Porta a Mare, folla per l’apertura dei nuovi negozi. Entro il 2014 altri 25 punti vendita

Una vera e propria folla per l’inaugurazione di “InCoop” e dei negozi del nuovo complesso di Porta a Mare (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare la fotogallery di Simone Lanari).
Dopo la riqualificazione del prestigioso Palazzo Orlando (info 0586 88.09.37 e indirizzo web livorno-portamare.it), edificio di grande pregio con tre piani di uffici dalle rifiniture pregiate e con una posizione strategica sulla città, e la realizzazione delle 70 residenze di Piazza Mazzini, prende corpo anche l’area commerciale della stessa Piazza Mazzini con le prime aperture degli esercizi commerciali.
Oggi giovedì 10 luglio, alle 10, hanno inaugurato le medie superfici di “InCoop” e “Unieuro”, servizi dedicati al quotidiano come Parafarmacia Oasi Natur, parrucchiere Evos Ed estetica Nail&Fantasy, Cliniche dentistiche Bona, Banca BNL, uno spazio dedicato al mondo del biologico ad insegna Biobottega, accessori per la casa ad insegna Kasanova oltre alla caffetteria Il Folletto; mentre prosegue il progetto di recupero strutturale che prevede entro fine 2014 l’apertura di altri punti 25 vendita.
Porta a Mare diventa così parte integrante dell’intera città. Un fulcro catalizzatore in città, un nuovo punto d’incontro. Incontro tra chi arriva dal grande porto turistico e chi lavora per offrire prodotti e servizi, incontro tra chi ha scelto di abitare nel verde creato tra mare e città e chi dalla città arriva in cerca di divertimento, shopping o relax.  Livorno, già uno dei più importanti porti italiani, rafforza in questo modo la propria vocazione marinara.
In tempi successivi si passerà alle “Officine Storiche”, che saranno dedicate allo sviluppo di residenze, uffici, attività commerciali e di servizio e di eccellenze locali, per poi proseguire con il Molo Mediceo e l’Arsenale, che ospiteranno strutture turistiche e alberghiere, e l’area LIPS – collegata da sedime al Molo Mediceo e da un ponte alla zona dell’Arsenale – che sarà invece dedicata a proposte di svago e tempo libero, oltre che a infrastrutture turistiche.

InCoop – 753 mq di area vendita, 6 casse, punto d’ascolto e sportello del prestito sociale, gastronomia e panetteria assistita, carni a libero servizio, piazza ortofrutta e il tipico assortimento alimentare e non alimentare dei minimercati pensati per la spesa quotidiana. Presenza di tutte le linee del prodotto a marchio Coop e dei prodotti locali “Vicino a noi” che la cooperativa acquista direttamente dai fornitori del territorio. Vi lavorano 22 persone.
L’InCoop si trova all’interno del centro commerciale Porta a Mare, frutto della ristrutturazione degli storici cantieri navali Orlando: una posizione strategica, sulla rotatoria dell’ingresso al centro città e in un quartiere – Borgo Cappuccini – popoloso, ma con scarsa presenza di insegne alimentari. La pista ciclabile e il percorso pedonale lo rendono facilmente raggiungibile anche da chi non usa l’auto. L’investimento è stato di circa 800mila euro. Taglio del nastro e torta per tutti alle ore 10. Sarà presente Fernando Pellegrini, direttore finanza, patrimonio e bilancio Unicoop Tirreno.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Ombretta Lazzeri

    Auguri e a tutti in bocca al lupo

  2. # Libero 1°

    Ora aspettiamo il pubblico disappunto di Ruggeri che,meno di un mese fa,disse presso la sala cral eni che l’esselunga non fu fatta aprire altrimenti avrebbe soffocato il piccolo commercio nel rione colline. E adesso sig. ruggeri che ci dice? E soprattutto che dice ai negozianti di borgo che,mi auguro,non l’abbiano premiata con il loro voto?

  3. # uno dell'ambiente

    come negoziante della zona
    faccio i miei più sinceri auguri a chi ha preso in affitto i fondi con prezzi esorbitanti
    escluso la banca , coop e uni per gli altri la vedo dura

  4. # albertoliv

    Eccoci la fine di borgo e del piccolo commercio di rione dove si scendeva di casa si face due chiacchiere o si stava a veglia con il negoziante a parlare di tutto … Ma nuove assunzioni cara coop nulla vero visto che in borgo metti quelli dell ipercoop

  5. # franco

    non si è permesso ad esselunga di aprire un supermercato nella ex fiat perchè avrebbe “distrutto il piccolo commercio locale e si permette l’apertura di coop ed altri megastore a porta a mare alla faccia del “piccolo commmercio del borgo”! E poi il PD si stupisce che i livornesi non lo hanno votato!

  6. # Franco

    Finalmente apre la Coop anche a Livorno

  7. # Gabri

    Sono uno dell’ipercoop ai quali è stato chiesto di andare li. A parte che ho rifiutato, ma da operaio interno confermo quello che dici

  8. # Una olandese/livornese

    VERGOGNA…VERGOGNA…VERGOGNA…….

  9. # Provo Catorio

    …come si vede il parcheggio sul marciapiede è giá attivo.. 😉

  10. # Lilli

    Ho visto che i negozi che aprono sono catene di tutta Italia, bene in questo modo i commercianti di Livorno che fanno, chiudono. Questa è la politica finora…

  11. # Luca

    Più coop per tutti !!!!

  12. # gigi

    centrato il problema Alberto,già con la Porta a terra hanno fatto finire i piccoli esercizi,consegnando in pratica,i vecchi Rioni cuori pulsanti della città,e le loro socializzazioni,alle scorribande delittuose degli Infedeli,mai più PD….
    F.to: un ex PCI.

  13. # Jobbee

    Purtroppo il PD Livornese sull’ Esselunga non ha capito l’ opportunità che poteva portare a Livorno in termini di concorrenza e Risparmio. Mi batterò perche apra in questi 5 anni di amminitrazione Nogarin. Nel frattempo godiamoci anche Porta a Mare.

  14. # sergio

    Ci voleva un negozio Coop a Livorno, non ce ne sono

  15. # Beppone

    La concorrenza in qualunque settore economico va bene e fa bene alla popolazione, ma solo se davvero c’è concorrenza, non come quella adottata per la liberalizzazione dei carburanti, dove si vede la via (Firenze) per eccellenza dei distributori, che c’è un mal celato accordo di “non facciamoci la guerra, pratichiamo più o meno lo stesso prezzo”, è parlo di distributori, di diverse società….Ben venga l’esselunga, oggi, e domani, chissà altro nome, e poi saranno i livornesi a dire dove c’è stato il risparmio oppure è rimasto tutto come prima….

  16. # Beppone

    Non mi fate ridere, allora dove ci sono tutti gli ipermercati, non c ‘è più un negoziante aperto, tutti chiusi!….alla Rosa, dove da anni c’è l’ipermercato della coop, tutti gli altri negozi mi sembrano che siano ancora aperti, come nella zona, nord, della città, dove c’è il grosso dei supermercati di Livorno, la via provinciale non ha una saracinesca abbassata, cosi come Shangay o Corea, e le Sorgenti o il Pontino San Marco. Se si vuole dire fesserie diciamocele pure….

  17. # Mario

    aprono decine di negozi nuovi in un intero quartiere…e non c’è nessuno che assuma? assurdo

  18. # Elisa

    Sono curiosa di vedere com’è, mi auguro che non crei danno ai negozi e che tutti possano coesistere e resistere alla crisi.

  19. # picci

    Non mi sembra ci sia solo la Coop a Livorno… Pam, Dico, Lidl, Conad… non sono tutti suoi concorrenti nella GDO??

  20. # mauilmoro

    cari signori della Lega AntiCOOP…..tutto cambia…..non è più il tempo dei negozietti che una volta spopolavano in città, ce ne erano più degli abitanti. Tante attività sono sparite perché superate. Io mi ricordo dei chiccai, dei cenciai, dei sarti che erano tutti siciliano, dei calzolai…quanti ce ne erano……e ora? spariti. Toglietevi i paraocchi e guardate la realtà..in fin dei conti la PAM. PENNY, CONAD, LIDL ci sono o no?

  21. # Ombretta Lazzeri

    se io voglio andare al supermercato ci vado, oggi tutti montano in macchina e via, se preferisco il negozio di vicinato, ci vado comunque per il tipo di vendita diverso, a Livorno ormai e’ iniziata una guerra cretina, le licenze saranno rilasciate dall’amministrazione NOGARIN, comune per l’ppodromo e le piscine. Dunque sorridete per quei ragazzi che avranno un posto di lavoro. Auguri ragazzi in bocca al lupo (io sono in pensione e non ho nessuno a lavorare li’), ma IO veramente amo LIVORNO

  22. # Ombretta Lazzeri

    Rispondo a MAUILMORO io è molti come me continuiamo a cercare, sarti, chiccai, cenciai, negozi etti specializzati, ricchi di prodotti che nei supermercati non troveremo mai, e mi servo da ragazze in gambissima che fanno le calzolaiie e non disdegno i libri usati , nessuno mi indirizza a comprare dove NON VOGLIO, poi nei supermercati per chi non lavora si perde tempo e si spende di più
    Prima che nascessi c’era il Mercato Centrale, e P.zza Cavallotti per frutta e verdura e sapete???ci sono ancora….

  23. # Occhio

    Auguri ed in bocca al lupo a colore che intendono usare i parcheggi interrati. Il posizionamento delle rampe di accesso ed uscita è pericolosissimo. Uscendo, dopo magari esser rimasto fermo in attesa di scorrimento ed in pendenza sulla ripida rampa di uscti, il giochino continua a schivar le macchine che ti arrivano in curva e dunque non vedi. Quanti incidenti son previsti? Perchè è stata fatta una variante così assurda? a beneficio di chi? Al primo morto vedremo…

  24. # Bobone

    Bella boccia, la oppe!
    Il nuovo che avanza!

  25. # gabibbe

    caro signore, i piccoli commercianti, erano una risorsa di quartiere, aiutavano molto famiglie numerose, pagavano a fine mese, una grande solidarietà,e tanto tanto più calore??? belle botteghe mie livornesi, provi alla coop??? a fa la spesa?? se hai problemi e veni’ via senza paga?? come minimo?? ti ritrovi alle sughere!!

  26. # botti nello

    Beppone…vieni in via del leone 300metri di strada son rimasti 3 negozi aperti….fate fate

  27. # io

    facciamo chiudere tutti i supermercati, tutti i distributori self.service, obi, leroy merlyn etc etc
    sicuramente il piccolo commercio ne troverebbe vantaggio, i consumatori magari no, ma non importa,

  28. # Metternik

    I nostri “Cari Amici” prima di andar via hanno lasciato il ricordino. Ricordo da piccolo, quando facevo Via Verdi c’erano 6 latterie, 3 panifici ed una miriade di alimentari. Poi c’era la cartoleria, il meccanico, il fotografo, ed una miriade di altri negozi e negozietti. TUTTI DI LIVORNO e LIVORNESI. Ora abbiamo qualche garage adibito a moschea provvisoria e cominciano a partire i Kebab… Bel mi cinque e cinque!!

  29. # Franco

    Grazie ad unieuro altrimenti avremmo avuto un marilia 2. Ci vogliono attività che tirano! Estetisti parrucchieri e dentisti… fate voi… ma una rivendita di braccialettini parei infradito no? Un bar di stile dove portare qualcuno ad ascoltare musica live? Non perdiamo l’ occasione di uscire dalla nostra mentalita’ provinciale! La sera esci a Livorno e devi andare in Versilia per comprare qualcosa! O per sentirsi in Toscana… Auguri a tutti!

  30. # Bangnate pensieroso

    Si, meno male, se ne sentiva la mancanza … una bella novità per Livorno!

  31. # avete fretta andate piano

    perche’cari signori non assumete i negozianti che chiudono,con anni di esperienza sulle spalle?????

  32. # valeria

    Perchè invece di dire che non devono aprire le coop non smettete di andarci e cominciate a servirvi nei piccoli negozi?

  33. # Eto55

    fai una cosa prima passa da via Solferino …….

  34. # Mauro

    Hai detto proprio bene, il mercato è Libero, ognuno và dove vuole, non discorsi ma opere, boicottiamo tutti i supermercati ed andiamo dai negozianti come una volta. Siamo NOI che facciamo la spesa

  35. # io

    esatto, da piccolo. Quando dalla periferia, in centro, si andava una o due volte alla settimana, in autobus (o filobus), a fare la spesa piu grossa, e non c’era bisogno di tanti parcheggi. oggi invece è colpa del comune se in ogni casa ci sono 3 macchine, si vuole parcheggiare dentro il negozio e non pagare la sosta?
    tanti discorsi, ma se tutti quelli che si lamentano, comprassero 2 volte alla settimana qualcosa nei negozi di quartiere, problemi non ci sarebbero. mi ricordano quelli che volevano che rimanesse aperto il cinema d’essay e poi andavano (e vanno) al multisala………..

  36. # jazzero

    Ma nei negozi non potevano aprirci tante minicooppine?

  37. # enrico

    Nemmeno nell’unico paese rimasto comunista, la Corea del Nord, ci sono così tante coop che lucrano sul popolo senza seria concorrenza!

  38. # Menopeggio

    Il tuo, permettimi un pensiero, è un discorso che vale a metà.
    Se abiti in centro o in un quartiere periferico, in generale, se ti manca una mozzarella e una scatoletta di dadi scendi al negozietto, non muovi la macchina per andare al PAM, DICO, CONAD, COOP, eccetera. Ma se La COOP ce l’hai praticamente sotto casa, nuova nuova, se devi risparmiare anche pochi spiccioli, in un momento difficile come questo, magari ne approfitti. Secondo me il concetto è questo. E cento persone che fanno come te, e ne hanno tutto il diritto per l’amor del cielo, non fanno vendere cento mozzarelle e cento scatole di dadi ai negozietti di quartiere..

  39. # Tommaso

    La GDO (supermercati e ipermercati) e il piccolo negozietto di quartiere o il mercato cittadino si rivolgono a una fascia di clientela completamente diversa. Facciamo l’esempio di una famiglia media con due bambini e entrambi i genitori che lavorano a tempo pieno fino alle 5 del pomeriggio e che si riservano la spesa alimentare settimanale agli unici momenti liberi della giornata. Per mia esperienza personale trovo difficile conciliare la vita moderna e i pochi tempi liberi con il vagare ore in centro per acquistare i prodotti alimentari. Se si ha a disposizione poco tempo da dedicare alla spesa, si predilige un supermercato dove è possibile trovare tutti i prodotti in un unico spazio, parcheggiare l’auto a non troppa distanza e magari organizzare il risparmio attraverso le offerte settimanali dei volantini pubblicitari. Questo non significa decretare la morte dei piccoli negozi di quartiere, che hanno tutt’ora un certo fascino. I negozianti dovrebbero specializzarsi e proporre delle offerte mirate al target di clientela a cui si vogliono rivolgere.

  40. # valeria

    Prendo la tua risposta come occasione per spiegarmi meglio e per approfondire. Non vorrei mai arrivare a boicottare il supermercato….i supermercati e gli ipermercati ci sono perché abbracciano un tipo di clientela diversa dal singolo negozietto, ed è anche giusto che ci siano a patto di due cose importanti. Una è che non siano dislocati in massa nel centro cittadino proprio per evitare che ci sia il soffocamento, la seconda è che non siano un monopolio….ben vengano ipermercati con marchio diverso da coop quindi e tutti in periferia.

  41. # PITTARO

    Boia.. un’hai proprio pace…quanto ti brucia la vittoria di Nogarin?

  42. # ugo

    sei proprio picci……no o picci….na. prova un po a di di chi è la CONAD?

  43. # chichi

    Io abito in Borgo da circa dieci anni e la spesa nei negozi del quartiere non ce l’ho praticamente mai fatta a parte il pane. La spesa la faccio una volta a settimana.

  44. # bastaaaaaaa

    Guarda Franco, qui ci manca giusto giusto un “bar di stile”…’un ce ne sono abbastanza, di bar e simili…. O forse vuoi di’ che oltre alle droghe più tamarre un bar di stile attirerebbe consumartori più “raffinati”? Caro Franco, di coca (- Cola) in Borgo e in Piazza Mazzini ne gira già fin troppa! (vedasi ultimi episodi di cronaca nera…). Benvengano i dentisti.

  45. # LEO 2

    avete visto il marciapiede su piazza Mazzini è già tutto rovinato perché ci montano i camion che devono scaricare ,
    è possibile che non abbiano pensato ad un area di scarico, dal momento che sulla piazza è posizionato il retro dei negozi

  46. # Beppone

    Forse non avete capito che i negozi di una volta non ci sono più, perchè son cambiati i negozi….un esempio, quando entriamo in un negozio di fotografo e sempre una sensazione bella, ma poi ti domandi perchè ci entri, con la tecnologia, le foto sono tutte digitali, basta un computer e te le scarichi da te, fototessera, e altre, le puoi eleborare e curare, da solo, guarda caso come faceva il fotografo, e allora….prendiamo il macellaio, molti dei quali oggi,non vendono più solo carne, ma tubetti di maionese, latticini, sughi e formaggi,i panifici oggi non fanno più il pane, gli arriva già bello e pronto, e anche li, ci trovi di tutto…(specie i prezzi esorbitanti, perchè comprare tre panini al latte, un pezzo di schiacciata alla genovese, chissà perchè ti vanno via, due o tre euro di spesa, allora opto per la coop, Pam o Lidl, dove il pane è congelato, ma se spendi un euro è già tanto)… in diretta concorrenza con le alimentari, e cosi via…una volta i giornalai vendevano i giornali ora c’è di tutto, anche le sigarette è i tabaccai sembrano negozi di altro genere…sicuramente un centro commerciale, può rendere dura la vita a questi, ma poi la gente inizia a pesare dove c’è la possibilità di risparmiare e si distribuisce a seconda della loro necessita….

  47. # Beppone

    Purtroppo la Via del Leone, è considerata solo una via residenziale a senso unico per di più stretta e quindi con problemi di parcheggi., la crisi dei negozi penso che sia per questa situazione, potrebbe andare bene per un pub, un centro di aggregazione un negozio di cinesi, una sarta un piccolo panificio, che non ci sono problemi per esser raggiunti con l’auto ma solamente a piedi…e come essa anche le strade adiacenti esclusa forse la via Adriana, soffrono di questo strade vecchie e strette. Ma anche li bisognerebbe sapere dai propri residenti del perchè della crisi….della mancanza o della chiusura di questi piccoli negozi..

  48. # Beppone

    Non ho capito..cosa vuoi….se parli di una Livorno By Night, non c’è bisogno di andare in Versilia, mi sembra che sul viale Italia, ci sono delle belle baracchine, che attraggono e possono ancora attrarre di più gente, se la gente che abita di fronte non rompisse più di tanto i corbelli a questi….abbiamo un bel lungomare, tanto criticato ma tanto agognato da chi se lo sogna simile,..leggi i pisani….negli ultimi anni sono stati fatti dei lavori, che come sempre noi livornesi a criticare, e questi lavori hanno ancora valorizzato di più il nostro tratto migliore che dal Rondò del cantiere porta alla baracchina bianca, e di riflesso chi ha casa in questo tratto, gode di un maggior valore di mercato per il proprio appartamento…guardiamo ad altri lidi…altri viali a mare, dove non dico di fare casino fino alle tre di notte, ma certamente dare la possibilità ai nostri giovani e meno giovani di passare qualche ora di divertimento senza andare a rischiare la vita fuori Livorno…

  49. # Beppone

    Non sò di chi è la Conad, ma la Dico…si! è della Coop..visto che si chiama distribuzione coop….Ma non ci siete mai andati alla Coop di Navacchio o quella di Portammare (san Gobain Pisa), pare di esser a Livorno, da quanta gente va laggiù..non è che ci si lamenta della coop qui a Livorno e poi zitti zitti andiamo laggiù afar la spesa?..è i nostri poveri negozianti…chiudono!

  50. # Beppone

    Ma ce l’hai con l’Ombretta..se non cera bisognava inventarla…brava ombretta continua cosi….ha proposito..il tuo Nogarin..lo stanno ancora spettando all’assemblea di Confindustria…dove c’era pure il sindaco di Collesalvetti e quello di Pombino…è lui…mi sembra di aver capito che aveva da fare….in un locale a mangiare…già a mezzo porto contro ora gli industriali…..

  51. # io

    è quello che ironicamente volevo dire io.quanti sono disposti veramente a tornare alle vecchie abitudini, non solo a parole?
    già il fatto di scrivere qui, magari da casa , e non comprare un quotidiano, la dice lunga

  52. # io

    ci sono negozi di quartiere gestiti dallo stato

  53. # marco

    alle 7.30 di questa mattina un centinaio di persone in fila da unieuro

    MA C’è MISERIAAAAA

  54. # tristezza

    Ho visto le fotografie… allucinante.. gente in coda per l’apertura di una nuova solita ennesima COOP, forse regalavano la spesa ai primi clienti? Mah.

  55. # livorno

    dobbiamo anche dire che i negozi di quartiere sono esageratamente cari e non conviene mai andarci a fare la spesa……

  56. # Franco

    La coop e’ 3 metri… Unieuro 4… ma quello che tira sarà sicuramente il dentista, il parrucchiere in attesa che magari aprano pure le pompe funebri… tutte attivita’ da porto turistico… che bello!!! E tutti sono entusiasti…

  57. # teseo

    Vogliamo concorrenza, cioè Esselunga. Sindaco Nogarin, se ci sei batti un colpo!

  58. # asciugati

    Boia deh. quelle baracche di legno marcescente con dietro tutta quella robba ammucchiata alla rinfusa dove non si pùò neppure salire sopra perchè sono pericolose caro Bebbone te le chiami “belle baracchine ” ? Allora è proprio vero che l’amore per la nostra città ci ha foderato l’occhi di prosciutto !

  59. # Ombretta Lazzeri

    Allucinante????E’ bellissimo oggi certo c’era l’inagurazione e a Livorno, chi si fa scappare il buffet Gratis??? Per il resto Livorno e’ valorizzata molto, con questo centro moderno ..Grazie a Benetti ma di questo anche a Cosimi (bisogna essere giusti sennò la gente avrebbe boicottato o no???)che in 70 anni, ma quanti anni ha???, qualcosa di bello ha fatto p.zza Mazzini, v.le Italia, le piste ciclabili per le auto blu,ho sbagliato per le bici,l’hotel Palazzo, la Terrazza poi anche le cavolate…

  60. # Gigio

    Hai proprio ragione , peccato che fino al 2014 sono stati proprio queste attività a tirare la carretta del paese Italia , mentre la grande distribuzione hanno sede legale in Lussembugo , Olanda etc per pagare meno tasse , vedi Fiat.

  61. # abdullah

    un popolo di pecore

  62. # Fra' poino

    E intanto borgo era vuota deserta……..complimenti a Cosimi e company ….mancava una piccola coop ……passate oggi da borgo a cercare consensi lei e quelli della circoscrizione, invece nessuno vi vede più ….chissà perché

  63. # Mario

    BOIA NEMMENO REGALASSERO LA ROBA !!!!

  64. # ELIA

    assunzioni dove???Dall Ipercoop di porta a terra sono stati trasferiti a Porta a mare,ma a chi vogliono far credere alle favole???Confermo anche io la versione di Albertoliv

  65. # Roba da matti

    Bene, complimenti, come al solito avete rovinato un quartiere e tutto ciò andrà a far rimettere i piccoli negozianti di zona. VERGOGNA!!

  66. # ettore

    ho vissuto per molti anni fuori citta’ e coloro che avevano visitato Livorno non erano rimasti impressionati dai quattro mori o dalla fortezza vecchia, ma dal numero impressionante di persone che durante le normali ore di lavoro passaeggiavano , correvao o prendevano il sole sul mare.

    Adesso mi domando, ma tutta quella gente li davanti sono tutti disoccupati ??

  67. # Giada Neri

    Riqualificare Livorno non vuol proprio dire certo aprire l’ennesima Coop… che tristezza…. e poi non ha neanche portato nuovi posti di lavoro, visto che hanno messo le persone che lavoravano all’iper…. una città morta che continua imperterrita a sbagliare…..

  68. # Roberto-Bobbe

    Io voglio andà controcorrente: com’era bella quella parte della città quando c’era il Cantiere che costruiva navi, orgoglio della nostra città e fonte di sostentamento di migliaia di famiglie!!! Passare di lì e vedere la prua di una nave in costruzione mi riempiva ir’core…. Quella era e resterà la mi’Livorno!!!!!

  69. # Roberto-Bobbe

    Ho visto solo ora le foto dell’apertura e mi son fatto due considerazioni: Ma la gente a Livorno un c’ha nulla da fà per arrivare in massa all’apertura di un supermarket? Seconda considerazione: Ma la roba ne regalavano? Pare d’èsse in guerra a ritirare le razioni alimentari!!!! Si dice pesta e corna dell’inutilità di Porta a Mare e poi son tutti lì!!! Ao…

  70. # Veneziano

    Io me li mangio tutti e due… senza distinzioni.

  71. # ugo

    PO PO DI PEORONI

  72. # cappuccino

    In altre città si fa la fila per visitare i musei, a Livorno per vedere un supermercato!

  73. # GIANFRANCA

    Dovevano aprire l’ESSELUNGA!!! BASTA COOP E IPERCOOP TROPPO COSTOSE!!!

  74. # Francesco R.

    Non avrei saputo dirlo meglio. Esatto!!!

  75. # ugo

    per tua formazione la popolazione è composta per il 55% di pensionati…..vedi un po te…….se sbaglio la percentuale sbaglio di poco

  76. # amaranto67

    si perche secondo te le varie catene hanno le stesse superfici commerciali complessive (quindi lo stesso assortimento di merci) e la stessa logistica (parcheggi e collegamenti) ? a me non pare… conad il negozio piu grande non arriva a 1000 metri2 (e forse esagero), al superstore della PAM non hanno permesso di inserire piu di 4/5 negozi in galleria contro i 54 dell IPER… poi Lidl, penny… rispondono a un target di mercato diverso, sono hard discount… clientela diversa, qualità differenti… e guarda caso nel nuovo centro un altra COOP… sempre ben servita dagli svincoli della variante aurelia e facilmente raggiungibile da ogni parte della città e della provincia…

  77. # LadyV

    Che oltretutto è presente e diffusissimo già da anni e su tutto il territorio. Non ci sono veramente parole.

  78. # marco

    in un quartiere – Borgo Cappuccini – popoloso, ma con scarsa presenza di insegne alimentari.

    prima li hanno fatti chiudere e poi dal momento che non ce nè più gli aprono la coop

    i bischeri siamo noi che li abbiamo votati per 50 anni

  79. # Frenzio

    Non-pensanti rispondenti solo alla frase “io DEVO spendere” così qualcun altro si arricchirà! SVEGLIA GENTE, SVEGLIA!

  80. # io

    infatti è notoriamente risaputo che l esselunga tutela i negozi di quartiere, i piccoli commercianti ed ha un occhio di riguardo per i propri dipendenti

  81. # io

    e te quante volte ci sei andato nei negozi di quartiere?
    perchè a sentire tutti i discorsi quei negozi dovevano essere sempre pieni…peccato che sono solo discorsi

  82. # barbieri daniela

    UN PICCOLO SUPERMERCATO MARCHIO SIDIS IN PIAZZA MAZZINI C’ERA GIA’ E DOPO LA CHIUSURA “NON CAUSATA DALLA COOP”MA GRAZIE ALL’APERTURA DELLA COOP CHIARAMENTE NESSUNO L’HA PIU’ RILEVATO E COSI’ NOI DIPENDENTI CI RITROVIAMO TUTTI A CASA GRAZIE SINDACO COSIMI DI QUESTO ULTIMO REGALO CHE HAI FATTO ALLA NOSTRA CITTA’

  83. # Jacopino

    Io vado a piedi

  84. # Jacopino

    E’ bello essere pecore. Sicuramente meglio che essere uomini, soprattutto quelli che usano solo la lingua.

  85. # Livornese

    Caro Beppone.. io vado all’Eesselunga di pisa da ormai quasi un anno e mezzo ed è ovvio che se risparmio circa 150 euro al mese compresa benzina… che me ne frega di fare 20 minuti di macchina se risparmio ad andarci non vedo perché dovrei far la spesa qua a Livorno spendendo di più…

  86. # fancoop

    ma scusate tutti eh…voi contro la coop,non siete mai andati a comprare qualcosa da Leroy merlin a discapito della ferramenta sotto casa? Un film al Medusa a discapito della gran guardia?e benzina al self service? Perché ve la prendete con la Coop? E’ solo ed esclusivamente un fattore politico che vi fa riempire la bocca di belle parole e falsi principi..e vogliamo metterci decathlon?quanti negozi di sport hanno chiuso? Ma viaaaaaaaa….

  87. # Jacopino

    Ma quale Esselunga? Esiste ancora?

  88. # virgilio

    A Livorno mancava proprio una coop! borda ugo !

  89. # teseo

    EVVIVA LA COOP con i suoi parcheggi e opere pubbliche onnipresenti dove c’è una Coop (ma pagate dal cittadino livornese). Si, benefici pagati da NOI CONTRIBUENTI.
    Caro sindaco, ma ai commercianti di Borgo non ci pensi? Farai come i tuoi predecessori? Qui a Borgo siamo in un GHETTO. Siamo esseri inferiori. Non meritiamo una riqualificazione. Ci chiudono in un’area inaccessibile e… ci tolgono pure il lavoro. Grazie anche Nogarin? Speravamo di no!

  90. # Beppone

    Sono sempre meglio le baracchine di Legno di ora, che le baracchine che c’erano prima!

  91. # Al Burro

    Guarda quanta c’è…..!!!! Ma oggi la regalavano la roba ???
    Certo de’ si vede che un c’è attrazioni basta vedere la gente che fa’ la fila da euronics per compra due pile.

  92. # ignoranza liburnica

    o non lo vedete che Nogarin e’ UN COMPAGNO TRAVESTITO?

  93. # Val

    Noi ci siamo stati stamani… ma siamo scappati via dopo 10 minuti di attesa alla gastronomia con una persona sola a servire (era mezzogoirno) e altre due che si erano appena allontanate (sicuramente per i loro validi motivi, una sembrava dovesse fare un ordine a un fornitore). La signora che serviva era, poveretta, lentissima e tagliava una fetta di prosciutto ogni 5 minuti; probabilmente appena assunta?? Strano che non ci fosse nessuno a fare affiancamento.. Mio marito, fior di gastronomo ma attualmente ahinoi disoccupato non ce l’ha fatta a reggere lo spettacolo e ce ne siamo andati in via Grande…