Bagni Roma, ad Antignano da mezzo secolo. Intervista al titolare

Mediagallery

* articolo redazionale

di Marco Palumbo

I Bagni Roma, dove la linea costiera si alza pian piano verso il Romito e il mare si infrange sugli scogli, rappresentano da molti decenni il fiore all’occhiello della balneazione ad Antignano e non solo. La struttura, infatti, è presente sul territorio fin dai primi anni del XIX secolo, quando l’attuale quartiere cittadino era ancora una frazione staccata da Livorno. A poco più di un mese dall’apertura della stagione estiva abbiamo incontrato Mario Picchi, figlio del titolare, negli uffici dello stabilimento.

Mario, quando è iniziato il legame fra la vostra famiglia e i Bagni Roma?

Negli anni ’60, quando mio nonno Mario comprò la concessione per lo stabilimento. Cinquant’anni fa la struttura era radicalmente differente da come la vediamo oggi. Il mare arrivava davvero vicino alla costa e gli spazi di cui i bagnanti potevano fruire erano minori. Lo stabilimento, comunque, esiste da due secoli: nei primi anni dell’800, infatti, nella via antistante il mare era stata costruita una ricca residenza pensata come zona ricreativa estiva per i villeggianti; alcuni erano livornesi, ma la maggior parte provenivano da fuori città. Pian piano, decennio dopo decennio, la struttura è stata migliorata grazie a numerosi interventi di ristrutturazione, l’ultimo dei quali messo in atto nel 2008.

Quali aspetti ha riguardato il rinnovamento del 2008?

Si è trattato di un intervento davvero importante, volto ad offrire ai clienti servizi migliori grazie all’ottimizzazione degli spazi, resi più comodi, accoglienti e funzionali. La ristrutturazione è stata completa e ha riguardato molti aspetti, anche se l’intervento più importante è stato la sostituzione della sabbia con un fondo in legno teak: questa soluzione ha permesso l’installazione di nuovi ombrelloni in maniera più ordinata. Al momento, invece, sono in corso i lavori di ordinaria manutenzione per poter aprire il 22 maggio, giorno di inizio della stagione balneare.

A proposito di ombrelloni, quali servizi offrono i Bagni Roma?

Attualmente abbiamo 188 cabine e un totale di 350 ombrelloni; servizio di doccia fredda e calda, un ristorante dato in gestione a terzi (per info 0586501109), bar e self service, piscine naturali e l’immancabile gabbione. Inoltre c’è un centro diving per attività di immersione con un istruttore, mediante l’utilizzo di un gommone attraccato al moletto qui accanto (il moletto di Antignano, ndr).

Tradizionalmente, qual è il punto di forza dello stabilimento, quello capace di richiamare i bagnanti?

Il nostro è un bagno piccolo rispetto ad altri concorrenti come i Pancaldi o i Fiume, che hanno numeri sicuramente maggiori dei nostri. Proprio a causa di questo fatto, però, la nostra struttura è tranquilla, silenziosa, poco affollata, l’ideale per cercare la pace tipica dei periodi di vacanza o dei pomeriggi di mare. Il nostro target è ben definito: ragazzi fino ai quattordici anni e adulti, spesso con famiglia.

Una curiosità per finire. Sulla mensola ci sono alcune coppe, partecipate anche ad attività sportive?

Siamo sponsor di una squadra di calcio a 5, attualmente prima in classifica nel campionato di serie D organizzato dall’Msp.

Riproduzione riservata ©