Portuale arrestato, pistola carica e taser in auto

Mediagallery

Un portuale livornese di 57 anni, Massimo Antonini, è stato arrestato in flagranza di reato per la detenzione e il porto abusivo di arma da sparo e del relativo munizionamento, ricettazione e porto di oggetti atti ad offendere.
L’uomo, secondo la nota diffusa dalla questura di Genova, è stato fermato a bordo della propria auto, il 21 luglio, a Lavagna, nel corso del controllo del territorio nella riviera del Tigullio per la stagione estiva. La pistola (marca Beretta, mod.98 FS cal 9X21), completa di caricatore bifilare contenente 15 proiettili, era nascosta all’interno del bagagliaio dove gli agenti hanno rinvenuto anche un altro caricatore del medesimo calibro, oltre a una pistola a scariche elettriche (Taser) abilmente camuffata in modo da apparire un comune pacchetto di sigarette. Dagli accertamenti è emerso inoltre che l’arma era rubata. Il livornese, al termine degli atti di rito, è stato portato nella casa Circondariale di Genova Marassi.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # lorenzo

    Questa e’ bella… mah..!?

  2. # roberto5

    oddio…con la gente che c’è a giro oggi dovremmo girare tutti armati……..purtroppo è la paura che fa intimorire la gente e a volte prendere delle precauzioni troppo drastiche…ma in italia c’è davvero paura ormai di andare a giro non sai mai che può capitarti..è lontano il tempo che diciamo eravamo abbastanza sicuri oggi l’italia è una giungla…vedi la metrò di roma e la polizia non può fare più di tanto…ma perchè invece in francia a parigi o in inghilterra a londra nel metro si gira tranquillissimi anche di notte? E SIAMO REDIOLI

  3. # Luca

    Se gli stranieri sono il 15% della popolazione dovrebbero commettere il 15% dei reati o no? Peccato che quelli contro il patrimonio e contro la persona sono commessi per il 40% da stranieri….. Direi che la demagogia da bar del circolo ARCI la potevi evitare…..

  4. # anto

    Il buonista di turno

  5. # Edo

    Non sono razzista e non voglio sembrarlo, però:
    Italiano commete reati, di filata in galera.
    Stranieri, colti in flagranza di reato: identificati in questura e rilasciati con l’ennesima denuncia a piede libero. Rom all’ipercoop(e vari negozi), nordafricani che spacciano docet. Beccano un livornese a fumare una canna( vabbe è illegale) e gli fanno passare le pene dell’inferno: segnalazioni a prefetto, asl, datore di lavoro, con sospensione patente ecc….
    Fino a poco tempo fa, credevo che ci fossero nella giustizia 2 pesi e 2 misure….inizio a credere che le misure ed i pesi siano aumentati.

  6. # Luca

    Bisognerebbe conoscere i contorni della vicenda

  7. # santo

    Quindi, dai vostri commenti si desume che questo povero signore è una vittima della giustizia??
    Forse non sapete che questo soggetto ha dei precedenti penali da far venire la pelle d’oca….. documentatevi prima di parlare.

    I delinquenti sono delinquenti punto e basta. Di qualsiasi nazionalità siano.

  8. # Francesco

    Beh ora il 40% e’ esagerato comunque una buona percentuale si

  9. # Eleonora

    No scusate… questo girava con una pistola CARICA in macchina! Ma cosa c’è da commentare??

  10. # "scorpione "

    No ! No ! Non c’è nulla da commentare , perché uno non può tenere con se’ una pistola carica ? Non è mica un bimbetto che ci si può fare del male , uno se’ la porta dietro per vari motivi , non si sa’ mai , no !