Ubriaco sale sull’autobus e minaccia l’autista con una bottiglia di vetro: “Riportami a casa”

L’uomo, 50 anni, ungherese, pretendeva di essere riaccompagnato a casa e ha minacciato l'autista con una bottiglia: immobilizzato e denunciato dalla polizia

Mediagallery

Sale sull’autobus ubriaco e minaccia l’autista chiedendo di essere riportato a casa. E’ successo nella serata di ieri, in via di Popogna, dove la conducente è stata costretta a fermarsi per richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Giunta sul posto, la polizia ha identificato e denunciato un cittadino ungherese, K.T., classe ’63.
L’uomo era salito a bordo dell’autobus ma accortosi dell’errore pretendeva di essere riaccompagnato alla propria abitazione. Al rifiuto da parte dell’autista quest’ultima è stata ingiuriata ed offesa. In sua difesa sono intervenuti gli altri passeggeri che hanno tentato di far ragionare il 50enne. Ma lui, senza sentir ragioni, ha proseguito minacciando la conducente con una bottiglia di vetro. La donna, spaventata, ha deciso d’interrompere il servizio, anche per non mettere in pericolo gli altri passeggeri e di chiedere aiuto.
All’arrivo della pattuglia, l’uomo stava ancora minacciando con la bottiglia la donna. Immediatamente è stato immobilizzato e condotto in questura, dove è stato identificato e denunciato in stato di libertà per i reati di interruzione di pubblico servizio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Inoltre è stato multato per l’ubriachezza. In via di Popogna è anche intervenuto il personale del 118 per soccorrere l’autista colta da malore.

Riproduzione riservata ©

46 commenti

 
  1. # Robe

    Ma un po più di pugno di ferro a questa gente che qua vuol fare i suoi porci comodi no?
    Nei loro paesi sarebbero trattati molto più severamente, ma qua trovano il “bengodi”….

  2. # dez

    du pattoni ??? ah no non si può neanche questa volta

  3. # GRAZIA MONTUORI

    E ora e’ di nuovo fuori a fare altro casino ??? Via a casa sua , foglio d’espulsione e a casina sua anzi in galera a casina sua…fuori dalle scatole vagabondi !!! Stanno qui a delinquere e basta…siamo stanchi e stufi di questa gentaccia del cavolo….non siamo nemmeno più padroni di uscire quando inizia a fare buio, ci dobbiamo guardare le spalle ogni volta che siamo fuori…sono sempre armati,ed ubriachi !!!

  4. # liburnico

    …dove è stato identificato e denunciato in stato di libertà… ecco ora si che mi torna… qualche mese di lavori socialmente utili no… vero? 🙁

  5. # Danielmaries

    Ma almeno il biglietto lo aveva pagato ?o lo devono pagate solo i livornesi ?

  6. # Libero 1°

    Prima avevo un rigurgito di rabbia,ora onestamente mi viene da ridere,anzi è una scommessa con me stesso x vedere tra quanto ci sarà il prossimo fatto che coinvolge qualche straniero. Ok d’accordo gli italiani sono peggio,anzi peggiori di tutti,va bene?
    Ma c’era proprio bisogno di importarli anche da oltre confine?

  7. # GNUTTI

    UN CI S’ENTRA PIU’, UN CI S’ENTRA PIU’ NOI…UN C’E’ DA MANGIA’ UN C’E’ DA MANGIA’….UN C’E’ LAVORO PER NOI!!! RISPEDIAMOLI A CASAAAA!!!

  8. # archimede

    come condanna fargli lavare tutti i mezzi della CTT ,vedrai la prossima volta ci ripenserebbe

  9. # Mario

    VAI, BORDA !!!

  10. # compAgno

    Deh boia ,ma alla fine cosa ha fatto, ha bevuto solo un goccetto di troppo, suvvia non esageriamo, capisco che e` straniero e voi razzisti li odiate tutti, ma non esageriamo veramente. Boia deh che odio che avete dentro, dovreste vergognarvi! Avete visto non gli hanno fatto nulla… e` a piede liberoooo, se fosse stato un delinquente andava in galera! Ma pensate alla salute invece di fa i razzisti!

  11. # libecciata

    vorrei ricordare che l’Ungheria è uno Stato membro dell’Unione Europea, quindi signori prima di commentare “foglio di espulsione” “rispediamoli a casa” ecc…. informatevi

  12. # jobbee

    è un bravo ragazzo, ha solo scambiato il bus per un taxi!!!!non voleva minacciare con la bottiglia ma offrire da bere all autista; quella non capiva in ungherese e si è spaventata

  13. # Emir Faccardino

    Una volta gli ungheresi, erano famosi ( tra l’altro) per i violini ( tzigani), ora vanno in autobus uubriachi a minacciare gentile autiste labroniche. Signori miei come cambia il mondo. Prova del palloncino obbligatoria prima di montarci sopra.

  14. # nicola

    Ungheria stato membro dell’Unione europea qua qua qua qua qua …….cittadino non desiderato per xxxxx motivo deve rientrare nei propri confini ecc. Informati.

  15. # Victor

    Compagno….ma perche ‘lei perde tempo nello scivere questi commenti definendo le persone che fortunatamente hanno un’opinione diversa dalla sua,come razzisti… suggerimento se ci tiene tanto a quelle persone che difende. a spada tratta vada a vivere con loro nei propri paesi di origine.

  16. # Capitan Nemo

    Il tuo è un commento lucido e sensato. Spesso si leggono esortazioni a “rimandarli tutti a casa” come se fossero pacchi postali.
    Fermo restando la giusta questione della libera circolazione delle persone appartenenti all’Unione Europea c’è da aggiungere che anche per gli extracomunitari la situazione non è affatto semplice.
    Ogni respingimento prevede dall’altra parte un paese disposto ad accoglierlo, il che non è affatto scontato cari miei. Dando per assodato che non si possano rigettare in mare o invadere le acque territoriali di paesi stranieri per scaricarli sulle spiagge altrui l’unico modo è stabilire accordi bilaterali con i paesi rivieraschi dai quali partono (Tunisia, Albania etc) che però spesso non coincidono con i paesi d’origine. Questi accordi non sono a costo zero, si chiamano accordi appunto perché assieme ai clandestini gli mandiamo paccate di euro. Una sorta di pizzo a carico dei contribuenti, come quando c’era Gheddafi.
    Altrimenti non rimane che imbarcarli su un aereo e inviarli nei loro paesi di origine, ammesso che ce lo dicano, ma chi paga il biglietto in un contesto dove le forze dell’ordine non hanno neanche i fondi per il rinnovo del parco auto e del rifornimento dei mezzi?
    Terza ed ultima questione è che quando uno sfugge dalla miseria e dalla guerra non ha nulla da perdere e se ne strafotte della Bossi-Fini, che a quelle latitudini non sanno nemmeno chi siano.
    Insomma, concludendo non ci sono soluzioni facili, e chi ve le propone mente sapendo di mentire rubandovi consensi e voti…

  17. # lorenzo65

    In Francia la ragazzina ROM al su paese l’hanno rimandata perche’ la legge va’ rispettata nell’ interesse di tutti i cittadini. In Italia le leggi sono opinioni discutibili nell’ interesse del sentimento emotivo del momento.

  18. # silvia

    Questo sì che è un ragionamento sensato. Allora lo vedi che anche qui ogni tanto ci passa qualcuno col cervello…una tantum…..

  19. # baga

    questa gente va levata di torno se ne tornino da dove sono venuti!!!

  20. # libecciata

    Non credo che quello che ha fatto il tizio rientri nei reati gravi che giustificano l’espulsione da un paese membro.
    Comunque io volevo solo sottolineare che qui c’è gente che non sa neanche quali sono i paesi membri e subito commenta “fuori di qui ” “mandiamoli a casa” come se TUTTI fossero extra-comunitari.
    E credo che il fatto di precisare ogni volta la nazionalità delle persone serva solo per fomentare odio e razzismo.
    Il signore era ubriaco e ha minacciato delle persone? ok che venga denunciato e passi un processo, poi se è italiano, ungherese, spagnolo, tedesco ecc.. non fa differenza

  21. # Malizioso Troll

    Aggiungiamo anche che tutti i partiti che fanno la voce grossa contro gli immigrati (a proposito, l’ungherese è caucasico come la maggioranza di noi quindi parlare di razzismo è inutile e penoso) sono gli stessi che hanno promulgato leggi garantiste verso il “Capo” che, per effetto collaterale, hanno dato la possibilità di agire indisturbati a delinquenti di ogni risma. Del resto, avete mai pensato che la destra, da sempre, vezzeggia e coccola i militari ed è la stessa che nel 1940 li ha mandati a morire con le scarpe di cartone, che recentemente ha tagliato i fondi alla Polizia che deve mandare le volanti in giro con la benzina razionata? Quoto Capitan Nemo. Fare discorsi, anche arrabbiandosi, è facile. Qui ci vogliono fatti concreti, ma i primi a pagare sarebbero gli incapaci che ci hanno governato negli ultimi vent’anni, quindi “avanti così”. E noi paghiamo al posto loro. Tasse e una vitaccia amara ogni giorno che Dio mette in Terra.

  22. # nicola

    Partiamo dal presupposto che il tizio in questione non era solamente ubriaco ma ha minacciato con una bottiglia un autista e la polizia accorsa in aiuto,visto e considerato che siamo in Europa in qualsiasi stato membro l’individuo si faceva un mesetto in ortopedia più 1anno di prigione/servizi sociali.
    Gli italiani da un po di tempo “ammirano”la Germania e come abbiamo visto la scorsa settima nei TG un gruppo di eritrei scampato al naufragio di lampedusa manifestava davanti alla porta di brandeburgo con sciopero della fame perché volevano rimanere in germania.
    Naturalmente il governo tedesco a negato il soggiorno perché sprovvisti di documenti regolari se non un documento provvisorio fatto dal governo italiano sulla fiducia del clandestino con validità di 3 mesi.
    Il governo tedesco a intimato loro di ritornare al primo paese d’approdo cioè l,Italia e di richiedere asilo politico come previsto dalla legge l’Italia a chiesto di rivedere il trattato di Schengen e naturalmente la Germania a risposto”neanche a parlarne”.

  23. # jobbee

    ovviamente questa è la tesi che sosterra il suo avvocato d’ufficio.ubriaco quando mai è nella cultura ungherese bere birra al posto dell’acqua. chiedere un risarcimento danni al comune e all ex atl x essere stato trattato da delinquente.

  24. # Capitan Nemo

    In generale il clandestino è, per definizione, persona sprovvista di documenti. Ed in mancanza di questi come fai a stabilire da dove viene per rispedirlo al mittente col consenso del paese di origine il quale pretende giustamente certezza del fatto che questa persona gli appartenga? Come fai a distinguere un congolese da un etiope, senegalese, avoriano o nigeriano se non te lo dice lui spontaneamente nei centri di accoglienza e riconoscimento? Il clandestino ha tutto l’interesse a non dire nulla, ma quand’anche lo facesse noi non abbiamo i soldi per pagare voli aerei charter per tutti gli angoli del mondo.
    Di fatto gli viene consegnato il foglio di via che assume la stessa valenza della carta igienica….

  25. # jobbee

    E la ministra kyenge già pensa a proporre per il povoro straniero comunitario le scuse ufficiali di Stato. W l’italia!

  26. # libecciata

    cosa ci combina l’episodio della Germania lo sai solo tu…. stai continuando a parlare di altre cose…. e poi non sai neanche scrivere in Italiano, ma devo stare a perdere tempo con te?!

  27. # nicola

    In generale il clandestino e’ per defizizione persona sprovvista di documenti,e colui che entra in un paese’ho si imbarca su un aereo’nave senza il permesso delle autorità competenti e quindi punibile giudizialmente.
    Ed e’ per questo che vanno intercettati prima che entrino in acque nazionali e rispediti al mittente senza farli arrivare in italia,sono consapevole che la maggior parte di loro scappano da guerre e miserie varie e magari sono anche le persone più brave del mondo,ma per quanto ne so potrebbero essere tutti serial killer.
    Ma vii siete mai chiesti il perché rischiano la vita con giorni e giorni di navigazione con quei bidoni galleggianti partendo dalla Libia o dalla Tunisia quando potrebbero farsella a “rana” dallo stretto di Gibilterra.

  28. # Crociato

    Doveva chiamare l’autista della Boldrini o della Kyenge e farlo riportare a casa con l’auto blu (con loro sopra, ovviamente)

    SIAMO STANCHI DI SUBIRE LE CONSEGUENZE CRIMINALI DEL BUONISMO MENTRE I POLITICI DI SINISTRA RESPONSABILI DI TUTTO SONO AL SICURO DIFESI DALLE SCORTE!

  29. # El Guero

    Pieno di livornesi che pagano il biglietto…ma dove vivi!!!!!o fai il commento tanto per fomentare un po’ di “sano” razzismo…

  30. # El Guero

    Solita notiziola per fomentare un po’ di razzismo e odio verso gli altri….fate del populismo spicciolo, ma andateci piano che poi la pacchia finisce!

  31. # Osservatore

    avoriano????

  32. # Libero 1°

    ah si? Allora si informi meglio lei. In Austria,che è uno stato membro dell’unione come l’Ungheria,queste cose e soprattutto questa gente non entra!!!! Si ricordi cosa successe a quei tifosi del livorno durante una partita di coppa uefa,qualche anno fa,x aver tirato una transenna ai poliziotti?. In galera e in attesa del processo. E loro lo stato lo fanno funzionare in un modo molto semplice : facendo rispettare le 2 o 3 leggi che hanno. Noi invece ne abbiamo diecimila e non ne funziona una!

  33. # Ada Morelli

    Solidarietà alla donna autista, non è la prima volta che queste lavoratrici, vengono prese di mira da soggetti un po’ “fuori”, e un po’ tanto…vili.

  34. # pisam3rda

    CompAGno speriamo che venga a bussa’ a casa tua col collo della bottiglia e ti chieda vaini….voglio vede’ se glieli dai

  35. # Mi vergogno di essere italiano

    se non c’è mangiare per noi non è certo colpa degli stranieri! La colpa è di chi ci comanda e che ci rigira il cervello con le varie propagande politiche che alla fine risultano sempre a pro loro!Non facciamoci guerra tra poveracci! Se avessimo veramente fame ribalteremo l’Italia (vedi i vari paesi africani ecc.).Smettiamola di lamentarci e pretendere che il mangiare ti arrivi direttamente nello stomaco senza fare nulla(da buon italiani)…agiamo!

  36. # Mi vergogno di essere italiano

    Sai che ci sono 1 MILIONE di italiani all’estero (che non rientrerebbero nemmeno se gli riportassero legati).Quindi dovrebbero rientrare? Oppure loro possono stare all’estero perché sono italiani!visto che sei fiero dei tuoi confini,ricordati che Italia=Bellissima,Mafia,camorra ecc,corruzione,evasione,politici no comment

  37. # Heisenberg

    Orsù via Capitano, unì stia a perder tempo con sti qua, tanto un capiscono un bell’utensile atto a tagliar la legna! Che poi ci sia la palese intenzione editoriale di enfatizzare i misfatti combinati dallo straniero mi par alquanto ovvio! Tante visualizzazioni, tanti commenti… Tanta pubblicità!! Le conseguenze economiche sono ancor più ovvie!
    E comunque a luilì ni ci vole un bel mojito d’olio di ricino e l’ergastolo!!
    Tanto qui gli ergastoli sono di default!

  38. # Den

    Boia deh se questa e è la mi livorno che città di m…a siamo diventati. Chi sbaglia deve pagare e sono il primo a dirlo ma non sono tutti così gli stranieri.

  39. # VALE56

    CI VORREBBE UN BEL BATTUTO A QUESTA GENTACCIA, LA POPOLAZIONE NON E PUO’ PIU’……

  40. # Den

    Eccone un’artro… boia un sapevo che a Livorno ci fossero cosi tanti parenti di benito… andate a fa’ ir manovale, che son tutti stranieri perché sennò noi ci si sporca le manine!!!

  41. # mario3

    capita nemo portali col nautilus

  42. # silvia

    Non ci vuole un genio a capire che il compAgno è un camerata che vuol fare l’ ironico. Bisogna spiegarlo a quell’ ottantina che hanno messo il pollicino rosso. Ma come stiamo messi? Svegliaaaaaaaaaaaaa !

  43. # alberto

    A VOI ………IL PROFESSORE !!!!!

  44. # nicola

    Per quanto riguarda mafia camorra ecc, ecc sono d’accordo con te però prima di vergogarti ricordati che il milione di italiani sparsi per il mondo ci sono andati con il passaporto in tasca e non clandestinamente.

  45. # Cristina

    La danimarca ,paese democratico e civile, ha sospeso il trattato di schengen,troppa immigrazione e criminalità. Una riflessione e’ d’obbligo.

  46. # Boldrienge

    Sarebbe consigliabile che l’amministrazione comunale proclami un giorno di Scuse Ufficiali della città nei confronti dell’ungherese e che consegni, a titolo di risarcimento, un abbonamento annuale honoris causa.

I commenti sono chiusi.