Verdetto dal dna, sono di Matteo Maestri i resti trovati ai Tre Ponti

Mediagallery

I resti di ossa ritrovati il 10 luglio scorso sulla spiaggia dei Tre Ponti sono di Matteo Maestri. Il verdetto è arrivato nelle scorse ore dall’esame del dna. Il trentenne di Castelfranco di Sotto venne travolto da un’onda il pomeriggio del 27 agosto 2011 davanti agli occhi dei propri amici mentre si trovava alle Vaschine, Romito.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # LazzarOne

    La mia è una domanda da profano: ma ci vuole davvero tutto questo tempo per un esame del DNA?
    In CSI fanno 24 esami del DNA nel corso di un turno di notte e hanno anche il tempo di arrestare i cattivi O_o

  2. # Sniper70

    povero ragazzo…che riposi in pace :((

  3. # francesca

    ora, i tempi di CSI credo siano un attimo falsati, e non credo che ci siano neanche tutti quei riverberi di luce mentre fanno gli esami…. ma credo anche che in base al caso ci mettano più o meno tempo.
    Se fosse stato ad esempio uno scomparso di famiglia importante ( tipo figlio di un politico o di una persona famosa) ci avrebbero messo 3 giorni, mentre i profani attendono i comodi altrui.

  4. # fra'poino

    riposa in pace

  5. # DANIELA

    Io faccio un lavoro particolare . Vi assicuro che ci vuole tempo e poi soprattutto se il corpo , i resti non sono messi bene come purtroppo e’ successo a questo povero ragazzo . Che riposi in pace . Un abbraccio alla famiglia.

  6. # Fede

    Povero bimbo. Almeno la sua famiglia adesso ha qualcosa su cui “piangere”. Riposa in pace

  7. # Uccio

    Venendo alla velocita’ dell’esame del dna…non e’ che cambi il risultato del fatto alla fine purtroppo .
    E’ solo una questione di rispetto della famiglia duramente provata e che aspettava una risposta … questo che meritava velocita nell’esame … rispetto che non c’e’ stato !!

    r.i.p.

  8. # guga

    ho aperto per commentare quanto da te detto in merito a CSI…ma non ho parole..
    pensa a quella mamma e quel babbo ..è meglio!

  9. # FraBra

    Quando ho letto la notizia a Luglio, vedendo le immagini e leggendo ciò che dicevano le notizie, ho pensato che fosse Roberta Ragusa, proprio perché dalle foto si evinceva di un ritrovamento dentro un saccone… Ma come mai i resti di questo povero ragazzo erano dentro un sacco nero? Comunque sia, riposi in pace.

I commenti sono chiusi.