Coperte sulla targa per passare dal varco Ztl. Maxi multa e sequestro dell’auto per 3 mesi

Mediagallery

Da oltre tre mesi attraversava il varco elettronico di corso Mazzini coprendo la targa posteriore della sua Fiat Bravo con borse, zaini, coperte e giacche riuscendo cosi ad eludere la videocamera e le sanzioni per il transito in Ztl senza autorizzazione. Ieri pomeriggio gli agenti della Sezione di Polizia Giudiziaria- Investigativa della Polizia Municipale di Livorno sono riusciti a cogliere in flagranza il “furbetto”.  La segnalazione, pervenuta a novembre dall’Ufficio Telecamere della Polizia Municipale, ha dato il via ad un’intensa attività info-investigativa fatta di appostamenti e verifiche incrociate che ha permesso agli inquirenti di individuare dapprima l’arco temporale in cui il veicolo si presentava al varco e successivamente identificare lo stesso. Le indagini sono state rese particolarmente difficoltose dal fatto che il mezzo transitava saltuariamente dal varco e non mostrava alcun segno identificativo, se non una parte della prima lettera della targa ed un danno nei pressi dello stemma sulla parte posteriore.
A questo punto è bastato attendere che in un giorno qualsiasi, ieri, il responsabile mettesse  in atto il comportamento scorretto per riuscire a cogliere sul fatto il veicolo ed il suo conducente. Gli agenti in breghese della sezione Polizia Giudiziaria – Investigativa hanno quindi fermato l’auto e verificato che sulla targa era stato adagiato uno zaino. E’ scattata la sanzione per transito in Ztl senza autorizzazione, ma anche la sanzione prevista dall’art. 100 commi 9 e 11 per “aver occultato la targa rendendola illeggibile attraverso l’apposizione di un rivestimento non autorizzato” che, oltre a prevedere il pagamento di una somma di denaro, ha permesso agli agenti di sottoporre il veicolo in questione a “fermo amministrativo” per 3 mesi. Da ulteriori accertamenti è risultato inoltre che il mezzo circolava nonostante il “provvedimento di fermo fiscale” ed è quindi scattata un’ulteriore contestazione che ha portato l’ammontare del verbale ad una cifra che si aggira intorno ai 930,00 euro.
Non finisce qui perché nei prossimi giorni al proprietario del veicolo verranno notificate ben 12 violazioni del Codice della Strada per transito in Ztl senza autorizzazione per un ammontare di oltre 1.000,00 Euro.

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # Ivano

    Ben fatto!..basta con questi furbetti!

  2. # valerio

    si ma le devono fare in piazza Cavour perché e un continuo via vai.

  3. # sOloMeLoN

    Neanche potete immaginare come godo quando c’è uno che fa il furbo e la paga con gli interessi.

  4. # leo2

    a Livorno le ztl fanno acqua da tutte le parti. Da c……. un comportamento del genere

  5. # pasquale

    E s’è sistemato… gli conveniva andare a rapinare una vecchia, rischiava meno!

  6. # Pinello

    Evidentemente non conosceva il detto “tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino!” Ben gli sta!!!

  7. # Elena

    I soliti furbi da 4 soldi, pensano di fregare tutti ,ma poi ci rimettono e la pagano salata. A Livorno di questi fenomeni e’ pieno….direi inciviltà’ condita da ignoranza….ora paga e taci!

  8. # Raul

    Sono contento, così impara a fare il furbo!!!

  9. # paco

    Dire durino e’ far complimenti al marmo di Carrara e comunque sia se l’e’ proprio cercata.

  10. # ghiozzo di bua

    Ma a cosa o a chi servono queste zone ZTL che dopo 300 metri in piazza attias possono circolare le auto ?

  11. # tapioca

    questo è un altro tonaone come quello di ieri beccato dalla moglie ,tutti i nodi vengano al pettine

  12. # mario tellini

    Come al solito non pagherà niente,comunque queste azioni tese a smascherare i “furbetti” sono lodevoli . Un plauso ai V.V.U.U. ed una maggior attenzione al percheggi selvaggio dei furgoncini che circolano per la città

  13. # LIDO

    Sinceramente è stato poco furbo,ci sono 1000 modi per entrare dentro senza passare dai varchi…..

  14. # Alpassa

    Piazza Cavour va sistemata come viabilità perché è uno scandalo viario. Divide in due la città e costringe a percorrere decine di km per pochi metri. Casomai colpirei i furboni delle aree pedonali di via Ricasoli e piazza Cavour che imperversano ad ogni ora con grave rischio dei pedoni.

  15. # leo2

    in piazza Attias le auto non possono circolare
    siamo noi tutti che ce ne freghiamo e da via roma invece di girare a destra andiamo a sinistra
    è quello che poteva fare anche l’automobilista SENZ’ALTRO GLI COSTAVA MENO

  16. # Marco Sisi

    Ecco perché l’Italia va male. Il “furbo” non è stato abbastanza furbo perché poteva non essere beccato se l’escogitava meglio.

  17. # Malizioso Troll

    Comunque giusto ieri pomeriggio ho visto uno con un’auto, non mi sembrava una Bravo, ma una Toyota, azzurra metallizzata con zainetto azzurro sulla targa posteriore, che entrava nel tratto “ZTL” corso Mazzini come se niente fosse. Per cui sembra che questa sia un’abitudine diffusa.

  18. # Tazio

    Fossero questi i problemi…state mettendo alla gogna una persona che viaggiava su una strada a divieto di transito, mica un pedofilo!! A Livorno si sta espandendo a macchia d’olio un moralismo inutile.

  19. # Mattia

    Direi normale livornesità

  20. # mau

    Ci vorrebbe una targa alla 007 pigi il pippolo e zac…targa finta e poi zac…targa vera e via col vento

  21. # luca

    Complimenti per l’ardua ed estenuante operazione di search & destroy: obiettivo colpito!!!
    Però i marciapiedi di C.so Mazzini e zone limitrofe, son sempre pieni di deiezioni dei cani…..

  22. # Barbarica

    Oltre alle deiezioni di cani ci sono sempre gli incivili che con le biciclette vanno a razzo sui marciapiedi ed in contromano. via Cecconi all’angolo,di corso Mazzini ne è un esempio. Senza contare che vicino ci sono anche le scuole… E se gli dici qualcosa ti becchi pure un vaffff.. Senza passare dal via…..

  23. # MARCO

    Cosa ci combinano le cacche dei cani?

  24. # Roberto

    I furbi ci sonno da tutte le parti; speriamo che la legge si compia.

I commenti sono chiusi.