Sede Arci danneggiata dai vandali

Mediagallery

Brutta e amara sorpresa il 28 settembre quando, gli insegnati di italiano che alle 8,50 si erano recati alla sede Arci di via Terreni dove si tengono i corsi per i migranti, hanno trovato i locali a soqquadro, danneggiati e sporchi.
Un atto vandalico che ha colpito proprio il cuore dell’insegnamento della nostra lingua madre fornito gratuitamente ai profughi presenti nella nostra città.
Ecco quanto ha scritto Marco Solimano sulla sua bacheca facebokk annunciando il grave fatto:
“Oggi all’apertura dei nostri locali in via Terreni una amara sorpresa… La porta di ingresso era stata forzata, i locali a soqquadro, spazzatura e vestiti sparsi ovunque.
Niente comunque è stato asportato. In quei locali quotidianamente si svolgono i corsi di scuola di italiano per profughi e funziona anche come uno dei punti di raccolta per indumenti e vistiario sempre a favore dei profughi.
Non comprendo il gesto e l’obiettivo di questa lesione ad una sede arci (anche la porta che introduce ai locali della sede Unicef, adiacente i nostri locali è stata forzata).
Ma se qualcuno ha pensato, stupidamente, di mettere in atto un gesto intimidatorio e punitivo per le attività ed i servizi che mettiamo in atto verso i richiedenti asilo ha sbagliato di grosso.
Non saranno certo una porta scassinata e seggiole rovesciate a farci tornare indietro”.

Si Toscana a Sinistra Livorno -Come forze politiche appartenenti alla sinistra livornese, esprimiamo la nostra solidarietà agli amici dell’ARCI di Livorno ed al presidente Marco Solimano per il vile gesto subìto che ha prodotto come conseguenza il danneggiamento della sede Cittadina della stessa Associazione.
Crediamo sia opportuno sottolineare la gravità di un episodio che ricorda atti violenti di un passato che non deve avere più ragione di esistere nella nostra Democrazia. Il lavoro e l’impegno sociale dell’ARCI, soprattutto in favore dei soggetti deboli e svantaggiati, non può essere messo in discussione né minacciato attraverso atti intimidatori. Per questo, sottolineare con fermezza la condanna verso questi gesti sconsiderati e immotivati, ci sembra il minimo che possiamo fare.

Alba – Futuro a Sinistra – Sinistra Ecologia Libertà – Sì-Toscana a Sinistra

Lega Nord – Nell’esprimere la nostra solidarietà all­’Arci di Livorno per l’atto vandalico a danno della­ loro sede di via Terreni, ci corre l’ob­bligo di segnalare, come stiamo facendo ­da tempo, che il problema della sicurezz­a richiede il massimo impegno da parte d­egli organi preposti. E che questo scellerato buonismo governativo mette costantemente a rischio la sicurezza dei cittadini e l’integrità delle proprietà.
Per il grave fatto sono state avanzate l­e due ipotesi di vandalismo e di intimid­azione alle quali vorremmo aggiungerne­ una terza: tentato furto. Infatti, temiamo che i po­tenziali ladri potrebbero aver agito pensando d­i trovarvi parte dei fondi che l’Arci sta ottenendo per le attiv­ità di sostegno agli immigrati.
Lega Nord Livorno

Solidarietà del vice sindaco Stella Sorgente –  All’indomani dell’atto vandalico ai danni della sede dell’Arci, in via Maria Terreni, il messaggio di solidarietà della vicesindaco Stella Sorgente: “Desidero esprimere la mia solidarietà all’ARCI di Livorno e al suo presidente, Marco Solimano, per il gesto delinquenziale e vandalico con cui la notte scorsa è stata colpita la sede dell’associazione.
Voglio augurarmi non si sia trattato di un atto intimidatorio e punitivo nei loro confronti per l’aiuto e i servizi che, quotidianamente, offrono ai richiedenti asilo.
Noi tutti viviamo il dramma dell’emergenza immigrati che ha colpito la nostra, così come tante altre comunità del Paese. Atti come quello al quale abbiamo assistito non devono però indurci a pensare che abitiamo una città intollerante, dove la paura della diversità può sfociare in azioni vili come questa. Altre sono le nostre tradizioni e la nostra cultura. Quella di Livorno è la storia originale di una città che, nel corso dei secoli, ha rappresentato un punto straordinario di scambio e incontro tra culture e popoli diversi.
Purtroppo questo non è il primo atto vandalico che colpisce un immobile di proprietà comunale. Nel corso dell’anno passato erano avvenuti casi simili anche nei confronti di strutture scolastiche. Tali eventi sono da condannare in modo netto, perchè colpiscono il patrimonio pubblico e quindi l’intera città”.

Partito Democratico Livorno – “Semplicemente inaccettabile. Il PD di Livorno condanna fermamente il vile gesto a danno della sede del’Arci di Livorno di Via Terreni. La passione e l’impegno dei tanti volontari che ogni giorno dedicano il loro tempo ad aiutare i più bisognosi, non si fermeranno davanti a tanta viltà. Solidarietà e vicinanza a tutti gli operatori dell’Arci. PD Livorno”

Gazzetti (Pd), gesto grave e inspiegabile –  “Esprimo la mia massima solidarietà all’Arci di Livorno per l’incomprensibile danneggiamento subito nella sede di via Terreni. Ignoti, da quanto appreso, si sono introdotti all’interno della struttura mettendola a soqquadro. Niente è stato rubato e questo rende ancora più inspiegabile l’atto. Non voglio, infatti, credere che la ragione di questo spregio sia legata al fatto che in quei locali si svolgono ogni giorno corsi di italiano per profughi. Se questa fosse la ragione saremmo in presenza di un atto ancor più grave ed inquietante. Al momento resta l’amarezza e la ferma condanna per un danneggiamento che colpisce una sede Arci, un’associazione alla quale va solidarietà e vicinanza. Esprimo altresì rammarico per il fatto che anche la porta della sede dell’Unicef sia stata forzata, ma quest’altra importante realtà è stata fortunatamente risparmiata da atti vandalici. Sono certo che le forze dell’ordine faranno piena chiarezza su quello che è accaduto, permettendoci così di valutare con esattezza la portata dell’atto”.
Così su Facebook, Francesco Gazzetti, consigliere regionale Pd, esprime la sua solidarietà all’Arci di Livorno per gli atti vandalici avvenuti nella sede dell’associazione durante la scorsa notte.

Sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo –  “Esprimo sdegno e rabbia per il vile atto di vandalismo che è stato perpetrato nella notte presso la sede di via Terreni dell’Arci di Livorno. Un gesto ancor più inquietante se si tiene conto che nulla è stato sottratto all’interno della sede. Mi auguro che questo episodio non sia direttamente collegato alle attività di inclusione sociale che l’associazione mette in campo in favore dei richiedenti asilo.

Al presidente Marco Solimano e a tutti i volontari dell’Arci Livorno va la mia vicinanza e solidarietà, certa che non saranno queste azioni vigliacche a fermare l’operato dell’Associazione”.
Così su Facebook il Sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo, commenta l’episodio di vandalismo che ha colpito la sede dell’Arci Livorno.

 

Riproduzione riservata ©

23 commenti

 
  1. # Skywalker

    Son cose che capitano!! Allora chi trova la macchina sgraffiata che dovrebbe fare?

    Non capisco la levata di scudi a meno che non si voglia utilizzare anche questo in senso buonista per giustificare i clandestini!!

  2. # Federico II

    Magari sarà stato un senzatetto italiano in cerca di qualche vestito . Giusto per ricordare a qualcuno che esistono anche loro. Tante volte servisse ribadire che ci sono 7 milioni di italiani poveri per strada, non solo i clandestini. .

  3. # Rob

    Si potrebbe anche sfruttare l’occasione dell’insegnamento della lingua anche per insegnare un pò di buone maniere come non andare in bici sui marciapiedi, non urlare nelle strade anche a notte fonda (magari bevendo meno…) e non gettare fuori dai cassonetti stracci o rifiuti vari come accade spesso su Viale Carducci.

  4. # Fabio

    Potrebbe essere stato anche un extracomunitario stesso. Solimano,Gazzetti e compagni andate in africa se veramente volete fare qualcosa di utile a queste persone. E a noi… ci mancava anche il Gazzetti ora.

  5. # stefano

    Per far studiare i miei figli mi spennano per mantenere la casa non ne parliamo!!!!!! E’ uno schifo prima gli italiani !!!!! Siamo 33000 mila disoccupati a Livorno!!!!! Gazzetti apri gli occhi vivi in un altro mondo come tutti i politicanti!!!!!

  6. # franco

    basta con qualsiasi cosa interessi i migranti…si parla di razzismo … e basta con i migranti sono tutti buoni e poverini… da loro non c’era delinquenza ? non mi risulta !!!

  7. # Max

    Stai parlando di livornesi , o comunque di italiani vero ????? perché sono tutte cose che fanno i nostri ragazzi !!!

  8. # Barbara

    Tranquilli, tra poco sarà tutto a posto…anzi verranno apportate migliorie..se fosse accaduto a una scuola dove vanno i nostri ragazzi nessuno si sarebbe indignato.

  9. # Barbara

    Tranquilli, tra poco sarà tutto a posto, anzi verranno apportate migliorie…se fosse accaduto a una scuola dove vanno i nostri ragazzi….che ci volete fa…nessuno si sarebbe indignato così tanto.

  10. # Fabio

    Aggiungerei portate anche rossi almeno costruite due ospedali che in africa c’è bisogno

  11. # karl

    no..solo loro… sono quelli che fanno cosi.. non i livornesi.. chiarooo

  12. # karl

    o poverini… quanto mi dispiace…e gli altri che subiscono furti distruzione ecc ecc cosa devono dire…ma fate un esame di coscenza…

  13. # mammamia

    basta venire di notte nel quartiere Venezia dal giovedì in poi per imparare le buone maniere!

  14. # CompAgno

    Tutte le volte che s’aiuta un immigrato c’è sempre uno contrario a questo tipo di attività.

    C’è tanta cattiveria quando si tratta di aiutare questa povera gente.

  15. # alberto

    IL sig. GAZZETTI farebbe bene pure a dare solidarietà e vicinaza alle famiglie che si son trovate la casa svaligiata

  16. # franco

    INFATTI … c’è cattiveria quando si preferisce aiutare alcuni invece di altri.. soprattutto se gli altri sono nostri connazionali, non tanto perchè italiani, ma perchè magari almeno i loro avi, hanno lottato contro la dittatura e loro hanno pagato le tasse ed i balzelli che queste paese impone … .

  17. # toro6

    Compagno fatti aiutare te che ne hai TANTO bisogno

  18. # Mauro

    Veramente ce ne sarebbe bisogno anche a Livorno

  19. # Mauro

    Mi spiega per favore cosa fa lei per aiutare i suoi connazionali, oltre che tanti discorsi demagogici e privi di alcun senso? Grazie

  20. # stefanobolgheri

    dai commenti,noto con piacere,che l’aria sta cambiando,oramai dei clandestini non se ne può più,i nostri non hanno nemmeno un piatto di minestra, e oramai li difendono solo quelli che ci speculano!!perché ne hanno fatto il loro lavoro,o perché hanno preso i voti dalle associazioni che ci lavorano!!la solidarietà son discorsi!!

  21. # Mauro

    L’aria malsana che si respira adesso danneggia gravemente la salute.

  22. # franco

    il rifugiato si trasforma in un business milionario..altro che solidarietà.. qui sono 35 € a persona e sento già alcuni che vogliono comprare vecchi appartamenti per mettercene a decine.. quindi chi accoglie non lo farà per umanità ma solo per convenienza.. non tutti naturalmente.. ma quasi.. ed i compagni saranno in prima fila…!!!

  23. # karl

    PAGHIAMO…. LE TASSE… PER LORO….e gia è molto..

I commenti sono chiusi.