“Campo scuola in condizioni disastrose, per lo stadio i soldi sono stati trovati e per noi?”

"Le righe che delineano le corsie sono sparite, ci sono buche ovunque e non abbiamo neppure la copertura della tribuna. E la sorveglianza promessa dove è finita"

Mediagallery

di Gianni Picchi (@picchigianni)

“Vogliamo avere più considerazione. Chiediamo maggior rispetto da parte del Comune”. Queste sono le due frasi che il presidente dell’Atletica Livorno, Marco Marsi, ha ripetuto più volte durante la conferenza stampa di ieri convocata per informare la cittadinanza delle problematiche, che si stanno aggravando di anno in anno, al Campo Scuola. Nel parlare, si nota in Marsi il suo grande amore, nonché la passione, che ha per la società che rappresenta. Passione e calore. Ed è un fiume in piena. Ha davanti a sé un’agenda con tanto scritto, fitto, fitto ma spesso va a memoria. Da molti anni siede sulla poltrona da Presidente e quante volte ha salito le scale che portano in Comune, dove proposte né ha fatte tante ma risposte ne ha avute pochissime. E quelle che sono arrivate, dice, sono state deludenti.
“Ci siamo stancati di aspettare, ed abbiamo indetto questa conferenza. L’Atletica Livorno ha 63 anni di vita e 700 iscritti nelle varie categorie, se poi aggiungiamo le altre Società (Libertas Runner, I Podisti livornesi, Tim Running ed Associazione Filippide n.d.r.) che operano all’interno del Campo Scuola raggiungiamo oltre 1000 atleti, oltre a 21 tra collaboratori e tecnici. Abbiamo difficoltà sia per gli spogliatoi, che per le docce. Negli ultimi anni le iscrizioni si sono triplicate, mentre i servizi sono rimasti i soliti”.

Uno sguardo alla sua agenda e riparte. “Che il Livorno sia ritornato in serie A ci fa molto piacere, Livorno né trarrà benefici sotto ogni punto di vista. Il punto è che alcuni giorni dopo il Comune informa che sono stati trovati i soldi per le migliorie di cui lo stadio ha bisogno. Noi da oltre 20 anni chiediamo e proponiamo per il Campo Scuola ma per noi non vi sono risposte. Tre anni fa sono stati fatti alcuni lavori che hanno risolto poco, o nulla, i nostri problemi. Per non parlare delle luci. Quando il tecnico venne a tararle con un laser, era mezzogiorno, immaginate voi che risultati possiamo ottenere quando organizziamo una gara serale. E la pista? E’ in condizioni disastrose: le righe che delineano le corsie sono sparite, abbiamo pensato a tingerle per conto nostro, ma sono durate pochissimo, toppe e rattoppi per tutta la pista. Ma se non possiamo usufruire della pista in modo corretto non possiamo continuare a fare il nostro sport”.
Solo pochi attimi per riprendere fiato e di nuovo a briglia sciolta: “E non abbiamo neppure la copertura della tribuna senza la quale, secondo la Federazione, non è possibile organizzare certe manifestazioni nel nostro impianto. Noi paghiamo per un anno intero al Comune, per la disponibilità dello stadio ma quando gioca il Livorno di sabato, dal giorno precedente, all’interno dello stadio non può essere organizzata nessuna manifestazione. Cosi’ abbiamo detto che non avremmo piu’ pagato. Ci hanno risposto che sarebbe stato meglio farlo. Così avevamo deciso che se il Comune ci avesse fatto la sorveglianza al Campo Scuola, avremmo pagato una quota forfettaria. Una sola volta abbiamo visto la vigilanza. Cosa dobbiamo fare?”.
Interviene Claudio Cerrai, il vice presidente: “Per fare un esempio. Si ruppe il misuratore dell’altezza per il salto in alto, aspetta, aspetta, alla fine lo abbiamo comprato noi, con i nostri soldi”.

Avete fatto qualche proposta al Comune?  Il presidente risponde in men che non si dica “Se ne abbiamo fatte? ( e cerca con gli occhi l’approvazione dei suoi consiglieri che annuiscono, ndr). Avevamo chiesto la gestione dell’impianto. Negativo, Stadio e campo Scuola non è possibile. Abbiamo proposto una gestione a metà. La mattina il Comune e noi il pomeriggio. Niente anche su questo fronte. Se si potesse gestire noi con le persone che abbiamo potremmo aumentare gli spazi per gli allenamenti. Ed inoltre abbiamo proposto, a riguardo della copertura della tribuna, che l’avrebbe fatta gratuitamente una ditta di pannelli solari. Nessuna risposta (ce l’ha Piombino!, n.d.r.). I nostri amministratori hanno dimostrato miopia. Questo è un impianto che potrebbe mantenersi per conto proprio. Ma nonostante tutto la nostra storia continua. Da anni abbiamo atleti che hanno gareggiato e collezionato medaglia in campo nazionale ed internazionale. Ed in questi ultimi tempi due titoli italiani, ed atleti a livello nazionale, come i gemelli Dini e Filippo Lari. (Tra il 10 ed il 14 luglio Filippo Lari ed Elisa Magni vestiranno l’azzurro rispettivamente in Ucraina nei Campionati Mondiali Allievi ed in Finlandia negli Europei under 23 n.d.r.). Secondo la Federazione siamo tra le prime 14 Società italiane. E ci è stato consegnato un riconoscimento, sempre dalla Federazione, inerente al “Progetto quantità e continuità”. Noi continuiamo a lavorare per l’atletica e da parte del Comune immobilismo”.

Ultimamente ci risulta che avete avuto un incontro con l’assessore allo sport, Maurizio Bettini. “E’ vero. E Bettini ci ha dato risposte confortanti. Avevamo letto sulla stampa che il Comune aveva a disposizione 160 mila euro per il Campo Scuola. Abbiamo parlato con l’assessore, il quale ci ha riferito che è stata presentata la proposta. Il 15 luglio dovrebbe esserci l’approvazione, e quindi diventare esecutiva. I soldi serviranno per la pista ed un punto di ristoro. Quindi vogliamo dare fiducia all’assessore. Noi vorremmo avere la stessa attenzione ed importanza che hanno gli altri sport. Noi sulla maglia abbiamo la scritta “ Atletica Livorno” e quando andiamo in giro a fare le gare, in Toscana, ed in campo nazionale, far vedere la nostra maglia è un orgoglio”. La conferenza è finita ed il presidente ci saluta dicendo: “Speriamo che nella prossima conferenza si possa fare i complimenti all’assessore”. Al tavolo della conferenza, maglia bianca con il logo verde della Società, Claudio Cerrai, vice presidente, Marco Marsi, presidente, Mario Poropat, tecnico responsabile del lancio del giavellotto, Giuseppe Pecorini, consigliere e direttore tecnico del settore giovanile, Marcello Repetti, consigliere.

 

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # antoniop

    Mica siete in serie A voi… Che domande fai? Appendi una A davanti al camposcuola e vedrai che il Sindaco a metà con qualche imprenditore locale ti rifaranno il camposcuola. Mi dispiace solo che nessuno ascolterà e terrà di conto di questo problema.

    In bocca al lupo

  2. # alberto

    ha perfettamente ragione il presidente, è una vergogna…

  3. # liburnico

    mi dispiace per la tua ignoranza, ma l’atletica Livorno e’ in serie A gia’ da qualche anno, e sono avanti a molte societa’ di professionisti!!! Prima di scrivere informati!!!

  4. # Matteo

    Vi ricordo che il silenzio e senza stare sotto i riflettori a Livorno si allenano una decina di ragazzi che partecipano a competizioni internazionali di altissimo livello!!!
    Speriamo il livorno in serie A duri poco così si smetterà di buttare soldi nello stadio…

  5. # Gianluca

    la colpa è di quei 10mila livornesi che vendono il proprio voto per il Livorno Calcio

  6. # leone

    in effetti non si capisce perché il Comune non dia in gestione la struttura all’Atletica Livorno. Domanda che QuiLivorno potrebbe fare all’Assesssore competente.
    Saluti
    .

  7. # Mario

    ….i soldi vanno ai soldi…..

  8. # marcovaldo

    Aspettando fiduciosi il commento a tamburo battente del Tamburini di turno (che sicuramente dirà qualche cosa anche su questo)….ci domandiamo perchè in una città dove i giovani non riescono a trovare le loro strade, non ci si curi di più anche del loro tempo libero.

  9. # Bugo

    L’Atletìa Livorno non è in serie A?? L’Atletìa Livorno, con una squadra di soli Livornesi, tutti nati e cresciuti all’interno della struttura biancoverde è stata promossa sul campo proprio l’anno scorso in Serie A argento (per i non addetti ai lavori equivale ad un Serie B calcistica), scozzando con squadre che gli atleti li acquistano anche dall’estero..l’Atletica Livorno, praticamente a costo 0 cresce ragazzi che si affermano in campo nazionale ed internazionale (basta vedere in quanti ragazzi, proprio nei prossimi giorni saranno in giro per ir mondo per i vari Campionati Mondiali ed Europei)..inoltre moltissimi dei nostri 700 iscritti sono giovanissimi che praticano il camposcuola, anche grazie ai costi molto più bassi rispetto alla media degli altri sport (ed in questi tempi di Crisi, far fare sport a TUTTI a costi popolari è un aspetto sociale da non sottovalutare assolutamente)..

    Il fatto non è la Serie A o meno, allo Stadio son stati fatti investimenti anche quando ir Livorno era in Serie C..il fatto sono i vaìni e gli interessi..e ir pallone, fondamentalmente, è solo VAÌNI e INTERESSI!!

  10. # cristina

    Anche gli oltre €500.00 per effetto venezia sono stati trovati vedi anche i tagli alle vacanze anziani…
    E le Fortezze…..
    Scusate se centra poco con il campo scuola, ma i soldi pubblici dovrebbero servire il sociale.

  11. # s.m.

    sai com’è lo stadio porta i soldi e tanta gente per il prestigio di essere in serie A il campo scuola invece secondo la nostra bella amministrazione non porta guadagno.
    Questa è l’italia nolente o volente l’abbiamo voluta

  12. # laura

    Rilassati…

  13. # laura

    La colpa non e’ dei 10000 appassionati per uno sport…la colpa e’di chi ha potere e non fa niente per valorizzare gli altri sport…

  14. # MAX

    Secondo me i soldi sono stati mal gestiti da anni, e il Livorno calcio c’ entra solo in parte, poichè in serie B i paganti non arrivavano a 2000, poi c’è stato il boom solito dei play-off, e ci sarà il prossimo anno per 12 mesi in quanto sicuramente retrocederà non essendo attrezzata la squadra e la città per la massima competizione; tradotto: l’ eccitazione calcistica va a periodi.
    E qui ecco perchè il comune dovrebbe investire su altri sport considerati minori ma senz’altro più puliti, sani, e non corrotti.
    Poi potremmo dire che anche altri settori sono penalizzati, ma si va sui soliti discorsi retorici che attireranno i segni meno essendo la verità, cioè che non c’ è sviluppo lavorativo a Livorno, figuriamoci per impianti sportivi ….
    A questo punto però dovremmo tutti svegliarci e mandarli a casa, e provare col farci amministrare da altre persone almeno più volenterose e con più inventiva di quelle attuali.

  15. # Antonio Contini

    ……..figli di un dio minore!!!

  16. # stefania

    poi quando dico che a livorno come in italia conta solo il calcio mi danno addosso! ma andate a…

  17. # stefania

    viva tutti gli sport che non siano il calcio perche sono piu onesti modesti e umili

  18. # Kees Popinga

    Il presidente dell’atletica Livorno ha perfettamente ragione.
    Vorrei però sapere da qualcuno qua sopra che colpa ne hanno gli appassionati di calcio se vengono lasciati andare in malora altri impianti.
    Evidentemente queste persone, sempre prontissime a criticare lo stato di molte strutture cittadine vorrebbero che una città come Livorno non avesse uno stadio ad un livello minimo di decenza.
    Sono contrapposizioni sterili, fatte da gente rancorosa, a cui in realtà non importa niente della nostra città.
    E’ chiaro i successi della squadra calcistica cittadina fanno rabbia a molti. Risparmiatevi il fegato, anche quest’anno vi è andata male. 🙂

  19. # antoniop

    Comunque era una battuta, per sottolineare quanto il calcio venga tenuto in considerazione molto di più di altri sport più belli ( a mio parere). Ma a quanto pare bisogna spiegarle a qualcuno le battute, certa gente si sente puntare il dito addosso anche quando invece li si sta difendendo. Va beh…

  20. # livorneseDOC

    a noi ci è andata male? siamo contenti che il Livorno calcio dopo anni, abbia raggiunto un livello considerevole (sperando che ci duri), al pari di tutti gli sport definiti “minori” che sono a livelli di serie A, internazionali e mondiali da ANNI….con molti meno soldi. e soprattutto molta piu’ umilta’. svegliatevi.

  21. # Kees Popinga

    Mi fa piacere che a te no, ma a tanti si credimi…
    Però non ho capito cosa c’entri il resto del tuo commento. E’ vero quello che dici. Il calcio in Italia ha più seguito e quindi fa girare più soldi. E allora?

  22. # Samarcanda

    hai proprio ragione….tipo il ciclismo ahahahahah.

    Il popolo ha scelto il calcio e calcio sia.

    potete fare tutte le disamine che vi pare ma è cosi.

  23. # Bugo

    Ci sono dei frequentatori der camposcuola a cui sta sulle scatole ir Livorno, è vero..ma il perché è legato all’iniquità della distribuzione delle risorse tra i due impianti o è legato al fatto che il campo è subordinato alle decisioni che vengono prese in favore del calcio (a chi piacerebbe essere impossibilitato a usufruire di una struttura autonoma, perché c’è quella accanto che te lo impedisce?? Sicuramente a nessun Livornese che si rispetti!)
    In mezzo ai frequentatori anti-calcio, ce ne sono altri che allo Stadio ci vanno (dalla Curva alla Tribuna) e che hanno piacere a vedere ir Livorno giocare in Serie A! Anche questi però si lamentano delle condizioni del campo..a dimostrazione che non c’è particolare rancore, non c’è particolare invidia nei confronti der pallone..la “gente der campo” è incazzata per l’iniquità nella distribuzione delle risorse, è incazzata per gli anni di promesse a vòto (da cui l’Assessore si è estraniato utilizzando la classica frase ‘ma io son venuto solo un anno fà e in un anno ho fatto questo e quell’altro!’)..
    Ai molti che frequentano il campo e portano il nome di Livorno a giro per ir Mondo, della loro Città interessa eccome..non utilizzano il calcio (omologato e alienato dalla realtà), ma lo fanno tramite altre realtà che spesso sono molto più vere e pulite!

  24. # W L'ATLETI'A W L'ATLETI

    BUGO FOR PRESIDENT, ANZI BUGO FOR ASSESSOR

  25. # alinoooooooooo

    ma sei propio sicuro che il livorno retroceda?io capisco i problemi del campo scuola
    pero’ sperare che la squadra della propia citta’ retroceda sembra un po’ troppo.Comunque ogno popolo ha il governo che si merita ,qundi i livornesi meritano questa giunta .

  26. # MAX

    ovviamente era una provocazione per far riflettere che il calcio ormai regna sovrano su ogni problema e/o discussione della città, e a me la cosa da fastidio da un punto di vista etico.
    io vivo lo stesso, sia che il Livorno sia in Champions league , sia esso nei dilettanti, quindi non spero che retroceda, mi è soplo indifferente !
    Concordo con te invece quando dici che ognuno ha la giunta che si merita, anche se a Livorno penso che se ci fosse il PDL sarebbe lo stesso (forse peggio)

  27. # Francesco R.

    “Manto stradale per tutta Livorno in condizioni disastrose, per lo stadio i soldi sono stati trovati e per noi?”
    (…poteva essere l’idea per un’altro titolo…)

  28. # bruno tamburini

    cari Marcovaldo se mi cerchi stai sicuro che mi trovi. Assolutamente contrario ai 500.000 mila euro gia’ stanziati ed ancora di piu ai due milioni di euro provenienti dalle compensazioni OLT. Senza Spinelli probabilmente giocheremmo a Terricciola , ma lui esagera. Il Presidente del’Udinese investe 23 milioni di euro sullo stadio in cambio di una concessione novantennale, il genovese ed il comune facciano altrettanto. Dalle fortezze, alle strade ,agli sport dilettantistici, ben altre sono le priorita’. Prima o poi riuscirai a capire che non e’ una questione di destra o di sinistra, ma soltanto di buon senso

  29. # livorneseDOC

    presidente della repubbria!

  30. # anto

    ascoltando i telegiornali senti di calciatori pagati 70/80 milioni di euro “circa 140/160
    miliardi di vecchie lire cifre che; dire da capogiro è dire poco.
    una crisi mondiale, rivolte delle popolazioni in varie parti del mondo dovute alla disoccupazione e dalla miseria.
    ma….tutti questi soldi da dove escono? davvero dare dei calci ad un pallone fa guadagnare così tanto? perche? in tanti dicono di aprire gli occhi su questo o quel partito ma…..nel calcio gli occhi li apre qualcuno?

  31. # Emme

    A parte il confronto fatto,senza senso, con il calcio di serie A, che richiede certi requisiti per poter rendere a norma le strutture dello stadio, come sempre dipende dal peso politico degli interpreti….. Recentemente si sono trovati fondi per rifare , in sintetico il campo di rugby! Gli interessati a questi sport quanti sono ? Trecento ? Eppure….

  32. # alessio

    L’importante e’ sistemare il pollaio di fronte (Armando picchi), cosi’cche’ in migliaia possano andarci ogni due domeniche a vedere uno sport marcio fino al midollo, e riescano cosi’ a dimenticarsi di tutto il resto.
    A Livorno finche’ c’e’ il mare balneabile e lo stadio aperto, va tutto bene.

  33. # Dariol

    scusa ma che mentalità è la tua?? speriamo che il Livorno Calcio rimanga per sempre in serie A e che all’Atletica Livorno siano riconosciuti i mezzi che merita visti anche i risultati che produce!!! e ancora che si crei un modello per cui per ogni sport siano messe a disposizione le strutture adeguate. Invece di fare le guerre tra poveri ( calcio contro atletica contro boccine contro ping pong), almeno quando si parla di sport, cerchiamo di fare squadra.

  34. # Dariol

    vendere il proprio voto? ma lo hai visto in che condizioni è l’armando picchi? se parliamo di strutture sportive non si può certo dire che il calcio sia un gran privilegiato. Non mi sembra ci s’abbia l’emirates stadium. l’unica struttura moderna che abbiamo è per uno sport per il quale non esiste neanche più una squadra ( ahimè, aggiungo). con questo lungi da me intendere che il comune debba fare lo stadio nuovo, quello lo deve fare il Livorno calcio, magari invogliato e aiutato dal comune dal punto di vista delle lungaggini burocratiche, e magari, perchè no, da un eventuale sponsorizzazione dello stadio stesso trattenere una quota destinata alle altre strutture sportive della città.

  35. # liburnico

    chiesto e richiesto il comodato d’uso, anche misto! Mattina del comune e pomeriggio delle societa’ di atletica… risposta = picche!!!

I commenti sono chiusi.