Urta lo scoglio mentre nuota, bagnante soccorso via mare con l’idroambulanza Svs

di msarti

Mediagallery

Soccorso ai Tre Ponti con l’idroambulanza in dotazione all’Svs. E’ successo oggi, intorno alle 14. Il bagnante, N. B., 42 anni, milanese, stava nuotando nelle acque tra il Gabbiano e i Lido quando, forse per via dell’acqua bassa, ha urtato violentemente il piede sinistro contro uno scoglio, procurandosi una profonda ferita lacero contusa all’altezza della caviglia. Gli amici che erano con l’uomo hanno dato l’allarme. E allertata dalla centrale operativa Svs, l’idroambulanza, guidata da Simone Scateni, che in quel momento si trovava davanti a Calafuria per un giro di pattugliamento (come tutti i fine settimana estivi) ha raggiunto i Tre Ponti a sirene spiegate. L’intervento, coordinato dalla capitaneria di porto, ha visto i volontari tuffarsi in acqua e portare il malcapitato a riva. Una volta immobilizzato sulla toboga galleggiante è stato portato a bordo del natante  Svs che è ripartito in direzione porto. Qua, al molo capitaneria, c’era ad attendere l’equipaggio una ambulanza dell’Svs che ha preso in carico il 42enne, spaventato ma cosciente, all’ospedale per gli accertamenti del caso. Gli amici  che erano con lui hanno raggiunto il pronto soccorso.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

16 commenti

 
  1. # Marco54

    prima c’erano solo i fiorentini… ora anche i milanesi?

  2. # tappino

    ma andate a fa ir bagno nella vasca!!!

  3. # arpuli

    Tappino, ma li voi fa affoga, meglio una doccia

  4. # Francesco R.

    ma che c’entra la foto di calafuria?…

  5. # giovanni

    Ma che motivo c’era di portarlo in gommone fino al porto? L’ambulanza non arriva ai Tre Ponti?

  6. # Francesco R.

    Pollici rossi? Ah è vero, scusate, l’ho riguardata meglio adesso la foto: siamo nel dietro dl Gabbiano…

  7. # Marco

    O milanesi bauscia il mare non e’ l’idroscalo….se non sapete stare a galla restate nella milano da bere invece di scassare dalle NOSTRE parti

  8. # Cinzia

    Non ti preoccupare che i turisti dopo essere stati a Livorno una volta, scappano via schifati dal degrado e dall`ignoranza della gente come te, e non ti preoccupare che i loro soldi li vanno a spendere altrove…Vi lamentete della miseria di Livorno, poi non solo non sapete accogliere i turisti, ma vi scagliate contro di loro con assurdo e immotivato senso di superiorita`…dettato da cosa poi?…vorrei ancora capirlo!…Cambiate mentalita` siamo nel 2013…..Avete molto da Imparare da Pisa, Firenze e le altre bellissime citta` Toscane….che oltretutto se stanno messe molto meglio di voi pur non avendo il mare un motivo ci sara` o no Marchino che dici???

  9. # Marco

    Vivo molto bene anche senza i soldi dei polentoni….mi sa che sei di molto pisese

  10. # Gianluca

    Da Brianzolo d’adozione, vi posso garantire che a livorno ci vengono solo i ‘milanesi’ con parenti, come me. Del resto la città è purtrida ed il commento di Marco fa capire bene quale sia la cortesia e l’accoglienza chen ui è riservata a chiunque non sia un becero ignorante che parla come uno scaricatore di porto.

    Io ai miei colleghi a Milano ed in Brianza ho consigliato molte volte di andare nel grossetano o nel senese, ma a Livorno mai ed in effetti faccio bene.

    Ed anche io quest’estate i miei soldi Milanesi andrò a spenderli da un’altra parte.

    Che povera gente a livorno, ma di cervello

  11. # simone

    sara’ la crisi,sara un rincretinimento generele, ma io non mi ci riconosco piu’ in questa Livorno….prima eravamo goliardici simpatici e solidali…ora siamo diventati irrispettosi del prossimo,razzisti e menefreghisti….non siamo più una comunita’….questo si e’ sbranato una gamba e voi fate battute idiote…la squadra sara’ anche in serie A ma la cittadinanza e’ da dilettanti

  12. # Gigi

    Non centra nulla esse pisese, è la verità, siamo beceri che se dei tedeschi ci chiedono informazioni non sappiamo nemmeno dirgli “guarda per andare a Calignaia fai 100 metri e poi scendi giù vicino al ristorante” in inglese. Cosa si vuole noi? Turismo?
    Ah.. no giusto, solo. calcio, feste democratiche (belle poi) e fie. Ammazza come “siamo avanti”.
    @Cinzia: non andare a prendere Pisa e Firenze che hanno monumenti di importanza internazionale, grazie al cappero che guadagnano di più. Prendi spunto per Lucca.

    Comunque sia, speriamo sto milanese un po’ sprovveduto (evidentemente), non si sia fatto tanto male.

    Un po’ di solidarietà, no eh?!?

  13. # libero 1°

    Gianluca,hai perfettamente ragione,purtroppo. Livorno è una città da bollino rosso,in ogni senso,anche di quello dell’educazione, intelligenza e soprattutto riguardo all’accoglienza di chi la sceglie per le proprie vacanze. L’importante sono le feste dell’Unità (anche se gli hanno cambiato nome),il cacciucco e i ponci del civili. Ecco,questa è la nostra becera cultura. In America ogni stato ha il suo motto, Garden state, Gran Canyon state ecc. Anche noi abbiamo il nostro : meglio disoccupato all’Ardenza che ingegnere a Milano. E si vantano pure! Tanto se poi le cose vanno male, sempre, è colpa di qualcun’altro. Oggi Berlusconi,ieri gli americani, e via con i travasi di bile di chi ha più di te…

  14. # Cinzia

    Ti sbagli sono sicuramente piu` livornese di te, ma a differenza tua ho studiato, ho girato l`Italia e l`Europa, cosa che sicuramente non hai fatto tu, altrimenti non saresti cosi` ottuso… parli di polentoni, pisesi, sei fermo a queste idiozie medioevali, quando invece fuori il resto del mondo corre a tremila, siamo nel 2013 Marchino apri gli occhi e svegliati…

  15. # piratatirreno

    Caro marco, l’hai presa un po “secca”. Non è che tu ci abbia fatto fare una bella figura.
    Comunque ci sono anche molti LIVORNESI che sanno stare al mondo !

  16. # Cinzia

    Hai ragione pirata, pero` conosci il detto “Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce” Peccato che questa gente non ha mai messo il naso fuori da Livorno altrimenti capirebbe che di motivi per avere complessi di superiorita` ne hanno ben pochi……..anzi….vero Marchino??

I commenti sono chiusi.