Noto musicista derubato per migliaia di euro nel raid notturno alle auto in sosta

Il valore degli strumenti rubati si aggira sui 4-5 mila euro. Su Facebook il musicista descrive i sax che aveva nella macchina

Mediagallery

Auto danneggiate nella notte. E’ accaduto martedì 18 febbraio in via Calzabigi. Vandali o ladri? I carabinieri hanno effettuato un sopralluogo a caccia di possibili testimoni per cercare di ricostruire l’accaduto. In ogni caso, per i proprietari delle vetture non è stata una bella sorpresa trovare i vetri in frantumi.
Sono almeno tre le auto prese di mira: una Bmw X1 e due utilitarie. I residenti spiegano che tra settembre ed ottobre 2013 era già successo e erano state distrutte otto auto. I militari sono al lavoro per capire se si tratta di un episodio isolato oppure no.
Tra le vittime dei furti c’è anche Massimo “Geppo” Gemini, musicista livornese, che su Facebook racconta di aver subito il furto degli strumenti musicali che aveva nella macchina posteggiata in via Buonarroti, zona Calzabigi. L’uomo ha sporto denuncia ai carabinieri. “Chiunque venisse a conoscenza di qualche informazione è pregato di contattarmi – spiega su Fb – complessivamente il valore degli strumenti rubati si aggira sui 4-5 mila euro. Oltre al danno economico, i sax hanno un valore sentimentale inestimabile. Uno è un Baritono Weltklang argentato discendente al La, l’altro un Tenore Stencil della King (alla vista sembra un Chu Berry), anche questo argentato. In più, mi hanno sottratto una borsa di colore grigio con dentro un effetto Boss Ve-20, un microfono Audio Tecnica Pro 35 a pinza per sax, un altro microfono Shure e percussioncine varie”.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Alex1

    Cé poco da capire se tutte le volte che vengono presi, i delinquenti, con un provvedimento dietro l’altro che tende a mettere fuori queste persone invece di garantire gli ONESTI e le parti OFFESE dai reati. Guardate in questo periodo pensano solo a come svuotare i carceri, perchè non pensano che chi è dentro lo merita e paga per quello che ha fatto. dobbiamo cambiare la logica del poverino se ha sbagliato deve e sottolineo deve pagare anche con il risarcimento del danno, magari facendo dei lavori per il comune e il compenso impiegato per il risarcimento, in casi minori negli altri dentro, SI DEVE TUTELARE LA MASSA DEI CITTADINI ONESTI, ANCHE IN QUESTO PAESE.

  2. # Nedo

    Siamo in balia dei vandali, anche in zona S.Marco si stanno scatenando….ma cosa hanno in testa questi ragazzi? Non hanno capito che ci rimette solo la povera gente che fatica ad arrivare alla fine del mese…

  3. # LIBERTASSINO

    Carabinieri e polizia hanno le loro caserme a non più di 50 metri. Non sarebbe male fare qualche controllo in più, visto che tra righe sulle fiancate e vetri rotti non residenti di zona non ne possiamo proprio più…

  4. # il polemico

    Ma come si fa a lasciare tutta quella roba in macchina….

  5. # AndreaD

    Dè, ora è colpa sua perché ha lasciato gli strumenti in macchina. Via giù, un le scrivere nemmeno certe cavolate…

  6. # il polemico

    Si che è colpa sua e te lo dico da musicista…..mai lascerei i miei strumenti (di valore o no) in auto per la notte!!! piuttosto faccio e ho fatto mattina a metterli al fondo o a casa!!!!

  7. # dario

    Devono smettere di rubare!!! e poi, facile da piazzare due sax!

    una persona non può più essere libera di lasciare qualcosa in macchina, siamo diventati peggio degli animali!

  8. # capino

    non sono ragazzi sono …DE..LI…NQUE…NTI

  9. # Alice

    Io abito in via coccoluto ferrigni e nella stessa notte mi hanno aperto la
    macchina (una panda) e rubato lo stereo e il navigatore satellitare. Due anni fa trovai un vetro rotto, così, senza motivo.

I commenti sono chiusi.