Casa in legno, il proprietario: “Voglio una risposta entro la settimana o salgo sul tetto con un cappio al collo”

Mediagallery

LA POSIZIONE DEL COMUNE – LEGGI QUI

“Se non avrò una risposta entro la fine della settimana salgo sul tetto e mi metto un cappio al collo. Voglio proprio vedere cosa succede”.
E’ pronto ad azioni clamorose Raffaele Magri, proprietario della ormai famigerata casa tutta in legno (abusiva) costruita al Limoncino. Magri sostiene di non essere ancora stato contattato dal Comune dopo che l’amministrazione comunale, fra il 12 e 13 gennaio, gli aveva risposto sulla stampa spiegando, in estrema sintesi, di valutare la possibilità di trasformarne la destinazione dell’abitazione ad uso pubblico aprendo alla possibilità avanzata dallo stesso Magri di farla visitare alle scolaresche. “Inoltre, devo dire di non essere stato ricevuto quando sono andato a chiedere spiegazioni direttamente in Comune”. “Il timore – prosegue l’uomo – è che la vicenda finisca nel dimenticatoio e che un giorno trovi i lucchetti alla casa senza saperne nulla”. Per questo Magri è pronto a dare battaglia. “Se non avrò una risposta, lunedì metterò in atto questa protesta. Se vogliono abbatterla allora devono buttare giù tutta la collina”.

 

Riproduzione riservata ©

54 commenti

 
  1. # brillo 58

    non lo fare, il proprietario di una specie di igloo in cemento costruito abusivamente al Limoncino, provò a protestare montando su un traliccio minacciando di buttarsi giù è l’unico edificio abusivo fatto abbattere dal Comune

  2. # Pino

    Si, indubbiamente un po’ brillo devi esserlo.

  3. # francesco

    e la devi demolire! E il Comune non l’ha detto da nessuna parte che la vuole far visitare alle scolaresche!

  4. # Caterina

    ora minaccia e alza la voce pure??
    Hai costruito un edificio abusivo, per quanto ne sappiamo potresti aver completamente ignorato le norme di sicurezza circa l’agibilità del terreno e la struttura dell’edificio, non hai rispettato la legge e pretendi anche di avere due citti di resto?
    Allora vale tutto! Gente andiamo a prenderci un terreno al Limoncino e facciamoci tutti una bella villetta,tanto poi basta fare i prepotenti come lui…
    Ma io domando e dico…

  5. # patrizia

    de sei ganzo te è abusiva, la gente come te hanno rovinato le colline finora un hai pagato nulla e ora pretendi,le case abusive vanno buttate giù senza tanti discorsi.

  6. # Stefano

    demolire e via, poi discorsi e azioni dimostrative.
    demolire quella e tutte le costruzioni abusive

  7. # bono

    Oh nini….. un sei nessuno per dare l’out out al comune. Sei in torto marcio. Molla che ci fai più bella figura!!!

  8. # Pippofranco

    Facile così…tutto abusivo poi si minaccia di ammazzarsi e si pretende di condonare….è l’ora di finirla con questo andazzo!! demolire e fare il conto di quello che è stato evaso!!

  9. # luigi corti

    La tua casa inquina, non rispetta le regole e l’ambiente, quindi meno sceneggiate: hai sbagliato a costruirla pensando di farla franca come tanti che la pensano come te. Chiudila qui e mettiti l’animo in pace.

  10. # Libero

    Avanti con la demolizione, le regole vanno rispettate, altrimenti mi faccio la casa abusiva anche io e quando me la contestano minaccio il cappio al collo….troppo bello ragionare all’italiana maniera. Livornesi so che è difficile da capire ma le regole e le leggi vanno rispettate! Guardate come si sta riducendo la città . Un livornese!

  11. # valeria

    Per quanto bella, la casa deve essere abbattuta in quanto abusiva…noi l’imu si paga!!! perchè dovrebbero concedergli la grazia???

  12. # Poujji

    Ma pensi anche di aver ragione?? ABUSIVO è ABUSIVO! E se è abusivo va buttato giù! E’ inutile che fai le ripicchine, dovevi pensarci prima.
    “Deh ma l’ho fatta io con le mie manine ed è un opera d’arte”.
    Allora prima di tutto, se permetti, non lo decidi te se è o no un opera d’arte e a proposito di belle case abusive ti farei andà a vedere che popò di splendide ville ci sono sul Vesuvio e un si peritano mica a buttarle giù!!

  13. # laura

    oltretutto la sovrintendenza ha dichiarato che la casa non ha alcun valore artistico

  14. # troppabiada

    io tidenuncerei per procurato allarme!

  15. # io

    Il discorso è davvero semplice: è abusiva, va demolita, basta finito, risparmia tempo dai retta a me.

    Non esiste una legge “Abausiva ma bellina, allora se batto i piedi e piango un pò me la fanno tenere”.

  16. # mima

    e vuoi avere anche ragione e alzare la voce?

  17. # bilo

    anni fa mio figlio con i suoi amici fecero una mini casina in giardino (1 metro x 1 metro), l’avessero a fare! Manca pochino finisco alle sughere, la buttai giù, c vollero 5 minuti perché era veramente piccola, da quel giorno ho imparato la lezione e in giardino non c faccio più nemmeno l’albero di Natale. Quindi caro mio fai cosa ti pare, ma quella casa deve venire giù, e subito!

  18. # Lory

    …..e ci dovevi pensare prima…facile piangere sul latte versato!

  19. # fabio

    Il cappio al collo ce l’hanno tutte le persone oneste che pagano le tasse senza fare i furbi abusivi. Si vergogni questo signore che pretende pure di avere ragione.

  20. # voglio piu pulito

    Tutte belle parole …Siete sicuri che vengano usate le regole in ugual modo per tutti ?!? No ve lo dico io e il signore deve essere trattato in ugual modo ad altri perché a Livorno le regole non sono uguali per tutti questa é la realtà su quella collina ci sono centinaia di casette brutte al più non posso e abusive come la sua e da anni e non vanno giù… Come mai ???

  21. # ivo di bodda

    ma senti questo oh, io per una casina in legno un terzo della sua, accatastata regolarmente ci pago uno stonfo di Imu senza considerare quello che ho speso di geometra e contributi comunali… ma peppiacere……

  22. # asciugati

    boia deh oggi Marcello Dell’Utri, accusato di aver costruito nel 2009 una casa di legno senza autorizzazione, oggi è stato condannato a 8 mesi e 10.000 euro di multa ! La vedo dura per il sig. Magri che penso sia molto più debole dell’amico del cavaliere.

  23. # Lory

    Come si dice a Livorno…e chi sei te? figliolo della gallina gialla?

  24. # mau

    ma state boni l’avrà detto in un momento di rabbia!La casa non ha fondamenta quindi magari poteva essere inquadrata come baracca e non casa..che si lasci dov’è facendoci magari una mostra di oggetti in legno visitabile da tutti..

  25. # Ceccobeppe

    Concordo che l’abusivismo e’ da condannare però dico: ma il comune non se ne era accorto prima? Perché non ha agito da subito ? Perché gliela ha fatta finire e gliela ha fatta portare avanti per 7 anni circa? Inoltre: quante ville a montenero ci sono che hanno sottotetti praticabili non abitabili che in realtà , e’ noto, siano camere di lusso con bagni? Oppure garage contigui ai salotti che in realtà sono cucine di 30 metri quadri? Oppure seminterrati non abitabili che in realtà sono saloni con bagno e cucina?

  26. # bono

    No anche te un hai capito!!! Giù la sua e PURE le altre!!!! Capito ora???

  27. # dekette

    dè e devi èsse Modigliani…

  28. # Eljs

    Ma che insegnamento sarebbe per i bambini? La casetta sarà pure carina, questione di gusti, perché a me nelle foto risulta anche un po’ inquietante. Portare le scolaresche a visitarla a parte i rischi circa l’agibilità ecc. farebbe passare il messaggio sbagliato ai giovani e cioè…cosa dovrebbe spiegare un insegnante?…Guardate bambini che bella, l’ha fatta un signore senza autorizzazione e senza aver pagato le tasse..quindi in futuro fate come vi pare tanto poi con le minacce ve la cavate…no mi dispiace se ha sprecato tempo a costruirla ma non l’ha mica obbligato nessuno, ha fatto tutto a suo rischio e se ci teneva tanto la metteva in regola

  29. # Zato

    …..la risposta è…..LA DEVI DEMOLÌ !

  30. # anonima

    Peccato perché è molto bella…….però se deve demolirla lui la devo demolire tutti quelli che l’hanno costruita abusivamente……altrimenti è un ingiustizia per una sola persona se devono fare pulizia la faccia come si deve,è inutile che ne demoliscano una e poi ce n’è un battaglione abusive!!!

  31. # POVERALIVORNO

    Accomodati pure

  32. # marco

    Caro Artista..se cosi ti definisci…la baracca di legno la devi demolire,le leggi vanno rispettate…Vedrai se eri in Australia ti passavano le ruzze ecc….ti ci muravano dentro e un bel multone…….

  33. # stefanobolgheri

    È vero che nella collina ci sono altre casette abusive,ma è anche vero che sono li da 25 anni e che sono di misure estremamente ridotte e pertanto un po’ tollerate, non mi riferisco a chi ha fatto ville!!e case! rispetto a quella del signore in questione,che non si accontenta,e sembra voglia fare come gli pare!probabilmente se si fosse accontentato di un oggettino di 20/25/ metri,che in più occasioni per regolamentare è stato anche promesso dal sindaco e che a tutt’oggi è nei punti programmatici del pd per risolvere una situazione che riguarda 3000/4000 preselle,che tra proprietari e familiari riguarda almeno 8/10.000 persone!!!!……ma si parla di piccoli manufatti propedeutici alla agricoltura amatoriale,non case,ma oggetti di piccole dimensioni max 28 metri che consentano il ricovero degli attrezzi,per coltivare verdure,frutta,olio,vino ect per autoconsumo familiare e di questi tempi si sa che molti di noi non possono nemmeno permettersi la verdura,figurato olio e vino………..questo signore sta creando problemi sopratutto a quelli che si accontentano di fare l’orto e curare i polli,e di avere un tetto per mangiare un panino,nella vita bisogna anche accontentarsi……….

  34. # Disincantato

    anch’io concordo sul fatto della tolleranza zero sull’abusivismo ma ricordo anche che già 30 anni fa di villette abusive ne esistevano a decine e che con gli anni e i vari condoni sono state (credo) tutte sanate. Questo cittadino ha senz’altro torto ma a causa dei provvedimenti criminali dei vari governi che hanno condonato qualsiasi cosa, questo cittadino rischia di avere un pezzettino di ragione.

  35. # mirko

    Allora non avete capito nulla!!! il comune se ne approprierà, e il signore vorrebbe renderla pubblica e continuare a gestirla per mantenerla integra ( è tutta di legno!!! ).
    e’ un paradosso buttarla giù e lasciare le baracche

  36. # mirko

    anche perché ci ha messo tutto l’amore e il tempo per crearla si sa che a Livorno non capiscono nulla di arte…. NON VUOLE NULLA, VUOLE SOLO SALVARLA…

  37. # alessia

    non sono d’accordo sulla demolizione della casetta….sara’ anche abusiva,ma potrebbe ,con le dovute misure, diventare un’ottima attività didattica….il Comune solo dopo 7 anni si accorge che è abusiva, solo ora che è completata?

  38. # ste

    Io ho capito che una casa, per quanto in legno, è dotata di energia elettrica, impianti e poggia su delle fondazioni (che non possono essere in legno…). Quindi impatta sul territorio, come impattano altre case abusive della zona. Quindi, nel rispetto dei livornesi onesti e del fatto che in quell’area non si può costruire, PRENTENDO che gli edifici abusivi, questo compreso, siano rasi al suolo e la zona sia bonificata. Il resto sono palliativi che non mi interessano. Ma poi gestire cosa? una casa in legno nata per caso, non a norma sotto ogni punto di vista… Chi se la prende la responsabilità di farne un oggetto d’uso pubblico????? E se anche fosse, per la gestione (non si capisce di che…) ci vuole una gara… Demolire è l’unica soluzione; ma demolire la mentalità del “bada lì” è ancora più difficile!

  39. # valerio73

    ….ma quanti discorsi, è abusiva?! e allora deve andare giù come tutti gli altri abusi….
    ….la legge è o no uguale per tutti????
    ….le opere d’arte stanno nei musei non sui terreni agricoli!!!!

  40. # Lory

    Sinceramente Sig. Magri , la sua frase mi suona quasi come un insulto verso tutte le persone che ogni giorno si suicidano o per una malattia o per chi perde il lavoro e non sa più come andare avanti. La sua, mi perdoni, è stata una sua scelta, nessuno l’ha obbligata a dedicare 10 anni della Sua vita a costruire questa casetta….se ci teneva tanto, certamente la doveva fare ma chiedendo tutti i relativi permessi che Lei sicuramente sapeva occorressero, quindi mi chiedo: perché non li ha chiesti? Sicuramente anziche 10 anni ne sarebbero occorsi 12, ma se ne valeva la pena….

  41. # Gabriele

    Prima di commentare ho conosciuto la questione in oggetto e non per sentito dire, ho parlato con il sig. Raffaele, proprietario della casetta incriminata e chiaramente ho visto la casetta di legno circondata dagli ulivi, peraltro dopo un giro panoramico tra le bettole e le sudicie topaie che la maggior parte di voi chiama annessi agricoli. Quindi, con cognizione di causa posso affermare due cose importanti: la prima e’ che il sig. Raffaele non ha la minima intenzione di fare la guerra al Comune ma vuole solamente cercare una soluzione, anche onerosa, che soddisfi tutti. La seconda e’ che non finirò mai di stupirmi della povertà dell’animo umano, che in ogni occasione in cui dovrebbe mostrare un po’ di solidarietà nei confronti di un uomo che non ha fatto male a nessuno, spara invece sentenze a vanvera e si compiace anche di averlo fatto. Al posto di una casetta di legno vi meritavate una bella discarica, magari abusiva, magari di rifiuti speciali, così vi sareste sentiti a casa.

  42. # Junior

    La fantomatica casa in legno senza fondamenta costruita su terreno di proprietà di Raffaele Magri è abusiva, questo è vero.
    Ma inutile girarci intorno, questa non è un semplice immobile abusivo in lamiera o cemento, è un’ opera d’arte. Il proprietario chiede, legittimamente, al COMUNE DI LIVORNO di prendere in CARICO LA GESTIONE DELLA CASA per fini DIDATTICI, dove poter realizzare progetti SOCIALI E CULTURALI. Questo chiede semplicemente Raffaele Magri, che per vedere realizzata la sua idea ha speso tempo e fatica. Io sono per la legge, ed è per questo che secondo il mio limitatissimo punto di vista, prima di buttar giù la casa di Magri il Comune di Livorno deve demolire le numerose case CON FONDAMENTA abusive, demolire immobili costruiti su terreno franabile pericoloso per le persone, smaltire e demolire immobili con tetti sempre in amianto.
    Se tutto ciò avviene, allora si, la casa in legno dovrà essere abbattuta, ma fin qui solo accanimento……..secondo il mio punto di vista….

  43. # Armando

    Peccato non sia stata fatta la discarica , almeno tutti gli abusi del Limoncino non sarebbero stati minimamente toccati. si danno i permessi per la discarica e ci si accanisce su un singolo cittadino e le altre decine di abusi nella stessa zona.

  44. # Zato

    Difficile, da parte di chi rispetta le leggi, essere solidale con chi non lo fa!

  45. # Dubbioso

    Fare “con amore” una cosa abusiva non serve a sanarla. Le regole vanno rispettate!!

  46. # seeeeeeiiin

    Bravo si…cosí vai in galera se non in un ospedale psichiatrico imbottito di psicofarmaci.
    Il tentato suicidio o la minaccia sono reati…per misure preventive possono anche dare un TSO. PENSACI.
    NON FACEVI ABUSIVISMO E NESSUNO TE LA LEVAVA…RASSEGNATI

  47. # Eljs

    Ma secondo te la casetta e’ nata davvero per fini didattici? Ok, allora perché il signore ha aspettato di essere scoperto invece di andare subito a proporre la sua idea didattica a chi di dovere? A me la versione chiamiamola artistico-didattica non convince per nulla, quella è una casetta fatta con lo scopo di goderne nei weekend e di usufruirne per vacanze in campagna e poi visto com’è andata improvvisamente diventa un opera d’arte. No caro junior non mi convinci. Nulla contro il signor Raffaele ma non raccontiamoci che gli asini volano.

  48. # asciugati

    Con tutte le verande, le baracche nei giardini privati, i container “truccati” che ci sono negli orti, le antenne e i condizionatori fuori legge di cui si è riempita la città,i vigili trovano tutti questi abusi solo al Limoncino? Non è che a qualcuno ha dato noia che quei cittadini si siano opposti alla costruzioni della discarica e per questo vengano perseguiti solo loro?

  49. # Samarcanda

    Junior pensi che quella casetta di legno non abbia le fondamenta?
    Chiedere legittimamente al comune? Non ha presentato nessuna domanda formale, non ha nemmeno fatto ricorso contro l’invito a demolire, perchè evidentemente non vuole spendere soldi per l’avvocato, lasciando decorrere i termini. L’unica cosa che ha fatto è stata un propaganda mediatica.
    Prendere in carico la gestione? Se il bene passa in mano pubblica ci vuole un bando di gara.
    Per realizzare la sua idea ha speso tempo e fatica?

  50. # ste

    Vabbè, allora lasciamo stare. In fondo ce ne sono tanti… Ma sostenere che tutti gli abusi, per rispetto dei cittadini onesti e del territorio, devono essere abbattuti fa tanto schifo? Da qualche parte si deve cominciare! Non si lamentino i primi della lista… Non hanno diretto di lamentarsi, così come non avevano diritto di costruire in quel territorio. Abbattere tutte le baracche abusive!

  51. # vale

    Ma attività’ didattica di cosa??? Per insegnare agli alunni che abusivo e’ bello?? Bah

  52. # Lory

    La casetta per fini didattici?? Mah….e il Comune si accolla la responsabilità di far visitare questa opera d’arte alle scolaresche? Che sappia io il terreno in quella zona non è edificabile quindi……

  53. # Valerio

    Quante persone corrette ci sono a Livorno…complimenti…comunque dalle parole lette trapela un’insoddisfazione generale, con una cattiveria intrinseca nell’anima….che fa’ paura…comunque complimenti a tutti coloro che possono parlare…perché vuol dire che sono persone limpide…non solo perché non hanno fatto abusi edilizi ma perché lo sono veramente nella vita.
    La legge DEVE essere uguale per tutti…ma purtroppo non è così in Italia.quindi prima di sputare sentenze io proporrei un esamino di coscienza.

  54. # Mattia

    Benvento a Livorno, città dei livornesi

I commenti sono chiusi.