Settantenne al volante mette in fuga i “truffatori dello specchietto”

Mediagallery

Tentano di truffare una automobilista settantenne, con la scusa dello specchietto rotto, ma scopre l’inganno e chiama la polizia. È successo lunedì pomeriggio a Salviano.
La donna, livornese, era in auto col marito, quando a un tratto in via del Levante ha sentito un rumore, come se un sassolino avesse colpito la carrozzeria e ha visto dietro di lei un’auto guidata da un uomo, il quale ha iniziato a suonare insistentemente il clacson, poi si è affiancato, facendo cenno di fermarsi per constatare il danno.
Tuttavia, la donna non ci è cascata e, intuendo che potesse trattarsi di un tentativo di truffa, ha cercato di seminarli senza riuscirvi. I due truffatori hanno invitato la coppia a fermarsi in un parcheggio della Leccia. Ma la donna ha rifiutato e ha allertato la polizia. I due uomini vedendo la donna al cellulare sono scappati verso la Scopaia. La volante ha effettuato alcune ricerche in zona di una Peugeot grigia ma senza successo.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # ir mario

    Sono le solite bande di parassiti della società. Complimenti alla coppia settantenne che non si è intimidita ed ha mostrato coraggio.

  2. # Livio

    Ci risiamo hanno provato con un mio amico….TELEFONATE subito al 112/113 e vedrete come SCAPPANO……..

  3. # bene signora

    la cosa è più diffusa di quanto sembri, in alcuni casi sono anche più bravi a organizzare la pantomima, il malcapitato di turno avvisi subito le autorità, magari come ha fatto bene la signora continuando a viaggiare senza fermarsi.

  4. # alberto

    Il problema è che queste persone, anzi meglio chiamarli PARASSITI , non temono le denunce gli fanno un baffo..ma se una volta presi…MACCHE SUGHERE poverini stanno stretti

  5. # Sniper70

    vedrai se una volta trovano un ber pugile, ni passa la ruzza der gioino dello specchietto rotto eh eh eh….

  6. # 0586

    il gioco lo hanno inventato loro e a Livorno ci sono già cascati in tanti nel corso degli anni….a casa sua però non funziona più di tanto poveri loro!!

  7. # alice

    Maledetto!! E’ lo stesso che ha truffato mio padre! Stesso modo, stessa strada, stessa macchina! Ma cosa ci vuole a prendere questo bastardo e sbatterlo in galera per una decina d’anni così’ gli passano le ruzze?

  8. # Labbattitore

    un aspetto artro… ce li arrocchetto negli specchietti

  9. # marco2000

    Brava Signora!!

  10. # Lorenzo65

    Tranquilli, se questo lo arrestano i giudici non gli daranno i domiciliari ma , visto il caso particolare,inventeranno quelli al domicilio della sua auto, cosi potrà continuare indisturbato la sua onesta attività….italioti siamo.

  11. # Platone

    Ci provarano anche con me tanti anni fa, due meridionali, quando li ho invitati a chiamare i vigili alla loro richiesta di soldi se ne sono andati. Sono i prodotto della nostra società, il piu furbo ed il piu scaltro vince, la mancanza di giustizia ed adeguata punizione fa il resto.

I commenti sono chiusi.