Anche “Io Bimbo” verso la chiusura, futuro incerto per tre commesse

Mediagallery

VIA RICASOLI, TRE CHIUSURE PESANTI – LEGGI L’ARTICOLO

Io Bimbo, il negozio dedicato ai neo genitori, è in chiusura. Non è dato sapere quale sia la data, ma i cartelli sulla vetrata con scritto “Vendita  promozionale” e “sconti fino all’80%” vanno avanti ormai da giorni. Si tratta di un altro duro colpo per il commercio cittadino che va ad aggiungersi alla recenti notizie di chiusura di attività importanti come Athletes World, Mandarina Duck, Max and Co e La Pantofola.
Io Bimbo, presente in città da 7 anni, è una catena a livello nazionale e gli otto negozi della costa, che fanno capo a quello di San Giuliano Terme, starebbero vivendo un periodo molto difficile. Nel negozio di Livorno lavorano tre dipendenti. Per loro si tratterà ora di capire se ci sarà la possibilità di essere spostate, anche a rotazione, in un altro negozio della catena, magari in quello più vicino a San Giuliano Terme.

Riproduzione riservata ©

28 commenti

 
  1. # federico di maria laura

    o bimbe……….. forza !!!!!

  2. # Sorgentii

    Se si continua con questa piega a Livorno ramarranno 4 case ed un forno.

  3. # Sorgentii

    Bisogna attrarre investitori in Città, altrimenti diventeremo sul serio frazione di PisaM.

  4. # Il Moralizzatore

    ariborda ugo

  5. # Giulia

    Dispiace tanto però scusate, sarà la crisi, sarà l’area livornese che sta perdendo il mercato, però le cose non vengono tutte a caso e per una sola colpa.
    Io ho avuto la sfortuna di fare la lista bimbo da loro, a parte quando entravo in quel negozio le commesse sempre tristi, nessun saluto, una di loro sempre spettinata e con l’agitazione addosso.
    Chiedevo consigli, e le risposte erano veramente banali, superficiali, chiedevi le cose, e dovevi attendere diversi giorni perchè dovevano ordinarlo, mentre mi è capitato ben due volte di andare in un altro negozio del bambini, o ce l’avevano già anche a minor costo, oppure in un giorno al massino due era già in pronta consegna.
    Quindi comprendo lo stato della situazione negativa che magari si protaeva da mesi/anni, ma non giustifica il servizio scadente.

  6. # Serena

    E’ un gran casino qua tutti chiudono, e ne parlo per esperienza personale a febbraio sono stati chiusi 3 supermercati a marchio SIDIS, ma nessuno ha fatto nulla e nemmeno scritto!! Siamo andati a casa in ben 25 persone circa!!! Si sono scordati di noi!!!!

  7. # Rick

    Continuate a comprare su internet (cosi facendo non pagate le tasse italiane, ma quelle decisamente piu basse straniere, il denaro lo mandate all’estero impoverendo ulteriormente il nostro paese, incentivate la disoccupazione, giacche le società che vendono per corrispondenza non hanno bisogno di personale per far provare la merce al pubblico, inoltre sempre quest’ultime non hanno bisogno di avere una sede collocata in un posto di “passaggio” pertanto non devono neppure pagare un affitto salato) cosi facendo, almeno che non siate dipendenti “statali”, dovrete trovarVi pure li il vostro nuovo lavoro.. Per quanto riguarda invece gli impiegati pubblici, invece ci vorrà un pochino piu di tempo, ma senza gente che “produce” lo stato che solo “eroga” dopo aver ulteriormente ampliato la buca del deficit non potrà che fallire a sua volta.. Meditate gente meditate..

  8. # roberto1

    Vorrei sapere se tu acquisti un prodotto pagandolo alle volte anche il doppi !! No son davvero curioso….oppure come vedi un bel po di risparmio sui siti Internet ti gongoli con gli amici e lo compri anche tu la !!! Via su..siamo seri.

    Altra cosa, qua non è un problema di statali o privati: se mi sposto (e lo faccio spesso per lavoro) a 20Km di distanza da qua i negozi storici, non chiudono. Il vero problema è che a Livorno l’economia è l’ultima della Toscana (dati Sole24Ore) per scelte scellerate degli amministratori e perchè non si è investito in tecnologia ed innovazione, ma siamo sempre rimasti troppo attaccati al porto, alle spedizioni ed al commercio spicciolo. Ecco i risulati: continue chiusure. PS Io Bimbo e Benetton (chiusi a Livorno) sono dei grossi nomi, smettiamola di dar la colpa agli ipermercati. Andateneve a Lucca / Pisa e Firenze a far lo shopping, vedrete anche che la disponibilità delle persone nella vendita è anni luce distante (in meglio) rispetto alla nostra ignoranza e boria !

  9. # Lorenzo65

    L’unico lavoro che cresce a Livorno è quello di quei disgraziati e disperati che , in giacca e cravatta, ti suonano all’uscio di casa per farti firmare contratti luce, acqua , gas, telefono, ect etc. Giovani e meno giovani che sgropponano a giro per la città come mendicanti e spesso alla fine del mese non prendono nulla. Guadagnano solo le spese di aver girato a vuoto un mese intero e preso tante porte chiuse in faccia!

  10. # LIVORNO

    bisogna anche dire che in quel negozio non c’è mai un’anima mentre, dal concorrente Ideal Bimbo c’è sempre un sacco di gente….. come mai? dipenderà forse anche dalle commesse?

  11. # Rick

    Sono un agente di commercio, pertanto penso di girare abbastanza (faccio circa 90.000 km l’anno) conosco piuttosto bene le marginalità aziendali e la situazione delle aziende del centro nord di Italia e sono abituato a parlare soltanto di cose che conosco, pertanto ti dico che ti sbagli di grosso. La situazione del commercio è disastrosa in generale.. L’unica cosa di cui sono d’accordo con te è che Livorno sta soffrendo di piu, molto dovuto anche alla sua immobilità amministrativa che perdura da piu di 70 anni e che credo non cambierà mai. Per quanto riguarda internet penso che dovrebbe essere tenuto piu sotto controllo dagli organismi preposti al controllo delle frodi e delle evasioni fiscali.. Ne vedrebbero delle belle..

  12. # Off

    Athletes world,Max Mara,Mandarina Duck…Ora anche IO BIMBO….De fai i vaini….l’importante sono i tramonti sur mare,Calafuria,l’apericena,il 5e5 e Livorno antifascista

  13. # Lisa

    Peccato che PisaM. come la chiami tu sia superiore da qualsiasi punto di vista, forse è per questo che siamo destinati a diventare una succursale.

  14. # Web control

    la vicenda e’ molto più complessa….ci sono dietro truffe e relative denunce, i due ragazzi dietro questa organizzazione sono già stati smascherati dalle iene, erano a Torino, ora sono a Livorno….ancora un po’ e vedrai che li pizzicano ancora una volta….

  15. # Il Moralizzatore

    prendono porte in faccia perchè visto che sono pagati a seconda dei contratti che fanno firmare, più di convincerti venderebbero di tutto.

  16. # donatella

    oggi pomeriggio,per motivi di lavoro ho incontrato un cliente di Frosinone; si sorprendeva perche’ a Livorno nonostante un immobilismo
    economico che investe la citta’, di fatto niente e nessuno vuole
    cambiamenti.Cambiare vuol dire pensare,muoversi,attivarsi…
    Per Livorno queste tre parole si abbinano a :mare,tatuaggi,calcio…

  17. # patrizia

    No. Dipende dai prezzi

  18. # Danielmaries

    A Livorno rinnovare, investire e creare nuova economia si traduce con lavori socialmente utili e tanta , ma tanta cassintegrazione!

  19. # luca68

    Sicuramente ha pagato molto il fatto di essere difficilmente raggiungibile non essendo vicino al centro…per quello che riguarda le commesse devo dire che sono molto carine e gentili come quelle della concorrente Ideal Bimbo…se posso dare un consiglio alla dirigenza troverei una posizione più centrale e manterrei sicuramente le bravissime commesse….

  20. # Pro

    Il mercato si adatta, nei prossimi 20 anni ci saranno meno negozi ma piu’ grandi, magari funzioneranno piu’ da magazzino per gli ordini fatti via internet che da negozio vero e proprio, perpetuare un sistema di gestione dell’azienda gia obsoleto 10 anni fa sperando che i tempi tornino indietro e’ un suicidio economico.

  21. # LIVORNO

    non è vero che dipende dai prezzi perchè, per molti articoli avevano prezzi migliori ma, ho rinunciato ad andarci proprio per le commesse!!!

  22. # sirvia

    Concordo pienamente con te Donatella.
    Da poco ho iniziato un’attività parallela alla mia di dipendende e sto contattando con una mia collaboratirce diverse persone di livorno….ma le risposte sono, tra le altre: ma c’è da lavorare, ma io non ho tempo (e magari stanno a casa a fare niete) etc. etc. e sono tutte persone che si lamentano della loro situazione economica e poi quando gli dai un’opportunità NIENTE!

  23. # Giulia

    ohhh ohhh finalmente vedo che molti la pensano come me…
    mi dispiace dirlo, ma l’altro negozio di livorno per bimbi concorrente è migliore, le commesse sono molto più professionali, se le domandi le cose ti rispondono tranquillamente e con sorriso, ti sanno dare i giusti consigli – non mi piace buttar fango così per niente , cerco di esser obiettiva e non sono nemmeno di quelle clienti che ci stanno un’ora per decidere…quindi lo ribadisco, avere delle buone commesse in un negozio, fa davvero la differenza…

  24. # jobbee

    mi dispiace per le dipendenti che perdono il posto di lavoro e non hanno colpe aziendali; ma IO Bimbo per diverse cose era più caro dell’ altro negozio per bambini Ideal Bimbo di via Cimarosa e probabilmente non riusciva a stare dietro alla concorrenza. Ora che ce crisi sempre più persone cercano il prezzo più basso e conveniente.

  25. # lety

    a parte la crisi che colpisce la nostra città (anche perchè non ci rinnoviamo un po’ naturalmente grazie alla nostra amministrazione !!!) da IO BIMBO le commesse non sono il massimo. Poi la posizione non è propriamente strategica se non hai l’auto come ci arrivi!!! E i prezzi al confronto con quelli di IDEAL BIMBO niente a che vedere…

  26. # Silvia

    Confermo…..una volta ho aspettato alla cassa 5 minuti intanto che una di loro rideva e scherzava con un amica al cellulare……roba da pazzi!

  27. # porta a terra

    quando l’operai sfilavano in via grande per difendere il posto di lavoro, solidarietà praticamente prossima allo zero………….
    con la globalizzazione fino a pochi anni fa tanti rivenditori acquistavano a basso prezzo e rivendevano a prezzi esosi, purtroppo è una ruota

  28. # porta a terra

    allora non è colpa mia questa volta, visto che i parcheggi ci sono e sono gratuiti.
    magari la differenza tra rimanere aperti o chiudere dipende anche dai prezzi, dagli articoli che si vendono e perchè no anche da chi vende………

I commenti sono chiusi.