Si lussa la spalla salendo sul materassino, soccorso via mare da vigili del fuoco e Misericordia di Antignano

Mediagallery

Disavventura per un livornese di 31 anni oggi, intorno alle 17. L’uomo si trovava alla Cala del Leone e stava nuotando verso il materassino quando nel tentativo di salirci sopra ha accusato un forte dolore alla spalla.
Non riuscendo più a tornare a riva, gli amici hanno allertato il 118 che ha inviato sul posto un gommone dei vigili del fuoco. I pompieri, con l’uso di una barella acquatica (toboga), hanno soccorso lo sfortunato livornese assieme alla collaborazione dei volontari della Misericordia di Antignano. Una volta assicurato alla barella, il 31enne è stato trasportato via mare fino al moletto di Antignano per il rendezvouz con l’ambulanza, sempre della Misericordia di Antignano, che ha trasportato il 31enne all’ospedale, dove gli è stata sistemata la spalla dai medici.

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # Maio

    è un fiorentino

  2. # alessio

    boia… e devi essere Ian Thorpe!

  3. # Asterix

    Si lussa la spalla salendo sul materassino….va sotto la mutua……

  4. # Don Chosciotte

    Può succedere a tutti, quindi …

  5. # Nano

    Poveraccio chissà che dolore

  6. # liburnico

    poverino la lussazione della spalla crea un dolore fortissimo, e per rimetterla apposto lo avranno imbottito di miorilassanti… un “zinnino” di rispetto 🙁

  7. # poppop

    Ma andate a lavorare invece di andare al mare tutti i giorni

  8. # France

    ahahahahahahahaahahahaha

  9. # Brontolo

    Ahahahah cia il fisio per caria le sveglie

  10. # Lorenzo Il Censore

    “Non riuscendo più a tornare a riva, gli amici hanno allertato il 118 che ha inviato sul posto un gommone dei vigili del fuoco.”
    Non credo fosse a 100 miglia dalla riva.. gli amici potevano anche cercare di trainarlo a riva in qualche modo invece di farlo aspettare a mollo nell’acqua aspettando che affogasse..

  11. # Cariade

    E si e’ fatto male ad arriciola’ i picconi !

  12. # Eleonora

    Come minimo c’avevano un panino cinghiale e fantasia sullo stomaco

I commenti sono chiusi.