Incidente in galleria, ferito motociclista

Mediagallery

Incidente nella galleria in Variante. E’ accaduto intorno alle 18 in direzione sud-nord. Nel tratto in rettilineo il motociclista avrebbe perso il controllo della sua Yamaha in fase di sorpasso rovinando a terra. La polizia ha bloccato il traffico per consentire all’ambulanza della Misericordia di Antignano di raggiungere il punto e effettuare il soccorso in sicurezza. Il centauro, cosciente, è stato sistemato sulla barella e trasportato al pronto soccorso. Le sue condizioni sono serie, ma non gravi. A preoccupare è soprattutto il trauma al bacino riportato rovinando al suolo, oltre a contusioni varie su tutto il corpo.
Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l’area scongiurando ogni pericolo di un possibile incendio causato dalla perdita di carburante della moto. Proprio ieri, intorno alla stessa ora, vi parlavamo di un incidente avvenuto sempre in Variante. 

Anas a Quilivorno.it sul sistema antincendio guasto in galleria – L’ennesimo incidente ripropone quanto Anas, il 5 novembre 2013, scrisse a Quilivorno.it rispondendo a un lettore che chiedeva spiegazioni circa il sistema antincendio al momento guasto.

Gent.ma redazione Quilivorno.it, l’impianto antincendio della galleria “Montenero”, sulla SS1 “Aurelia”, a Livorno, è temporaneamente non attivo a causa di un guasto non riparabile. La progettazione esecutiva degli interventi necessari al ripristino completo dell’impianto stesso è in via di ultimazione. I lavori potranno pertanto essere avviati a breve, presumibilmente entro dicembre. Contestualmente è stato ridotto a 60 km/h il limite di velocità all’interno del tunnel, al fine di soddisfare i requisiti dell’analisi del rischio per la sicurezza della circolazione stradale, ed è stata data comunicazione ai Vigili del Fuoco competenti per territorio al fine di adottare misure cautelative maggiorate. Il limite di velocità a 90 km/h sarà ripristinato al termine dei lavori.

 

Riproduzione riservata ©

17 commenti

 
  1. # Daniele

    Ma antincendio o non antiincendio io ci passo spesso la gente pensa di essere al gran premio altro che 60 o 90 molti vanno a 130 poi per forza succedono incidenti non c entra nulla antincendio attivo o non attivo

  2. # livorno66

    Gli organi competenti devono intervenire non è possibile un minimo di prevenzione e controlli

  3. # livornese puro

    anche a 150 !!! Ma siamo sempre alle solite, chi controlla? Io gli autovelox li metterei nascosti altro che preavvisati 500m prima , ma scherziamo. Il preavviso serve solo per chi non rispetta le regole.

  4. # gigi

    in galleria un impianto antincendio guasto e non riparabile. a chi lo ha progettato e installato cosa è stato fatto?

  5. # Valerix

    In un paese serio, le regole dovrebbero venir rispettate da tutti, se la legge prevede che la galleria per essere agibile DEVE avere l’impianto antincendio funzionante, dovrebbe venir CHIUSA fino al ripristino delle condizioni di sicurezza obbligatorie previste per legge. Anas non fa eccezione, se è tenuta a fare manutenzione DEVE farla nel minor tempo possibile e ripristinare, altrimenti che paghi delle belle multe salate finchè non mette a posto le cose. Avevano detto entro Dicembre dovrebbero partire, siamo a Gennaio e siamo ancora fermi. Direi che si commenta da se.

  6. # Samar...

    Concordo in pieno con te. L’unico problema è: Dove fai accostare l’auto della Polstrada per fare i controlli? Sulla corsia di marcia o quella di sorpasso? Sulle rampe di accelerazione o di decelerazione? Nelle poche aree di sosta? Nei piazzali dei pochi distributori di rifornimento? Verso la fine della variante in direzione sud dopo la galleria, dove la strada stringe ad imbuto diventando ad una corsia per il ponte? Quella strada, per certi versi indubbiamente utile (sono io il primo ad usarla spesso) è nata male, con una mentalità troppo obsoleta per stare dietro alla società che era, ed è, in continua evoluzione…

  7. # veleno

    ……forza fratello rimettiti presto!!!!!un lampeggio….”V”

  8. # Francesco il pirata

    Lo scandalo è stato quello che l’ambulanza è rimasta fuori dalla galleria per mezz’ora nonostante i vigili del fuoco fossero già dentro a soccorrere il ferito. Ho sentito un poliziotto che imprecava al telefono, non so con chi, che chiedeva che l’ambulanza entrasse in galleria ma non si è vista per molti minuti.

  9. # poveromo

    mah sai.. finchè si fanno male loro, peggio è quando vanno addosso all’altri,

  10. # alessandra

    Lo scandalo è quando non vengano attuate le procedure di sicurezza e i mezzi di soccorso devono attendere molti minuti all’esterno delle gallerie con le auto che continuano a sfrecciare senza alcuna segnalazione esterna di incidente in corso! Viaggio spesso al centro nord quindi non ho esperienza del meridione, ma solo a Livorno ho visto entrare un ambulanza in galleria o sulle strade a scorrimento veloce in caso di incidente PRIMA che venga fermato il traffico. Mah!

  11. # Beppone

    incidente ad un motociclista?, in pista ci sta, lo si vede spesso in televisione….ma qui non siamo in pista, ma in galleria a Montenero?…ma non cambia mica nulla..qui corrono tutti due chilometri di galleria, senza nessun controllo…sai che gioia…eppure basterebbe mettere un bell’autovelox permanente a metà galleria…noo lo spaccherebbero subito…allora?…cervello tanto cervello da parte di tutti automobilisti, motociclisti e forze dell’ordine, vedrai che qualcosa cambierà.

  12. # bobbaiolo

    In moto specialmente anche 234 fidatevi….la galleria e il rombo li gasa

  13. # veleno

    ….boia come sei ganzo!! Ti vorrei vede per la strada cosa combini!!!!cosa c’hai l aureola! E comunque porta rispetto!

  14. # Virgola

    Faccio presente che da una settimana l’ illuminazione del tratto di strada prima dell’ imbocco della galleria in direzione nord è completamente assente. Normalmente la strada è molto ben illuminata. Chi si deve occupare dell’ illumminazione pubblica di quel tratto di stada molto trafficata?

  15. # Marco Sisi

    Basta volerlo fare, e si fa. Ci sono le piazzole in galleria, per piazzare gli autovelox mobili (ogni tanto le usano, infatti), oppure le aree di servizio. Lo spazio per piazzare le pattuglie che devono fermare i contravventori si trova, ci sono alcune piazzole a lato della strada in ambo i sensi di marcia. Oppure si mette un bel cartello “Autovelox senza obbligo di notifica” mille metri prima del dispositivo “e passa la paura”. A Roma, sull’Aurelia, tre postazioni Vergilius per senso di marcia hanno calmato i bollenti spiriti di automobilisti e centauri convinti di trovarsi a Vallelunga invece che su una strada statale.

  16. # Marco Sisi

    Per rendere gli autovelox a prova di accecamento il sistema esiste: si chiama Vergilius. Consiste in più postazioni fisse di telecamere su tralicci, quindi non raggiungibili, collegate tra loro con un sistema centrale. Scannerizzano tutte le targhe dei veicoli che passano lungo il percorso e calcolano la velocità media. Se superi i 90, nel caso della Variante, ti arriva direttamente la multa a casa.

  17. # Fox65

    Auto e moto sono sempre più sicure, sinceramente credo che sia un problema di strade concepite anni fa che non quadra, io ho percorso in moto a 120 la galleria e non ci sono problemi di stabilità probabilmente andava molto veloce o non sa guidare….

I commenti sono chiusi.