Blitz in Consiglio della protesta dei “Forconi”

Mediagallery

di Arabel Padovan

Durante il Consiglio Comunale di stamane 11 dicembre, si è presentata presso la Sala Consiliare di Palazzo Civico una rappresentanza del Coordinamento 9 dicembre 2013 di Livorno. Il gruppo presente ha affisso, per qualche minuto, uno striscione alle finestre dei corridoi del comune. Alcuni dei manifestanti hanno espresso l’intenzione di far sentire la voce del Movimento 9 dicembre  di Livorno. La breve irruzione si colloca nel clima delle manifestazioni degli ultimi giorni collegate alle proteste dei Forconi, svoltesi in tutta Italia.

 

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Marcov

    Forse il desiderio di discutere non difetta solo a chi comanda..
    E’ consuetudine alzare la voce e pensare di essere nel giusto.

    A quando la misura?
    A quando la protesta civile?

    Queste manifestazioni puzzano d’altri tempi, sulle ali della demagogia si pretende il diritto di fare ciò che si vuole.

  2. # Ceccobeppe

    si, infatti… ieri mattina davanti al Comune uno striscione “IR BUDELLO DI SU MA CHI NON SI FERMA”… ok la protesta ma un pò meno arroganza, no?

  3. # il polemico

    Un tantino ridicolo……

  4. # trippa

    protestone convinto direi… ma come avete imparato a manifestà? guardando il grande fratello? o amici?

  5. # bruno tamburini

    magari tutti i manifestanti si comportassero allo stesso modo. E’ entrata una signora che ha consegnato alcuni volantini, nella massima correttezza. Questa protesta da fastidio perche e’ forse la prima volta che non e’ gestita da forze politiche o sindacali, soltanto disagio e rabbia di tante categorie che soffrono l’attuale situazione a fronte di un governo che si limita a galleggiare ed a tassare ulteriormente

  6. # Filippo

    Strano, ma sono per una volta d’accordo con il Sig. Tamburini.
    Qui non ci sono partiti, ci sono idee. Non c’è dietro il solito finto-sciopero dei sindacati, ci sono i veri precari, i disoccupati, gli sfruttati, i traditi, i derubati da questo Stato. Ci sono padri di famiglia che non sanno veramente dove andare a sbattere la testa, vagamente incavolati perché a non poter studiare sono i loro figli, non quelli dei politici. Anzi, per tanti l’emergenza scuola era qualche anno fa, adesso vivono l’emergenza cibo. E poi ci sono quegli stupidi sognatori, che ancora credono che possa esistere una società, non dico onesta, ma almeno meno ladra…

  7. # The Punisher

    “Questa protesta da fastidio perche e’ forse la prima volta che non e’ gestita da forze politiche o sindacali, soltanto disagio e rabbia di tante categorie”
    Seriamente
    Spero tu stia scherzando…sai chi c’è dietro il movimento dei forconi? Forza Nuova e Casapound ti dicono qualcosa?
    Io dico solo una cosa, i fasci a Livorno non sono mai stati i benvenuti….MAI

  8. # Lorenzo65

    Fascisti o comunisti che siano, fa paura e rabbia che la gente pecora si metta a protestare senza la frusta del pastore partito o sindacato. Forse rischiano di essere licenziati come ” esuberi” della società.

  9. # stefania zucchelli

    io sono una persona, cittadina che ha sempre contribuito a dare una mano alle persone, ed ero lì..noi non facciamo parte ne dei forconi ne di nessun partito..siamo a manifestare un enorme disagio che riguarda tutti… poter avere una vita e la dignità. .grazie a chi cerca di capire ed esorto chi riporta le notizie a verificare i fatti e la verità . sono figlia di un giornalista .. morto per la verità.
    .grazie

I commenti sono chiusi.