In casa un laboratorio per la droga, in manette livornese

Sequestrati ingenti quantitativi di droga, una pianta di canapa indiana, 3 bilancine, buste di plastica e una stufa elettrica

Mediagallery

Subisce un tentativo di furto in casa e arriva la polizia che gli scopre un laboratorio per la produzione e vendita di droga. E’ accaduto ieri sera in zona Sorgenti.
La volante durante un giro di pattugliamento ha notato un uomo che, dopo aver scavalcato il muro di cinta del giardino, alla vista della pattuglia si dava a precipitosa fuga riuscendo a far perdere le tracce nell’oscurità. Quasi in contemporanea con l’arrivo di altre pattuglie è arrivato il padrone di casa, Stefano Tosi livornese, classe ’76. Con lui i poliziotti hanno effettuato il sopralluogo dell’abitazione per verificare l’ eventuale furto.
Passando dal cancello del giardino, gli agenti hanno notato la presenza di una grossa pianta del tutto simile alla canapa indiana, con la classica foglia e con tanto di infiorescenza. Tutto è apparso regolare: porta chiusa e nessuna presenza di segni di effrazione. Interpellato circa la presenza della grossa pianta nel giardino, il giovane è apparso in grosse difficoltà non sapendo fornire spiegazioni credibili. Pertanto, ritenendo fondato il sospetto che occultasse in casa altro stupefacente, i poliziotti hanno proceduto con la perquisizione domiciliare, scoprendo in camera da letto tre bilancine elettriche di precisione funzionanti, una busta in plastica contenente con 96 grammi di polvere bianca, risultata essere dopo le analisi, cocaina, un flacone di metadone e circa 500 euro e 2 telefoni cellulari. Inoltre, nella soffitta della casa c’erano un quantitativo di fogliame, verosimilmente marijuana, suddiviso e contenuto in 4 buste in plastica trasparente per un totale di 350 grammi circa, tre contenitori in vetro contenenti hashish (21  grammi) e numerose buste di plastica utilizzate per il confezionamento delle dosi.
In giardino nelle vicinanze della pianta, coltivata e ben curata , sotto un pergolato è stato inoltre trovata e sequestrata anche una stufa elettrica utilizzata dal reo per accelerare il processo di essiccazione delle foglie. Stefano Tosi è stato pertanto arrestato in flagranza con l’accusa di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope e sottoposto ai regime degli arresti domiciliari in attesa del processo.

 

Riproduzione riservata ©

41 commenti

 
  1. # VARDONI

    FACCIAMO ENTRA’ TUTTI IN ITALIA MI RACCOMANDO EHH!!

  2. # presumia

    Suvvia…erano RAPE INDIANE…

  3. # Paolo

    Alle volte i topi di appartamento fanno comodo. Eehheh…

  4. # Stefano

    Agli arresti domiciliari…Così intanto continuerà a produrre,confezionare e vendere..

  5. # Malizioso Troll

    Quando si dice essere sfigato.

  6. # fabrizio65

    Che centra” facciamo entrare tutti in Italia”? Se era una facile ironia perchè è livornese, l’hai buttata fuori dal vaso! Quello per lo meno si limita a far canne e spaccio. Gli stranieri dell’articolo precedente invece avevano l’abitudine di entrare in case, seviziare e massacrare di botte chi ci trovavano dentro , rapinare e alla fine del duro lavoro rientrare nelle villette di Coltano costruite con le tasse dei seviziati e rapinati!!!

  7. # Gianluca

    essendo stato colto in flagranza di reato, vi sarà molto probabilmente il processo per direttissima e cioè nei prossimi giorni già potrebbe tenersi la prima udienza.

    la pena possibile richiesta dal pm sarà di 8 anni.

  8. # Riky

    Non gli passa più !

  9. # silvia

    Ma sai legge?

  10. # nostalgico

    Bravo valdoni..il solito classico commento da falce e martello..io te ne darei una decina a testa in casa a te e a quelli come te che con la loro mentalità buonista hanno reso Livorno la città che è oggi…

  11. # bimbone

    boia…..che sfiga….!!!!
    Comunque bel laboratoino…..ma che tristezza a 36 anni….!!!

  12. # mario

    boia chiamatela sfortuna…deh…

  13. # s. vestita

    ma lei istiga ar consumo di sostanze stupefacenti, si dia una controllata!!!

  14. # Samarcanda

    c’è la gente a Livorno ni sembra d’esse Scarface.

  15. # FULVIO

    QUESTI EXTRACOMUNITARI,SEMPRE LORO DEH!!!

  16. # antony

    Boia! O cosa c’aveva un arbero di nataleee???… :-)) …che roba de!!! .. artro che arresti domiciliari!

  17. # Capoccia

    ma dove voi andà ….

  18. # FrancescO

    È novaaaaa!!! Extracomunitari! Se non ci fossero loro la delinquenza in Italia non esisterebbe,proporrei di rimandarlo a casa a pedate,di chiudere tutte le frontiere e dare punizioni esemplari agli extracomunitari che si ostinano a rimanere qui…Ops! Italiano? Nooooooo!!!! Strano perché noi italiani siamo così buoni che quando andiamo all’estero hanno paura di noi (esperienza personale),ma continuiamo a camminare con i paraocchi…TUTTO IL MONDO È PAESE

  19. # Valerio Giannetti

    Spacciassero a casa loro.

  20. # caterina

    eh, dice che non gliel’hanno nemmeno sequestrata… no gliel’avranno lasciata in casa così appena torna ricomincia….
    Fai pace col cervello…

  21. # mau

    Se verrà trattato come un extracomunitario….domani é fuori, se verrà trattato come italiano si becca quattro anni.

  22. # presumia

    Non e’ che istigo…(se ce ne fosse bisogno….):immaginavo la difesa d’ufficio!Anche che fosse una pianta di te’ della nonna..

  23. # Livorno

    no per giustificare nessuno, ma vi viene mica da chiedervi che possa essere disoccupato! Tanto qui a Livorno l’unico impiego che si può trovare è questo!

  24. # Nedo

    Fra tutto quello che l’hanno trovato la pianta è proprio l’unica cosa innocua XD

  25. # maurinho

    Foglio di via e…..a pisa

  26. # Carlo

    è meglio stare zitti e passare da stolti che parlare e darne conferma

  27. # pisano

    Livorno NON è in Italia, ergo questo è catalogabile come reato compiuto da stranieri. STOP.

  28. # Vutti

    Bravi. In un periodo di crisi continuiamo pure a disincentivare il Piccolo imprenditore

  29. # Dario

    E’ novaaaa!!!

  30. # Ryu75

    vedendo certi commenti……mi vergogni a essere livornese

  31. # Antonio

    Magari e’ vengano

  32. # Crociato

    Fanno di molto bene. Avete visto, ora il PD con Napolitano vuole fare anche l’amnistia, altri 20mila delinquenti a giro. Mentre noi italiani onesti, se si sbaglia di pagare 10 euro qualche tassa vengono a sequestrarci la macchina dopo un mese. Ma perchè dobbiamo farci il mazzo a lavorare, per prendere un misero stipendio, che lo Stato ti dimezza con le tasse, e alla 3a settimana è già finito. DA DOMANI TUTTI A DELINQUERE!

  33. # Pedrino

    Chiamatela m..da… Peggio di ‘osi non gli poteva andare!!

  34. # mandrakke

    certo de e sei indro montanelli a commentare i fatti. ormai non se ne pole piu di questi discorsi

  35. # nostalgico

    Capoccia lo sai cosa fa rima con anda’ vero?

  36. # Vutti

    Tutto il mondo è paese lo può affermare solo chi ha girato veramente poco. Se ti fanno entrare prova ad andare in svizzera Inghilterra Francia o anche nella stessa tollerante Spagna. Il degrado che c è qui c è solo qui. E non mi stupisco delle tue esperienze negative. Da come parli ce l avresti anche in Uganda.

  37. # Il Moralizzatore

    non so in quale paese sei stato, io all’estero sono stato sempre ben accetto.

  38. # Il Moralizzatore

    il settore agricolo deve essere tutelato, ti quoto! 😛

  39. # ir mario

    Dè, popò di brodo. E devi esse Escobar.

  40. # Gianni

    Boia gente, c’avete il senso dell’umorismo di un nano da giardino. Ma non avete capito che quello di VARDONI era un commento volutamente ironico?!?

  41. # VALE56

    NON SIAMO MAI CONTENTI, NON E’ DISOCCUPATO,ANZI AVEVA UN BUON LAVORO CON CONTRATTO FISSO……

I commenti sono chiusi.