Sub travolto da un catamarano di 20 m. Il racconto shock: “Vivo per miracolo, l’esperienza più brutta della mia vita”

"La normativa sulla distanza dalla costa (200 metri) delle imbarcazioni deve essere cambiata, non tutela i sub". L'uomo ha sporto denuncia alla Capitaneria

Mediagallery

Sub travolto e colpito alla testa da una imbarcazione di 20 metri. Protagonista, suo malgrado, D.S, 37enne livornese, (preferisce mantenere l’anonimato) appassionato di pesca subacquea.
E’ accaduto nel pomeriggio di ieri e questa mattina l’uomo si è recato in Capitaneria per sporgere denuncia. D. si trovava a circa 500 metri dalla costa, alle secche del Gabbiano, per una battuta di pesca in apnea (come previsto dall’articolo 5 punto 2 dell’ordinanza di sicurezza balneare n51/2011), quando durante la fase di ventilaggio, a pelo d’acqua, si è trovata di fronte l’imbarcazione. “Sono vivo per miracolo – racconta – ma potete immaginarvi voi cosa vuol dire trovarsi davanti una barca mentre si è in acqua. Mi sono voltato un attimo e ce l’avevo proprio davanti a me”.
Per fortuna, la barca viaggiava a 5-6 nodi e nell’impatto non ci sono state gravi conseguenze. Tuttavia, il sub mette l’accento sulla normativa che regola il passaggio dei natanti dalla costa. “I sub devono stare a 500 metri, mentre le barche a un minimo di 200. Va da sé che chi ama la pratica subacquea è sempre a rischio incidenti. La normativa non ci tutela a sufficienza. E’ come se per la regolamentazione vigente no sub fossimo invisibili”.

IL RACCONTO SHOCK DEL SUB LIVORNESE
Sono felice di essere qua a scrivervi di mio pugno la peggiore delle avventure della mia vita che tra l’altro è anche il peggior incubo per un pesca-sub. E’ un mese circa che non vado a pescare a causa di impegni e di una forte sinusite, quindi oggi avendo deciso di rientrare ho optato per uno spot con batimetriche basse, comprese tra i 2 e i 5 metri, in modo da poter pescare senza sforzare troppo le vie aeree. Per stare a legge a Livorno questo spot si trova sulle secche dette del Gabbiano che come prevede la legge sono a 500 m da riva, quindi entro e mi dirigo subito sul posto.
Una volta sul posto inizio a fare le prime apnee e dopo poco mi rendo conto di stare bene e di non avere nessun problema. Quindi mi allargo su delle franatine che arrivano sugli 8 /9 metri. In mare c’e’ un po’ di onda che sbatacchia ma tutto abbastanza nella norma. Scendo su una di queste franate e dopo un po’ in lontananza vedo una sagoma interessante che potrebbe essere un dentice, non si avvicina ed io riemergo e rimango in quel posto a rilassarmi perche’ voglio provarci di nuovo. Sono con la testa sott’acqua in direzione della riva ad un tratto qualcosa mi urta in modo molto forte la testa e sento scivolare qualcosa di grosso sulla schiena. Immagino subito una barca quindi con una paura incredibile di una possibile elica, lascio fucile e cannello e pinneggio come un pazzo aiutandomi anche con le braccia per allontanarmi il piu’ in fretta possibile. Fatti circa 4 o 5 metri mi giro a vedere cosa era, mi giro e rimando impressionato trovandomi davanti una murata di circa 3 metri di un catamarano superiore ai 20 m mi sfila davanti ed io inizio ad urlare. Ero talmente sotto shock che non lo stavo trattando male ma stavo solo chiedendo aiuto, perche’ non sapevo che danno potevo aver ricevuto. Vedo chi lo timona, un distinto signore sui 60 anni, con i capelli bianchi ed un cappellino,a bordo c’e’ anche una signora ed il bambino(figlio o nipote) che sta pescando a traina. Inizio a urlare: “Aiutamiii, fermati per piacere. Aiuto!”. Vedo lui che mi guarda, poi vedo che si muove in direzione del bambino e li fa cenno di sportarsi con la lenza della canna per non agganciarmi e continua tranquillamente per la sua direzione.
Mi calmo un secondo riprendo un minimo di freddezza e penso di doverlo filmare ma la videocamera è attaccata al fucile che è sceso sul fondo. Dall’alto mi sembra di intravedere qualcosa e provo a scendere per recuperarlo ma altra amara sorpresa sento la gamba indolenzita e leggera. In pratica quando sono scattato in avanti per allontanarmi dal pericolo ho stirato il polpaccio sinistro e spezzato la pala in carbonio. Comunque alla fine riesco a recuperare il fucile ed il boccaglio. Risalgo. Lui è lontano ormai penso di filmarlo ma probabilmente ero troppo in stato di shock e alla fine una volta scaricati i video a casa mi accorgo di non avere niente di quel catamarano. Potevo non esserci piu’ ed essere qui a poter scrivere questa avventura mi rende felice anche se ci ho rimesso una pinna, un polpaccio stirato ed un bel bernoccolo in testa. Ma almeno adesso sono con i miei bambini. Accidenti a quello per il quale sarei anche potuto morire!”.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

93 commenti

 
  1. # Rick

    Oltretutto da quando ci hanno chiuso la meloria, di fatto soltanto a noi, non sono molti i posti dove potersi immergere in sicurezza..

  2. # BOBBE

    Sarebbe già un grande risultato che i segnali usati dai sub fossero molto più visibili. Speso con un po’ di increspatura ti accorgi di loro quando sei già troppo vicino. D’accordo sul far rispettare senza indugi le rispettive distanze.

  3. # marco60

    Importante è stabilire se il sub, come spero, avesse la boa segnasub che è obbligatoria. La normativa, sempre poco rispettata indica che il sub si deve tenere a non più di 50 m dalla boa mentre qualsiasi natante si deve tenere a non meno di 100 m dalla stessa.
    Basterebbe osservare quanto scritto sopra che non ci sarebbero incidenti come questo.

  4. # barcaiolo

    hai ragione: mettiamo che le barche devono stare a 3miglia dalla costa così nessuno comprerà più barche o quantomeno non le userà più. poi non vi lamentate se anche la cantieristica va male. invece accontentarsi di fare du porpi entro 200mt dalla costa no è? tra 200 e 500mt ci dev’esse la bu’a dell’orate

  5. # bagnante

    Se alla capitaneria li va di passare sul lungo costa entro i 50/100 metri dalla riva fra la cala del leone e il rogiolo fra le 4 e le prime luci dell’alba, puo’ anche trovare, vedere e sentire pescherecci che distruggono i fondali. Senno’ anche passare dal porto la mattina, alle banchine e vedere quei piccoli pesci e crostacei al disotto della misura consentita, pescati e venduti.

  6. # peio

    da cosa scrivi l’unica cosa che puoi fare e’ Caronte altro che barcaiolo

  7. # Sub travolto

    avevo una plancetta molto grande con l’asta della bandiera ben oltre il metro,che pazzo sarei ad andare oltre i 500 metri per rispettare la legge senza pallone che comunque devo averlo obbligatoriamente???

  8. # amedeo

    il segnale purtroppo va bene quando alla guida c’e’ un normo dotato, ma siccome questo non accadde spesso il miraglio e’ troppo piccolo e i 50mt vanno afarsi benedire, sono anche d’accordo con entrambi, il sub deve essere libero di pescare dobve vuole ma deve anche essere tutelato lo stesso valga per le imbarcazioni toglierli 1 miglio sarebbe come azzoppare la maggiorparte della nautica (barche piu’ resisitenti, dotazioni, luci ecc…)

  9. # Riccardo

    Hai ragione bravo! Facciamo così, siccome sicuramente guidi anche la macchina per salvaguardare l’industria automobilistica facciamo una legge che i motorini devono stare solo nelle piste ciclabili e le bici solo in garage. Oh se hai altre richieste scrivi eh siamo qua per te!

  10. # massimo

    Ferma la gravità dell’accaduto che poteva concludersi tragicamente,preciso quanto segue:
    – se il fatto è accaduto al calare del sole ( come all’alba ) i contrasti di luce sono ingannevoli;
    – non dobbiamo fidarsi di palloni al seguito,occorre molta prudenza;
    – le barche dovrebbero!!!!!!! viaggiare al oltre 250 dalla costa,ripeto occorre molta prudenza perchè in mare ,pur avendo varie patenti,non esistono molti piloti validi ma molti sprovveduti che credono di navigare come se fossero alla guida di auto.
    concludendo non dobbiamo essere convinti di essere nelle norme ma occorre tanta prudenza.

  11. # simona

    Proprio domenica scorsa io e il mio compagno commentavamo il fatto che sempre più persone non hanno la minima cognizione di come si “va” in barca. Sono sempre di più quelli che non rispettano la distanza dalla costa. E proprio domenica abbiamo assistito a un paio di tragedie annunciate e fortunatamente evitate. Se solo la capitaneria fosse un po’ più presente …

  12. # dez

    sicuramente l’esperienza più brutta .. solo pari ad una cartella di Equitalia 🙂

    ( e si ruzza perché è andata bene )

  13. # Filippo Ingrasciotta

    Leggendo alcuni commenti mi stupisco ancora di certa gente! MA COME SI FA!? Voglio dire bisogna solo essere felici che sia andato tutto bene! La legge italiana fa pena, e questo è un fatto noto, ma vedere che alcune persone non conoscono nemmeno quella e pensano di dettare legge a modo loro mi fa imbestialire! Siccome IL SUB ERA A 500 MT DALLA COSTA CON TANTO DI BOA, TE barcaiolo o con qualunque altro mezzo nautico devi stare a 100 mt dalla boa!! Non tanto perchè spaventate il sub ma perchè SE lo prendete A VOI vi capita solo di ricomprare l’elica mentre IL SUB MUORE.

    Altra cosa assurda è come la legge permetta a barche di stare a 200-300mt da riva mentre I PESCASUB obbligatoriamente a 500MT!

    La cosa sarebbe semplice, basterebbe permettere la pescasub a distanze oltre i 150mt e le barche oltre i 300-350mt ….così saremmo tutti più contenti.

  14. # Alessandro

    Ma come ragioni scusa?
    Questo ragazzo ha rischiato la vita e te difendi una legge che impone ai sub di stare a 500 metri, ed alle barche di stare a 200?
    Ma se mai sentito di uno ammazzato da un fucile sub? E invece di uno arrotato da un motoscafo?
    Roba da matti….

  15. # Alessandro

    Le barche, per legge, devono viaggiare ad almeno 200 metri da riva.
    I sub a 500..Si avete letto bene 500….E come mandarci al macello. Ma non è più normale che le barche stiano a 500 metri ed i sub a 200? Anche perchè a 500 metri c’e’ spesso 100 metri di fondo. Pescarci in apnea è appena appena difficoltoso.

  16. # pionono

    la capitaneria è presente eccome, quando per esempio devono farti cento euro perché hai “solo” la fotocopia del certificato del motore allora lì ci sono sicuro E ANCHE A MUSO DURO…

  17. # Gioia

    …se solo i Livornesi rispettassero le regole……………

  18. # Libero

    Se non e` previsto avere la fotocopia del certificato del motore, fanno bene a fare le multe………..rispetta le regole, vedrai le multe non te le fa nessuno!

  19. # Vargas

    La normativa è di per sé sbagliata, i sub potrebbero stare molto più vicini a terra senza recare alcun danno ai bagnanti.
    100 metri da riva sarebbe già sufficiente, ricordo a tutti che noi pescasub non solo non sparacchiamo a tutto ciò che si muove, ma siamo gli unici che scelgono la loro preda prima di provare ad insidiarla, proprio perchè siamo gli unici ad avere un contatto visivo con essa.
    Per quanto riguarda i cafoni alla guida di imbarcazioni, beh se solo non fossimo in Italia si vedrebbero dei cabiamenti dalle sanzioni, ma se gli stessi che devono sanzionare non hanno la minima idea delle distanze da rispettare, allora siamo del gatto…..
    Hanno istituito in’AMP inutile, perlomeno che ci andassero, in mare, a farla rispettare (e non dai pescasub. gli unici veri esclusi)

  20. # clod

    Conoscendo il mal capitato so per certo che è una persona più che per bene e molto rispettoso di ordinanze varie . C’è da dire che purtroppo è di moda tra i proprietari delle barche pensare che una volta usciti da moletti vari o porticcioli si può navigare con la propria barca in completa libertà dedicandosi a chiacchiere varie , praticando la pesca a traina senza curarsi di dove si sta andando e di chi c’è davanti a noi !!!! .. bhè non è cosi il mare è come una strada molto trafficata con i suoi limiti di velocità e di buon senso e con le leggi che tutelano tutto ciò che ci circonda . Io sono sia un pescasub che un proprietario di un natante e quando guido il mio gommone posso pure parlare ma non distolgo mai lo sguardo dalla direzione in cui navigo . altra cosa fondamentale è che quell’idiota del catamarano non si è degnato neanche di fermarsi per vedere se il mal capitato si fosse fatto seriamente male e ciò è ancor più grave ..

  21. # ema

    Non mi sono mai trovato vicino ad un catamarano,però i motori delle barche si sentono anche a 100m di distanza…io alzo sempre la testa e quando qualcuno mi passa vicino lo mando a quel paese (sfogo inutile)

  22. # simone

    non sono per niente daccordo con il sub.
    mi sembra che faccia come i ciclisti .. vorrebbero tutti la strada per loro e poi non portano rispetto a niente e nessuno …
    a largo a pescare sotto’acqua ci vai con la barca … sennò stai sottocosta o rimani a casa

  23. # tocc111

    meno male che non si è fatto veramente male…… anche perchè la gente cafona alla guida di natanti è veramente impressionante!!molti non riescono neanche a distinguere una bandiera che segnala una rete e la confondono con una bandiera segna sub….. vabbè che ai giorni nostri regalano anche le patenti B…..

  24. # angio'

    Mi dispiace per l’accaduto e meno male e’ finita bene.
    Sono tornato da poco dalla sardegna dove il traffico nautico e’ a dir poco caotico…….catamarani, barche a vela, barche da 5 a 20 mt e piu’ che sfrecciano oltre le boe di “limite acque sicure”……a volte messe a 20 mt dalla riva. I famosi cafonauti ( non come offesa, ma come non informati della minima normativa di navigazione) che noleggiano le imbarcazioni giornalmente o altro non sanno proprio nulla del comportamento consono da tenere, benche’ meno sulla sicurezza altrui e propria…….noi pescatori in apnea siamo in preda a queste persone qua……..se uno non puo’ andare all’alba o al tramonto deve sperare che qualcuno non lo porti via……vi sembra una cosa plausibile?
    Qui non si sta parlando di vendite commerciali, si tratta di istruire le persone che hanno un mezzo nautico!
    Ingiusto per noi stare a 500 mt dalla costa e i mezzi nautici a 200.
    Ingiusto che si possa fare pesca dalla barca con canne, reti o altro entro 500 mt da riva.
    Ingiusto che sui banchi del pescato si trovi pesce sotto misura.

    Ingiuste molte cose, purtroppo se ne parla solo quando qualcuno si fa del male………e mi sa che siamo sempre noi “pescatori rispettosi in apnea”.

  25. # Pepperoller

    Non è che c’è da dilungarsi parecchio! Per evitare questi incidenti basterebbe modificare la legge, noi pescasub oltre i 100 m e massimo 500 m le barche oltre i 500 m o anche 300 m che ci vuole? Poi che i barcaioli difendono la loro categoria quello è normale, ma bisognerebbe avere anche un po’ di sale in testa per capire che ci dobbiamo venire incontro no? Personalmente io pratico la pescasub e 500 m dalla costa sono esagerati mica spariamo ai bagnanti!!! Però le reti fantasma a 50 metri dalla riva ci possono stare e nessuno dice niente!!! Bella cosa eh? Riflettete barcaioli!

  26. # Pepperoller

    Ma che cavolo stai dicendo???

  27. # morgansub

    A parte tutti i commenti letti, credo che la cosa più importante e che “subtravolto” che molti di noi conoscono stia bene, la cosa invece che più mi fa rabbia e che in questo paese ci sono delle regole sbagliate ed assurde che alcune categorie (tipo noi pescasub) devono rispettare a costo del portafogli se gli va bene e con la vita se gli va male, e chi invece con il suo comportamento da criminale alla guida di un natante non gli viene nemmeno torto un capello.
    e le istituzioni dove sono ? magari a fare la multa da 1000€ a due ragazzini che pescano polpi con la fiocina a mano…..

  28. # giovanni

    Sì, perchè ora stanno lì a sorvegliare tutti i sub per la bella faccia tua…. Poi le tasse le paghi te! Ma che discorsi fai?

  29. # giovanni

    I pescatori subacquei sportivi li dovrebbero proprio vietare. Ma che sport è?? Io se devo tutelare qualcuno, tutelo chi si va a fare una passeggiata in mare con la propria barca e la famiglia in santa pace, non chi sfrutta e consuma le risorse del mare. I pesci lasciali stare mio bel pescatore sportivo. Falli prendere ai professionisti che, guarda caso, sotto i catamarani non ci finiscono. I pesci comprateli al mercato. Inoltre se tu fossi un minimo accorto, non andresti da solo a fare immersioni. Se ti senti male poi chi ti soccorre. Dilettante!!!

  30. # ema

    TUTTO CIÒ CHE È STATO SCRITTO CORRISPONDE A VERITÀ,PERÒ SFIDO CHIUNQUE A DIRE CHE LA CAPITANERIA O GUARDIA COSTIERA ABBIA MAI FATTO MULTE A SUB CHE STAVANO ENTRO I 500m…..SANNO ANCHE LORO CHE QUELLA LEGGE È SBAGLIATA E CON BUONSENSO NON LA APPLICANO MAI

  31. # ema

    chi sei??? Vittorio Sgarbi???

  32. # Granchio

    “Poi le tasse le paghi te!”……Io si e tu??…non mi risulta!

  33. # Riccardo-skak55

    Buongiorno Giovanni, non ha senso risponderti. solo indifferenza

  34. # Edo

    basta leggere la prima riga per capire il tuo livello di tolleranza e ignoranza…
    La tua soluzione del problema é l’eliminazione di chi la pensa diversamente.
    Evidentemente ti pesa cosi tanto con la tua barchetta guardare dove vai e rispettare le leggi…
    Ti sfugge che comprare e mantenere una barca per la maggior parte dei cittadini é un lusso che non potranno mai permettersi nella vita.
    Da come la vedi tu il mare dovrebbe essere solo per i professionisti e per gli acquascooter?
    Loro il “tuo” mare non te lo toccano?
    Ma pensa prima di sparare sentenze…qui si parla di gente che conosce e rispetta il mare e le sue regole.

  35. # nostradamusse

    visto che sei tanto interessato al mare e alle sue risorse allora per essere coerente con te stesso dovresti evitare di andarlo a inquinare con la tua barchetta (immagino che tu non vada nè a remi nè a vela) per far la giratina spensierata con la tua famiglia. Egoista.

  36. # Pepperoller

    Ma non dire idiozie!!!

  37. # Pepperoller

    Ahahhaha che ridere!!! Meglio che non gli rispondo…

  38. # Nicola

    Eccone uno.
    Multato per non aver rispettato la distanza dalla costa, ed ero solo in mezzo al mare e con un fucile che al massimo spara a 3-4 metri. 1032 euro di multa per un reato inesistente.
    Ero in torto, ma la legge e’ fuori da ogni logica

  39. # Nicola

    Chissà se ti sei mai chiesto da dove vengano i pesci che sono sui banchi del mercato? nascono nelle cassette secondo te? O magari sono frutto di reti a strascico, lampare, spadare, reti fuori legge etc etc.

  40. # PIRATA

    Se stai a pescare sotto costa ci sono i bagnanti e ti fanno la multa se vai fuori ti portano via le barche…lo sapete come ho fatto? mè toccato smette!!!!

  41. # simo

    GIOVANNI SINDACO

  42. # sarah

    te fai parte delle persone alle quali dovrebbe essere impedito di acquistare mezzi acquatici (anche un canotto a remi) perchè sei sicuramente pericoloso! Inoltre si vede che sei invidioso di chi riesce a pescare (“fortuna” permettendo) la preda che vuole scegliendo di non uccidere prede sotto misura etc… Io sono figlia di un sub e “moglie” di un amante del palamito, ho fortunatamente sempre avuto la barca e siamo sempre stati tutti molto rispettosi delle regole ( anche di quelle non scritte) PURTROPPO

  43. # sarah

    …purtroppo ci sono persone come te convinte di essere i padroni del mare , ma IL MARE NON HA PADRONI, ED E’ DI TUTTI con delle regolamentazioni meno assurde questi incidenti non accadrebbero (i sub a 500 mt ed i natanti a 200 è assurdo)

  44. # sarah

    ma vedrai che quando la bimba cresce, poi avrai più tempo e tornerai a pescare

  45. # giovanni

    I pescatori subacquei deturpano le risorse senza dare nulla in cambio. A me delle barche non frega nulla. Mi interessa dell’ambiente.

  46. # giovanni

    Ed è quello che tutti dovrebbero fare per dare un po’ di respiro al mare ed al suo ambiente. Bravo che lo hai fatto.

  47. # giovanni

    La stessa indifferenza con la quale le persone come te deturpano il nostro povero mare. Fatti una bella passeggiata con la maschera e guarda i fondali del mare livornese. Poi mi saprai dire.

  48. # giovanni

    Io non ho nemmeno la macchina, ho solo una canoa e ne vedo tante caro mio…. tante piccozze per deturpare i nostri fondali. Il mare va lasciato in pace.

  49. # giovanni

    Perchè anche te ci dai di piccozza, no?

  50. # giovanni

    Concordo con te, assolutamente. Però intendo che tra una barchetta a vela ed un pescatore subacqueo, dalla torre butto il secondo. La prima non inquina, il secondo sfrutta il mare fregandosene bellamente.

  51. # giovanni

    No, sono uno che ci tiene all’ambiente, e dalle vostre risposte al mio commento ho l’impressione che a Livorno interessa poco l’argomento tutela del mare. Così come abbiamo, grazie a gente come voi, una città in fase di degrado, altrettanto degradato sarà il nostro mare. Che Dio ci aiuti.

  52. # giovanni

    I pescatori subacquei devono rimanere a casa!

  53. # giovanni

    Io le pago anche per te crostaceo.

  54. # giovanni

    La Meloria lasciala stare, l’avete distrutta, voi ed i pescherecci a strascico.

  55. # giovanni

    Ma questo andava a 5-6 nodi. Lo dice anche il sub. Quindi più prudente di così…. Il fatto è che non lo ha viso perchè lui usa una plancetta che è meno visibile del pallone di segnalazione. Secondo me non era ben segnalato. A me sta storia che racconta questo subacqueo non mi convince.

  56. # giovanni

    Ma dopo essere stato “travolto” come dici tu, perchè non andavi subito a denunciare il fatto? Magari li potevano prendere questi pirati del mare che sfrecciano a ben 5-6 nodi, magari anche a vela, visto che dici che è un catamarano. Hai identificato bene le persone a bordo, la barca, quindi la polizia poteva anche provare a rintracciarli.

  57. # Urdo

    “Anche per me” aooooo……. non ci crede nessuno, tanto meno la GDF…

  58. # Daniele

    Giovanni sei spettacolare, parli di psub che prelevano e non danno nulla in cambio (ma come si dice a Livorno sai-una-sega-te di quello che faccio io per l’ambiente e per il mare), e poi scrivi sui forum, quindi hai un pc, avrai anche il tuo bel cellulare, la televisione, ecc… (come tutti del resto) quindi contribuisci più te a danneggiare l’ambiente che il peggiore dei pescasub, sei un controsenso vivente ed il bello è che non te ne rendi conto ahahahahah.
    Si vede anche che ne capisci parecchio di impatti sull’ambiente e sugli stock ittici causati dalle varie forme di pesca e dall’inquinamento ahahahahahah
    Comunque è vero quello che dici, meglio tutelare uno con la barca che potrebbe sgraffiare lo scafo sulla testa di un pescasub che una vita umana, bravo!!!!!

  59. # Daniele

    Dici di voler tutelare l’ambiente e difendi la pesca professionale, sei un genio, hai capito tutto degli impatti delle varie forme di pesca sugli stock ittici.

  60. # Daniele

    Prendersi un pesce e mangiarselo vuol dire deturpare il mare??? Ma per favore… te del mare non sai niente di niente, della pesca ancora meno, sei solo un tipico ambientalista che non sa di cosa parla

  61. # Daniele

    Lo sai come fa uno che va a 5-6 nodi a non vedere una boa? Semplice, non guarda dove va. Mi sarà capitato già una decina di volte quest’anno di vedermi sfilare una barca vicinissima e il tizio alla guida si faceva gli affaracci suoi (chi scrive sul cell, chi rovista in un gavone, chi guarda le canne mentre fa traina, ecc…)

  62. # Subtravolto

    io ho una delle plancette piu’ grosse che ci sono in commercio oltretutto ho aumentato la lunghezza dell’asta oltre un metro e ho cambiato la bandierina con una piu’ grande ma come vedi a niente è servito

  63. # Subtravolto

    hai ragione,ma tieni presente che io sono stato travolto e non lo dico scherzando ma realmente alle 16.30 e nella fretta di allontanarmi per evitare eventuali eliche(ancora non sapevo fosse un catamarano) imprimendo molta forza nella pinna ho addirittura spezzato la pala in carbonio.. quindi sono rientrato in stato abbastanza confusionale ed affaticato con una sola pala.. ho toccato terra alle 18.20 quasi 2 ore dopo e credimi l’unica cosa che volevo durante tutto il tragitto era solo riabbracciare i miei bambini.. vi auguro di non provare mai certe esperienze per non capire quanta poca lucidita’ vi rimane in testa!

  64. # Subtravolto

    se vuoi te la faccio vedere di persona la mia plancetta.. è un modello della besthunter,una delle piu’ visibili,non si tratta di pallone a siluro,ma proprio plancetta gonfia al massimo.. sopra ci metto anche dell’attrezzatura per renderla piu’ alta,inoltre ho modificato l’asta rendendola piu’ alta di un metro e con una bandiera ben visibile.. la maggior parte dei sub che commentano mi conoscono lo sanno e sanno anche quanto io sia preciso in queste cose… fammi capire cosa non ti torna.. io non sono un cantastorie.. se vuoi ti offro un caffe ti faccio vedere tutta la mia attrezzatura, ti faccio anche notare che in acqua è piu’ FACILE VEDERE LA MIA SAGOMA della mia plancetta e ti racconto tutto nei dettagli!!

  65. # Subtravolto

    te palesemente non conosci la legge e in questi casi dovresti solo tacere! con l’ordinanza sulla sicurezza balneare del 2011 noi dobbiamo per legge pescare a 500m dalla costa e purtroppo non tutti hanno a disposizione una imbarcazione.. adesso secondo te l’estate che è il periodo migliore un pescasub smette di pescare?? fra le gambe alla gente non si puo’ caro mio! e poi parli del mare come una strada con corsie etc. ma hai idea di quanto sia grande il mare e di quanto spazio ci sia per fare manovrare certe barche.. non hai cognizione di causa!!

  66. # Subtravolto

    certo un catamarano di 20 metri che va “solo” a vela non inquina…come il figlioletto con la cannetta a traina che per finire in bellezza mi stava per agganciare non è pari ad un pescasub.. hahahahah.. ma da che pianeta vieni da Disneyworld??? tu sei quella razza di persone che parlano solo quando non possono essere riconosciuti.. ma perche’ la mattina non vai a parlare del tuo dissenso ai pescatori in Darsena vecchia oppure ai vecchietti che pescano in porto o ai piloti.. ma perche’ non ti leghi al rigassificatore per non farlo aprire?? lo ripeto non hai cognizione di causa e non conosci il mare!!

  67. # Subtravolto

    peccato che il piu’ delle volte sono io a soccorrervi…. tu sei di un altro pianeta!! pero’ mi piace che rimani nascosto dietro il tuo nick.. non sai quanto mi piacerebbe conoscerti di persona e parlare con te…

  68. # nolimit

    caro Giovanni da quel che scrivi si capisce che ami profondamente il mare…così profondamente che non ti rendi conto delle fesserie che scrivi…. Ogni persona é libera di pensare.dire.scrivere cio che vuole ma tu…ambientalista convinto Comé sei dovresti un’attimo tornare sulla terra ferma ormeggia la tua canoa e osserva meglio il nostro…xchè è di tutti…amato mare… E guarda bene ma molto bene le barche…perché tu canoista fai parte anche tu di una cerchia di persone che zitti zitti si fanno la loro trainetta sotto costa… E non badano alle taglie minime…e poi sai un barcaiolo distrato potrebbe prendere in pieno anche una canoa…vuoi vedere che in quel caso anche tu concordi con il fatto che andrebbe rivista la normativa? Dovete farla finita di scaricare le colpe su chi non le ha..fai tanto il moralista al povero pesca sub e non hai nemmeno pensato al fatto che siamo tra quelli che spesso tornano a casa senza pesci proprio perché selezioniamo le catture…e i video presenti in rete lo dimostrano come dimostrano quanti natanti gettano reti a roba distanza dalla costa…. nessuno ti darà mai retta come non lo farà con noi e chi realmente distrugge il nostro mare continua a farlo indisturbato…x finire..occhio alla canoa i Catamarani sono sempre in agguato……

  69. # Filippo Ingrsciotta

    Caro GIOVANNI leggi, informati e PRIMA DI APRIRE LA BOCCA SAPPI LE COSE. Dopo le cose che hai detto vorrei tanto vedere se ti passasse una barca sulla testa, come saresti contento, è grazie alla gente come te che questo paese non cambierà mai.

  70. # Folgore

    Bravo Giovanni, da ciò che dici dovresti darti alla politica….magari fonda un nuovo partito…..ma sulle Dolomiti!

  71. # vinx81

    Ha dei dati alla mano per affermare ciò che scrivi? Ricorda che chi pesca in apnea è l’unico che può selezionare il pesce! Hai idea delle restrizioni, limiti e regole alle quali devono sottostare, per evitare multe che partono dai 1000 euro?
    Sono d’accordo sullo strascico, un pò meno sui sub e non perchè son di parte! Poi noi esercitiamo una passione e anche se esci con un niente di fatto, sai, cambia poco..diciamo che non per forza dobbiamo fare bottino, rischiando un multone come dei poco intelligenti!

  72. # vinx81

    Se tutte le barche che son il prodotto della “cantieristica” devono essere di proprietà da gente che ragiona a questa maniera siamo messi bene si! Mettiamo davanti il lato economico alla propria salute allora!
    Signor barcaiolo, mio padre, mio zio, mio nonno, coloro con i quali in barca ho pescato per anni (nonostante la mia giovane età), mi hanno sempre insegnato che quando “mandavo” la barca, dovevo avere occhio prima a dove andavo, davanti a me! Quando usciamo in barca mi si allunga il collo di mezzo metro a suon di sbirciare il minimo segnale! E il mare non è sempre olio, ma spesso più che increspato, basterebbe moderare velocità e aguzzare la vista, anche in più persone se sopra la barca ci sono. Io vedevo le lattine di detersivo messe come segnale per nasse e palamiti..e reti, a suo tempo, faccia lei! In mare non si fanno gare, ma ci si rilassa, quindi si ha tutto il tempo di fare attenzione, quando si passa vicini alla costa (perchè con le barche 500 mt è molto vicino).

  73. # vinx81

    entro i 500mt significa anche 30? o 50? no, perchè allora vallo a dire ai 3 pescasub che si son visti fare una multa di 6000 euro in 3 al fortullino, perchè pescavano entro i limiti. Come vedi le fanno rispettare le regole, quando vogliono e con chi vogliono!
    Con questo non difendo la categoria, perchè se ci sono bagnanti a riva, devi mantenerti a debita distanza, ma 500mt sono assurdi! Poi mi raccomando, noleggiamo le barche a “cani e porci”, non facciamo prendere patentin sotto i 40cv, con la demenza che c’è a giro lasciamo i cavalli a briglie sciolte! Poi si sentono queste notizie! Ah bè, ma di sicuro la cantieristica ne trarrà giovamento..si!

  74. # vinx81

    Sign.Giovanni, io non so perchè difende la categoria! Tutti si sbaglia e bisogna assumersi le responsabilità! Non siamo a difendere categorie per parte presa…ma stiamo parlando di un incauto che oltretutto ha visto negli occhi un sub in difficoltà e non si è fermato! Ma stiamo scherzando? Io spero davvero che lei non sia come quel signore!!!

  75. # vinx81

    Ma a voi la passione per il mare da una parte vi è entrata e dall’altra vi è uscita?
    Cioè dico, attaccare chi come voi ha una passione e lo fa nel rispetto delle regole! Ricordiamoci che il natante era fuori legge e non il sub! Sveglia gente! Il mare è grande e ci possiamo star tutti, con le giuste e logiche regole!
    Poi…i ciclisti occupano la corsia per il defluire di altri mezzi e lo impediscono, vorrai mica dire che per quanto è grosso il mare e per quanto sia grosso il nostro amico sub sia d’intralcio alla tua traiettoria? Mi sembra un non voler risolvere il problema!
    Non capisco l’accanimento, noi sub non ce l’abbiamo con i natanti che rispettano le regole!

  76. # vinx81

    Scusa tanto ambientalista: ma te vai a remi? O a vela sempre e solamente? O hai una barca ecologica senza motore a benzina?
    Assurdo!

  77. # vinx81

    Oh giovanni, e se uno yacht che da soldi alla tua amata cantieristica speronasse la tua umile canoa, senza nememno sentirne l’urto? Allora rimarresti del solito parere? No, perchè di barconi attraccati troppo vicino a riva, o che vi transitano, ce ne sono….ma meglio salvaguardare la grande cantieristica che il decathlon dove avrai comprato la tua umile canoa, per poterti divertire con amici, famiglia e parenti! Che diritti hai te nei confronti di loro? Giusto-giusto!

  78. # vinx81

    Un applauso, ti stringerei la mano!
    Chi convive con entrambe le realtà marine può capire ancor meglio!
    Grande!

  79. # paolosub68

    caro giovanni, ma ci sei o ci fai.invece di sta qui a spara “bischerate” pè un di di peggio,mettiti una maschera e vai a fà un giro nelle AMP dove i pia non possono andare ma tutti gli altri pescatori si e dimmi se li vedi il paradiso!!

  80. # massimo

    giovanni…………………..

  81. # massimo

    caro giovanni ……sono un pescatore subacqueo e un amante del mare in tutte le sue forme , ma credo che se non sei tollerante te non vedo perche dovrei esserlo io e gli altri ,
    daniele ha sbagliato solo una cosa….. ha mollato il fucile con videocamera , oltre a riprendere tutto , …. poteva fare in modo di lasciare un bel ricordo su tutta la murata del catamarano , con il coltello da cima a fondo , in questo caso vedrai che il signore si sarebbe ricordato che in mare ci possono essere tanti altri…… poi ma se invece di daniele c eri te con la tua bellissima ecologica canoia….. mi racconti un po cosa avresti fatto investito da un catamarano di 20 metri che prima ti investe e poi ti lascia li?
    ora ….. visto che te sei tanto ecologico vorrei sapere visto che lui va a vela e te con la canoa…. se ti stritola non inquina neppure….. e se al posto tuo o di daniele…. c era una povera balena?…. cosa li faceva…. li prendeva il numero di matricola?
    cerca di andare in mare veramente no con le parole e basta , vedrai che capiresti molte cose che dici di conoscere e invece avrai solo letto da qualche rivista …..

    ciao massimo

  82. # massimo

    le garantisco che ogni anno a livorno in modo particolare vengono fatti molti verbali a pescasub che sono anche a 200 metri dalla costa………molti vuol dire diversi , e sempre con importi assurdi minimo 1000 euro , mentre il una barca che non rispetta la distanza dal pallone mi sembra puo venire multata di 150 euro….. che legge è
    non si è mai sentito in italia ma credo in tutta europa che un bagnante è stato colpito ferito da un pescasub ,
    ma sono decine gli incidenti che tutti i tipi di barche provocano ogni anno a distanze ridicole comprese barche a vela canoe e altro………

  83. # manu

    troppi idioti e incapaci a governare imbarcazioni in maniera poco saggia e spesso senza avere neanche un minimo di conoscenze quelle che spesso specialmente in mare evitano tragedie!!!

  84. # manu

    non posso più continuare a leggere commenti assurdi proprio come in mare specialmente con i pellegrini della domenica gente che esce in mare a 40 nodi la domenica mattina poi se si gira mare non riescono neanche ad attraccare in darsena e gente che giudica un pescatore in apnea che poverino non solo viene quasi tranciato ma deve sentirsi pure rimproverare da qualche inetto in giro. Io ho barca la governo in tutta sicurezza sperando che Dio mi accompagni sempre perché neanche la prudenza e la conoscenza volte basta ,sono un diportista che ama la pesca in ogni sua forma se regolamentare quindi amo anche la pesca in apnea, amo stare in mezzo al mare anche solo per esplorazione sub o per fare il bagno e ci sto quasi 12 mesi l’anno!!!il mare è di tutti e offre spazio a tutti ma per favore gli idioti li dobbiamo sopportare già a terra almeno a mare evitate di seguirci…

  85. # LorisPescasub

    Tu invece mi sembri uno che prende la barca la domenica per andare al mare, senza nemmeno sapere se c’è benzina nel serbatoio.

    Accendi il cervello prima di parlare.

    Un abbraccio virtuale al sub travolto da un “amico” virtuale.

  86. # sarago66

    i sub restino tutti a casa a fare la maglia almeno dù pesci li levo… 🙂
    la cosa che vorrei sottolineare è che la discussione sul modo barbaro ed ignorante di navigare senza rispetto per le regole della nautica e della civiltà è stata deviata in uno sterile e banale attacco alla pesca subacquea , pratica legale in italia come in quasi tutto il mondo. ringrazio al riguardo il sig. giovanni che con la sua tolleranza si è fatto un nugolo di estimatori.
    non esistono rimedi purtroppo per evitare tali incidenti se non quello di cambiare orari , i palloni e le plancette sopratutto sono invisibili volte in mare.
    solidarietà al collega , ed un avviso prendete sempre se possibile tutti i dati della barca perchè la CP può intervenire.

  87. # sirvia

    ti capisco perfettamente perchè una volta che facevo da secondo a due apneisti una barca a vela, pur avendo noi tutte le segnalazioni di legge, ha sfiorato me sul gommone e i miei compagni in acqua…a tutto pensi che ad andare a fre la denuncia.

    Sono felice che ti sia andato tutto bene,

  88. # sirvia

    Guarda che proprio i pescatori in apnea sportivi sono quelli che tutelano di più l’ambiente, che danno possono fare non hanno reti a strascico, non sono bombaroli…

  89. # Alessandro

    “Caro Giovanni” a leggere le tue parole vedo che tu saresti il primo dei bracconieri, altro che amibentalista. Una persona che “ragiona” come te di sicuro è il primo che se ne infischia delle regole perchè non accetta altro che il suo credo.

  90. # Gian paolo

    Un augurio al pescatore in apnea che si rimetta presto e speriamo che non gli capiti una disavventura simile mai più. A Giovanni dico: speriamo che un giorno di questi mentre hai la faccia sotto ti passi un motoscafo sul collo. Tanto ignorante come sei non sai neanche che oltre una certa distanza anche chi nuota deve avere una boa di segnalazione.

  91. # nicola

    signor ? giovanni ovviamente lei non ha mai praticato la pesca in apnea altrimenti non avrebbe scritto quel commento. si informi la prossima volta e faccia ammenda

  92. # Ale

    Giovanni, chiarisco un paio di cose e via.

    1 – LEGGI E BUONSENSO – Il pescasub deve stare a minimo 500 metri dalla costa, e se viene beccato entro questi 500 m si becca un bel verbale di minimo 1000 Euro, con sequestro dell’attrezzatura. Le barche, invece, possono stare anche a 200 m dalla costa. Mi vorrai dire che un motoscafo di 8 metri, con un motore da 100 cavalli non sia pericoloso? Idem una barca a vela. Solo la botta con lo scafo può essere fatale.

    2 – IMPATTO AMBIENTALE – Un pescasub ha pochissimo impatto ambientale in quanto preleva il minimo indispensabile per mangiare, e di certo non va a sparare al saraghetto di 50 g, anche perché sennò sarebbe ostico pure da mangiare perché pieno di spine. Un sarago di 1 o 2 kg si è già riprodotto e non viene fatto un danno alla specie. Coloro che impoveriscono davvero il mare sono i pescatori professionisti, che buttano uno strascico di qualche km e dietro di se lasciano il deserto. Loro impoveriscono il mare, non un pescasub che al massimo può pescare 5 kg di pesce al giorno (se ci riesce…).

  93. # Fabio

    A distanza di un anno ancora mi stupisco a leggere la grettezza mentale di GIOVANNI e tutti gli altri Simil-giovanni !!!!!!!
    Giovanni vuoi vietare i pescatori sportivi subaquei? Ti ergi come ecologista e tutore dell’ambiente per comodità ed incapacità e vai a comprarti il pesce al mercato …..MA BRAVO TI SENTI MENO COLPEVOLE COSÌ?? Ma te ne rendi conto mio bell’ignorantone che è proprio la pesca professionale a sfruttare oltremodo le risorse ittiche, a distruggere i fondali con reti a strascico e catene, a rigettare a mare tonnellate di pesci morti e dico morti considerati non comnerciali??? Chè è l’indistria ad inquinare i mari ? Che sei pure tu con il motore marino? Non dire demenzialità del genere, ci passi da ignorante!! Se tutti pescassero sportivamente, invece di andare al mercato a comprarlo, tu e la tua bella barchetta non potreste navigate dai pesci che ci sarebbero a mare!!!!
    Piuttosto denuncia tutti i diportisti che navigano entro i 100 mt a ben oltre i 6 nodi come obbliga la legge, sfrecciando in piena planata e magari uccidendo un sub o un bagnante amante del nuoto!!!
    Ma tutti i giorni ci sono questi personaggi e sono il 99% , e mai nessuno che li multa!!! Te lo dico io caro Giovanni che il mare l vivo e lo amo, so ciò che dico!!!
    Anche io ho una barca ma non navigo sottocosta come te!! Il mare è bello, grande e non ha strade ……VAI A LARGO E NAVIGA SERENO , Lasciando a sub e bagnanti la libertà di nuotare!!

I commenti sono chiusi.