14. # Daniela

    Vero, brava Caterina . Io 2 gli ho presi al canile di cui uno molto malato l’ho curato poi mi morì ugualmente … Se qualcuno ci dicesse dov’è stato portato ? Spero invece che gli amici del mercato aiuteranno Dado. Un saluto.

  15. # Caterina

    Boia sei simpatica… se uno fosse interessato a fare un buon gesto, te aiuti….
    E si che da quanto ho capito te lavori o comunque sei volontaria in un canile… Complimenti.

  16. # elena meniconi

    se qualcuno lo vuole adottare basta andare all’ufficio diritti animali del Comune

  17. # Andrea

    Pubblicatelo su facebook e fate girare. Se non avessi un cane io lo avrei già preso e se un anima buona fa un gesto del genere, sono certo che non se ne pentirà mai.

    Loro ti danno la vita per una semplice carezza.

  18. # claudia

    sono l’amica di Pino e mi rivolgo a Caterina. Noi nn abbiamo abbandonato Dado. Io personalmente ho già due cani in appartam sennò avr preso anche lui. Dado nn è in canile ma in una calda e bella pensione. Alcuni di noi del mercato centrale …amici di Pino…ci siamo offerti fi pagare la pensione per Dado a vita se non trovasse adozione. Nel frattempo sono gia state contattate diverse associazioni per cercare una famiglia per Dado. Non si può giudicare nessuno soprattutto se le cose non si sanno. A noi del mercato Pino manca tantissimo

  19. # Sergio un amico

    Pino,
    anima buona umile e generosa ed amico da sempre, che tu possa vivere una vita piu’ serena e tranquilla all’aldila’. La sorte non e’ stata generosa con te, conosco la tua storia.
    Te ne sei andato in silenzio per paura di disturbare qualcuno, consone al tuo carattere ilare e rispettoso verso tutti. La tua scomparsa improvvisa mi ha sconvolto, non ci credo ancora e non voglio crederci. Che Dio ti benedica con la speranza che qualcuno possa accudire e pensare al tuo inseparabile compagno che ti e’ sempre stato vicino ed amato.
    Addio amico mio.

  20. # Daniela

    E brava Claudia, ero sicura che le persone del mercato non l’ho avrebbero abbandonato un cane così e in memoria del suo Padrone, bravi potremmo aiutare pure noi il cagnolone tutti insieme costerebbe niente. Redazione informateci grazie .

  21. # Marta

    …dado. Era il mio cane,quando a vent’anni,abitavo con il mio ex compagno e i miei figli,all’interno di Villa Pendola. In seguito ad un’incendio,lasciammo frettolosamente l’edificio. Pino e la volontaria Claudia,si occuparono di lui e della sorella,Bocca. In precedenza,avevamo lasciato alle cure di altri il cane,venni a sapere che lui e la sorella,fecero danni ad antignano e che pino,si prese cura di lui..perchè i volontari,lasciarono quasi morire di stento i cani. Pino,s’è occupato di lui,come un figlio,e dopo la morte del suo amato Billybillyy,ancora di più.. Chiunque,prenda in custodia Dado,cerchi di amarlo,nello stesso modo,incondizionato di Pino. Sicuramente,molti si chiederanno perchè,non mi sono presa cura di lui,e non lo prendo con me. Ma ho un figlio,allergico agli acari,cosa che rende impossibile la convivenza.. grazie

  22. # elena meniconi

    Marta , era meglio se stavi zitti. non fa certamente una bella figura. e non cerchi di insegnare alle persone di amare un cane

  23. # Marta

    era meglio se stavo zitta cosa? sai per caso quanto mi è costato dover abbandonare,si abbandonare il mio cane? eh? non devo insegnare a nessuno,tantomeno a te ad amare un cane. I miei figli,e i miei cani,abbiamo rischiato di morire quella notte nell’incendio doloso,appiccato da ignoti abitanti d’antignano perchè i cani disturbavano. Mia figlia,nata prematura,per aver respirato ossido di carbonio,quella notte,fù trasportata alla clinica ruch a pisa,dove in coma ci è rimasta due mesi. Come potevo occuparmi,di lui,se passavo le mie giornate a Pisa? eh?

  24. # LIVORNO

    marta non te la prendere le persone parlano solo perchè hanno il dono della parola e giudicano senza sapere!!!!!! credo che tra un cane e un figlio non ci penserei due volte su chi scegliere!!!

I commenti sono chiusi.