Subito danneggiata la Biblioteca dei Ragazzi, aveva riaperto 2 mesi fa

Mediagallery

LA RIAPERTURA DELLA BIBLIOTECA DEI RAGAZZI – CLICCA E LEGGI

LIVORNO – Dopo neanche due mesi dalla sua riapertura (18 luglio) la Biblioteca dei Ragazzi di villa Fabbricotti registra la prima “ammaccatura”. Un vetro rotto sopra l’ingresso principale. E’ questo quanto hanno notato le addette alle pulizie che sono arrivate al lavoro venerdì 13 settembre di prima mattina. Il danno è stato subito segnalato al personale competente che ha incaricato il Comune per la rimozione e per il successivo ripristino del vetro danneggiato. Da una prima analisi il danno non dovrebbe essere il risultato di un atto vandalico in quanto non sono stati trovati sassi o oggetti contundenti nelle vicinanze o all’interno dell’ingresso della “bibliotechina” riaperta a luglio grazie alla cospicua donazione di 15mila euro del professore Marco Di Giovanni.
“Con tutta probabilità – spiega una delle responsabili – il vetro è stato rotto da una pallonata di qualche ragazzino. Il danno però è stato fatto sicuramente dopo le 19 di giovedì e prima delle 8,30 di venerdì, l’orario in cui la struttura è stata chiusa. L’unico problema è che qui dentro manca un po’ di sorveglianza e spesso anche dopo l’orario di chiusura c’è il timore che qualcuno entri all’interno del parco. Speriamo che non sia questo il caso ma che sia soltanto un calcio ad un pallone andato un po’ fuori misura”.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # dat

    Che notizia!
    suggerirei al giornalista di stare in villa fabbricotti tutto il giorno, chissà quanti spunti trova. Oltre alla banale pallonata sul vetro ci può essere il bimbo che inciampa mentre corre, l’anziano punto da un’ape, il cane che gironzola dove non gli è consentito, ci può essere quel bambino cresciuto nell’illegalità che non riporta mai in tempo i libri alla biblioteca dei ragazzi. I cittadini devono sapere!

  2. # Andrea

    concordo che manca la sorveglianza …in tutti i parchi pubblici.

  3. # mau

    Pallonata nel set imparabile per Il portiere, piccola promessa del calcio !speriamo non perda tempo sui libri e continui con lo sport! Alé livornoooo

  4. # alla frutta

    Ci puo stare. L’unica cosa se avesse avuto un genitore civile avrebbe riparato il danno a proprie spese. Ma purtroppo l’incivilta dei livornesi è cosa risaputa. E ve lo dice uno che è nato e vissuto sul Pontino.

  5. # marcioss

    capisco che la notizia non è delle più roboanti,ma bisogna pur riconoscere ai giornalisti e redattori di quilivorno,un attenzione molto professionale anche e soprattutto ai fatti di cronaca più seri,sono sempre i primi ad esporli con solerte precisione e tempestività….e lo dice uno che tempo fa a mosso varie critiche al sito perchè moderava un po’ troppo…ma questo è e deve essere le offese limiterebbero ogni discussione a una gigantesca caciara….

  6. # mario3

    ma come fate a sape cos’è successo’ un addetto alle pulizie che ha poggiato male una scala? può esse.

  7. # elena meniconi

    devono essere stati i CANI

  8. # yoghi

    può essere stato un incidente, ma nel caso non lo fosse, non manca la sorveglianza, manca la civiltà e l’educazione

  9. # dat

    Ma certo io attiverei dei droni muniti di telecamera 360 gradi dotati di retino acchiappafarfalle per prendere i palloni prima che colpiscano i vetri e che nel contempo identifichino il bambino malvivente e puniscano il genitore incivile. basta degrado!

  10. # asciugati

    i cani no, ma qualche padrone di cani sicuramente si!

  11. # cane

    sei ganzo si

  12. # yoghi

    Mario, qui è pieno di detective, stile CSI, NCIS etc etc, salvo poi quando scoprono che l’hanno buttata di fori, spariscono.
    sparerebbero anche sul personale di emergency, nudo e con le mani alzate solo per sentito dire o perchè l’ha detto un amico di un amico di uno che conosco

  13. # elena meniconi

    lo sapevo. i cani hanno sempre la colpa

I commenti sono chiusi.