Scontro auto-scooter: due feriti, 29enne in prognosi riservata

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO – Terribile incidente nella notte all’incrocio dei Quattro Mori intorno alle 4. Uno scooter Scarabeo  che proveniva dagli scali Cialdini in direzione Ponte Santa Trinità con a bordo due giovani, una ragazza di 29 anni (C.C. le sue iniziali) e un ragazzo di 23 (K.B.), si è andato letteralmente a schiantare contro un’auto proveniente da via Grande.
L’impatto è stato violentissimo tanto che i due a bordo del motorino sono stati catapultati sul prato antistante l’Hotel Granduca. Praticamente illeso il conducente dell’auto (una Fiat Punto bianca) che, stando a una primissima ricostruzione del sinistro, avrebbe colpito il motorino sulla parte anteriore sinistra della sua auto come si può vedere dal faro e dal paraurti ammaccati lato guidatore.
Ad avere la peggio i due scooteristi che sono stati soccorsi da due ambulanze dell’Svs con medico a bordo intervenuti immediatamente sul posto. I due giovani sono stati trasportati d’urgenza al pronto soccorso dove è stata allertata la shock room e la sala operatoria viste le gravissime condizioni della ragazza di 29 anni operata e ricoverata in ospedale con prognosi riservata per una frattura al bacino, una ferita lacero contusa all’inguine e un trauma cranico. Meno grave il 23enne, ricoverato in ortopedia con diverse fratture, le cui condizioni , fortunatamente, non destano particolari preoccupazioni.
Sul luogo dell’incidente la polizia stradale che ha effettuato i rilievi. Che è stato un incidente pauroso e di grave portata lo si può capire anche  dai moltissimi detriti dello scooter ritrovati addirittura fino all’incrocio con via San Giovanni. Al vaglio della polizia la dinamica esatta del sinistro. Non è escluso che a causare tutto ciò sia stata una precedenza mancata combinata con un mix di alta velocità e asfalto bagnato.

(foto di Simone Lanari)

Riproduzione riservata ©

18 commenti

 
  1. # VALE56

    GLI AUGURO UNA PRONTA GUARIGIONE, MA, VEDENDO I MEZZI, TANTO PIANINO NON ANDAVANO…..

  2. # franco

    la mia amara considerazione è. quanti morti e feriti vuole vedere ancora il nostro sindaco prima di prendere seri ed efficaci provvedimenti di controllo del traffico, come fatto da moltissimi altri comuni in toscana ed in italia: dissuasori di velocità, radar, telecamere, semafori intelligenti, etc.. Purtroppo non ho molta speranza sia perchè questi provvedimenti non portano voti sia perchè il sindaco è ormai (ma lo è sempre stato) in tutt’altre faccende affaccendato . Un augurio di completa guarigione ai feriti!

  3. # fra

    siamo alle solite; un altro grave incidente e le autorità, che sanno solo pontificare, non fanno nulla per la sicurezza stradale in questa città “maledetta” e degradata; tanti auguri a quei due poveri giovani.

  4. # yuri

    Franco hai ragione ma quella da cambiare e` la mentalita` della gente, ci vuole educazione civica e rispetto di leggi e regolamenti, tu vuoi mettere dissuasori di velocità, radar, telecamere, semafori intelligenti, etc, vuoi che ti ricordi cosa hanno fatto alle postazioni fisse di autovelox lungo tutta la strada di Valle Ugione, oltretutto richiesti piu` volte da parenti deceduti per incidente in quella strada…Bene, circa una decina di autovelox tutti inertizzati con la vernice……questa e` la nostra mentalita` malata e la nostra incivilta`!! Non serve repressione bisogna partire dalla base, con l`insegnamento dell`educazione in ogni sua forma e aspetto!

  5. # Mattia Ravino

    Il problema è che l’umanità ha spinto solo su l’uso dell’auto per una questione puramente economica e di pil delle varie nazioni senza investire più nei mezzi pubblici. Ora, nel 2013 non possiamo più negare la mobilità individuale alle persone, quindi ci ritroviamo a dare quante più patenti possibili.
    In una società perfetta, gli autobus coprirebbero tutta la città e ogni persona potrebbe anche non possedere un auto, ora invece senza auto sei praticemente un fermo. In una società perfetta, per prendere la patente dovresti fare 2-3 anni di corsi (l’auto in mano sbagliate è a tutti gli effetti un’arma). Una volta presa la patente puoi guidare per 5 anni macchine che non superano i 70 km orari. Dopo 5 anni puoi guidare la macchina che vuoi.
    Alla prima infrazione, di qualsiasi tipo, pure parcheggiare sulle striscie, ti viene tolta la patente per un anno. Alla seconda volta ti viene tolta per sempre… chiaramente questo in una società civile dove gli autobus e piste ciclabili fossero una realta tangibile.

  6. # sid

    e basta con questa tiritera sul sindaco, ma cosa c’entra?

  7. # Markino

    Facciamola finita…che la colpa è delle rotatorie…. la colpa è dei semafori la colpa è del sindaco ma che c’entra….
    Bisogna rispettare il codice della STRADA !!
    Un augurio di pronta guarigione ai feriti.

  8. # Mario

    “..lo si può capire anche dai moltissimi detriti dello scooter ritrovati addirittura fino all’incrocio con via San Giovanni.”
    auguri di pronta guarigione ai coinvolti.

  9. # piratatirreno

    Parole sante!! ma sembra che il rispetto del codice non vada a genio a molte persone!!!

  10. # Ilio

    Per fortuna la dittatura non c’è e se voglio usare l’auto la uso quanto voglio,se voglio usare la moto la uso quanto mi pare.Ci mancherebbe altro che dipendere dai mezzi pubblici.

  11. # AlexVer

    Probabilmente è colpa della rotatoria di via Nazario Sauro anche questo incidente… ah no allora sarà colpa del semaforo… o forse sarebbe l’ora di rispettare le norme stradali?!?!?!?!

  12. # franco

    caro yuri, proprio per quello che scrivi si deve usare polso fermo e, purtroppo, reprimere. O vogliamo sempre cedere di fronte alla indisciplina e ignoranza?

  13. # franco

    c’entra eccome visto il bilancio dei suoi due mandati!

  14. # jonny

    Si vede che non sei mai stato nel nord Europa, lassù esistono interi quartieri senza macchine ne moto, e si vive molto meglio.

  15. # ercole

    ..scusate..posso dubitare che anche uno scontro fra due macchine di Formula1 all’incrocio dei 4mori riesca a far schizzare i rottami fino a via san giovanni? è inverosimile,per me..si parla di quasi 250m… auguri ai 2 coinvolti..

  16. # Marco

    Basta che tu non uccida nessuno con una guida pericolosa.
    Purtroppo si accetta come fatalità una morte per incidente, ed il nostro ordinamento prevede soltanto l’omicidio colposo. Deve essere introdotto il reato di omicidio stradale: molti guidano i loro mezzi come pazzi, non rispettando nessuna regola; il codice della strada è un insieme di regole di buon senso: i 50 km/h previsti in città non ci sono tanto per fare, sono stati imposti perchè si ritiene che a quella velocità ci sia il tempo per reagire agli imprevisti.

  17. # gianluca

    Mi auguro di cuore che si rimettano tutti. Comunque alle 4 di notte…che colpa ha il sindaco ? Cosimi non mi è mai piaciuto e mai l’ho votato ma qui qualcuno ha sbagliato. Quando si guidano due ruote, bisogna avere un livello di attenzione massimo. Al momento dal testo dell’articolo non si conosce la dinamica, ma di solito, e correggetemi se sbaglio, chi sta per strada alle 4 di notte, tanto in forma per la guida non è… e con questo non voglio dire che qualcuno abbia bevuto, ma passatemi almeno il fatto che forse qualcuno aveva un po’ sonno…quantomeno.

    I semafori intelligenti comunque, come hanno scritto, servirebbero eccome, specie la notte, specie in una città dove ogni volta che vengo, vedo sempre idioti con lo scarabeo con la classica luce rotta, e vi giuro che solo a Livorno sono così scemi da non sostituire le lampadine ! mai visto a Roma, Milano, o Monza qualcuno col faro non funzionante. A Livorno ahimè ne è pieno.

  18. # carla

    Percorro ogni giorno il viale Italia con la mia vespa. Penso spesso ai genitori dei molti ragazzi che con gli scooter non rispettano le regole. Velocità, sorpasso della doppia riga, caschi slacciati. E leggo con dispiacere le cronache dei numrosi incidenti. Ci ricordiamo il falò dei caschi a ‘paiolino’ ? Ebbene ogni genitore dovrebbe preoccuparsi di più.

I commenti sono chiusi.