Scontro bici-taxi, incidente alla rotatoria

Mediagallery

Incidente alla rotatoria di piazza Mazzini. E’ accaduto poco prima delle 10. Secondo la ricostruzione dei fatti, un taxi Mercedes si è scontrato con una bicicletta elettrica.
La donna in sella al mezzo a due ruote stava pedalando verso viale Italia quando poco dopo aver impegnato il rondò si è scontrata con l’auto. Inevitabile l’impatto in cui ad avere la peggio è stata la ciclista che ha riportato un trauma cranico commotivo (perdita momentanea di coscienza) e contusioni lungo il corpo. Sul posto è intervenuta l’Svs che l’ha trasportata al pronto soccorso. Sul posto anche i vigili urbani impegnati nel ricostruire la dinamica che sembra determinata da una mancata precedenza.

 

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # leo

    le bici elettriche sono diventate motorini senza casco e assicurazione
    se fosse colpa della bici CHI PAGA ?

  2. # Andre

    La cosa strana,diciamo in linea con la cultura italiota è che la pista ciclabile in molte zone della città termina in mezzo ad un incrocio (vedi viale nazario sauro).

  3. # cuccy

    Leo hai ragione, della bici elettriche non hanno nulla a che vedere con la bici inoltre quando sono per strada sembrano fuori controllo saltellano, spesso e volentieri sorpassano levandoti i peli ai polpacci, o viaggiano a rotta di collo sulle piste ciclabili, comunque per continuare a mantenere fermo il mio pensiero la colpa è di chi le conduce e non del mezzo intrinsico e della legge che lo permette.

  4. # Albe

    Concordo con il fatto che le piste ciclabili nella nostra città sono interrotte e improvvisate, soluzioni ci sarebberò ad esempio nel sud dell’inghilterra dove non c’è spazio per le piste ciclabili hanno optato per delle linee gialle (per ogni lato della carreggiata) posizionate di fianco marciapiede, dove le bici possono viaggiare tranquillamente.. Ma il traffico livornese è una vera e propria giungla e forse non può essere adottata questa soluzione!

  5. # marco..pallmall

    per tua informazione , se il possessore della bici elettrica è coperto dall’assicurazione su la casa (quella che si usa per il cane), tale rc ne copre l’uso e gli eventuali danni arrecati a terzi

  6. # marco..pallmall

    forse nn sei a conoscenza che il motore ausiliario del velocipede stacca a 25 km orari, posso garantire che i vari GIMONDI della domenica sfrecciano a velocità molto più elevate con la full carbon da 5000 euretti

  7. # bikepower

    Per essere precisi sono illegali (e quindi andrebbero sequestrate) le bici elettriche che procedono con la sola spinta del motore. Le bici “a pedalata assistita” (cioè: se non pedali ti fermi) sono del tutto legali ed equiparate alle bici normali. Ad ogni modo io una bici che saltella – a parte quella di 100% Brumotti di Striscia – ‘un l’ho mai vista!!!

  8. # pietro f.

    A Livorno trovi macchine sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, sulle rampe per disabili (all’ipercoop non lasciano liberi nemmeno i posti a disposizione delle donne incinte). Elimina questo problema, le cacche dei cani e i rifiuti abbandonati e vedi che salto di civiltà che facciamo.

  9. # m

    ma povere signora..il taxi doveva dare precedenza sulla rotatoria infame, ma di cosa parlate? uscite e fatevi una bella passeggiata a piedi e perchè no con la bici che prendete meglio aria la cervello.

  10. # bah

    Mi ricordo sempre il manuale della scuola guida dove si dice che bici e qualsiasi mezzo a 2 ruote devono viaggiare sulla destra…… quindi perché pensare a strisce gialle quando già il codice prevede questo? Poi figurati…. non usano le piste ciclabili perché mai dovrebbero rispettare delle strisce gialle???

  11. # GaBrIeLe

    Cosa ci combina la bicicletta se elettrica o no !!! Se ha ragione verrà risarcita sennò si friggerà di tasca sua!! I ciclisti sul romito la domenica mattina son più pericolosi

  12. # Nostradamus

    Perché 25 Km orari, fatti su un velocipede ti sembrano pochi? OLTRETUTTO IN CITTA’

  13. # cuccy

    Per saltellare intendevo che visto il manto stradale orribile e l’eccessiva velocità che tengano sembrano sempre in equilibrio precario, in queste condizioni sono anche pericolose e non bene controllabili. i salti di brumotti sono un’altra cosa.

  14. # cuccy

    ma se stacca come fanno a andare così forte, forse hanno levato il controllo della pedalata assistita, è di questo che si parlando. Pedalate gente è tutta salute.

  15. # asciugati

    La legge è molto precisa ma la maggior parte delle bici elettriche che girano a Livorno sono modificate in modo che superino la velocità prevista e che vadano senza pedalata assistita fino all’esaurimento della carica della batteria. Questo comporta l’obbligo della targa, del casco e dell’assicurazione e non potrebbero circolare nelel zone pedonali e nelle corsie preferenziali. Ma naturalmente i Vigili si guardano bene dal fermarle e sequestrarle come hanno fatto in altre città. Evidentemente ci sono ordini dall’alto. Per come sono fatte le piste ciclabilii in piazza Mazzini e in tutta la città rivolgersi direttamente all’ Assessore competente !

  16. # emilio

    Nelle altre città le bici elettriche con l’acceleratore vengono multate perché illegali altro che a Livorno!!!!
    A volte vedi le donnine di 80 anni che prima andavano a 5km/h pedalando….. adesso sfrecciano a tutta birra come se fossero ringiovanite…. i riflessi non ci sono più, e i freni sono quelli di una bici no di una moto!!!!!

  17. # Alla Frutta

    E se non ha neanche quella? Mica c’e una legge che ti obbliga la polizza a casa. Se quello della bici elettrica e senza polizza e nullatenente il taxi se lo piglia in domo..
    Ogni mezzo viaggiante sulle strade urbane deve essere coperto da assicurazione.

  18. # Beppone

    non sono ne Gimondi della domenica ne ho la full carbon da 5000 euro, ma spesso questi con la bicicletta elettrica, ti superano, senza che usino i pedali, ma solo la spinta del motore elettrico. se poi come dite voi, stacca a 25 km/h, ecco che poi questo pseudo ciclisti si trovino in difficoltà e magari rischiano cadute o altro, cmq, se non sappiamo com’è andata realmente, non possiamo accusare nessuno. Ancora una volta lo dico, e se invece della bicicletta elettrica fosse stato quel quadriciclo per invalidi che sulla strada non ci possono andare assolutamente…cosa si diceva?

  19. # Alex

    Mah… d’accordissimo per i posti per portatori di handicap!
    Ma per le donne incinta mi sembra una grande cavolata!
    Allora dovrebbero mettere anche quello per gli obesi, quello per i vecchietti, ecc…
    Io sono uno di quelli che li occupa sempre!

  20. # bah

    Infatti… quante volte le vedi incinta… prendono i posti a loro assegnati… passano anche avanti nelle file, perché vero loro in piedi troppo non ci posso stare…. e poi le vedi ore in piedi ferme a chiacchierare con amici e conoscenti. Ti senti male solo a fare la fila? Deh ganza.. e ce n’era un’altra a Lucca! Se stai male ti vedo e sono la prima a farti passare… ma presi per le mele no…

  21. # mauro

    La precedenza è di chi gia percorre la rotatoria quindi del taxi, leggi bene il codice della strada prima di scrivere cose inesatte.

I commenti sono chiusi.