Vigili del fuoco, 4.443 servizi in un anno (12 al giorno). Ecco il bilancio 2013 presentato nel giorno di Santa Barbara

Mediagallery

come di consueto trovate il link (in questo caso ai diplomi di servizio e alle foto) in fondo all’articolo

4443 interventi in un anno (12 interventi al giorno), 840 azioni antincendio, 1100 servizi di vigilanza, 167 interventi su incidenti stradali, 600 sopralluoghi, 20 corsi di formazioni. Ecco alcune delle attività svolte nel 2013 dai vigili del fuoco presentate ieri 4 dicembre dal comandante provinciale, ingegner Mauro Bergamini, al termine della messa celebrata nella chiesa della Madonna per la tradizionale festa di Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco, ma pure dei marinai, degli artiglieri e degli artificieri, alla presenza del Prefetto di Livorno Tiziana Costantino. A seguire si è proceduto alla consegna dei Diplomi di Lodevole Servizio al personale collocato a riposo, delle Croci di Anzianità e degli Elogi al personale che si è distinto in particolari interventi di soccorso, verificatisi nell’anno corrente:

BILANCIO DELL’ATTIVITA’ SVOLTA NELL’ANNO 2012

1) INTERVENTI DI SOCCORSO

INCENDI 840

DANNI DA ACQUA 222

INCIDENTI STRADALI 167

DISSESTI STATICI 317

VARI 2.897

TOTALE 4.443

(MEDIA GIORNALIERA OLTRE 12 INTERVENTI/GIORNO

2) SERVIZI DI VIGILANZA 1.101

3) ATTIVITA’ DI FORMAZIONE ESTERNA (CORSI D.LGS 81/08)

(ALTO RISCHIO) 14

(MEDIO RISCHIO) 2

(BASSO RISCHIO) 0

(aggiornamento) 13

4) ATTIVITA’ DI PREVENZIONE INCENDI

Esami progetto 162

Sopralluoghi 566

Esposti 35

Deroghe 19

Altre (rinnovi CPI, volture, commissioni) 1054

Totale 1836

INTERVENTI SIGNIFICATIVI DELL’Anno 2013

EMERGENZA TERREMOTO LUNIGIANA – GARFAGNANA DEL 21 e 30 Giugno 2013

Presenza di personale operativo e tecnico del Comando per le operazioni di verifica e messa in sicurezza degli edifici danneggiati dal sisma

EMERGENZA TERREMOTO EMILIA

Presenza di personale SAF e Puntellatori nei mesi di Febbraio e Maggio 2013

per partecipare alle operazioni di consolidamento delle strutture lesionate dal sisma

EMERGENZA “COSTA CONCORDIA”

Presenza del personale del Nucleo Soccorso Subacqueo ed Acquatico fino al mese di Ottobre 2013 per partecipare alla operazioni di ricerca dispersi successive alla messa in sicurezza del relitto

 

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Alessandro

    Grandi, non c’e’ dubbio, però la settima scorsa per raccatare una donnina caduta in casa e rimasta bloccata nell’appartamento, un autoscala, un camion grosso e una decina di Pompieri…Mi sembra uno spreco di vaini…Poi fate vobis…

  2. # il polemico

    12 interventi al giorno? si lavora duro….

  3. # igor

    provo a spiegarti del perché ci muoviamo tutti insieme, una partenza è composta da 5 persone, capo squadra autista e tre vigili, forse hai ragione per quel tipo di intervento potevano bastare due vigili, ma noi dobbiamo essere sempre pronti e in qualsiasi momento potremmo essere chiamati per qualcosa di diverso e più impegnativo…quindi la squadra non si può “dividere”. sulla auto scala sicuramente c’era l’autista e un altro vigile, il vigile serve perché essendo un mezzo grosso potrebbe dover dare una mano in caso di manovra in spazi stretti…..non sappiamo mai dove andiamo che situazione troviamo…tutto qua!

  4. # vigile

    spero per te che uno di quei dodici interventi non sia a casa tua! 🙂

I commenti sono chiusi.