Ubriaco e senza patente su uno scooter rubato. Riflessione-sfogo di un lavoratore

Mediagallery

Senza patente alla guida, ubriaco, di uno scooter rubato. E’ stato sorpreso nella notte tra lunedì e ieri. Si tratta di un libico di 23 anni. Con un lui un tunisino coetaneo. Era circa mezzanotte quando due pattuglie della polizia stradale hanno intercettato l’uomo in sella a un Piaggio Liberty in via delle Sorgenti.
Gli agenti hanno intimato l’alt per un controllo i due che erano in sella. Dagli accertamenti è emerso che i due non erano in regola con i documenti e così sono stati portati in caserma per l’identificazione. Qui il giovane è stato denunciato per ricettazione, guida senza aver mai conseguito la patente e guida in stato di ebbrezza (aveva un tasso alcolemico di circa un grammo per litro). Poi è stata attivata la procedura per l’espulsione.  Dai controlli è anche emerso che l’amico tunisino aveva l’obbligo di firma dai carabinieri. Per quanto riguarda lo scooter il furto, come testimoniato dal proprietario, era stato rubato poco prima all’interno dei magazzini della sua ditta. Il mezzo gli è stato quindi restituito.

La redazione di Quilivorno.it – Gentili lettori, vi ricordiamo che non possiamo pubblicare commenti dai toni forti, né offensivi o che possano scatenare e/o alimentare un dibattito violento. Grazie della collaborazione.

Riportiamo qui lo sfogo di un lettore che potete trovare anche nei commenti – Libico, senza patente, senza assicurazione già con il foglio di via, alla guida di un Beverly 250 comprato o…? Insomma, io sono italiano con la patente e viaggio con l’assicurazione e il Beverly non me lo posso comprare perché, grazie alla crisi economica, di cero non voluta da noi sono in mobilità, cioè licenziato e alla mia età non si trova niente di niente, nemmeno i tanto decantati lavori che gli italiani non vogliono fare! Una domanda: se prendeva in pieno una persona sulle strisce pedonali oppure andava a sbattere contro un auto chi pagava? Io di manifestazioni per il lavoro ne ho fatte tante, ho perso migliaia di ore e soldi per gli scioperi, per il razzismo, la fame, la guerra, il lavoro contro Silvio ecc…
E’ vero che tanti che sparlano qui, non sanno neanche qual è la piazza per eccellenza dove si facevano una volta le manifestazioni politiche a Livorno, ma è anche vero che io, sono a casa in mobilità, a rischio pensione dopo 40 anni di versamenti… veri! E tanti altri oggi sono ancora al suo posto e magari non hanno mai scioperato. A me se in città ci sono neri, gialli, verdi e rossi, non mi fa una piega, ci sono? vuol dire che c’è posto anche per loro, ma si devono integrare finalmente, rispettando le regole e rispettandoci noi, pagando quello che ci viene richiesto. Se invece vuoi fare come ti pare, beh ritorna al tuo Paese, ma se da lì è scappato è perché non ci voleva stare. Doveva fare come dici: scendere in piazza, brontolare e cercare di cambiare le cose attraverso il lavoro e la volontà!

Riproduzione riservata ©

30 commenti

 
  1. # Filippo

    Ritrovate anche il mio, per favore?

  2. # Sorgentiiiiiiiii

    Le Sorgenti, è una zona che merita più attenzione da parte delle forze dell’ordine. Risultati di questo tipo, potrebbero quadruplicarsi.

  3. # Archimede

    Viva la polizia stradale e tutti i suoi componenti che fanno rispettare la legge noi cittadini comuni dovremmo fare regalie il giorno del protettore, credo sia l’arcangelo Gabriele

  4. # marco

    purtroppo tutta la ns livorno merita piu’ attenzione, non soltanto le sorgenti.

  5. # Luca

    Questi extracomunitari si stanno scatenando a piu’ non posso a commettere reati contro il patrimonio perche’ gia’ sanno che a differenza di un italiano hanno piu’ possibilita’ di farla franca grazie alle leggi del menga che li tutela, gira e rigira si parla e si brontola sempre della stessa cosa ma senza che le autorita’ prendano seri provvedimenti. Qui sta diventando un vero schifo.

  6. # Gino

    Ormai e’ noto che questi signori proventi da tutte le parti del mondo hanno trovato un’ottima accoglienza nel nostro bel paese scatenandosi a fare quello che nel loro paese sarebbe punibile come minimo con l’ergastolo, parola ormai in disuso in Italia e pensare che si parla di decreto svuotacarceri………..
    Sono d’accordissimo con Luca quando asserisce che qui sta diventando un vero schifo!

  7. # Robe

    Concordo pienamente con lo sfogo del lettore sopra riportato. Una sola cosa mi piacerebbe sapere: cosa ne pensano in merito famosi personaggi come il Sig, Diop Mbaye o la ministra Kyenge, che a proposito dei cittadini stranieri venuti qua solo per spacciare, ubriacarsi e delinquere (e purtroppo sono tanti… anzi troppi!!!) chiudono gli occhi e non ho mai sentito da loro una vera risoluzione del problema. Facile far passare noi italiani da razzisti…. senza dare mai una risposta al problema!!!

  8. # alessio

    Sono d’ accordo con lo sfogo del lettore!!!! Premetto non sono razzista , anzi ho una concezione della vita molto piu’ a sinistra di quelli che pensa di essere comunisti!!! D’altronde mio nonno era un minatore !!! Pero’ questa situazione sta sfuggendo di mano alle autorita’ , non per colpa loro, ma soprattutto per colpa di quei partiti sedicenti di sinistra e dei suoi dirigenti che fanno finta di essere solidali, solo perche’ l’ immigrato e’ un potenziale elettore !!!! Vergognatevi !!! Gli immigrati onesti che pagano le tasse e hanno un lavoro sono italiani!!! I delinquenti no!!!!

  9. # andrea

    sempre peggio.. !!!

  10. # enzo

    condividi in toto la lettera molto equilibrata del lettore ripartata nel testo dell’articolo.
    prima di tutto responsabilità e legalità. Rispetto per i nostri usi e costumi, dopodichè benvenuti a tutti

  11. # valeria

    Rispondo al lettore su una cosa. Te hai fatto molti scioperi dici e guarda dove sei. Io non ne ho mai fatto uno e ora sono ancora più convinta che non servono a niente. Guadagnamo finché si può.

  12. # siggino

    le leggi ci sono e valgono per tutti,se poi vogliamo depenalizzare tutto in nome della libertà e del buonismo spicciolo allora cambiamo le leggi,perlomeno non ci sentiamo amareggiati per essere onesti e rispettosi delle leggi.

  13. # etb

    Livorno per retaggio culturale e’ una delle citta’ con maggiore tolleranza e luogo dove chiunque arrivi da qualsiasi parte del mondo si possa sempre sentire integrato e non sopportato. qua nessuno ha diritti più di altri, ma tutti abbiamo anche gli stessi doveri.

    questo trend non credo che possa o debba preoccupare nessuno, ma comunque e’ una lucina rossa che si accende affinché coloro che non intendono seguire le regole vengano allontanati o emarginati. siamo una delle poche realtà che ancora reggono bene questa integrazione cerchiamo di non rovinare tutto per poche mele marce.

  14. # Caterina

    io posso essere d’accordo col commento del lettore riportato in articolo, ma non so se avete idea di cosa voglia dire manifestare in Libia… In libia c’era Gheddafi fino a poco tempo fa, i militari sparano a vista ai manifestanti, e le elezioni in libia non c’erano da quasi 40 anni per via della dittatura…
    E’ come dire che sono mussolini anche gli italiani avrebbero dovuto manifestare e ribellarsi… cosa che sapete bene non era così facile. Gli unici che si opposero furono i partigiani,e come questo giornale mi insegna coi commenti, i partigiani non sono proprio ben visti da tutti.
    C’è anche da riflettere sul fatto che quando questi scappano dai territori dell’africa del nord, vengono rinchiusi nei CIE italiani perchè il governo non sa come gestirli,e non sapendo gestirli fa finta di scordarsi i cancelli aperti così questi spariscono dai centri sovraffollati e il problema si nasconde sotto il tappeto..
    Ricordate: è proprio ciò che vogliono: farci fare la guerra fra poveri per dimenticare che c’è qualcuno che ci ha resi poveri.

  15. # dat

    La migrazione è un fenomeno storico, è inutile sfogare su internet le proprire frustrazioni.

  16. # leghorn47

    Macché indulto, macché amnistia….chi sbaglia deve pagare……e se costa troppo tenerli in galera (100€ il giorno) occorre fare accordi con i loro paesi di origine (pagando magari 30 o 50 € il giorno) e rimandarli lì a scontare la pena. Avremo preso 2 piccioni con una fava: 1) non li avremo più in Italia e 2) risparmieremo un sacco di soldi.

  17. # UnoDeiTanti

    Se fosse per te ci sarebbero ancora i bambini a lavorare nelle fabbriche o nelle miniere… Ti consiglio una canzone: “O cara moglie” scritta da Ivan Della Mea nella versione di Cisco.

    http://www.youtube.com/watch?v=CyhSwJVkF3U

    PS: forse dovremmo smettere di guardare al proprio orticello, continuando a lavorare. Dovremmo invece iniziare a pensare che prima o poi potremmo essere noi quelli che hanno bisogno della solidarietà altrui e magari a quel punto potrebbe non esserci più nessuno disposto a pensare agli “altri”.

    “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare.”

  18. # paolo

    Un grazie alle forze dell’ ordine perché vigilano su di noi.
    Dovrebbero dare degli incentivi notturni ai poliziotti perché rischiano la vita ogni momento.
    Vedi l’episodio del poliziotto con la pistola puntata.

  19. # tris di vongole

    Un cè più religione!

  20. # Francesca

    guarda io sto sul Pontino, si scozza?

  21. # Max1912

    Multinazionali, immigrati, Europa,..rovina dell’Italia

  22. # Simone

    Purtroppo il Quartiere “Le Sorgenti”non è più cosi tranquillo come una volta…

  23. # Sa_sa

    Una sola cosa: chi sbaglia deve pagare punto fine!
    Ci vuole il pugno duro dello stato altrimenti e’ finita. Anzi già lo è

  24. # poveromo

    ma secondo voi come andrà a finire ? E’ inutile fassi il sangue cattivo c’è una classe politica che se ne fà un baffo di chi si scontra giornalmente con la realtà

  25. # Titta

    Ma quando smetterai di accaparrati pollici rossi , oimei quando ti si legge c’è da sentirsi male … Via su ciao .

  26. # nicola

    Giusto, quindi ricordiamolo quando andremo a votare!

  27. # BUDIULIKKE

    NIENTE MAI DI PIU’ ESATTO !!! L’europa è la rovina dei paesi europei, la moneta chiamata Euro serve solo a controllarci meglio ed ad imporci le crisi decise dalle banche, che noi con il nostro lavoro dobbiamo salvare ogni qual volta loro bruciano ( ? ) denaro , siamo italiani o schiavi ???

  28. # silvia

    Lascia perde, caterina, cercare di ragionare qui , è tempo perso.

  29. # virgilio

    Purtroppo anche a me domenica scorsa hanno rubato lo scooter (alla Bastia,in proprietà privata con cancello automatico).
    Ricompensa di 300 euro se lo trovate a giro per la città.
    E’ uno Scarabeo 50 4 tempi nero (ha qualche anno ma è quasi nuovo perché è stato fermo 3 anni).
    La targa è: X6V822
    388-6140361 MARCO

  30. # alex

    Non servono a niente perché c’è la gente come te…….

I commenti sono chiusi.