Scappa a piedi dopo lo scontro tra scooter

Mediagallery

Un impatto violento tra due scooter è andato in scena intorno alle 19,30 in via Redi all’incrocio con via delle Siepi.  Ad avere la peggio, per fortuna non in gravi condizioni, un giovane ragazzo che viaggiava a bordo del suo mezzo a due ruote da via Redi in direzione viale Petrarca. Stando a una prima ricostruzione dei fatti effettuata dalla Municipale grazie ai testimoni dell’incidente, un ragazzo straniero (probabilmente nordafricano) stava uscendo dal parcheggio con il suo motorino per imboccare la strada in controsenso quando ha urtato contro lo scooter del livornese. Sul posto sono intervenuti i volontari della Svs che hanno trasportato il ferito in pronto soccorso. Secondo i racconti dei presenti l’altro protagonista del sinistro stradale, approfittando del caos derivato dai soccorsi, se la sarebbe data a gambe zoppicando vistosamente ma facendo perdere in poco tempo le sue tracce.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # De ma De !!!

    E gli va’ anche di lusso durante gli incidenti a “Queste Personcine” …

  2. # biscottino

    Bene cha vada si è ferito e nessuno pagherà i danni al motorino.
    Ma va bene così… finchè capita agli altri

  3. # Luca

    Ok, se l’e’ data a gambe zoppicando…. Quindi il motorino e’ rimasto per strada…. Il motorino ha una targa, se è del nordafricano ( guarda caso, poi mi venite a dire che sono tutti bravi….) non sarà difficile rintracciarlo, se non è suo il proprietario saprà dare delle spiegazioni, se è rubato, almeno ci sarà un livornese che ha indietro roba sua…..

  4. # davy

    credo sia il momento di dire basta!!!

  5. # Antonio

    …ecco le risorse che arrivano nel nostro paese!
    …E tanto siamo a Singapore!
    Li ci sono tutti i cervelli a fare ricerca che arrivano da tutto il mondo!
    Ma cosa cavolo vi vengono a raccontare i nostri politici!
    …Mhaaa!

  6. # Luca

    Ma , i politici sono solo una parte del problema . Il problema vero sono le teste delle persone, dei cittadini. Pensa un po’ quanti soldi gravitano intorno ai vari centri di accoglienza, varie associazioni , assistenze o pseudo tali…. Gran parte di esse gestite da organi legati al momdo della chiesa . Pensa un pochino all’enorme bacino di potenziali voti che gli immigrati quando ottengono un permesso di soggiorno rappresentano per i partiti , normalmente di sinistra, che si battono per farne entrare sempre di più.
    I veri trafficanti di persone non sono gli scafisti… stanno in Italia , hanno nomi cognomi e bandiere. Gli altri stati europei lo hanno capito e non aiutano l’Italia in questo scellerato piano di tratta degli schiavi moderni. Riflettete……

  7. # 4luglio68

    Ottima riflessione.

  8. # azzizze

    E secondo te se il motorino era suo scappava…?? Poveri noi…

  9. # biscottino

    Posso anche concordare con quello che sostieni, interessi, sovvenzioni, voti etc etc, quello che non capisco e che secondo me è una cosa assurda è il fatto che dobbiamo tenerci anche coloro che sono stati colti a delinquere (anche crimini gravi) e non si riesce a rispedirli a casa loro. Questa cosa penalizza soprattutto proprio gli immigrati onesti che vengono tutti considerati delinquenti.

  10. # lorenzo65

    Coraggio ora il governo ci manda altri extracomunitari perché a Livorno dicono ci si trovano tanto bene.

  11. # "scorpione "

    Il prefetto Tiziana ,Ha emesso un bando per i profughi in arrivo a Livorno . ” Aggiungi altri 40 posti a tavola ” vai ,stringi dell’altro , tanto ormai non si conta più nulla . Ci strizzano come i limoni , e poi …..
    che fine poveri noi.

  12. # ginogino

    Qualcuno continua a dire che sono risorse…..e nel frattempo noi continuiamo ad essere massacrati di tasse e contro tasse…e con leggi che SICURAMENTE non sono a nostro vantaggio….praticamente ospiti in casa nostra….bella fine

  13. # 8luglio

    Tanto si presenterà dopo al pronto soccorso e non pagherà nemmeno il ticket: Viva l’Italia !!!

  14. # mauro

    a Livorno si vedono in continuazione motorini contro mano, che viaggiano in senso vietato, che passano col rosso, che attraversano la strada sulle strisce pedonali, etc., non mi vorrete dire che questi sono tutti stranieri.