Casa in legno a Limoncino, botta e risposta Comune-proprietario

"Invito il sindaco e tutti i politici a visitarla. La cosa che mi dà più fastidio è che si tengono in piedi container e baracche in giro per la città e poi ci si accanisce contro questa mia opera"

Mediagallery

come di consueto potete trovare la fotogallery in fondo all’articolo

“Stanotte non ho dormito. La cosa che mi dà più fastidio è che si tengono in piedi container e baracche in giro per la città e poi ci si accanisce contro questa mia opera”. A parlare è Raffaele Raffaele Magri lo scultore-pittore che in via del Limoncino, in circa 7 anni, ha realizzato una casa in legno (camera, soggiorno, cucina, per un totale di circa 50 metri quadri) che tanto sta facendo discutere in città. Il punto su cui ruota tutto è: abbatterla (la costruzione è abusiva e viola anche i vincoli paesaggistici) o trasformarla in opera pubblica (l’ipotesi messa sul piatto dal Comune nella risposta che pubblichiamo qui sotto) da far visitare al pubblico, in particolare alle scuole? Inutile dire che Raffaele spinga in questa seconda direzione. Tuttavia, rilancia e dice: “Spero che si possa arrivare a quest’ultima conclusione in tempi rapidi, renderla cioè un bene pubblico. Rimane il fatto che la gestione della casa deve rimanere a me. Se fosse il Comune ad avere la gestione dopo un anno andrebbe in rovina. E io cosa faccio? Ho perso 7-10 della mia vita. Se così non fosse sono pronto ad azioni clamorose per tutelare la mia creatura. Quali? Lo vedrete. Nel frattempo invito il sindaco e tutti i politici a venire qui. Sarò ben lieto di aprire loro le porte per fargliela visitare. Voglio vedere se avranno il coraggio di dire che va abbattuta. Però che vengano qui con gli esperti delle Belle Arti, loro hanno competenza tecnica e possono dare una valutazione più competente rispetto a quella di un politico”.
Raffaele ad inizio 2013 ha ricevuto l’atto di demolizione per abuso edilizio e violazione dei vincoli paesaggistici. “Avevo un termine di 60 giorni per farlo. Poi mi è arrivato l’atto in cui si dice che potevo chiedere allo Stato una sorta di grazia. Ma anche in questo caso ho lasciato decorrere i tempi. Adesso mi è arrivata la lettera del Comune di confisca del bene e del terreno circostante”. L’uomo si oppone e rilancia. “E’ la legge? Allora abbattiamo tutta la collina. Perché come la mia chissà quante casette abusive ci sono sparse in qua e là”. Raffaele lancia una proposta. “Perché non renderla un luogo da far visitare ai bambini delle scuole per far veder loro come si può creare un qualsiasi oggetto dal legno?”.

LA NOTA DEL COMUNE 
La cosiddetta “casa delle fiabe” è un manufatto abusivo costruito su un terreno di proprietà privata in via del Limoncino.  La questione risale al 12 dicembre 2012, quando la Polizia Municipale nell’effettuare un sopralluogo, rilevò, in assenza di titolo edilizio, l’esecuzione di un manufatto in legno di forma irregolare composto da un corpo di fabbrica terra tetto, parzialmente interrato, con adiacente altro corpo di fabbrica composto da piano terra e sottotetto praticabile con annessa terrazza. Venne inoltre accertata la realizzazione di altre opere sul terreno circostante: due forni in pietra, un recinto per cavalli di forma circolare, la recinzione. A seguito della segnalazione della Polizia Municipale, l’ufficio Edilizia Privata attivò le procedure amministrative di repressione dell’abusivismo edilizio, trasmettendo le dovute comunicazioni di avvio del procedimento ed emettendo nel febbraio 2013 ordinanza di demolizione al proprietario.
La demolizione non è stata eseguita, per cui, nel settembre 2013, è stato notificato l’accertamento di inottemperanza, con trasmissione della pratica all’ufficio Patrimonio, competente all’acquisizione dell’area in base a quanto previsto dalla legge. Chi ha realizzato il manufatto ha tentato di dimostrare il particolare valore artistico dello stesso. Si è infatti rivolto alla Soprintendenza di Pisa per richiedere il riconoscimento dell’opera come “studio d’artista”.
Ma la Soprintendenza (con nota del giugno 2013), ha respinto tale richiesta dichiarando che il bene non presenta i requisiti previsti per essere definito tale ed ha quindi escluso la possibilità di sottoporre il manufatto a vincolo culturale. Attualmente, come detto, il procedimento, è all’attenzione dell’ufficio Patrimonio per gli adempimenti previsti dalla legge. La legge contempla la possibilità per il Comune, dopo l’acquisizione, di valutare se il bene è di interesse pubblico e quindi se, eventualmente, può essere destinato a fruizione pubblica”.

 

Riproduzione riservata ©

Photogallery

151 commenti

 
  1. # francesca gragnani

    sembra delle favole

  2. # km

    Hanno fatto demolire le rimesse da attrezzi di neanche 2.5 x 2.5m quindi anche questa e tutte le altre vanno fatte levare..la legge è uguale per tutti bè, quasi..

  3. # Jessica

    Regaliamola a qualche extracomunitario senza fissa dimore, sarebbe un bel gesto.

  4. # Siamo seri

    Va bene che a Livorno vige il “fo come mi pare” e le leggi non si rispettano per cultura…… ma anche se sei “artista” è comunque abusivismo. Tutta la collina è piena di abusi? Bene… tutta la collina paga, se possibile e se non arreca danno paesaggistico e di sicurezza (ricordiamoci che proprio l’abusivismo è una delle principali cause di dissesto idreogeologico). È molto carina e ammiro la bravura…. ma basta con le furbate!!!

  5. # Samarcanda

    prima di abbatterla fategli paga l’imu.

  6. # CISKY

    bella e originale è in ottimo equilibrio con la natura!! non deve essere demolita anzi… è arte!!

  7. # km

    È una cavolata,perchè ci sono famiglie con mega ville abusive e piscine interne ed esterne,o pagano tutti o non paga nessuno.fino ad ora hanno pagato solo i “piccoli” quando ai grandi?

  8. # fede

    si contesta una cosa del genere ma il comune e provincia autorizzano i boschi circostanti vedi puzzolente al taglio del bosco in maniera pesante … vorrei ricordare alla nostra amministrazione che le regole valgono per tutti .. questi boschi sono tutti in zone con vincolo idrogeologico e non capisco come si fa a contestare un abuso del genere se pur la legge lo preveda e poi vicino si fa abbattere numerosi ettari di boschi mettendo a rischio a città perché l acqua che il bosco non riceverà più andrà nei fiumi che già non reggono adesso ..mi piacerebbe che i vari assessori ambiente di comune e provincia rispodessero su questo tema e perché no anche voi come giornale occuparsene???

  9. # Gianluca

    Per quanto sia carina, in effetti è abusiva.

    Un vero smacco però è leggere che la demolizione è anche a causa della violazione dei vincoli paesaggistici quando a livorno, la metà dei palazzi fa “onco”

    Per guardare poi oltre l’orticello livornese, l’Italia ha decine di migliaia di abitazioni abusive… ma evidentemente tutte persone con le giuste amicizie.

  10. # Liiliputz

    Con tutti gli obbrobri edilizi che si vedono in giro (un esempio? Ex palazzina dell’800 in Viale Marconi ridotta a casermone con terrazzi in cemento armato), si vuole abbattere questo gioiellino? Vergogna

  11. # fabio

    è una vera e propria opera d’arte è una bellissima idea quella di aprirla alle scuole,nel contempo sarebbe un delitto abbatterla

  12. # Jobbee

    Jessica tu che sei tanto buona, ospitalo in casa tua L’ eextracomunitario. Gia che ci sei mettilo nella cameretta dei ragazzi cosi si integra e gli insegna la sua cultura ai tuoi figli.

  13. # Jobbee

    Raffaele inanzitutto complimenti hai realizzato una bella casetta. devi essere anche un bravo artigiano. Dico io, ma quanto sei distratto, perche non hai richiesto la Grazia? dove eri in quei 60 giorni.
    Cmq io penso che la casetta tua, ti spetta e non va abbattuata perche l’ hai costruita sul tuo terreno, è di legno e non è certo in contrasto con la natura; ma lo sai le leggi non hanno cuore. Dami retta scrivi anche tu una lettera al Presidente Napolitano, digli che l’ hai costruita con le tue mani con tanto amore e gli vuoi bene come un figlio.
    Tieni duro e rilancia

  14. # Samarcanda

    Idea sbagliatissima quella di aprirla alle scuole. farebbe passare un messaggio sbagliato ai bambini che si illuderebbero. Le vere case si fanno in muratura.

  15. # El Guero

    L’importante è che le centinaia di ville abusive sulle colline livornesi rimangano…d’altra parte il padrone di questa opera d’arte non potrà mai fare favori come possono permettersi certi proprietari “legali”!!!!!!!!

  16. # Erik62

    Signori Amministratori come si fa ad abbattere questa opera d’arte vera e propria? Spendete i soldi per esporre le teste FALSE di Modigliani… almeno questa è originale!!

  17. # stefanobolgheri

    la casa è bella e in armonia,certamente deturpa dimeno di tante palazzine a montenero,e in collinaia stanno costruendo uno stabile di 3 piani che impedisce la visibilità di tutta la collina!quelli vanno bene,perchè hanno avuto la concessione?come mai li si e a 20 mt no????il problema riguarda 5000 persone che stanno aspettando un piano per piccole costruzioni per orti max 2o/28 mt…il pd lo ha messo negli 8 punti del loro programma!!ci stare lavorando?pedate ai piccoli e favori ai cementificatori?speculatori?

  18. # Jessica

    e la dovete finii….un l’avete capito che gli Italiani non sono dei santi…anzi, così dimostrate che siete peggio dei migranti…tanto le frontiere in Italia si stanno aprendo

  19. # Stefano

    la legge prevede l’abbattimento, quindi va abbattuta, non vedo alternative.
    quindi abbattere questa e tutte le altre che risultano irregolari. non complichiamo cose semplici

  20. # Paolo

    La casa è innegabilmente bella, così com’è innegabile che sia abusiva. Però porto avanti la riflessione. Bene, ci facciamo entrare i bambini, poi una parte del piano sopraelevato cede ed i bambini si procurano gravi danni. Si scopre magari che la casa è costruita bella ma non perfettamente “sicura”. Ne è valsa la pena? Come minimo comunque servirebbero rei tecnici (vigili del fuoco? altri?) per poter stabilire se sia agibile, ma come mandi un controllo del genere in una casa che neppure dovrebbe esistere?

  21. # il polemico

    Facciamogli pagare IMU, Tares e spese di sanatoria e può restare…..altrimenti giù….è un peccato, ma la legge è uguale per tutti

  22. # Incaxxato

    Sinceramente mi sembra una forzatura quella di equipararla a qualsiasi altro abuso edilizio che viene fatto sulle colline.
    Questa a modo suo è una scultura, sarebbe proprio la classica burocrazia con i paraocchi buttalla giù.

  23. # Samarcanda

    Sai cosa ti risponde l’extracomunitario? Ti risponde “vacci te a sta nella casa di legno, e io vo in quella tua. Sono scappato dal mio paese perchè vivevo in una capanna altrimenti restavo dove ero”.
    Guarda di svegliarti cara Jessica.

  24. # marco

    vincolo paesaggistico

    se non sai che c’è non la vedi neanche

    sono meglio quelle baracche schifose di tutti i colori che si vedono ??

  25. # marco

    mettici anche l’ex metropolitan

  26. # fairyqueen

    Anche a me piace. E non trovo affatto fuori luogo l’idea di “requisirla” a scopo didattico. Fra creatività e abusivismo edilizio qualche differenza passerà pure, o no?

  27. # alberto esposito

    omprendo lo stato d’animo del proprietario e condivido il fatto che di case e cose simili ce ne siano ancora moltissime, seppure sanate in maniera garibaldina, e concordo sul fatto che ha realizzato una bella cosa ma, se continuiamo a costruire in totale assenza di legalità mi domando dove si potrà arrivare. Credo che la pubblica amministrazione, alla quale sembra che la cosa sia sfuggita di mano nel momento in cui i terreni ex Canaccini ed altri vennero frazionati in migliaia di briciole, con conseguente proliferazione di case, casotti, casini (esteticamente parlando) arrivando a costruire un igloo (roba da polo nord), farebbe cosa gradita e forse anche accettabile se, facesse una cernita di ciò che può rimanere oppure no e stavolta, quello che deve essere abbattuto lo si debba abbattere.

  28. # andrea

    devano abbattere tutto quello che è costruito abusivamente a spese degli abusivi…… le opere d’arte come tutte le altre strutture hanno bisogno di regolari permessi ….. le leggi vanno fatte applicare e se dici che: “tutti lo fanno” forse non denunci il fatto perchè anche te lo fai. Auspico multe salate.

  29. # fairyqueen

    …e chi l’ha detto, scusa?

  30. # Sara

    Mentalita’ ottusa quella delle case in muratura, nel nord Europa sono in legno, costano molto meno, fresche d’estate e calde d’inverno, si abbattono i costi di riscaldamento e gli interni li puoi fare come se fosse una casa in muratura, compreso intonaco e pavimento…..basterebbe girare un po per aprire la mente…..

  31. # Gerone

    Infatti Venezia ha le fondamenta in muratura o le caprate nella sala del Botticelli agli Uffizi sono in cemento armato. Il legno è il miglior elemento strutturale dopo lo scheletro animale.

  32. # Nenomis

    A me i discorsi del tipo “ce ne sono tante abusive, perché devono buttar giù la mia?” mi sono sempre sembrati da stupidi.
    Un po’ come quelli che dicono “rubano tutti, perché non posso rubare pure io?”
    E’ una scusa che non regge per giustificare pessimi comportamenti.

  33. # gabriele

    grande jessica!!! conosco tanti extracomunitari che apprezzerebbero un gesto come il tuo; non essere vittima del populismo sfrenato di questi tempi è difficilissimo e il tuo spirito altruista fa sperare in un futuro migliore per questa città. città che in passato era rifugio per perseguitati politici e galeotti provenienti da tutta italia. dico a chi ti ha risposto che si deve vergognare perchè non sanno quello che dicono.

  34. # Samarcanda

    l’hanno detto quelli che la casa l’hanno persa e non accettano sistemazioni di questo tipo. Altrimenti CASALP potrebbe risparmiare un bel po di soldi pubblici comprando casette di legno alla Leroy Merlin e stioccando le famiglie in mezzo al bosco.

  35. # nicola

    Questa è la prova che non ti sei mai mosso da livorno…..ma non guardi neanche la televisione.

  36. # Jobbee

    che gli italiano non sono dei santi lo sappiamo tutti!!! hai scoperto l’ acqua calda. ma se permetti a casa propria uno ci fa venire chi vuole. quindi evita di dire cavolate e suggerire di dare la casa di Raffaele agli immigrati. Lo dirà lui a chi la vuole dare perche l’ ha fatta lui, e lui la vuole lasciare ai bambini delle scuole. Sulla casa tua sei padrona tu, e solo la tua casa la puoi dare a chi vuoi. Chiarooo???

  37. # degube

    Mi scusi ma forse non si ricorda il Metrotolitan, non era certo il Pantheon, sinceramente era veramente brutto. Comunque qui il problema non è se è bello o brutto ma se è legittimo o no. Si sono altre cose illegittime? Cominciamo da questa e se continui con le altre.

  38. # degube

    Caro Raffaele Magri sarai certamente un artista, quello che hai fatto sarà anche bello a vedersi, ma se fai qualcosa di illegale non ti riparare con i bimbi delle scuole; c’hai provato a farti la casina a disprezzo delle leggi e t’è andata male, affronta le tue responsabilità e fai valere i tuoi diritti se ce ne sono, ma metterci di mezzo i ragazzini delle scuole …….ovvia

  39. # Samarcanda

    guarda gabriele che il gesto bellissimo e altruista di sara come lo definisci te consiste nel regalare qualcosa che appartiene ad un altro individuo e cosi sono boni tutti. regali lei qualcosa di suo. lei regalerebbe un sacrificio costato 7 anni di lavoro a qualcun’altro? se si me lo faccia sapere le do le coordinate iban.

  40. # Samarcanda

    nicola non sarò un globetrotter come te ma sono stato in Francia, Spagna, Svizzera, Germania, Inghilterra, Danimarca e Svezia, Isola d’Elba, nell’europa che conta e ho visto tanti begli edifici in cemento armato.

    Tutti quelli che hanno commentato sopra perchè continuate a vivere nelle case di cemento? vendetele che col ricavato ce ne fate 3 o 4 di legno. e te Sara cosa aspetti a trasferirti nel nord-europa?

  41. # Liiliputz

    Ospita una famiglia di migranti a casa tua, così sei coerente

  42. # Mirko

    Incominciamo noi livornesi a non fare i pietosi.. Facciamo partire il parco delle colline … Il disprezzo per la legge lo lascio ai livornesi di serie B… C’è un abuso ? La casa va abbattuta , opera d’arte e non.. Giusta battaglia contro la discarica… Ora legalità … Basta con la politica delle pacche sulle spalle che hanno permesso 30 anni di abusi … Liberiamo le colline dagli e lo sottolineo … Facciamo partire attività di valorizzazione del parco!!! Al proprietario di quest ‘opera d’arte dico 2 cose:1) non le pareva troppo bello e semplice avere una casa seppur modesta in un posto splendido? 2) metta il suo sapere a disposizione per valorizzare il parco con le attività di valorizzazione del legname … Gli faccio i complimenti … Non è invidia ma se abuso grande o piccoli sanato o no .. Ma se c’è abuso va abbattuto!!!

  43. # Liiliputz

    Ai miei tempi (ma io sono del 1955, preistoria) ci piaceva credere alla casette abitate da fate e gnomi e non abbiamo mai pensato che le nostre vere case dovessero essere uguali. Era un bell’esercizio per stimolare fantasia e sogni..ma scusate…..sono cose di un’altra epoca. Che se ne fanno i bambini di oggi di cose come queste ????

  44. # Bombolino

    Raffa, di sicuro il comune ci fara’ un bel parcheggio….tanto e di moda a Livorno…

  45. # lorenzo65

    Quella casa va demolita! Altrimenti se voleva che rimanesse in piedi doveva costruirla su terreno pubblico e non privato, metterci accanto due baracche di rom e vedrai che il comune non solo non la contestava, ma gli dava pure allaccio acquae luce a gratisseeee !

  46. # FATEVI VEDEE

    JESSICA SCUSA….MA L’ITALIANI CHE SONO RIMASTI SENZA CASA PERCHE C’HANNO MESSO IN GINOCCHIO DOVE LI METTI? LE DAI AGLI EXTRACOMUNITARI???? DAMMI RETTA QUESTO NN è RAZZISMO SEI TE CHE FAI LA PERBENISTA E POI MAGARI SEI UNA DI QUELLE CHE SI GIRA DALL’ALTRA PARTE SE QUALCUNO CHIEDE AIUTO

  47. # Mario

    non ci scherzare tanto, perche puo darsi che qualcuno lo proponga davvero !

  48. # lorenzo

    che vantaggi ne traiamo?

  49. # KA

    Bellissima la casa e a me piace molto anche l’idea di farla visitare ai bambini…ma sono anche dell’idea che le leggi sbagliate o giuste che siano vanno rispettate e sono per tutti uguali, senza contare che la possibilità di regolarizzare una cosa nata abusivamente era stata data e non andava snobbata.
    Speriamo comunque che si trovi una soluzione pacifica e che la prossima volta uno faccia le cose come vanno fatte.

  50. # gino rossi

    Possiamo discutere se il regolamento edilizio è di gradimento o meno. Ma dal momento che esiste un regolamento è giusto che sia rispettato da tutti. Se su un terreno non è prevista l’edificabilità, non ci si può edificare, ne col mattone, ne con il legno. Non capisco perché molti devono seguire e rispettare le normative e le procedure oltre che dotarsi di tecnici, e altri no. La legge è uguale per tutti

  51. # sanbo

    …..favole dei fratelli Grimm… Con tutto il rispetto per l’abilità, a me inquieta.

  52. # Alea

    jessica bella ascorta…hanno buttato fori dar carcere l’extracomunitario che e’ voluto rientracci a forza perche’ litigava con la su’mollie….se mi lasci ir tu’ numero ti fo chiama’ e vi accordate per fallo veni’ a dormi’da te poverino….

  53. # francesco

    brutta pacchiana. sarà tutta in legno ma io vedo un bel massetto di cemento e muretti in pietra, non proprio una casa che si smonta completamente senza lasciare segno di sé. cmq strano modo di cercare di fare pubblicità alle proprie “opere”…

  54. # dekette

    rispondo a samarcanda, che con un nickname così dovrebbe esse tutto un programma, invece…….in italia purtroppo in materia di costruzione ci sono un migliaio di leggi e leggine del kaiser, e le “casette di legno” come dite voi le amministrazioni le vedono male, a parte nel nord italia, poi le fanno pagare care, all’estero no, un si sa perchè….in giappone è tutto di legno e carta pesta e c’è un terremoto ogni 10 minuti, poi bisogna vedè come lo fai il cemento armato, se non lo fai per bene viene giù, vedi l’aquila poveracci, se si parla di case vecchie costruite ad arte si, ma se si scambia il cemento armato per sicurezza è un abbaglio grandissimo, vanno bene tutti e due, ma come al solito in italia si esagera…comunque va abbattuta, è illegale, io ho un giardino ma la casetta di legno un me la fanno fa…..nemmeno per 2 attrezzi…..ciao a tutti

  55. # AdolfoBenni

    Nell’Europa che conta… Soprattutto all’isola d’Elba ahahahahahahahahahahah, che legnata

  56. # Samarcanda

    Dekette, la casetta di legno è carina, ma è un’utopia perchè ormai l’agglomerati urbani delle città sono fatti cosi. Condomini in cui vivono 15-20 famiglie potresti costruirli tutti in legno? Quanta superficie mangeresti se 150.000 persone o giu di li come Livorno, se ognuno avesse una casetta di legno? il valore dei terreni edificabili impennerebbe è saremmo punto a capo con un altro problema. Terreno che costa 1.000.000 e casa che costa 1000. Saluti.

  57. # Francesca

    No una rotatoria forse

  58. # Gino

    Fai nomi e cognomi così son parole tirate al vento senza nessun fondamento…

  59. # Gino

    Non capisco chi fomenta questo atto di abusivismo!!!

  60. # ste

    Abusivismo travestito da presunta opera d’arte, ma io preferirei dire di artigianato. In altri casi, sempre nella zona, solo abusivismo senza arte né parte… E per scoprirlo basta usare Google maps. Abbattere in entrambi i casi e riportare l’ordine in collina: non ci sono soluzioni. La legge urbanistica la devono rispettare tutti, anche nelle colline livornesi! Poi ci saranno molti che non saranno d’accordo: non mi sorprende. Siamo a Livorno…

  61. # ste

    28 mq??? Roba da matti! Altro che annessi agricoli… Io ho un annesso agricolo, ma è un prefabbricato in legno di 2m x 2m = 4 mq… In 28 mq la gente ci fa i miniappartamenti per le feste della domenica!

  62. # ste

    Ha le fondamenta, ha il bagno, è collegata si deduce alla linea elettrica, necessita di fognatura… E’ una casa! E’ abusiva! Abbattere

  63. # daniele

    Quando si costruisce una casa si deve seguire delle linee guida ben precise, ci deve essere alla base una progettazione seria. Poi bisogna fare le cose in regola. Se una legge dice che su quel terreno non ci puoi costruire per qualsiasi motivo possibile, non vedo cosa ne stiamo a discutere. E’ una struttura abusiva, camuffata da capanna ma in realtà è una abitazione bella e buona. Abbattere prego!

  64. # daniele

    Ma poi ci ripenso….la apre alle scuole. E’ abusiva e gia di per se è un esempio che non va dato ai bambini. Poi non sai se è stata progettata rispettando le normative di legge. Metti che ci entri una scolaresca di bambini e crolla il tetto?

  65. # daniele

    Come opera d’arte è sicuramente bella, ma nel paesaggio toscano ci sta bene una casetta di mattoni e tegole. Per quanto all’abuso livorno e pieno a partire delle ville costruite sugli argini, ai sottotetti dei palazzi, alle ville costruite su vari piani, alle ville costruite in aree vincolate. Raffaele, RESISTI, prima o poi qualche legge la faranno, per salvaguardare quelli
    che hanno poco o nulla.

  66. # mingo

    Per tutto questo dobbiamo ringraziare il nostro caro Comune che in tutti questi anni non è mai riuscito a dare risposte certe ai tanti piccoli proprietari di terreni che chiedevano di poter disporre di un piccolo ricovero attrezzi di legno, senza cemento per custodire i propri attrezzi.( nulla, nemmeno un 2×2) E’ chiaro che gli abusi vanno eliminati ma quando non c’è chiarezza o interesse “politico” a risolvere i problemi poi la gente si “arrangia” come il nostro amico “artista”

  67. # 4luglio68

    Se è abusiva per la legge si abbatte e basta.

  68. # stefy

    che meraviglia!

  69. # Roberto

    Se a Livorno dovessimo abbattere tutto quello che va contro il vincolo paesaggistico dovremmo cominciare dalle Baracchine e almeno un paio di palazzi sul viale Italia, il palazzo Grande, la banca in piazza Cavallotti, insomma si potrebbe andare avanti all’infinito. Senza contare tutti i cambiamenti d’uso (garage e negozi che diventano mini appartamenti, appartamenti suddivisi in vari mono-bilocali e magari senza abitabiltà). Poi si va a fare la battaglia (più o meno giusta) a qualcosa che non da noia a nessuno e che il 99,99 % dei livornesi neppure sapeva esistesse, ricordiamoci che spesso chi possiede case nel bosco ha tutto l’interesse a tener pulito il sottobosco per evitare incendi e spesso ripuliscono anche i corsi d’acqua cosa che dovrebbero fare l’istuzioni.

  70. # Samarcanda

    che sono fresche d’estate è una bugia.
    che costano poco è una bugia anche quella considerato che costano in media il 20% in più di una casa in mattoni.
    E oltretutto hanno una durabilità di 35-40 anni, dopo i quali ti ritrovi con un aggeggio che non vale piu nulla, mentre chi ha comprato la casa in mattoni se la ritrova rivalutata.
    Poi non è solo una questione di freddo. Ti potrà sembrare paradossale ma funzionano in finlandia dove fa freddo ma non è umido ma potrebbero funzionare male in Italia dove fa meno freddo ma è più umido.
    Se avete soldi da buttare fatevi la casa in legno. non venite a piangere poi quando dopo 40 anni non avete niente da lasciare ai figli e siete in mezzo di strada.

  71. # francesco

    il sottobosco con la sua biodiversità non ha bisogno di pulizia, semmai non ha bisogno di gente che ci va ad appiccare incendi.

  72. # papesatan

    e ci se n’accorge ora?

  73. # gino bencini

    E’ la realizzazione più bella,che da orgoglio alle colline di Limoncino……La nostra Amminisrazione Comunale deve trovare un accordo,perchè resti il grande capolavoro di anni di lavoro di un cittadino……

  74. # Roberto

    Certo … biodiversità, habitat tutto quello che vuole, poi come vi spaventate quando i rigagnoli (mai puliti) diventano fiumi e allagano case e cantine e quando le fiamme arrivano a due passi da casa. A Livorno si dice “Tutti bravi a fare il ………….”

  75. # Roberto

    Sicuramente meglio della “A” di piazza Attias

  76. # anonimo_livornese

    Ora deve subire anche un processo penale. Soldi per avvocati ecc.
    Ora dico, ma nella sua terra uno non è padrone di costruire una baracca di legno?
    Gli attrezzi dove li deve mettere?
    Siamo fuori di testa

  77. # silvia

    Sembra bellissima! Mi piacerebbe vedere altre foto. Peccato che abbia lasciato cadere nel vuoto la seconda ingiunzione che forse poteva salvarla. Una leggerezza colpevole. Provi a chiedere ancora, è un peccato abbatterla o lasciarla cadere a pezzi.

  78. # gino bencini

    Daniela….Quello che scrivi può essere giusto sino a un certo punto! Sai quante case e scuole in questi ultimi tempi sono crollate….E tutte avevo regolare progetto e autorizzazione!!!!!! Ciaoooo

  79. # marco2

    ci siamo entrati dentro anche in 10 persone rubuste

  80. # Oscar

    Una casa fuori del tempo e soprattutto fuori luogo a Livorno città di mare: abbatterla è il minimo da fare !!!

  81. # asciugati

    boia deh guarda caso tutti questi controlli li hanno cominciati a fare al Limoncino e solo in quella zona dopo che gli abitanti del posto si sono ribellati alla costruzione di una discarica, ci sono abusi in tutta la città a cominciare dalle verande, dalle casette porta attrezzi nei giardini, dai contenitori usati negli orti, dalle antenne paraboliche attaccate dovunque e ora scoprono questa casetta delle fate e ora il Comune la vuole far buttare giù anche se il costruttore è disposto a farla utilizzare dalle scolaresche ! Ma che bella città siamo diventata !

  82. # livornesepuro

    Prova ad andare a San Francisco per vedere some sono la maggior parte delle case

  83. # asciugati

    se lo voi sapè vai sul viale di antignano e vedrai che stanno finendo una villa di 300 mq con la struttura di legno. Secondo te chi la fa è un bischero o sa che la tecnica ha raggiunto affidabilità, sicurezza e durata simili se non migliori del cemento !

  84. # mau

    Aggiungici che quelle in pietra hanno salvato migliaia di persone durante i bombardamenti al fosforo degli alleati..speravano fu far brucuare tutto prima di mettere piedi gli eroi…invece nulla grazie alle case italiane in pietra!

  85. # Omersimpons

    W l’ abusivismo civile

  86. # E'LORADIFINILLA

    CONCORDO PIENAMENTE!!! Altrimenti ce la facciamo tutti (tutti quelli che hanno il terreno)
    PS. NON C’E’ SOLO QUELLA DA ABBATTERE….
    E’ CHE QUI AL SOLITO C’E’ CHI C’HA PIU’ SANTI IN PARADISO!!!
    VERGOGNA!!!!

  87. # Stefano S.

    A questo punto se una costruzione abusiva non viene abbattuta perchè fatta da un “artista”, mi metto a recitare una messa a casa e mi rifiuto di pagare l’IMU essendo il mio appartamento un luogo di culto!!!!

  88. # gino bencini

    Sei….Anonimo ma ti faccio i complimenti sante parole….Sono d’accordo con te!!!!

  89. # Samarcanda

    Ne riparleremo.

  90. # Claudio

    Ora mi costruisco la casa con i tappi di sughero e la faccio diventare museo…

  91. # Gino

    Bel collaudo!!! ma non credo che il Genio Civile si accontenti di questo!!!

  92. # Gino

    La discarica è stata fermata dalla magistratura ma a quanto ne so io aveva i permessi mentre tanti di quelli che protestavano sono abusivi.
    Non entro nel merito “brutta la discarica belle le casette”. Ma la legge va rispettata!

  93. # ombrettaluna

    non si può smontarla e portarla all’interno del Borgo di Magrignano almeno ci sarebbe qualcosa di bello da vedere e poi fra tanti illeciti uno in più non farebbe differenza anche se poi bellissima com’è in mezzo a macerie, sterpaglie e scheletri di case …. forse darebbe noia !!!!!

  94. # fede

    Cos ė? La casina delle fate? …ma o quando la faceva un lo sapeva che un era in regola e non lo poteva fare? ….secondo me ….chi sbaglia paga ..pertanto anche se non li varrà dovrebbe pagare 150000 euro ..altrimenti la demolisce … La legge non ammette ignoranza

  95. # GS

    Se a lui fanno tenere questo baraccone kitsch gli ordino subito una veranda da mettere sul mio terrazzo, visto che a me non hanno mai dato l’autorizzazione nemmeno per quella!

  96. # Francesco R.

    Prendete tutti i provvedimenti del caso ma NON demolitela. E’ pur sempre un opera di un artista. RESPECT.

  97. # Daniele

    Che risposta!!!

  98. # ste

    Comune di Livorno, vi comunico che io domani inizierò a costruire una casa abusiva di sana pianta, ma la faccio un po’ Barocca e Rococò. Pertanto non me la potete abbattere… E’ artistica! Si sa che la legge distingue i casi di artistiche abusive da case brutte abusive… (si, come no…). Anzi, vi dirò di più: mettetela sulle cartoline al posto dei Quattro Mori e della Fortezza Vecchia, come nuova meraviglia di Livorno. Io sono un artista in pieno delirio di onnipotenza!

  99. # ste

    E la chiami baracca per gli attrezzi? Ti va bene la Reggia di Caserta per riporre il trattore?

  100. # ste

    Ancora con la sindrome del Palazzo Grande e delle baracchine sul viale Italia? Non confondere il tuo gusto personale con i progetti approvati e a norma di legge che rispettano la normativa urbanistica! Altrimenti possiamo abbattere il 90% della periferia livornese, che è fatta da condomini-alveari che sarebbero brutti ovunque! Ma di sicuro non sono abusivi… almeno spero.

  101. # leo

    Raffaele…be, io lo conosco…persona umile e gentile, calmo e soprattutto, un vero artista. La casa l’ha costruita sul proprio terreno e allora? Che c’è di male? Si, è abusiva…ok ma invece di fare tanti commenti banali, sfido chi fa battutine di farla uguale. non credo ci sia uno di voi in grado di farlo in cosi poco tempo. Per me è un’opera d’arte invidiata da molti in confronto a tante schifezze che ci sono fuori e a problemi più grandi. …riflettete gente

  102. # ste

    sarààààà a me e mi sembra na baraccopoli altro che casa delle fiabe, comunque devo dire che almeno ha riciclato….bravo.
    Comunque va messa alla stregua di una qualsiasi baracca abusiva, quindi demolita

  103. # stefano

    a e’ vero e’ abusiva va’ abbattuta ,mi raccomando il legno datelo ai rom per farci fare le baracche in via del levante e quello che avanza portatelo a coltano……mi viene il vomito povera italia poveri a noi …..

  104. # enzo

    anche per la discarica!!
    Era così in regola che è intervenuta la magistratura

  105. # Franceschino

    eccheccacchio grande!!!! unica risposta che mi sento di condividere. a montenero costruiscono a tutta randa, eehh, ma li è tutto in regola. e il vincolo paesaggistico delle baracchine sul mare? leggo di qualcuno che ha invidia. grande. chi ha il terreno dovrebbe proprio costruirsela, altro che tono provocatorio!!! e tanto lo stato ci tutela per bene!!! qui se la rifanno nemmeno coi pesci piccoli.. …. se la rifanno con le cee!!!!

  106. # Augusto

    Ma perchè le baracche del Limoncino devono restare in piedi e questa casetta deve essere abbattuta ? Forse il proprietario deve fare un comitato come hanno fatto gli altri ?

  107. # troppabiada

    Una storia come tante fatte vedere da Report.Casa abusiva in barba a tutte le leggi italiane ed ora il signore pretende anche che il comune gli organizzi le visite guidate delle scuole così mette anche il biglietto all ingresso tutto al nero magari.Detta anche le condizioni altrimenti minaccia azioni eclatanti…..DEMOLITA SUBITO A SPESE DEL SIGNORE E CINQUE ANNI DI GALERA.

  108. # dekette

    ora “l’artista” c’ha rotto i ‘orbelli, prima fa il furbetto e costruisce abusivamente, poi un la vuole butta giù e si fa pubblicità, non solo, ora se diventa pubblica la vorrebbe gestire lui in persona……….boia dè siccome sono artista anch’io ma un fo tutto sto baccano, voglio prendere esempio da lui………..così magari vendo qualcosa. comunque piaccia o no va abbattuta, il pesce puzza dalla testa !

  109. # Gerone

    Benvenuti in Italia tra burocrazia elefantiaca costruita da pigmei, buonismo piagnoso e arroganza furba alla “me ne frego” salvo poi piangere quando la legge arriva. Senza mettere di mezzo l’ingegneria delle case in legno che poco ha a che vedere con questo caso quello che questo signore ha costruito NON è un opera d’arte, NON ha valore culturale ed E’ fuori contesto. Se voleva fare un opera d’arte chiedeva il relativo permesso e poi – brutta o bella che fosse – se la sarebbe potuta tenere salvo l’abitabilità a meno che lui non faccia parte dell’istallazione ed allora – popolo pecorone – da domani TUTTI a costruire opere d’arte con noi DENTRO parte dell’installazione!!! Ma non prendiamoci in giro …. ABBATTERE! E chiedere i DANNI!

  110. # Aleb

    Lui 7 anni di lavori….io 30 di mutuo per 55 mq. Se è abusuva è abusiva…un ce n’è discorsi. sennò dhè…noi siamo tutti scemi???????

  111. # Samarcanda

    caro signore non la puole gestire lei perchè passando in mano pubblica attraverso lo strumento dell’esproprio per pubblica utilità (per il quale riceverà equo compenso) la gestione dovrà essere affidata tramite bando per gara d’appalto. Quindi visto che la sua iniziativa non aveva scopi lucrosi faccia lei un passo avanti facendo un atto di donazione al comune di livorno evitando cosi il ricorso all’esproprio che oltretutto graverebbe sulle gia sommesse economie cittadine.

  112. # proletario

    Il proprietario dell’immobile in questione (immobile che, si badi bene, non ha niente da invidiare ad una qualunque abitazione cittadina visto che possiede un solido massetto in cemento rivestito da mattonelle, che poi la struttura sia in legno non modifica la sua palese abusività) logicamente afferma:”E allora abbattiamo tutta la collina”. Così ,alla fine, tanto per cambiare, il cittadino onesto si trova fregato due volte: la prima quando ha rispettato la normativa; la seconda quando l’istituzione appurata la palese violazione della norma non solo non è intervenuta come da regolamento ma alla fine ha addirittura tutelato il reo! Complimenti un bell’esempio di giustizia ed equità!

  113. # Liiliputz

    Scusate, ma in zona Puzzolente, c’è una lunga stradina letteralmente costeggiata di casette (più o meno carine o rifinite) dove le famiglie passano la domenica….Molti hanno cominciato con l’annesso agricolo o il container, poi, piano, piano……etc. Hanno tutte scarichi ed allacciamenti alle fognature ????? Se si, sono in regola, se no…..come la mettiamo ?? E l’allacciamento alla corrente elettrica e quant’altro ???? A me non interessa, però, se vogliamo essere pignoli, dobbiamo demolire mezze colline livornesi.

  114. # trippa

    io non demolirei, farei pagare un condono all’autore (visto che comunque non è una baracca vera e propria) ma solo se intende aprirla al pubblico.
    se ci fa le furbate, come fanno in tanti, allora demolire.

  115. # ste

    E allora demoliamole! Non è che deve passare il concetto che siccome lo fanno “tutti” (ma tutti chi? pessima abitudine quella di fare qualunquismo) lo posso fare anch’io. Ma tu guarda quanta gente si proroga per una casa abusiva solo per il fatto che è pseudo-artistica! Alla faccia di chi ha pagato oneri di urbanizzazione per costruire la propria rispettando la legge… Non è giusto! Poi ci si lamenta di dissesti idrogeologici, urbanizzazione selvaggia ecc. Siete voi, col vostro modo strano di pensare, che fomentate tutto questo.

  116. # Francesco R.

    (cit.) “Nel frattempo invito il sindaco e tutti i politici a venire qui. Sarò ben lieto di aprire loro le porte per fargliela visitare. Voglio vedere se avranno il coraggio di dire che va abbattuta. Però che vengano qui con gli esperti delle Belle Arti, loro hanno competenza tecnica e possono dare una valutazione più competente rispetto a quella di un politico”.

    ESATTO.

  117. # ste

    Se tu conoscessi la normativa (e conseguentemente il significato della parola “abuso edilizio”) come conosci questo signore che ha costruito una casa abusiva forse avresti qualcosa di valido da esporre. La legge non vale per gli amici? Mah…

  118. # marco

    Ancora una volta rischiamo che la legge non sia uguale per tutti.La casa è abusiva e bella o brutta che sia deve essere abbattuta.

  119. # Luca

    Io direi di smetterla con i furbetti…e direi anche di smetterla con il puntare il dito verso il resto del mondo quando si viene “pizzicati”!
    Purtroppo questa è un’abitudine di molti, giustificando le proprie infrazioni perchè “lo fanno tutti”!
    Questo signore ha fatto un abuso edilizio, punto e basta..poi potrà essere bello, artisitico, quello che volete, ma è pur sempre un abuso e come tale va demolito! Come lui ce ne sono tanti altri? Beh vanno demoliti anch’essi!
    Altrimenti diventa un Far West in cui chi fa più clamore l’ha vinta: articoli su QuiLivorno o la minaccia di gesti estremi non devono certo far chinare la testa alla Pubblica Amministrazione, che deve far rispettare la Legge in ambito edilizio.
    Oltretutto mi pare anche che il proprietario sia abbastanza arrogante: già è stato graziato perchè gli viene concesso di non abbattare l’immobile rendendolo “pubblico”, ora però lo vuole gestire lui: magari possiamo farlo abitare lì e farlo visitare alla scuole solo sotto appuntamento dato esclusivamente dal proprietario e secondo le sue esigenze….mettete che quella mattina deve andare a fare la spesa..allora gli alunni aspetterano o lo visiteranno il giorno dopo….MA PER PIACERE!!!

  120. # proletario

    E quindi siamo di fronte addirittura ad un’opera che merita la tutela delle belle Arti!
    Ma certo, se lo ha detto l’autore……. dobbiamo crederci. O no?!?! Che barzelletta ragazzi!

  121. # Gabriel

    Per me è una discussione assurda va demolita ..la legge è legge anzi va pure multato sennò la faccio anch’io

  122. # andrea

    due cose , conosco persone alle quali è stato imposto di distruggere un piccolo annesso , trovato in un orto posto in un terreno di proprietà del comune, pena prevista anche il carcere, e credetemi non scherzo.In questo caso mi sembra si parli comunque di una bella casa, artistica, con dei bei tavoli per accogliere tanti ospiti passare delle belle giornate insieme, ma sempre ABUSIVA, mi domando il signore in questione non poteva attivarsi per far presente la propria condizione “artistica” , vedere di sistemare legalmente la cosa…..già avrebbe dovuto pagare le tasse!!!che cose strane… a me dispiace per l’impegno e le capacità artistiche del signore però secondo me ha voluto fare il furbo e di furbi in questo mondo ce ne sono già troppi, bastano e avanzano

  123. # Bombolino

    se volete vedere ” la casa delle fate” dovete sapere dove è ubicata poichè non è visibile e quindi non deturpa l’ambiente si integra pefettamente con la natura insomma è “dimorto bella” ! Voglio ricordare che l’Amministrazione, (per esempio cito una cosa fra le tante che non tornano), avrebbe voluto dare un nuovo look al v.le Italia che era invaso da baracche, più che baracchine, con tende e tendine varie, ma a distanza di anni siamo punto e a capo, sono tornate le tende e le tendine. La differenza sta nel fatto che le baracchine portano soldi all’amministrazione mentre Raffaele no!
    Forse sarebbe meglio vedere a chi sono state assegnate le case comunali…e quli macchine sono parcheggiate sotto…oppure alla mancanza di controlli sulle case che si tramandano…senza valutare chi subentra se ne ha diritto…presto ci saranno le elezioni…ricordate…

  124. # erika

    Il signor Raffaele sarà pur colpevole di abuso edilizio…tutti i giorni noi italiani siamo vittime di abusi da parte dello stato, co tolgono anche l aria che respiriamo ,quando l Italia comincerà ad essere un paese coerente e la legge comincerà ad essere uguale per tutti allora sarà giusto che anche il signor Raffaele paghi…. Io la casa l ho vista è uno spettacolo… Lasciatela stare e pensate a quel marinaio di cemento messo sul mare

  125. # Ruby rubacuori

    Il Signore in questione, sue testuali parole, ha speso 7/10 anni della sua vita per costruire questa casa. Ora mi domando, ma in questo lasso di tempo non ha avuto 5 minuti per andare in Comune a chiedere i permessi?!?!?!?!? Chiamatelo bischero, ed ora vuole due soldi di resto. Ma per piacere… SVEGLIA!!!!

  126. # trippa

    lo stato siamo noi, i politici e i burocrati sono le nostre proiezioni. basta basta basta con questo qualunquismo spicciolo. se i politici son ladri è perché l’italiano è così e chi non lo è non fa mai niente per impedire.

  127. # Boooh!

    Il Suo “Ragionamento” non fa una grinza, Erika, è di un livello veramente “eccelso”, non so, però, se possa essere alla portata dei comuni mortali livornesi da cui lei è circondata. In fervida attesa di poterla rileggere al più presto le porgo
    Distinti saluti.

  128. # dekette

    oooo ma cosa mangi a colazione dè, le belle arti…

  129. # Susy Lubrano

    Bellissima realizzazione di questa casa “fiabesca” , niente da dire su questo, ma però perché non ha chiesto i permessi? E perché un ” ricovero” per attrezzo agricolo costruito abusivamente da un povero contadino che vive lavorando la terra va demolito e quella casa no? Due pesi e due misure? La legge è uguale per tutti a regola….ci doveva pensare prima secondo me….

  130. # simone

    carissima jessica agli extracomunitari dagli casa tua, e non quelle che spettano agli italiani come ad esempio le case popolari

  131. # fox65

    l’abusivismo però per beccare i soldi dei condoni andava bene vero? sai quanti a montinero o alla scopaia e alla puzzolente si sono costruiti villette? e ora se qualcuno volesse costruire case in bioedilizia ad impatto zero.i permessi non vengono dati,ma se si trattasse dell’ipercoppe o della porta a terra o ancora i moletti in mezzo al mare alla bellana non ci sarebbero problemi vero?…..ma fatemi il piacere fate costruire dove vogliono con criteri di bioedilizia ,biomassa e fotovoltaico e vedrete che ne trarrà benefici il territorio,boschi più puliti e gente che si coltiva il proprio orto….meditate gente meditate

  132. # giacomo failla

    ammirazione da tutta Livorno…..grande creativita’ !!!

  133. # artide1

    E molto meglio questa casa delle “baracchine in legno stile Liberty” del Viale Italia. Il Comune dovrebbe demolire quelle!!!

  134. # GInko

    Avevamo un piccolo orto in affitto dove sotto un gazebo fatto di tubi innocnti e un telone si era costruito un tavolo di legno per farvi come si usa dire delle draciate tra amici, il tutto nel pieno rispetto paesaggistico e senza nessun manufatto in muratura.Ebbene! Prima l’intervento delle guardie forestali, poi i vigili urbani…avete già capito,

  135. # FaPaura

    Bellissima? ma se fa paura!! sembra la casa della strega della ” casetta di cioccolata”! E’ antisismica? no! Allora va demolita anche solo per questo oltre che per tutto il resto!!!!! Come fate a non capire che è stata una sapiente operazione di marKeting del valente pittore -scultore?

  136. # ste

    Si abbiamo capito: se tutti facessero come lei oggi Livorno sarebbe circondata da baraccopoli di tubi innocenti e teloni… La dovete smettere con il “bada lì cosa vuoi che sia”.

  137. # ste

    Premesso che il concetto di bello dei livornesi è solitamente dozzinale (e questa casa abusiva ne è la riprova), se dovessimo basarci su bello/brutto per demolire comincerei a radere al suolo quasi tutta la periferia di Livorno e anche qualcosa del centro. Il ragionamento (parola difficile da comprendere, mi rendo conto) è: abusiva o non abusiva? La prima che ho detto. Una casa abusiva è un atto di prepotenza contro il territorio e contro la gente onesta che invece fa le cose a norma di legge (e soprattutto non costruisce dove non si può costruire). A questo aggiungiamoci il fatto che questo signore vorrebbe anche gestirsela se fosse acquisita come bene pubblico e l’atto di prepotenza è completo. Ma stiamo scherzando? Dimostreremo mai di essere una città da serie A? (e non mi riferisco al calcio!)

  138. # curiosa

    Ste,da dove sei uscito? Sei troppo acuto. Sarai sempre una minoranza ( pregio). Dillo però, sei pisano!

  139. # Siamo seri

    Vuole gestirla lui….. ovvero… vuole pure essere pagato dal Comune (per cui lavorerebbe)? Si…. e due fettine di sapete cosa con i pinoli no??? Ma via….. è arrivato furbo de furbis.
    Hai “perso 7 anni”? Cavoli tuoi…. le leggi ci sono sempre state e noi per questi 7 anni le abbiamo rispettate!!! Comincia a farlo anche tu vai!

  140. # uncleuotta

    ABUSIVA? SI! E ALLORA DA BUTTARE GIU. PUNTO.

  141. # pippolo

    il vincolo paesaggistico lo rovinano i traliccci messi da Enel sulla cresta della collina del limoncino

  142. # massimo57

    quindi la difesa del tizio è che essendo una cosa bella non può essere abbattuta!e allora tutti a costruire belle case senza permessi!!!!

  143. # stefy

    non la demolite

  144. # SALVA

    Invece di far buttare giù una creazione così bella perchè ritenuta abusiva si preoccupassero dei soppalchi e altro fatti abusivamente all’interno delle abitazioni! E poi è in legno non mi sembra che deturpi il panorama!

  145. # Ciza

    lo deturpa eccome! Dimmi quante fattorie o case coloniche così hai visto nelle nostre colline! E’ inquietante dal punto di vista estetico ma quello che disturba di più è l’arroganza di volere per forza fare una cosa contro le leggi in vigore! Per vivere bene nella comunità dobbiamo “tutti” rispettare le norme in vigore che garantiscono la pacifica e civile convivenza tra individui, altrimenti altro che guerre ci sarebbero!!!

  146. # kiko

    Bella che sia ma è sempre abusiva.abusiva come molte altre presenti nelle nostre colline che continuano a essere li senza che nessuno intervenga……a demolirle..

  147. # BB

    Non so a chi dare ragione…la casetta è una favola ma mio padre per un soppalchino in legno ha rischiato un procedimento penale e abbiamo pagato una multa salatissima. A Limoncino, Gabbro ecc è pieno di strutture abusive…se le buttate giù tutte è giusto buttare giù anche questa altrimenti…meglio a lui che agli zingari a Coltano!!!

  148. # Gaetano

    È da non crede per costruirla c’è voluto del tempo, tu guarda hanno aspettato che fosse finita…agli zingari gli costruiscono case e ad un connazionale che con tanto sacrificio ha costruito un’opera d’arte del genere gliela voglino buttar giu
    Ps:x tutti quelli che si mangiano i gomiti per l’invidia che dicono che va buttata giu perché sennò la farebbero tutti, è proprio quello il punto bisogna costruirla tutti perché la casa è un diritto civile per tutti soprattutto per un uomo che vive nella sua nazione che non ha chiesto aiuto a nessuno…VERGOGNATEVI

  149. # nedo

    SI, infatti le città con le case in legno sono state teatro dei più tragici incendi della storia e infatti stanno spingendo i loro cittadini a farle in muratura! Prima di dire le cose a caso andate in Norvegia e sentite quello che dicono!

  150. # tiziano

    Una rappresentazione creativa, fantasiosa e un po’ onirica. Non abbatterla significa riconoscere la dignitosa opera umana dell’artista che cosi bene evidenzia il mondo delle fiabe. Perchè non utilizzarla come percorso turistico-culturale-museale ?
    (Mi fa venire in mente la CASA MATTA di Vienna, e si trova in città e che ho visitato)

  151. # martin spila

    Non è bello ciò che si dice bello ma è bello ciò che piace!
    Costruisco Case in Legno dall’età di 18anni e non ho mai fatto una casa uguale all’altra , tutti la vogliono diversa chi con le pietre chi con l’intonaco il camino ecc.. ecc…io non metto mai bocca sull’estetica, l’importante è che non venga mai compromessa la qualità di vita e della struttura. Ora colgo l’occasione per far capire a tutti che in Italia… le case in legno, anche se spesso vengono chiamate casette, sotto l’aspetto giuridico ricevono lo stesso trattamento delle case in cemento, mentre in altri paesi, anche quelli confinanti con l’Italia, non fanno altro che agevolarne la costruzione. Costruisco case in legno da anni e sin dall’inizio mi sono reso conto che noi Italiani viviamo di falsi miti e dicerie su molte cose. non date retta a chi dice che si può edificare una casa su un terreno agricolo senza permessi. informatevi al comune di appartenenza, e se volete saperne di più sul legno informatevi sulle ricerche scientifiche che sono state fatte da molti anni…oppure contattatemi per un breve riassunto questo è il mio contatto email: martyns88@live.it sto svolgendo una campagna di informazione volontaria contro i falsi miti e leggende.

I commenti sono chiusi.